Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

mack68

Utente Attivo

  • "mack68" ha iniziato questa discussione

Posts: 48

Activity points: 256

Data di registrazione: venerdì, 17 aprile 2009

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 30 maggio 2009, 18:37

ancora il male dell'anima

ogni giorno giro e rigiro intorno a me stesso cercando di trattenere la speranza che timidamente, insieme al sole, sorge dentro di me. ogni giorno mi auguro che le cose finalmente cambino e che un barlume di felicità s'affacci nella mia vita. ogni giorno.....sempre le stesse emozioni aspettative che puntualmente s'infrangono su una realtà amara e cinica. sul mare della vita navigo sempre in tempesta e mi viene pure un fastidiosissimo mal di mare, la nausea......uno dei pochi amici che ho mi ha tradito, ridicolizzato ed umiliato facendosi beffe della mia vita tormentata di questi ultimi anni agendo e parlando con malizia......ed io che lo stimavo....ora mi ritrovo nell'angoscia di essere ancora più solo di quello che sono, di avere ancora più paura......ma paura di vivere, paura di non essere visto, paura di essere calpestato......

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.564

Activity points: 18.624

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 30 maggio 2009, 19:25

Mi dispiace per te, purtroppo nella vita capita anche questo , di essere traditi da quelli che consideravamo i nostri amici più cari. Ogni tanto mi sono chiesta...ma cosa spinge un amico a comportarsi in quel modo nei miei confronti?...la risposta che mi sono data è stata sempre al stessa...non era l'amico che credevo.
Che brutto quando ci sia accorge di essere amici solo unilateralmente. Capisco che ti faccia molto male ed è giusto che tu sfoghi quello che hai dentro...continua a scrivere...
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

marina giuseppina

Utente Fedele

Posts: 335

Activity points: 1.145

Data di registrazione: domenica, 15 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 30 maggio 2009, 21:12

Tante volte questi "amici" hanno una sorte di invidia e sentono il bisogno di sminuire , criticare , prendersi gioco e ridicolizzare......ti chiedi il perchè e intanto stai male , meglio accorgersi in tempo e lasciarli perdere , credere più in se stessi e parlare chiaro, farli sentire piccoli piccoli, una nullità , quello che veramente sono!! Coraggio , sei sensibile e bisognoso di affetto , lo troverai da un'altra parte :)
Ciò che si conquista con un sorriso, rimane per sempre (Ghandi)!

turtle87crociato

Utente Fedele

Posts: 298

Activity points: 1.279

Data di registrazione: sabato, 28 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 31 maggio 2009, 00:33

Pensa che per quanto mi riguarda voglio sempre stare da solo. Gli amici ridicolizzano pechè non capiscono, quando esci per strada vedi solo tutto quello che odi di più al mondo. Lo vedi anche nei tuoi parenti, da cui tendi a stare lontano il più possibile. Mai una vacanza, per gli stessi motivi. Mai nient' altro. Mai un raggio di sole, per dirla alla tua maniera, mack.

mack68

Utente Attivo

  • "mack68" ha iniziato questa discussione

Posts: 48

Activity points: 256

Data di registrazione: venerdì, 17 aprile 2009

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 31 maggio 2009, 07:29

......scusatemi se non rispondo subito.....ma io spesso sto male ed il computer non lo guardo proprio, ho voluto raccontare questo perchè in me si sono sviluppati due stati d'animo differenti, uno di profonda delusione e una di grande sollievo. questa persona era una delle poche mie amicizie del passato che era rimasta in piedi dopo la mia disfatta sociale, ci cercavamo, ci rispettavamo, per me era un punto di approdo dove potevo sfogare le mie ansie e preoccupazioni. venire a sapere che questo elemento rapportava ad altri tutto ciò che gli raccontavo è tsata una grande delusione e un gran dolore, come ho già scritto su un altro post mi sento ancora più fragile.....solo con i miei guai a piangermi addosso , con questa profonda sensazione di invisibilità contro una società cattiva e cinica. ma al tempo stesso comincio a provare un pò di sollievo perchè in fondo mi sto abituando all'alienazione e avere capito di sbagliare a fidarmi degli altri mi ha confortato. sì preferisco stare solo piuttosto che fare da bersaglio alle frecce avvelenate di persone insensibili e superficiali.....o no? :ohno:

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.564

Activity points: 18.624

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

6

domenica, 31 maggio 2009, 08:09

No.

Magari cerchi di confidarti di meno ma stare solo non va bene. Dirai che ci stanno a fare gli amici se non puoi confidarti con loro...la risposta non la conosco, ma sappi che qua puoi scrivere e confidarti, sfogarti e quant'altro, qua ti capiamo.
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

mack68

Utente Attivo

  • "mack68" ha iniziato questa discussione

Posts: 48

Activity points: 256

Data di registrazione: venerdì, 17 aprile 2009

  • Invia messaggio privato

7

domenica, 31 maggio 2009, 08:26

.....probabilmente sono cambiato io e le cose le vedo in maniera diversa....probabilmente sto perdendo la voglia di lottare perchè le delusioni si susseguono veloci....ma nel forum ci sono entrato proprio per quello che tu dici...essere compreso e comprendere.....e anche se non sono una presenza costante so di potermi fidare.....qui senza maschere senza bende.....senza paure.... :dash: o almeno ci provo....

ma devo metabolizzare anche questa sconfitta e credetemi non sarà facile perchè è venuto meno uno dei pochi punti fermi della vita mia: l'amico!

.... e ora arriva l'estate (vivo in una città di mare) e tutti sembrano essere felici e spensierati...e ancora di più..."distratti"......

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "mack68" (31/05/2009, 08:43)


patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.564

Activity points: 18.624

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 31 maggio 2009, 09:06

I punti di riferimento nella vita si perdono in continuazione...anch'io sto come sto per questo...ma purtroppo ci dobbiamo abituare a non farci destabilizzare ogni volta che ci manca il terreno sotto i piedi...mettiamocela tutta. Forse l'unica arma che abbiamo è quella di diventare noi stessi il nostro punto di riferimento...cosa che non so fare , ma che spero di imparare
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

Pavély

Un uomo e il suo cuore hikikomori

  • "Pavély" è un uomo
  • "Pavély" è stato interdetto da questo forum

Posts: 3.480

Activity points: 12.379

Data di registrazione: mercoledì, 25 febbraio 2009

Località: Roma

Lavoro: Nessuno

  • Invia messaggio privato

9

domenica, 31 maggio 2009, 15:49

Mack... ;(

C'è solo il sentimento chiaro di quanto possa fare male.

Punto.
Mein Herz, halt Dich an mir fest