Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Questo thread è chiuso. Non è possibile inviare nuove risposte.

Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Simo_90

Utente Avanzato

  • "Simo_90" è un uomo
  • "Simo_90" ha iniziato questa discussione

Posts: 815

Activity points: 2.400

Data di registrazione: domenica, 15 novembre 2015

Lavoro: Meccanico

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 05 febbraio 2017, 14:58

Dubbi sull' orientamento sessuale, crisi d'identità.

Ciao a tutti!
Sono un ragazzo di 27 anni.. Tipo piuttosto riservato, molto insicuro, sono sempre stato un tipo solitario.. Credo sempre di essere una completa nullità.. Inutile dire che la mia vita sessuale è stata quasi sempre piatta, sono stato un anno con una ragazza con cui ho avuto piacevoli rapporti sessuali, ma ahimè non provavo amore per lei..

Ho sempre dedicato pochissimo tempo e interesse alla vita sociale, trascurando amicizie che poi sono andate a scomparire.. Non dico che ora sono completamente solo, però mi sono circondato solamente di persone delle quali mi fido e alle quali voglio del bene..

Ho sempre dato precedenza e importanza assoluta al mio lavoro (che svolgo con mio padre) impegnandomi al massimo e dando tutto me stesso.. Sacrificando il tempo libero, le vacanze mai fatte, spesso anche le domeniche.

Due anni fa mi iscrissi in un sito di incontri: una sorta di Facebook a luci rosse.. Mi iscrissi con l'intento di poter conoscere qualche ragazza anche solo per fare una conversazione.. Tantissimi ragazzi e uomini, pochissime se non nessuna donna..

(Ho sempre adorato la donna in carne, prosperosa! :D insomma, mi piace l'abbondanza!!!)

In questo sito conobbi una sola ragazza, la quale tutt'ora sento.. Però conobbi anche un ragazzo che mi fece grandi complimenti ecc ecc.. So che sembra ed è squallido, ci scambiammo foto dei nostri "cosi".. Inizialmente fu una cosa forzata, in quanto non mi andava..

In seguito ci presi gusto.. Tanto che cominciai ad avere una fantasia omossessuale (due peni a contatto tra loro)... Dopo qualche tempo iniziai a cercare qualcuno disposto a soddisfare questa mia fantasia..

Ad un certo punto pensai che non avrei mai avuto il coraggio di farlo, e soprattutto non era quello ciò che volevo.. Passò qualche minuto e mi chiesi: "ma sono gay?".... Andando nel pallone, ansia a non finire, confusione e paura!

Tornai sui miei passi, guardando qualche porno etero che prima mi mandava in estasi (purtroppo ho riconosciuto di essere un porno dipendente, a tal punto che cononsco parecchi nomi di famose pornostar).. Ma da parte mia non ci fu più eccitazione..

Ho iniziato a pensare e pensare, i miei progetti per il futuro.. Trovare una moglie con cui condividere la mia vita, avere dei figli e dedicare loro il mio affetto.. una cosa praticamente impossibile per un omosessuale..

Qualche mese fa (con le lacrime agli occhi) ho raccontato tutto ai miei genitori, i quali hanno reagito al contrario di come pensavo...
Mi dissero che, a prescindere da tutto questo e da chi a me piacesse, loro mi vogliono bene ed io sono sempre il loro unico figlio che non ha mai causato loro il minimo problema o preoccupazione..

Inutile dire che ho interrotto la visione di certe foto e filmati che riguardano la fantasia omosessuale che avevo.. Mi sono affidato a uno psicologo che (con l'aiuto di psicofarmaci) è riuscito a farmi calmare e a riprendere la mia vita (seppur monotona) con quasi la stessa voglia di prima..

Ora non esco più, non me la sento.. Ho paura che gli amici sappiano di questo mio dubbio.. Ho paura che qualcuno mi odi o mi discrimini poiché potrei essere un omosessuale.. Purtroppo vivo in un paese ancora arretrato, dove ignoranza e pregiudizio regnano..

Ero piuttosto scettico riguardo al beneficio del percorso di psicoterapia.. Invece devo ammettere che questo psicologo (seppur non giovanissimo) mi mette a mio agio, ponendosi come un amico con cui poter parlare di qualsiasi cosa.. Vedo i colloqui con lo psicologo come delle lezioni di vita.. Lo stimo parecchio..

Ho sempre avuto vergogna nel parlare con le donne, poiché mi vedo un ragazzo bruttissimo e non degno di una donna..

