Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

CrazyDiamond

Nuovo Utente

Posts: 3

Activity points: 9

Data di registrazione: martedì, 27 ottobre 2015

  • Invia messaggio privato

181

martedì, 27 ottobre 2015, 22:02

Io ci ho pensato all'inizio della mia depressione, un annetto e mezzo fa. Non lo farei perchè sono sempre stato scavezzacolli e causa di casini per i miei genitori che non se lo meriterebbero.

Adso da Melk

Utente Attivo

  • "Adso da Melk" è un uomo

Posts: 16

Activity points: 55

Data di registrazione: venerdì, 14 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

182

mercoledì, 28 ottobre 2015, 10:50

Ragazzi cercate di prendervi cura di voi stessi..nell.ultimo anno si son tolti la vita mia madre mio padre e mio fratello.. È un dolore troppo grande.. Vi prego continuate a vivere
Il problema è proprio questo..continuare a vivere per molti equivale a continuare a soffrire. C'è stato un periodo in cui mi faceva paura sapere che i giorni successivi sarebbero stati caratterizzati sempre dalle stesse angosce e il suicidio lo vedevo come una forma di liberazione. Per fortuna dopo un periodo di buio totale sono riuscito ad uscirne, anche se mi rendo conto che probabilmente sotto questo punto di vista sarò sempre un soggetto a rischio, per così dire. Comunque quello che dici tu è giusto, il dolore che questi gesti provocano in chi rimane deve essere davvero immenso, come il vuoto che lascia chi se ne va.

eternaromantica

Utente Attivo

Posts: 17

Activity points: 72

Data di registrazione: sabato, 30 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

183

giovedì, 29 ottobre 2015, 03:43

Ragazzi cercate di prendervi cura di voi stessi..nell.ultimo anno si son tolti la vita mia madre mio padre e mio fratello.. È un dolore troppo grande.. Vi prego continuate a vivere
Il problema è proprio questo..continuare a vivere per molti equivale a continuare a soffrire. C'è stato un periodo in cui mi faceva paura sapere che i giorni successivi sarebbero stati caratterizzati sempre dalle stesse angosce e il suicidio lo vedevo come una forma di liberazione. Per fortuna dopo un periodo di buio totale sono riuscito ad uscirne, anche se mi rendo conto che probabilmente sotto questo punto di vista sarò sempre un soggetto a rischio, per così dire. Comunque quello che dici tu è giusto, il dolore che questi gesti provocano in chi rimane deve essere davvero immenso, come il vuoto che lascia chi se ne va.


Il suicidio di mio fratello avvenuto un mese fa mi ha scosso moltissimo e ora cerco di allontanare il pensiero, ho paura a pensarci perché scoppio in lacrime. L abbiamo trovato ad un mese dalla scomparsa in un fiume.
Ieri ero in macchina con delle persone che conosco appena e non mi fidavo della guida. Da una settimana a questa parte ho paura per la mia vita e voglio preservarla. Però io non potevo far nulla probabilmente ha posto fine alla sofferenza anche lui, sto veramente male a come.possa essersi sentito da fare quindi gesto del genere.

dasMonster

Voglio trovare un senso a questa vita...

  • "dasMonster" è un uomo

Posts: 543

Activity points: 2.322

Data di registrazione: giovedì, 04 settembre 2008

Località: Rimini

  • Invia messaggio privato

184

sabato, 31 ottobre 2015, 01:18

Sono 10 anni che soffro di depressione e pensieri ossessivi talmente ossessivi da non riuscire neanche a lavorare , avere due soldi in tasca ,avere amici , sono sola isolata dal mondo da tutto e soffro ogni giorno quando apro gli occhi e penso di dover affrontare un altra giornata sola senza parlare con nessuno senza nulla da fare mentre gli altri vivono. Psicologi , psichiatri , farmaci non sono serviti a nulla , sono senza speranze senza via d'uscita , io che vorrei solo una vita normale, allora penso che sarebbe più facile morire che continuare a vivere cosi, anzi a non vivere, ma poi rifletto , e non avrei mai il coraggio di farlo perchè:
1 darei un dolore troppo grande da sopportare ai miei genitori
2 io non so se esiste qualcosa dopo la morte ma se è vero che chi si toglie la vita va all'inferno ....li fà troppo caldo per i miei gusti
3 eppoi per quanto sia disperata non avrei mai il coraggio di farmi del male

quindi la morale è che sono costretta a vivere, male, tormentata , piena d' angoscia e solitudine ma comunque a vivere


Quanto mi rispecchio in queste parole. Io ho tentato il suicidio 7 volte, e tutte le volte un maledetto staff medico mi ha salvato la vita.. una volta sono arrivato persino ad aggredire alcuni dei medici e degli infermieri che mi avevano salvato, perché volevo morire.

Io soffro di depressione da 15 anni.

