Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


//////////////// 728x90 ////////////////

Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

summertime

Pilastro del Forum

  • "summertime" è un uomo
  • "summertime" ha iniziato questa discussione

Posts: 2.504

Activity points: 7.771

Data di registrazione: mercoledì, 10 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

61

venerdì, 17 febbraio 2012, 10:59

Io mi preoccupo della faccenda nel suo insieme.

Quindi sia delle bambine sfruttate, sia delle adulte che una volta adulte, restano nell'ambiente spesso per mancanza di opportunità e di alternative, più che per libera scelta.

Poi non è che io da solo ho il potere di fare guerra al porno e farlo sparire. Però posso dirti, nel mio piccolo, che dopo aver letto questo articolo, su certi siti ho smesso di andarci.
“Se qualcuno ti dice che non ci sono verità, o che la verità è solo relativa, ti sta chiedendo di non credergli. E allora non credergli.”

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

62

venerdì, 17 febbraio 2012, 11:04

ma chi per caso si imbatte in siti porno ove ci sono immagini di bambine , non è tenuto a denunciarli ? .... gli adulti sono liberissimi di faregli attori porno e d altronte sono ben pagati ... quindi non ci sono problemi , il problema magari è di chi se fa un ossessione , o di chi pretende magari certe prestazioni uguali nella vita intima , da chi non si sente di accettare ....

ArtaCs

Utente Fedele

  • "ArtaCs" è una donna

Posts: 357

Activity points: 1.099

Data di registrazione: mercoledì, 04 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

63

venerdì, 17 febbraio 2012, 11:10

Però posso dirti, nel mio piccolo, che dopo aver letto questo articolo, su certi siti ho smesso di andarci.
Ah, l'articolo è stato illuminante.


Sono contenta che ti sia servito, mi dispiace che occorrano reportage di questo tipo per capire che dietro QUALSIASI ambiente ci sono sfruttatori e sfruttati :)


cl, sì, se ci si imbatte in siti di pedopornografia sarebbe il caso di fare una denuncia alla polizia postale.
E' un po' più difficile denunciare i papponi dei baby bordelli filippini e cambogiani...
So messed up, I want you here
..I'll lay right down In my favorite place
..And now I'm ready To feel your hand
And lose my heart On the burning sands ..

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

64

venerdì, 17 febbraio 2012, 11:13

cl, sì, se ci si imbatte in siti di pedopornografia sarebbe il caso di fare una denuncia alla polizia postale.
E' un po' più difficile denunciare i papponi dei baby bordelli filippini e cambogiani...

magari cercando di evitare ed escludere dalla propria vita gli italiani dediti al turismo sessuale .... io ne conosco qualcuno e posso garantirti che gli ho tolto gia il mio saluto ... questo è solo quello che posso fare nel mio piccolo

Belle89

Utente Fedele

  • "Belle89" è una donna

Posts: 423

Activity points: 1.493

Data di registrazione: lunedì, 12 dicembre 2011

Località: Sull'isola che non c'è

Lavoro: Studentessa

  • Invia messaggio privato

65

venerdì, 17 febbraio 2012, 11:47

ma chi per caso si imbatte in siti porno ove ci sono immagini di bambine , non è tenuto a denunciarli ? .... gli adulti sono liberissimi di faregli attori porno e d altronte sono ben pagati ... quindi non ci sono problemi , il problema magari è di chi se fa un ossessione , o di chi pretende magari certe prestazioni uguali nella vita intima , da chi non si sente di accettare ....
Certo che vanno denunciati! Alla polizia postale, se non erro. Quella è pedopornografia.. è uno dei crimini peggiori.

Mad_the_mith

Colonna del Forum

  • "Mad_the_mith" è una donna

Posts: 2.052

Activity points: 6.198

Data di registrazione: martedì, 23 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

66

venerdì, 17 febbraio 2012, 11:59

E cosa gli diciamo alla polizia postale, che hai navigato in un sito di quel tipo?
Così vai nei casini dritto/a di filato, non ci si arriva per caso su siti di quel tipo.
A tutta manetta in vespa e in lambretta!

67

venerdì, 17 febbraio 2012, 11:59

Poi non è che io da solo ho il potere di fare guerra al porno e farlo sparire. Però posso dirti, nel mio piccolo, che dopo aver letto questo articolo, su certi siti ho smesso di andarci.
E ma questo significa che fino al giorno prima ci andavi quindi non è che tu sia immune al problema.

Certi discorsi credo che tocchino un po' tutti,non se ne può parlare facendo finta di esserne estranei o addirittura ponendosi su un piano di superiorità rispetto al problema stesso.
Se i siti porno sono i più cliccati del web evidentemente a molte persone piace guardare;se la maggior parte dei film porno si basa su scene di doppia penetrazione evidentemente la doppia penetrazione è una fantasia ricorrente...questo per dire che se si vuole affrontare un problema bisogna guardarlo in faccia e non girarci intorno con discorsi ipocriti del tipo "ma chi è che li guarda..ma a chi è che possono piacere certe cose...ma come può un uomo eccitarsi così...ma come può a una donna piacere colà... ecc ecc"
Ecco cosa mi da fastidio l'ipocrisia che di certo non aiuta quelle povere donne sfruttate.
Smettere di andare su certi siti mentre il resto dell'umanità continua ad andarci non credo che aiuti quelle povere bambine,magari aiuterà te ad andartene a nanna con la coscienza più tranquilla questo sì.
Ma a quelle povere bambine chi ci pensa se si fa finta che il problema pornografia non ci riguardi??
Sperare che certi fenomeni,come la prostituzione,che esitono dalla notte dei tempi,scompaiano mi pare utopia...sarò cinica ma meglio una cinica e seria regolamentazione di certe cose che il perbenismo proibizionista che serve solo a "sotterrare" certi problemi anzicchè risolverli.

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Luna_stregata" (17/02/2012, 12:41)


ArtaCs

Utente Fedele

  • "ArtaCs" è una donna

Posts: 357

Activity points: 1.099

Data di registrazione: mercoledì, 04 gennaio 2012

  • Invia messaggio privato

68

venerdì, 17 febbraio 2012, 12:25

E cosa gli diciamo alla polizia postale, che hai navigato in un sito di quel tipo?
Così vai nei casini dritto/a di filato, non ci si arriva per caso su siti di quel tipo.


Ci si arriva eccome.
Mi trovavo su un sito porno 'normalissimo' e ho cliccato su un banner altrettanto normale.
Purtroppo il reindirizzamento non era così normale, infatti mi ritrovai davanti l'immagine di alcuni minori.
Non feci nemmeno caso al nome del sito e chiusi la pagina. Chiamai un amico carabiniere, gli dissi cosa era successo e dopo un po' mi fece sapere cosa fare:
cercare il sito nella cronologia, salvare il nome e fare una denuncia alla polizia postale fornendo le mie generalità e l'IP.
Se la polizia postale avesse fatto dei controlli sul mio IP avrebbe trovato solo un link che riportava a siti pedopornografici;
gli estremi per una denuncia , condanna o quello che sia non ci sarebbero stati.

A me l'hanno raccontata così.
So messed up, I want you here
..I'll lay right down In my favorite place
..And now I'm ready To feel your hand
And lose my heart On the burning sands ..

Emanuele

Utente Passivo

  • "Emanuele" è un uomo

Posts: 886

Activity points: 2.665

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

Località: Frittole

Lavoro: Artista senza giacca e senza cappello (ho tante di quelle giacche e cappelli, però sono un artista e non ne uso)

  • Invia messaggio privato

69

venerdì, 17 febbraio 2012, 13:05

sarò cinica ma meglio una cinica e seria regolamentazione di certe cose che il perbenismo proibizionista che serve solo a "sotterrare" certi problemi anzicchè risolverli.


Infatti il proibizionismo in fondo è fine a se stesso e non serve a granché, anzi spesso e volentieri una cosa "proibita" diventa più affascinante (si sa, è nella natura umana).
Si dovrebbe lavorare "alla fonte", facendo informazione (o meglio, controinformazione, un po' come hanno fatto gli autori del documentario di cui si parla in questo thread) e una sana educazione sessuale fin dalle scuole elementari.

Perché in fondo, checché se ne dica, non è normale che ci si ecciti vedendo scene in cui una donna viene penetrata ovunque da decine di uomini e/o ricoperta di liquido seminale come fosse un oggetto da umiliare (e, a maggior ragione, non è normale quando si sa che dietro a tutto questo c'è dello sfruttamento).

Il sesso non è questo.

70

venerdì, 17 febbraio 2012, 13:45

Perché in fondo, checché se ne dica, non è normale che ci si ecciti vedendo scene in cui una donna viene penetrata ovunque da decine di uomini e/o ricoperta di liquido seminale come fosse un oggetto da umiliare

Il sesso non è questo.
Qui si entra nel campo dei gusti personali,e se permetti ognuno ha i suoi gusti e tu non sei nessuno per giudicare.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Luna_stregata" (17/02/2012, 13:55)


Mad_the_mith

Colonna del Forum

  • "Mad_the_mith" è una donna

Posts: 2.052

Activity points: 6.198

Data di registrazione: martedì, 23 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

71

venerdì, 17 febbraio 2012, 13:52

E cosa gli diciamo alla polizia postale, che hai navigato in un sito di quel tipo?
Così vai nei casini dritto/a di filato, non ci si arriva per caso su siti di quel tipo.


Ci si arriva eccome.
Mi trovavo su un sito porno 'normalissimo' e ho cliccato su un banner altrettanto normale.
Purtroppo il reindirizzamento non era così normale, infatti mi ritrovai davanti l'immagine di alcuni minori.
Non feci nemmeno caso al nome del sito e chiusi la pagina. Chiamai un amico carabiniere, gli dissi cosa era successo e dopo un po' mi fece sapere cosa fare:
cercare il sito nella cronologia, salvare il nome e fare una denuncia alla polizia postale fornendo le mie generalità e l'IP.
Se la polizia postale avesse fatto dei controlli sul mio IP avrebbe trovato solo un link che riportava a siti pedopornografici;
gli estremi per una denuncia , condanna o quello che sia non ci sarebbero stati.

A me l'hanno raccontata così.
E poi che hai fatto?
A tutta manetta in vespa e in lambretta!

Emanuele

Utente Passivo

  • "Emanuele" è un uomo

Posts: 886

Activity points: 2.665

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

Località: Frittole

Lavoro: Artista senza giacca e senza cappello (ho tante di quelle giacche e cappelli, però sono un artista e non ne uso)

  • Invia messaggio privato

72

venerdì, 17 febbraio 2012, 14:03

Qui si entra nel campo dei gusti personali,e se permetti ognuno ha i suoi gusti e tu non sei nessuno per giudicare.


Non giudico i gusti personali, ma se si hanno delle fantasie è giusto viverle per conto proprio, non usando (direttamente o indirettamente, come nel caso di chi guarda materiale pornografico prodotto da terzi) persone sfruttate.

Adesso faccio un paragone abbastanza forte, ma che secondo me non si discosta poi tanto da questo concetto: anche i pedofili hanno certi gusti personali, ma ciò non significa che la pedofilia non sia una cosa orrenda e da perseguire, come fortunatamente viene considerata dall'opinione pubblica e dalla legge.

Con questo non voglio dire che chi guarda materiale pornografico realizzato da e con persone adulte (più o meno consenzienti) sia un malato di mente paragonabile a un pedofilo, ma in generale che il fatto che si abbiano determinati gusti personali non rappresenta sempre, automaticamente, una giustificazione, e non rende magicamente giusto ciò che è sbagliato.

73

venerdì, 17 febbraio 2012, 14:24

Con questo non voglio dire che chi guarda materiale pornografico realizzato da e con persone adulte (più o meno consenzienti) sia un malato di mente paragonabile a un pedofilo, ma in generale che il fatto che si abbiano determinati gusti personali non rappresenta sempre, automaticamente, una giustificazione, e non rende magicamente giusto ciò che è sbagliato.
Mi dispiace ma il paragone con una devianza quale la pedofilia non lo trovo pertinente.

Emanuele

Utente Passivo

  • "Emanuele" è un uomo

Posts: 886

Activity points: 2.665

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

Località: Frittole

Lavoro: Artista senza giacca e senza cappello (ho tante di quelle giacche e cappelli, però sono un artista e non ne uso)

  • Invia messaggio privato

74

venerdì, 17 febbraio 2012, 14:38

A parte la pedofilia che oltre che una devianza è un crimine, per tutte le altre "pratiche" sessuali che contemplano una certa violenza e soprattutto umiliazione, chi può dire dov'è il confine tra devianza e normalità?

È questo il punto.

Ciò che voglio dire, in parole povere, è che il fatto che qualcosa sia legale o faccia parte dei gusti personali di qualcuno non vuol dire automaticamente che sia "normale". Non a caso molte "preferenze sessuali" sono definite, dalla scienza, parafilie.

Da Wikipedia:

Citato

In ambito psichiatrico, psicopatologico e sessuologico, con parafilia (dal greco para παρά = "presso", "accanto", "oltre" e filia φιλία = "amore", "affinità") si intende quell'insieme di manifestazioni della sessualità umana, rivolte a comportamenti o situazioni non direttamente connessi al fine riproduttivo tipico del sesso tradizionale.

[...]

Solitamente tali attività vengono considerate soltanto inusuali, senza necessariamente implicare che esse siano "sbagliate" o "malate", al contrario se si manifestano in forme di violenza fisico/psicologica, che comportano la pratica di tali perversioni su soggetti non consenzienti e/o caratterizzati dall'aspetto di dipendenza ossessiva-compulsiva, vengono attribuite ad un quadro patologico.


Spesso e volentieri, chi fa uso di materiale pornografico ha difficoltà ad eccitarsi se si trova ad avere a che fare con un partner in carne ed ossa o se non mette in atto certe "pratiche" particolari.
E l'eccitarsi esclusivamente con determinate pratiche non direttamente connesse al fine riproduttivo tipico del sesso tradizionale rientra nella dipendenza ossessivo-compulsiva, ed è quindi definibile parafilia, ergo malattia.

75

venerdì, 17 febbraio 2012, 14:50

Tutto ciò che non si ricollega strettamente alla finalità riproduttiva può essere considerato perversione sessuale.
Di perversioni ce ne sono tante,io per esempio ho quella del masochismo...ma avere una perversione non significa essere automaticamente dei criminali.
Dov'è il limite?
La consensualità.
Le pratiche che possono causare danni fisici permanenti o mettere addirittura a repentaglio la propria vita sono anch'esse oltre limite sicuramente...chi si rende responsabile di un danno fisico anche se la "vittima" era consenziente risulta perseguibile penalmente.
Per il resto se la perversione non crea problemi, nè a sè stessi nè a terzi, non è definibile malattia.
E questo lo dicono tutti gli psicologi.

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite

Threads simili

Tags usati

porno, pornografia