Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


  • "LucianaLittizzetto87" is female
  • "LucianaLittizzetto87" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 144

Date of registration: Apr 20th 2012

Location: Catania

  • Send private message

1

Monday, April 23rd 2012, 10:47pm

Repressione sessuale o cosa

Ciao a tutti :hi:
Sno da poco su questo forum e bazzico sopratutto su Sesso e Psiche perchè è quello che mi piace di più e che leggo volentieri.
Io ho 25 anni e da qualche anno ho fatto pace con il mio corpo. Ho avuto una decina di storie serie nella mia vita uno peggio dell'altro, sessualmente parlando, ma il problema non erano solo loro. Io ero inibita a letto, non conoscevo il mio corpo nel senso che non sapevo come provocarmi piacere poichè mia madre non parla di queste cose anzi sono successo scene tragicomiche quando scopii che avevo perso la verginità e avevo 18 anni e non 13 come le ragazzine di oggi.
Forse questa cosa mia ha bloccata ed è per questo che rabbrividisco e provo rabbia quando leggo di ragazze che non riescono a raggiungere l'orgasmo, sono insoddisfatte o si sentono sporche quando lo fanno. Ho commentato spesso sul forum che parla delle italiane a letto ma basandomi su storie che leggo qui, sulla mia esperienza passata e sulle mie amiche, nulla di più, nulla di meno, sena voler passare per maschilista, per una persona che generalizza troppo.
Credo fermamente che bisognerebbe fare educazione sessuale nelle scuole, che non bisogna solo insegnare ad usare i contraccettivi (è importante certo) ma anche alle donne a superare certi tabù così anche agli uomini a non mettere le donne in imbarazzo e farle sentire a proprio agio. Oggi le bimbe spesso vengono messe davanti alla tv ad apprendere modelli di femminilità stereotipata dove per avere un partner devi puntare all'aspetto estetico e avere qualità che attraggono lui ma non ti insegnano a piacere a te stessa fino in fondo e questo induce le ragazze che non sono perfette ad avere complessi sul piano estetico e ad essere sessualmente insoddisfatte perchè si vergognano a spogliarsi davanti al ragazzo o marito, infatti come fa una a godere se si sente un emerito cesso e se sa che gli uomini sbavano davanti a quelle come Belen? sembra che solo loro abbiano diritto ad una vita sessuale, infatti cambiano spesso ragazzo e vengono elogiate. La tv spesso insegna ad usare il sesso perfino come arma per ottenere vantaggi (anche economici) ma mai per piacere, perchè il piacere femminile è ancora tabù?
Perchè la ns società punta in ogni modo ad inibire il corpo femminile?
Si accetta meglio la prostituzione che il fatto che una donna "goda" col partner o rapporti occasionali.

Surippa

Utente Attivo

  • "Surippa" is female

Posts: 105

Activitypoints: 329

Date of registration: Dec 28th 2011

  • Send private message

2

Monday, April 23rd 2012, 11:16pm

Kevin Hogan nel libro "La psicologia della persuasione"
"Ogni giorno, ognuno di noi viene bombardato da migliaia di messaggi provenienti da varie fonti mediatiche che plasmano il nostro modo di pensare.
Se non siete pienamente consapevoli dello scopo che si cela dietro i cartelloni pubblicitari e la pubblicità alla televisione e sulla carta stampata, entrerete rapidamente a fare parte dell'"opinione pubblica".

Viviamo in una società ancora profondamente maschilista, cattolica fondata sul mito della eva peccatrice e che ha indotto milioni e milioni di persone durante le varie generazioni a credere che nasciamo sporchi e peccatori, che ti aspettavi?
L'unica via di scampo è prendere coscienza e consapevolezza come hai fatto tu e abbattere quei tabù che sentiamo imposti e che fanno vivere con disagio alcuni aspetti della vita, primo fra tutti la sessualità.

cicci

Utente Fedele

  • "cicci" is female

Posts: 398

Activitypoints: 1,425

Date of registration: Dec 29th 2011

Location: Bari

Occupation: Studentessa

  • Send private message

3

Tuesday, April 24th 2012, 11:23am

io ho quasi 23 anni e sono ancora vergine,e visto che sono single credo che lo sarò ancora per un bel pò di tempo. Anche io ho l'impressione che più il tempo passi,più difficile sarà raggiungere il piacere..nel senso che ho paura perchè è un mondo totalmente sconosciuto a me....non conosco il mio corpo...eppure molte volte vorrei fare sesso,vorrei provare un piacere diverso,magari mi renderebbe più sicura di me stessa..ma come fare?

