Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Bollicina

Utente Attivo

  • "Bollicina" ha iniziato questa discussione

Posts: 85

Activity points: 304

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 05 agosto 2010, 22:48

Scelte alimentari consapevoli: mangiare veramente sano

Da qualche anno ho aperto gli occhi sul discorso alimentazione: prima di conoscere il mio attuale compagno, andavo al supermercato, facevo la spesa, compravo ciò che mi piaceva, prendevo e buttavo nel carrello.

Ma da un paio di anno la mia vita, il mio approccio con il cibo è completamente cambiato, ho preso coscienza di quale realtà ci circonda, quella dei cibi industriali, fatta di aromi artificiali, conservanti e coloranti, frutta e verdura preconfezionata, lavata e surgelata, privata di ogni gusto e principi nutritivi, zucchero a non finire e cocktails di additivi.

Oramai quando vado al supermercato, al massimo prendo un cestino, e fatico a riempirlo, perchè non riesco più a non leggere le etichette degli ingredienti, e questo mi fa passare la voglia di comprare la stragrande maggioranza della merce. Cosa introduciamo nel nostro corpo?? mangiare sano non significa comprare le merendine del M****o B****o, o altre marche che pubblicizzano la naturalità, basta leggere la sfilza degli ingredienti di merendine e "pani vari" (ma il pane non dovrebbe odorare di alcool e contenere zucchero!)

Io, per quello che posso, scelgo il biologico... e mi sento consapevole di fronte agli scaffali del supermercato che traboccano di prodotti pubblicizzati come salutari, naturali, sani.... ma sono solo parole!!

Non pensate che le industrie ci abbiano drogato troppo con i loro intrugli?? la cosa più sconvolgente è la presenza di zucchero, zucchero e zucchero, ovunque.... ma non mi sorprende, se non si fanno scrupoli a riempire fin dall'età di 6 mesi anche i neonati, negli omogeneizzati, e pappette varie, così li drogano per bene già da piccoli :rolleyes: e le mamme che pure si fidano perchè nella pubblicità ti fanno credere che alla ditta X o Y sta a cuore la salute del tuo bambino :wasted:

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.710

Activity points: 14.389

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

2

giovedì, 05 agosto 2010, 23:07

Capisco la tua ansia perchè la vivo anche io, anche se in modo leggermente diverso.
Io detesto e non acquisto mai cibi pronti o semi-pronti.
La mia illusione era quella di poter scegliere la qualità degli ingredienti.

Poi, però, mi sono trovata costretta ad interiorizzare che .... comperi una pesca? E dov'è cresciuta quella pesca? Di cosa si è "nutrita"? O l'olio, o la farina, o il pesce, o la carne...o tutto quel che vuoi e che riesci a pensare............... :wasted:


Non è una soluzione, ma almeno ci si avvicina : io cerco di variare il più possibile, sia nelle merci che nei fornitori.........quantro meno (mi illudo) eviterò di mangiare per tutta la vita la frutta cresciuta sopra la stessa falda tossica, oppure la carne allevata con gli stessi mangimi............. ;(

Ma è abbastanza triste, ne convengo. :(
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

Bollicina

Utente Attivo

  • "Bollicina" ha iniziato questa discussione

Posts: 85

Activity points: 304

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 05 agosto 2010, 23:36

Capisco la tua ansia perchè la vivo anche io, anche se in modo leggermente diverso.
Io detesto e non acquisto mai cibi pronti o semi-pronti.
La mia illusione era quella di poter scegliere la qualità degli ingredienti.

Poi, però, mi sono trovata costretta ad interiorizzare che .... comperi una pesca? E dov'è cresciuta quella pesca? Di cosa si è "nutrita"? O l'olio, o la farina, o il pesce, o la carne...o tutto quel che vuoi e che riesci a pensare............... :wasted:


Non è una soluzione, ma almeno ci si avvicina : io cerco di variare il più possibile, sia nelle merci che nei fornitori.........quantro meno (mi illudo) eviterò di mangiare per tutta la vita la frutta cresciuta sopra la stessa falda tossica, oppure la carne allevata con gli stessi mangimi............. ;(

Ma è abbastanza triste, ne convengo. :(



bè, la qualità degli ingredienti forse la si può scegliere privilegiando alimenti di base biologici, magari locali soprattutto per quanto riguarda frutta e verdura.

Dalena

Forumista Incallito

  • "Dalena" è una donna

Posts: 4.059

Activity points: 13.311

Data di registrazione: martedì, 18 novembre 2008

Località: Veneto

Lavoro: Fisioterapista

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 05 agosto 2010, 23:49

Non pensate che le industrie ci abbiano drogato troppo con i loro intrugli?? la cosa più sconvolgente è la presenza di zucchero, zucchero e zucchero, ovunque.... ma non mi sorprende, se non si fanno scrupoli a riempire fin dall'età di 6 mesi anche i neonati, negli omogeneizzati, e pappette varie, così li drogano per bene già da piccoli e le mamme che pure si fidano perchè nella pubblicità ti fanno credere che alla ditta X o Y sta a cuore la salute del tuo bambino

I miei hanno l'orto :D e noi consumiamo pochissima carne, ma tanto pesce e frutta... chissà...

Potresti dire qualcosa in più riguardo gli omogeneizzati? Intendi dire che contengono zuccheri aggiunti?

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.710

Activity points: 14.389

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 05 agosto 2010, 23:51

la qualità degli ingredienti forse la si può scegliere privilegiando alimenti di base biologici


E' proprio a questo che non credo più.
Il "biologico" riguarda i trattamenti operati dal coltivatore. E la terra su cui crescono, frutta e verdura, e l'acqua e le sostanze che assorbono dal terreno? Chi le garantisce? Si scoprono continuamente ridenti frutteti impienatati su sedi di rifiuti altamente tossici!

Lo scorso anno, nella mia zona, ci fu l'incendio di un grande deposito di rifiuti tossici.
Il giorno dopo la Regione vietò la commercializzazione per tutti i prodotti agricoli coltivati in una quindicina di comuni limitrofi.

I coltivatori protestarono (era tempo di raccolta, soprattutto dell'uva che è mezza economia della mia regione).
Il giorno successivo ....il vincolo fu tolto e ...non se ne parlò più! :whistling:
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

Bollicina

Utente Attivo

  • "Bollicina" ha iniziato questa discussione

Posts: 85

Activity points: 304

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

6

venerdì, 06 agosto 2010, 00:00

Non pensate che le industrie ci abbiano drogato troppo con i loro intrugli?? la cosa più sconvolgente è la presenza di zucchero, zucchero e zucchero, ovunque.... ma non mi sorprende, se non si fanno scrupoli a riempire fin dall'età di 6 mesi anche i neonati, negli omogeneizzati, e pappette varie, così li drogano per bene già da piccoli e le mamme che pure si fidano perchè nella pubblicità ti fanno credere che alla ditta X o Y sta a cuore la salute del tuo bambino

I miei hanno l'orto :D e noi consumiamo pochissima carne, ma tanto pesce e frutta... chissà...

Potresti dire qualcosa in più riguardo gli omogeneizzati? Intendi dire che contengono zuccheri aggiunti?



sì, la maggior parte delle marche di prodotti per la prima infanzia contiene zucchero, addirittura in percentuale è il secondo ingrediente in lista!
e la camomilla solubile? voi direte: sarà solo camomilla :) invece no: è una miscela di 3 tipi di zucchero (saccarosio, fruttosio e non ricordo il terzo) e solo il quarto e ultimo ingrediente è l'estratto di camomilla.

Questo per fare alcuni esempi...

ma io mi chiedo: un omogeneizzato alla banana, che è il frutto più dolce che s'è, che bisogno ha di avere anche zucchero?

e poi dicono di dare le pastigliette di fluoro ai bambini.... ma non sarebbe meglio non dargli zucchero inutile?

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.710

Activity points: 14.389

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

7

venerdì, 06 agosto 2010, 00:02

la maggior parte delle marche di prodotti per la prima infanzia contiene zucchero, addirittura in percentuale è il secondo ingrediente in lista!


E contengono anche glutammati, benchè provatamente cancerogeni.............
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

Dalena

Forumista Incallito

  • "Dalena" è una donna

Posts: 4.059

Activity points: 13.311

Data di registrazione: martedì, 18 novembre 2008

Località: Veneto

Lavoro: Fisioterapista

  • Invia messaggio privato

8

venerdì, 06 agosto 2010, 01:27

Sì, della camomilla è vero, anche le altre bevande in granuli in genere contengono parecchi zuccheri, per il resto però, ossia per gli omogeneizzati di carne, oppure le pappe complete, comodissime quando si è in viaggio, non ho riscontrato ingredienti inadatti, né conservanti, né glutammato, né coloranti. Per la frutta: la banana non so, è talmente semplice trasformarla in purea che non l'ho mai comprata in vasetto, stessa cosa per la mela e la pera, nelle altre frutte invece è vero, ci sono zuccheri aggiunti, anche sotto forma di amidi!

E dei grassi vegetali idrogenati, ne vogliamo parlare? Ultimamente è diventato più facile trovare prodotti che non ne contengano, però ad esempio i gelati cosiddetti "artigianali" non lo sono affatto, sono quasi tutti fatti a partire da preparati in busta con grassi idrogenati. Tra l'altro se leggendo gli ingredienti si trova scritto "grassi vegetali" senza la specificazione "non idrogenati" significa che lo sono. :thumbdown:

Iron Man

Zio Fester

  • "Iron Man" è un uomo

Posts: 312

Activity points: 985

Data di registrazione: mercoledì, 16 giugno 2010

Località: genova

Lavoro: magazziniere e commesso in una libreria

  • Invia messaggio privato

9

venerdì, 06 agosto 2010, 17:12

Mi permetto di consigliarvi un libro davvero prezioso (oddio se dovessi seguire tutto quello che c'è scritto sarebbe una follia...però da ottimi consigli!)

libro

Bollicina

Utente Attivo

  • "Bollicina" ha iniziato questa discussione

Posts: 85

Activity points: 304

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

10

venerdì, 06 agosto 2010, 17:15

Mi permetto di consigliarvi un libro davvero prezioso (oddio se dovessi seguire tutto quello che c'è scritto sarebbe una follia...però da ottimi consigli!)

libro



grazie per la segnalazione, io vi segnalo questo :)

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__suga…ta-ampliata.php

Da premettere che non è necessario essere drastici, un po' di nutella o coca cola ogni tanto fa bene all'umore, nella vita va benissimo qualche eccezione, ma l'importante è essere consapevoli!!

C'è stato un periodo in cui avevo particolarmente voglia di coca cola, non ne bevevo da mesi, un giorno al super ne ho presa una lattina... bè, il giorno dopo, come una drogata, sono tornata a comprarne un'altra lattina...e così per molti giorni.... ero drogata e non me ne rendevo conto, mi sono dovuta imporre di smettere!!