Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Riva_Trigoso

Utente Attivo

  • "Riva_Trigoso" è una donna
  • "Riva_Trigoso" ha iniziato questa discussione

Posts: 52

Activity points: 191

Data di registrazione: giovedì, 16 settembre 2010

Località: Sul Mare

Lavoro: GT

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 06 dicembre 2011, 20:49

De-es-ka o DSK che dir si voglia

L'altro giorno sentivo una discussione interessante del circolo di Vienna su questa DSK
De-es-ka è la nuova sigla per una vecchia antropologia: quella del maschio ricco e potente, che fa quello che vuole, come e quando vuole.
I sintomi sono il sesso compulsivo, la violenza assieme al sesso, sesso e potere, potere e violenza, così tutto assieme, ineluttabilmente.

Che ne pensate?
Navigare necesse est, vivere non est necesse

  • "DonChuckCastoro" è stato interdetto da questo forum

Posts: 666

Activity points: 2.047

Data di registrazione: giovedì, 07 maggio 2009

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 06 dicembre 2011, 22:03

Penso sia una scemenza.
Un uomo ricco e potente fa quel che vuole e quando vuole per definizione di ricchezza e potere.
Poi, cosa significa che i sintomi sono "sesso e potere"? Che razza di sintomo è?
Mi pare che si voglia approfittare di un caso di cronaca per creare una sindrome che non esiste.
Che l'uomo cerchi il potere per arrivare al sesso non è certo una novità: in qualsiasi razza animale in cui il maschio è il sesso forte, il maschio che sta in cima alla gerarchia è quello che si accoppia di più.

3

mercoledì, 07 dicembre 2011, 21:34

Un uomo ricco e potente (ma anche una donna ricca e potente) non cerca solo sesso. Ha il potere di fare ciò che vuole e lo fa, in tutti i campi della vita (e il sesso è uno di questi).

Ma poi perché solo i "maschi" ??
Perchè, secondo voi le donne "ricche e potenti" non fanno altrettanto ?

RedCliff

Utente Fedele

  • "RedCliff" è un uomo

Posts: 325

Activity points: 1.024

Data di registrazione: lunedì, 03 ottobre 2011

Località: in fondo a destra

Lavoro: stuNiente

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 08 dicembre 2011, 01:32

luogo comune, consuetudine, fallocentrismo sociale...

adamsberg

(reloaded)

  • "adamsberg" è un uomo

Posts: 253

Activity points: 766

Data di registrazione: domenica, 16 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 08 dicembre 2011, 02:07

I sintomi sono il sesso compulsivo, la violenza assieme al sesso, sesso e potere, potere e violenza, così tutto assieme, ineluttabilmente.

Che ne pensate?


Penso che sia solo una delle tante varianti della satiriasi, che esiste dalla notte dei tempi (ad es, sotto forma di ius primae noctis).
Un uomo ricco e potente fa quel che vuole e quando vuole per definizione di ricchezza e potere.
Ed è proprio perchè ha e può tutto che finisce per desiderare ciò che è irrealizzabile, o perverso, o bizzarro, o sadico, o comunque illegale. Dal sesso ottenuto con la forza nel caso DSK, alle orge deliranti stile bunga bunga per Berlusconi e Gheddafi, al sadismo omosessuale/pedofilo di Putin.

6

giovedì, 08 dicembre 2011, 03:01

Mah, io non credo che sia il desiderio di realizzare ciò che irrealizzabile (inteso come "perverso e illegale). Semplicemente riescono a mettere in "pratica" le loro fantasia sessuali,così come tutte le altre fantasie in altri campi (auto, viaggi, etc)

Se Berlusconi desidera fare orge con giovani e belle donne...beh, lui "può". Ma non credo che lo fa per provare il brivido dell'illegalità o della perversione o per dimostrare che lui può. Semplicemente realizza ciò che in quel momento vuole. Beh, diciamo che i desideri sessuali hanno comunque già di loro una componente "fuori dagli schemi".

Per dire, se i tuoi desideri sessuali sono su, non so, donne alte, bionde e con un fisico da modella....se un giorno tu dovessi diventare ricco e potente e senza legami familiari, non ti circonderesti di tale tipo di donne ??
Orge, ragazze giovani etc sono "desideri" abbastanza comuni per tutto il genere maschile. La differenza è che loro riescono a realizzarli.

  • "DonChuckCastoro" è stato interdetto da questo forum

Posts: 666

Activity points: 2.047

Data di registrazione: giovedì, 07 maggio 2009

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 08 dicembre 2011, 10:31

@adamsberg
DSK è stato assolto; mi pare anche che il quadro venuto fuori della accusatrice parli praticamente da sé. Perché quindi continuare a parlare di violenza?

Poi, le orge di Berlusconi cosa hanno a che fare con la violenza? Inoltre: prendi un frequentatore di prostitute ed invece dei 100 euro nel portafoglio mettigli a disposizione il patrimonio di Berlusconi: dici che si accontenterà ancora di una sveltina in macchina? (prima che qualcuno mi accusi: sono di estrema sinistra)

Io la vedo più o meno come Aldebaran: un uomo eterosessuale prima di tutto è un maschio, è atavicamente spinto a spargere il proprio seme, e cerca il potere per nient'altro che questa possibilità. Mica per fare il bene dei popoli.

santomas

Utente Fedele

  • "santomas" è stato interdetto da questo forum

Posts: 443

Activity points: 1.336

Data di registrazione: giovedì, 06 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 09 dicembre 2011, 16:12

L'altro giorno sentivo una discussione interessante del circolo di Vienna su questa DSK
De-es-ka è la nuova sigla per una vecchia antropologia: quella del maschio ricco e potente, che fa quello che vuole, come e quando vuole.
I sintomi sono il sesso compulsivo, la violenza assieme al sesso, sesso e potere, potere e violenza, così tutto assieme, ineluttabilmente.

Che ne pensate?
Gli atteggiamenti predatori in generale, che sono quello che spingono alcuni individui a "riuscire" (e "riuscire" nella cultura dominante è quasi sempre collegato a soldi & potere), nella vita sono gli stessi che spingono ad essere predatori anche nei confronti dell'altro sesso.

Gli accaparratori senza etica, morale o controllo, tendono ad esserlo in tutti i campi della vita.

ciao

Kublai

Moderatore

  • "Kublai" è un uomo

Posts: 7.770

Activity points: 25.186

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

  • Invia messaggio privato

9

venerdì, 09 dicembre 2011, 18:06

Che ne pensate?
Penso che non serva essere ricchi e maschi per fare o desiderare di fare quello che hai descritto. Può farlo chiunque.
E' il tuo comportamento a qualificarti, non ciò che possiedi o dici di essere...

dora

Forumista Incallito

  • "dora" è una donna

Posts: 4.750

Activity points: 15.244

Data di registrazione: domenica, 14 marzo 2010

Località: Zacatecas

Lavoro: Dama della Nuova Spagna

  • Invia messaggio privato

10

venerdì, 09 dicembre 2011, 21:33

Abbiate pazienza ma che ci azzecca il Circolo di Vienna? Non erano degli epistemologi di più di ottanti anni fa? (tra cui il compianto Wittgenstein)?