santomas

Utente Fedele

  • "santomas" has been banned

Posts: 443

Activitypoints: 1,336

Date of registration: Oct 6th 2011

  • Send private message

4

Tuesday, April 24th 2012, 11:35am

Ciao a tutti :hi:
Sno da poco su questo forum e bazzico sopratutto su Sesso e Psiche perchè è quello che mi piace di più e che leggo ma mai per piacere, perchè il piacere femminile è ancora tabù?

Perchè lo era per le nostre nonne, lo è stato un po' per le nostre madri, lo è ancora per molte figlie.

Per la cultura cristiano/cattolica, ancora assolutamente dominante fino a 30-40 anni fa (oggi lo è ancora in piccoli centri), il sesso è riproduzione, è "andate e moltiplicatevi".

Non bastano due generazioni per cancellare questo fardello.

Surippa

Utente Attivo

  • "Surippa" is female

Posts: 105

Activitypoints: 329

Date of registration: Dec 28th 2011

  • Send private message

5

Tuesday, April 24th 2012, 11:49am

cicci non so' quali siano i tuoi blocchi ma nessuno nasce imparato, se non provi a conoscerlo 'questo mondo' e il tuo corpo non lo conoscerai mai e non è vero che più passa il tempo più difficile sarà raggiungere il piacere, devi solo sbloccarti per cominciare..

oltreilconfine

Nuovo Utente

  • "oltreilconfine" is male

Posts: 14

Activitypoints: 42

Date of registration: Apr 12th 2012

Location: oltre ogni confine conosciuto

Occupation: guardare i tramonti.

  • Send private message

6

Tuesday, April 24th 2012, 12:50pm

Viviamo in una società ancora profondamente maschilista, cattolica fondata sul mito della eva peccatrice e che ha indotto milioni e milioni di persone durante le varie generazioni a credere che nasciamo sporchi e peccatori, che ti aspettavi?
L'unica via di scampo è prendere coscienza e consapevolezza come hai fatto tu e abbattere quei tabù che sentiamo imposti e che fanno vivere con disagio alcuni aspetti della vita, primo fra tutti la sessualità.

Condivido in pieno.
Il cammino da compiere verso una società laica e libera sessualmente è ancora molto lungo, se anche qui - in alcuni post - ho letto il consiglio che per risolvere alcuni problemi di origine sessuale all'interno della coppia, era opportuno rivolgersi ad un consultorio con una " visione cristiana della famiglia" nella locale parrocchia. Praticamente risolvere il male con la sua origine!!
" credo di aver trovato cosa occorra per essere felici: una vita tranquilla, appartata, in campagna. Con la possibilità di essere utile con le persone che si lasciano aiutare, e che non sono abituate a ricevere. E un lavoro che si spera possa essere di una qualche utilità; e poi riposo, natura, libri, musica, amore per il prossimo. Questa è la mia idea di felicità.

naitspc

Utente Fedele

Posts: 450

Activitypoints: 1,497

Date of registration: Dec 18th 2011

  • Send private message

7

Tuesday, April 24th 2012, 1:50pm

Beh dovrebbero prendere seriamente in considerazione il fare educazione sessuale nelle scuole.
La cosa pero' ha due problemi. Il primo e' che ( stranamente o poco stranamente) viene considerato strano e di cattivo gusto parlare di sesso, malattie, attenzioni, in modo abbastanza esplitico e pratico ai ragazzi ( non sia mai che un genitore sappia che il proprio figlio senta queste cose), dall'altro vien econsiderato normale avere bombardamenti di messaggio sessuali da giornali/internet/tv non capendo che almeno i messaggi dati a scuola sarebbero solo di aiuto e positivi.