La mia UNICA paura, ripeto unica, è fallire nel tentativo di suicidio e ritrovarmi gravemente danneggiato (invalido) per il resto della vita.. altrimenti l'avrei già fatto. Oltre ad essere salvato da qualche imbecille del 118 ovviamente. Li ammazzerei tutti, altrochè.

Ho tentato il suicidio tutte le volte tramite avvelenamento da farmaci (overdose). Ma è un metodo lento, richiede tempo, un posto dove nascondersi per non essere trovato per ore e ore.. non è facile. La stazione, la mia camera con i miei assenti, una fabbrica e un parcheggio abbandonati hanno tutti fallito.

Ora sono arrivato ad inondare le associazioni per il suicidio assistito (Dignitas, Exit, Libera Uscita) di richieste di aiuto per "l'accompagnamento alla morte volontaria" come lo chiamano loro. Ma costa parecchio, tantissimo.
Ich bin ein Untermensch, ich bin das Monster
(Sono un subumano, sono il Mostro)

eternaromantica

Utente Attivo

Posts: 17

Activity points: 72

Data di registrazione: sabato, 30 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

185

domenica, 01 novembre 2015, 03:59

Sono 10 anni che soffro di depressione e pensieri ossessivi talmente ossessivi da non riuscire neanche a lavorare , avere due soldi in tasca ,avere amici , sono sola isolata dal mondo da tutto e soffro ogni giorno quando apro gli occhi e penso di dover affrontare un altra giornata sola senza parlare con nessuno senza nulla da fare mentre gli altri vivono. Psicologi , psichiatri , farmaci non sono serviti a nulla , sono senza speranze senza via d'uscita , io che vorrei solo una vita normale, allora penso che sarebbe più facile morire che continuare a vivere cosi, anzi a non vivere, ma poi rifletto , e non avrei mai il coraggio di farlo perchè:
1 darei un dolore troppo grande da sopportare ai miei genitori
2 io non so se esiste qualcosa dopo la morte ma se è vero che chi si toglie la vita va all'inferno ....li fà troppo caldo per i miei gusti
3 eppoi per quanto sia disperata non avrei mai il coraggio di farmi del male

quindi la morale è che sono costretta a vivere, male, tormentata , piena d' angoscia e solitudine ma comunque a vivere


Quanto mi rispecchio in queste parole. Io ho tentato il suicidio 7 volte, e tutte le volte un maledetto staff medico mi ha salvato la vita.. una volta sono arrivato persino ad aggredire alcuni dei medici e degli infermieri che mi avevano salvato, perché volevo morire.

Io soffro di depressione da 15 anni.

La mia UNICA paura, ripeto unica, è fallire nel tentativo di suicidio e ritrovarmi gravemente danneggiato (invalido) per il resto della vita.. altrimenti l'avrei già fatto. Oltre ad essere salvato da qualche imbecille del 118 ovviamente. Li ammazzerei tutti, altrochè.

Ho tentato il suicidio tutte le volte tramite avvelenamento da farmaci (overdose). Ma è un metodo lento, richiede tempo, un posto dove nascondersi per non essere trovato per ore e ore.. non è facile. La stazione, la mia camera con i miei assenti, una fabbrica e un parcheggio abbandonati hanno tutti fallito.

Ora sono arrivato ad inondare le associazioni per il suicidio assistito (Dignitas, Exit, Libera Uscita) di richieste di aiuto per "l'accompagnamento alla morte volontaria" come lo chiamano loro. Ma costa parecchio, tantissimo.


Come mi fa male leggere tutto questo w ;(

Non riesco più a sopportare questa parola, mi chiedo cosa succeda nella testa quando si arriva a tanto, perchè la mia famiglia si è suicidata e ancora oggi non capisco che coraggio abbiano avuto, soprattutto mio fratello..

dasMonster

Voglio trovare un senso a questa vita...

  • "dasMonster" è un uomo

Posts: 543

Activity points: 2.322

Data di registrazione: giovedì, 04 settembre 2008

Località: Rimini

  • Invia messaggio privato

186

domenica, 01 novembre 2015, 13:30

Come mi fa male leggere tutto questo w ;(

Non riesco più a sopportare questa parola, mi chiedo cosa succeda nella testa quando si arriva a tanto, perchè la mia famiglia si è suicidata e ancora oggi non capisco che coraggio abbiano avuto, soprattutto mio fratello..


Nella testa succede che non riesci più a sopportare una determinata situazione, nel mio caso l'avere problemi di carattere, di introversione, di sovrappeso, il disturbo di personalità, il non essere autonomo, il non avere una ragazza...

E alla fine macina che ti rimacina.. tutto questo porta all'autolesionismo. E l'autolesionismo estremo è il suicidio.
Ich bin ein Untermensch, ich bin das Monster
(Sono un subumano, sono il Mostro)