Sono molto preoccupato per il futuro.. Non avendo un erede a cui lasciare l'azienda che gestisco con mio padre.. Il terrore di morire da solo.. Poiché ormai dopo tutto questo non sento nemmeno il bisogno del sesso o della compagnia di una donna, e nemmeno di un uomo.. Sono più propenso a condurre una vita da single.. Tutto questo (penso) a causa della fobia sociale e del trauma psicologico che sto vivendo..

Chiedo scusa per il poema da me fatto per descrivere la mia situazione, ringrazio in anticipo chi dedicherà un po' del suo tempo per leggere il mio thread e a darmi qualche consiglio o opinione..

Vi saluto e buona domenica!

Nick Adams

Giovane Amico

  • "Nick Adams" è stato interdetto da questo forum

Posts: 140

Activity points: 441

Data di registrazione: giovedì, 08 settembre 2016

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 05 febbraio 2017, 23:47

Ciao Simo,

dal tuo racconto non emerge chiaramente ma mi pare di capire che:

1) provi un senso di colpa legato alla possibilità di essere omosessuale;
2) sei tuttavia attirato anche dal sesso femminile;
3) ti sei rivolto a uno psichiatra per sedare i tuoi istinti omosessuali.

Sbaglio o ho capito bene?

Creamy

Amico Inseparabile

Posts: 1.532

Activity points: 4.984

Data di registrazione: giovedì, 05 marzo 2009

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 06 febbraio 2017, 09:38

Ascolta, io forse "superficialmente" ti direi di accantonare questi pensieri, anche perchè sto leggendo che ti stai precludendo una vita sociale!
Accantonali anche perchè al momento non c'è nessuna persona di concreto che ti piaccia. Lascia che le cose seguino il suo corso, conduci una vita normale e poi lascia la scoperta della tua sessualità al momento in cui appunto concretamente qualcuno ti "rapirà" il cuore e il corpo.
Che poi non capisco perchè farsi sensi di colpa, davvero! Credimi, che qui più o meno tutti abbiamo anche solo immaginato un rapporto fisico con una del nostro stesso sesso, la curiosità c'è per tutti penso.

criceto

ognuno di noi ha un' angelo che ci guida e protegge anche nei momenti difficili

  • "criceto" è una donna

Posts: 243

Activity points: 774

Data di registrazione: lunedì, 26 dicembre 2016

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 06 febbraio 2017, 11:17

creamy ha ragione

;) Secondo me,Creamy ha ragione.Adesso ti senti confuso e non sai come vivere questa cosa.Indubbiamente,il percorso psicologico,non puo' farti altro che bene,ma non trascurare la vita sociale,fosse anche solo x i tuoi amici,se l' amore poi arriva,lo farà da se,qualunque esso sia

5

lunedì, 06 febbraio 2017, 11:53

Nel profondo del tuo cuore sai già se sei gay o meno. L'omosessualità si scopre fin dalla più tenera età.
O ci si reprime e si vuole negare a se stessi una cosa che in realtà già sappiamo. O ci si crea una paranoia completamente inutile.
per me il gay vero non ha dubbi sul suo essere gay.

6

lunedì, 06 febbraio 2017, 12:26

Non si può basare un orientamento sessuale su una fantasia, irrealizzata per l'altro.

Secondo me questa paura di essere omosessuale è la manifestazione di un altro disagio e del tuo senso di insicurezza e inadeguatezza.

Il fatto che la fantasia (in forma di situazione immaginaria) ti abbia intrigato per un certo periodo, nulla a che fare con la realtà. Le fantasie sono influenzate dal proprio stato d'animo, per tanto possono anche essere di origine paradossale e contradittoria ...
"così sono partito per un lungo viaggio, lontano dagli errori e dagli sbagli che ho commesso"

solitario92

Amico Inseparabile

  • "solitario92" è un uomo

Posts: 1.114

Activity points: 3.187

Data di registrazione: sabato, 24 ottobre 2015

  • Invia messaggio privato

7

lunedì, 06 febbraio 2017, 13:07

In primo luogo, se sei stato con una donna e ti è piaciuto non puoi essere omosessuale.....tuttalpiu' bisessuale.

In questo momento stai attraversando un periodo di grande confusione e sofferenza...... una possibilità e' che tu ti stia convincendo di essere omosessuale per giustificare e sfuggire i tuoi problemi con le donne. Anche il fatto di parlarne già con i tuoi prima di esserne certo mi sembra strano....quasi come se volessi autoconvincertene.

Come ti dice giustamente MeMedesima se sei omosessuale lo senti dentro di te....se ne stai facendo una paranoia ossessiva con contunui dubbi probabilmente non lo sei.

8

lunedì, 06 febbraio 2017, 13:23

. Anche il fatto di parlarne già con i tuoi prima di esserne certo mi sembra strano....quasi come se volessi autoconvincertene.

Tutta questa storia è strana. E' esplosa una bomba senza motivo. L'ha detto ai genitori in lacrime, va dallo psicoterapeuta, si è rinchiuso in casa, ha paura di dirlo agli amici, è arrivato a pensare all'eredità. Tutto questo per cosa? per l'ansia di essere omosessuali. Per me c'è molta ignoranza al riguardo. E' come se si fosse messo in quarantena. Mi sembra una reazione eccessiva alla possibilità di essere gay.

Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" è un uomo

Posts: 1.417

Activity points: 3.976

Data di registrazione: giovedì, 25 marzo 2010

Lavoro: Pucci

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 06 febbraio 2017, 13:36

Se come dici tu sei un pornodipendente,non potrebbe essere che il bisogno di stimoli sempre più perversi(rispetto alla tua sessualità)ti abbia portato ad eccitarti per qualcosa che poi non fa parte della tua sessualità?
Se invece lo fosse pensa alla tua felicità,hai anche dei genitori che francamente quasi tiinvidio nel loto modo ttollerante di vedere le cose.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

Simo_90

Utente Avanzato

  • "Simo_90" è un uomo
  • "Simo_90" ha iniziato questa discussione

Posts: 815

Activity points: 2.400

Data di registrazione: domenica, 15 novembre 2015

Lavoro: Meccanico

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 06 febbraio 2017, 16:04

Ciao a tutti.. vi ringrazio per avermi risposto e dato dei consigli...
La vita sociale l'ho abbandonata anni fa.. per motivi che riguardano le false amicizie..

Ora poi non riesco proprio a rapportarmi con gli altri.. ho paura che "leggano" ciò che penso..

L'aiuto dello psicologo/psichiatra è stata idea di mia madre perché ha visto che nemmeno mangiavo..

Ho acconsentito,inizialmente ero scettico.. ma penso che questo percorso darà i suoi frutti se riesco a collaborare..

Il fatto di far sesso con una donna.. si certo.. bellissimo!

Lo psicologo dice che sono un "purista".. nel senso che cerco la "mia idea di ideale bellezza " in una persona..

Giovedì sera ho il quarto colloquio..

Ancora grazie a tutti..

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 7.715

Activity points: 17.473

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

11

lunedì, 06 febbraio 2017, 19:35

Da quello che leggo mi verrebbe da pensare che non sei gay, ma il punto su cui ti invito a lavorare su te stesso è la paura. Sembri terrorizzato dalla possibilità di essere gay...Mica è una malattia mortale! Esci, fai vita sociale ed evita di fissarti su questi pensieri. La vita è breve.
i miei nemici siano liberi, io cado e resto qui...

Simoz

Giovane Amico

  • "Simoz" è un uomo

Posts: 225

Activity points: 787

Data di registrazione: mercoledì, 30 novembre 2016

Località: Milky Way

Lavoro: Mantenuto

  • Invia messaggio privato

12

lunedì, 06 febbraio 2017, 19:56

Ciao, Simo_90! Sono simoz (anche io del 90 :p) sai che anche io ho passato un periodo in cui credevo di essere bisessuale? Proprio quando mi sono iscritto qui! (Ho sentito un impulso ad uno stato emotivo sovraeccitato) ma poi non era niente, perché non sento più ste cose.
Ti leggevo e mi ci sono "rivisto", sulle amicizie ecc...
Anche io trovo strana questa tua reazione ad una cosa che non era nemmeno tutta chiara, quasi come fosse un panico di infarto perché mi fa male il petto :p (niene in contrario all'essere gay, vuole solo essere un esempio della cosa dal mio punto di vista)
Dai il quarto colloquio, ancora ne hai da parlare :)
Isolarsi fa male, dopo un po' fa male, te lo dico perché anche a me è capitato, quando ero in "compagnia" seppur stavo male non avevo le paure e le ansie di ora! (Il mio medico mi ha detto una volta, si fanno pure esperimenti isolando le persone per vedere cosa genera! :police: ) ma io benedico comunque il giorno che mi sono isolato, ho iniziato a vivere io!
Anche io ho paura nei rapporti con gli altri, ma se lo si vuole per me c'è la si può fare, ciao :beer:
Vivere e poi ritagliarsi un momento per stare in compagnia. Orsù si studia.

Simo_90

Utente Avanzato

  • "Simo_90" è un uomo
  • "Simo_90" ha iniziato questa discussione

Posts: 815

Activity points: 2.400

Data di registrazione: domenica, 15 novembre 2015

Lavoro: Meccanico

  • Invia messaggio privato

13

lunedì, 06 febbraio 2017, 21:08

Ciao ragazzi.. grazie per le vostre risposte..
Il fatto di aver ricorso allo psicologo è stato su consiglio di mia madre che era stufa di questa mia vita anormale (non uscivo più di casa tranne che per lavorare, nessun amicizia, il mio umore sempre sotto terra)..

Inizialmente dissi che ero contrario.. ma accettai..

Ho avuto esperienze sessuali con una sola ragazza.. Bella.. Stupenda.. anche troppo per me.. Io per lei non ho mai provato amore vero, ho provato un grandissimo affetto.. Mi è sempre stata vicina, nonostante sapesse che io non la amavo veramente..

Con lei fini malissimo.. mi fece capire che voleva ammazzarsi quando le dissi che la nostra storia non aveva senso..

Caddi in uno stato di disperazione totale.. Preceduto dalla morte di un mio carissimo amico che si impiccó una settimana prima..

Ora come ora penso che una vita da single sia la mia unica soluzione.. Da solo non sto male.. Arrivato a questo punto non sento nemmeno il bisogno del sesso..

Ho posto io stesso la domanda allo psicologo: "c'è differenza tra fantasia e realtà?!"

Mi ha dato conferma che c'è differenza.. ma io che metto tutto in dubbio, non è che ci abbia creduto più di tanto.. :D

Giovedì ho il prossimo colloquio.. sono curioso di sapere di cosa parleremo!

Simo_90

Utente Avanzato

  • "Simo_90" è un uomo
  • "Simo_90" ha iniziato questa discussione

Posts: 815

Activity points: 2.400

Data di registrazione: domenica, 15 novembre 2015

Lavoro: Meccanico

  • Invia messaggio privato

14

lunedì, 06 febbraio 2017, 21:15

Ciao, Simo_90! Sono simoz (anche io del 90 :p) sai che anche io ho passato un periodo in cui credevo di essere bisessuale? Proprio quando mi sono iscritto qui! (Ho sentito un impulso ad uno stato emotivo sovraeccitato) ma poi non era niente, perché non sento più ste cose.
Ti leggevo e mi ci sono "rivisto", sulle amicizie ecc...
Anche io trovo strana questa tua reazione ad una cosa che non era nemmeno tutta chiara, quasi come fosse un panico di infarto perché mi fa male il petto :p (niene in contrario all'essere gay, vuole solo essere un esempio della cosa dal mio punto di vista)
Dai il quarto colloquio, ancora ne hai da parlare :)
Isolarsi fa male, dopo un po' fa male, te lo dico perché anche a me è capitato, quando ero in "compagnia" seppur stavo male non avevo le paure e le ansie di ora! (Il mio medico mi ha detto una volta, si fanno pure esperimenti isolando le persone per vedere cosa genera! :police: ) ma io benedico comunque il giorno che mi sono isolato, ho iniziato a vivere io!
Anche io ho paura nei rapporti con gli altri, ma se lo si vuole per me c'è la si può fare, ciao :beer:


Si ma ho avuto dei periodi in cui uscivo con gli amici.. era tutto ok..
Probabilmente per quanto riguarda me si parla di omosessualità egodistonics

Toglimi una curiosità.. quanto potrebbe durare un percorso di psicoterapia??? Anche un anno??

Simoz

Giovane Amico

  • "Simoz" è un uomo

Posts: 225

Activity points: 787

Data di registrazione: mercoledì, 30 novembre 2016

Località: Milky Way

Lavoro: Mantenuto

  • Invia messaggio privato

15

lunedì, 06 febbraio 2017, 23:56

Credo che questa domanda dovresti porla alla tua terapeuta o a te stesso, non saprei.
Io con una psicoterapeuta ci sono stato un mesetto se non ricordo male e andavo 2 volte a settimana, però il mio problema era semplice, avevo paura di fare una cosa e lei mi ha diciamo accompagnato...
poi ho un altro problema più "duro" a morire per il quale ci vado da anni dal medico a parlare... (quello che ho notato è che tra le tante sciocchezze o appuntamenti a "vuoto" i momenti di vera terapia sono pochi e arrivano alla improvvisa).

Spero tu possa ottenere benefici velocemente.
Vivere e poi ritagliarsi un momento per stare in compagnia. Orsù si studia.