L'altro e' che, visto i tempi che corrono e quindi le eta' delle prime pulsioni, occorrerebbe fare educazione sessuale sin dalle medie. Per l'educazione che abbiamo avuto ( educazione intesa come mentalita' generale) purtroppo e' estremamente difficile parlare di sesso a dei neo adolescenti in tempesta ormonale mantenendo un livello di serieta' ed attenzion enei ragazzi.
Anche se difficilmente qualcuno lo fara' ci vorrebbero dei veri e propri programmi didattici, fatta da gente competente ( psicologi o chi per loro) ed in grado di spiegare certe cose a qualsiasi eta'.

  • "LucianaLittizzetto87" is female
  • "LucianaLittizzetto87" started this thread

Posts: 41

Activitypoints: 144

Date of registration: Apr 20th 2012

Location: Catania

  • Send private message

8

Tuesday, April 24th 2012, 1:59pm

Beh dovrebbero prendere seriamente in considerazione il fare educazione sessuale nelle scuole.
La cosa pero' ha due problemi. Il primo e' che ( stranamente o poco stranamente) viene considerato strano e di cattivo gusto parlare di sesso, malattie, attenzioni, in modo abbastanza esplitico e pratico ai ragazzi ( non sia mai che un genitore sappia che il proprio figlio senta queste cose), dall'altro vien econsiderato normale avere bombardamenti di messaggio sessuali da giornali/internet/tv non capendo che almeno i messaggi dati a scuola sarebbero solo di aiuto e positivi.


Caspita quanto hai ragione!
Davanti questi messaggi della televisione ci sentiamo veramente spiazzati, sopratutto noi ragazze che non sappiamo che comportamenti adottare visto che da una parte ci dicono che dobbiamo essere "facili" e dall'altra che dobbiamo preservarci pure fino al matrimonio o almeno fino a quello giusto (il principe azzurro). Oggi si vedono ragazzine in giro che imitano i modelli della tv forse anche xchè se lo possono permettere, ma quelle che sono brutte e che si vedono la bellona di turno a cui tutto è dovuto grazie alla sua bellezza sono insoddisfatte e sono la maggioranza delle donne visto che la bellezza purtroppo è di pochi...poi da una parte ci dicono che il sesso è immorale e che non ci dobbiamo pensare e così nemmeno dobbiamo azzardarci a pensare di poter parlare se nel caso abbiamo disturbi legati alla sessualità e al piacere..io non ci capisco più nulla

Gretel

♥✿ Devo essere una sirena, non ho paura della profondità ma ho un gran timore della vita superficiale ✿♥

  • Send private message

9

Tuesday, April 24th 2012, 2:09pm

Perchè lo era per le nostre nonne, lo è stato un po' per le nostre madri, lo è ancora per molte figlie.

Per la cultura cristiano/cattolica, ancora assolutamente dominante fino a 30-40 anni fa (oggi lo è ancora in piccoli centri), il sesso è riproduzione, è "andate e moltiplicatevi".

Non bastano due generazioni per cancellare questo fardello.
E' esattamente così. La cultura, il modo di pensare di una società non muta dall'oggi al domani, necessita di tempo per cambiare o evolversi. E' un fardello pesante ma soprattutto ingiusto, discriminatorio, ottuso e insensato. Il sesso viene associato a qualcosa di sporco, il piacere del corpo viene visto come peccaminoso, lussurioso.

Sono d'accordo con l'autrice quando fa riferimento ai modelli ingannevoli proposti in tv. Se gli ideali di bellezza sono irraggiungibili ma allo stesso tempo così apparentemente reali (causa veline e soubrette di turno) come si fa ad accettarsi? A sentirsi belle?

Vi riporto la mia esperienza, un esempio in carne ed ossa.

Io provo imbarazzo a togliermi i vestiti durante l'intimità, provo un senso di inadeguatezza verso il mio corpo, che mi impedisce di rilassarmi come vorrei e di ascoltare le sensazioni che avverto, essendo purtroppo concentrata su quello che io vivo come un limite. Sono magra e non ho un seno particolarmente formoso, di quelli che notte e giorno ci propinano tv e mass media. Non riesco a piacermi, ad accettarmi, a sentirmi rilassata quando addosso non ho più niente. Badate bene, non sono una brutta ragazza. Ho gli occhi verdi, sono bionda e di corporatura snella, razionalmente dovrei accettarmi e basta, io invece continuo a soffrirci e di questo anche l'intimità inevitabilmente ne risente. Come faccio a lasciarmi andare se sono in continua apprensione per il mio corpo?

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests