Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

1

domenica, 15 gennaio 2012, 02:13

Avete mai pensato al vostro funerale ?

Lo so, forse non è argomento da depressione né causa di depressione...ma vedo sempre più 3d aperti riguardo a suicidi, tentativi di suicidio, desiderio di togliersi la vita, ecc.
Ma avete mai pensato a come potrebbe essere il vostro funerale una volta "suicidati" ? Ma non solo il funerale vero e proprio ma anche quei momenti subito successivi alla morte, alla scoperta da parte di eventuali parenti e amici ?

Stasera ho pensato a lungo al un mio eventuale "funerale"...beh...e mi ha messo addosso un altro po' di tristezza :(
ad un mio eventuale funerale ci sarebbero solo parenti e amici dei miei genitori. Probabilmente molte persone...ma lì per i miei genitori anziché per me.

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 15 gennaio 2012, 02:22

io non tengo più molto alla vita ma non ho nessuna intenzione di suicidarmi. credo che morirò vecchio, triste, solo e incazzato come una iena.

Belle89

Utente Fedele

  • "Belle89" è una donna

Posts: 423

Activity points: 1.493

Data di registrazione: lunedì, 12 dicembre 2011

Località: Sull'isola che non c'è

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

3

domenica, 15 gennaio 2012, 02:45

Lo so, forse non è argomento da depressione né causa di depressione...ma vedo sempre più 3d aperti riguardo a suicidi, tentativi di suicidio, desiderio di togliersi la vita, ecc.
Ma avete mai pensato a come potrebbe essere il vostro funerale una volta "suicidati" ? Ma non solo il funerale vero e proprio ma anche quei momenti subito successivi alla morte, alla scoperta da parte di eventuali parenti e amici ?

Stasera ho pensato a lungo al un mio eventuale "funerale"...beh...e mi ha messo addosso un altro po' di tristezza :(
ad un mio eventuale funerale ci sarebbero solo parenti e amici dei miei genitori. Probabilmente molte persone...ma lì per i miei genitori anziché per me.
Sì, ogni tanto mi è capitato. Come mi è successo pure che, vedendo i carro funebre, aver pensato "almeno ha finito di stare qua". Ma sai che ti dico? Me ne vergogno parecchio di quei pensieri. Niente può e deve valere più della tua vita. Uccidersi non è la chiave nè della felicità, e nè della soluzione ai problemi che ti tormentano. La morte genera solitudine, tristezza, immenso dolore. Soprattutto, frustazione e disperazione nelle persone che ti amano. Ne vale la pena? Io credo proprio di no.

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna

Posts: 4.741

Activity points: 15.217

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 15 gennaio 2012, 10:44

Ah sì che bello! L'idea della morte da un po' di tempo mi permette di assaporare le piccole gioie quotidiane e a ridimensionare le jelle. Non scherzo ma avendo aperto da poco sotto casa mia un'impresa di pompe funebri aperta 24 su 24 quando torno dalla palestra ho occasione di mostrare a mio marito la cassettina smaltata dove vorrei essere messa dopo la cremazione. Poi mi immagino i miei che piangono e si fanno i sensi di colpa, gli ex fidanzati che mi rimpiangono, gli studenti che si colpevolizzano dicendo che potevano essere meno bastardi! :P Insomma è una delle fantasie preferite in questo periodo ma non so come dire, con dolcezza e rassegnazione....Grazie Aldebaran di aver aperto il thread! :) :friends:

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" è una donna

Posts: 669

Activity points: 2.126

Data di registrazione: domenica, 07 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 15 gennaio 2012, 12:02

Sono un po' fuori tema , io mi sono spesso trovata ad immagine il funerale di mio papà , e non sapevo come immaginarlo , sono quelle cose che non ti capitano mai , ma nel caso di mio papà , purtroppo era una certezza a breve... Un'avvenimento impensabile , che non si poteva nemmeno immaginare , solo il pensiero metteva paura... Alla fine non c'è un gran chè da fare , pensano a quasi tutto gli addetti , io ho potuto solo pregare... accompagnare il mio papà..

Al mio funerale ho pensato proprio recentemente , siccome mia mamma probabilmente non ci sarà più ,ed io sarò in chissà quale parte del mondo , dato che non mi dispiacerebbe emigrare, immagino poca gente , poche amiche.. ma in realtà io conosco molte persone , come moltissime sono state quelle venute al funerale di mio papà..

Non nego di aver ancora pensato tempo fa , che mi piacerebbe il suicidio , ma non ho mai avuto il coraggio di pensarlo davvero seriamente , davvero con lucidità..
Da lucida appunto , mi sono preoccupata del dopo... Il dopo sarebbe tragico , quindi le possibilità a mio parere , per me personalmente sono 2 :
1 - o ci si rimbocca le maniche per fare una vita decente , guardando in faccia ai problemi
2 - o si finge che tutto vada bene , e si rimane con il culo nel burro a farlo diventare grosso

Scusate la schietezza , ma ne ho bisogno , sopratutto per me. Forse sono uscita di tema , ma questo argomento funerale mi è troppo vicino . Grazie che mi date modo di parlarne :friends:

6

domenica, 15 gennaio 2012, 15:18

Mi spiegate una cosa? E vi scrive una magari ancora piu' pessimista di voi.
Ma perché scrivete queste cose, e ci ragionate sopra pure..come se fosse la cosa piu' naturale del mondo? Non dico di vergognarsene ma di rendersi conto di quello che si sta scrivendo..non sono discorsi normali, sono discorsi da morti, di morte... discorsi che NON AIUTANO chi sta male in questo momento. Un depresso, nonostante la sua immensa sofferenza, vorrebbe(anche suo malgrado ma il desiderio è inconscio) vedere uno SPIRAGLIO DI LUCE, di speranza.
Questi discorsi non fanno che peggiorare la situazione, leggendovi mi è venuta un'ombra di tristezza e di angoscia, badate che il pensiero in questo caso se nocivo non aiuta niente e nessuno,perché alimentarlo? Perché non aprire un Topic e scrivere magari come affrontare con piu' calma le difficoltà attuali o future? No, si parla di suicidi, di morte, di funerali( E SIETE ANCORA VIVI!!!)...
Immagino che avete fantasticato perfino su come sarete da cadaveri.. Con qualche osso sporgente e la carne putrida...
Non illudetevi, non faccio la moralista e non sono di quelle persone che cercano di sorridere anche quando non ne hanno voglia. Anch'io ho avuto questi pensieri deprimenti, ma ho capito che mi peggioravano ancora di piu'. Combattete questi pensieri,non lo permettete.
Amare la vita non significa per forza stare in mezzo alle persone, avere lavoro, partner... mettete da parte un attimo questi obiettivi noiosi e guardatevi intorno, il semplice camminare in una strada piena di luce è già vivere.

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna

Posts: 4.741

Activity points: 15.217

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

7

domenica, 15 gennaio 2012, 16:10

Mi dispiace ma devo dissentire: in una cultura in cui si pensa di essere eternamente giovani e immortali non è male pensare alla morte. Aiuta ad affrontare le cose giorno per gioron e a ridimensionare. Insomma i frati trappisti che dicono quando si incontrano "fratello, ricordati che devi morire" mia apiono un po' esagerati , ma ricordare la nostra fragilità aiuta anche a superare i momenti bui. Naturalmente IMHO

Whatshername

Utente Attivo

  • "Whatshername" è una donna

Posts: 98

Activity points: 357

Data di registrazione: martedì, 06 dicembre 2011

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 15 gennaio 2012, 17:10

si, mi capita spesso di pensare alla mia morte. Spesso immagino di morire a causa di un qualche incidente dentro casa o più spesso per suicidio. Al mio funerale non ci saranno molte persone, ma immagino i miei genitori sorpresi per quello che è successo.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.764

Activity points: 26.950

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 15 gennaio 2012, 18:31

Memento moris, diceva il sussurratore al campione che si gustava il trionfo.

Implicitamente era come dire:

Goditi i bei momenti della vita, e fa che essa duri a lungo, in modo che siano tanti, e godici anche i momenti bui, che ti permetteranno di gustarti meglio quelli piacevoli.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" è una donna

Posts: 669

Activity points: 2.126

Data di registrazione: domenica, 07 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

10

domenica, 15 gennaio 2012, 19:41

Immagino che avete fantasticato perfino su come sarete da cadaveri.. Con qualche osso sporgente e la carne putrida...


Scusa se mi permetto ,questo l'hai pensato tu , io ho descritto pensieri e soprattutto il vissuto... Argomenti brutti..forse si , ma è la realtà.. Anche questo è un modo per affrontare le pene della vita in un certo senso .
Anche secondo me comunque il semplice camminare in una strada piena di luce è già vivere , non per questo mi privo di altri pensieri più seri..

11

domenica, 15 gennaio 2012, 21:38

Sì, Cielo..mi è capitato di fantasticare anche di essere un cadavere (e, purtroppo, non solo). Sono "contento" di aver introdotto un tema forse un po' macabro ma utile. Come altri utenti, il pensiero della morte è molto spesso rilassante.
Nei momenti peggiori mi capita spesso di "immedesimarmi" in una bara buia e stretta...mi rilassa perché è una sorta di "serenità" eterna, di tranquillità...ed è per me una solitudine meno anomala di quella che vivo ogni giorno :)

12

domenica, 15 gennaio 2012, 21:55

ahahah voi non sapete con chi avete a che fare, vi scrive un ex morticia-darketta che pensava solo alla morte perché, come giustamente diceva Aldebaran,da un senso di tranquillità, di pace. Ma è una falsa ed insana illusione. Perché un conto parlare di Morte, nel senso stretto del termine, un altro conto è pensare di essere cadaveri o di pensare a come si muore immaginando parenti ed amici che piangono,magari attaccati alle vostre bare, urlanti e disperati. Ma fatemi il piacere.
Io diffido sia dell'eternamente giovane, sia dell'eternamente mortorio.
L'una e l'altra cosa è strettamente nociva specie per persone delicate di mente, che leggendo, possono avere pensieri ossessivi di suicidio perché qualcuno tra voi ha scritto che la morte è pace e tranquillità,che è realtà..(certo che è realtà, ma non in questo senso!!). Fa gola a chi è disperato e non trova via d'uscita. La mia non è un'esagerazione, io credo che questo Topic emani una certa istigazione al suicidio. Sottile, sottile. Parlare di morte non porterà altro che frutti di morte. Sarebbe utile parlare di Vita in senso puramente reale, senza illusioni e falsificazioni della società che vuole tutto perfetto. La vita è sofferenza,lotta,lacrime,cadute e ricadute. Ma parlarne non fa assolutamente male, parlare di morte in questo modo ed immaginare la propria morte fa l'effetto contrario perché significa che incosciamente già non accettate questa vita di sofferenza, è un modo per esorcizzare la sofferenza piu' o meno.

13

domenica, 15 gennaio 2012, 23:04

Cielo, capisco il tuo punto di vista il suicidio è una cosa che richiede tantissimo coraggio e può arrivare solo alla fine di un percorso interiore lungo e contorto. Non credo che una persona decida di togliersi la vita perché intristito da un topic come questo.

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

14

domenica, 15 gennaio 2012, 23:20

ho letto che i suicidi aumentano quando i giornali riportano cronache di suicidi... ed è per questo che tendenzialmente questi eventi sono taciuti...

del resto, una cosa è dire a mr di ammazzarsi (questo si sarebbe istigazione al suicidio, un reato punito a norma di legge - nel momento in cui poi io mi suicidassi davvero), altra cosa è voler ragionare sulla morte e, perché no, sul suicidio, credo sia un diritto poter discutere di queste cose, piuttosto che censurare sarebbe opportuno (da parte di chi li ha) portare i propri punti di vista che esprimano e infondano vitalità e felicità...

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "mr" (15/01/2012, 23:33)


15

lunedì, 22 febbraio 2016, 21:06

Ho preferito cancellarlo.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "deepblue" (21/04/2017, 16:48)