Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


This thread is closed.

Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

pazzamentesana

Unregistered

1

Sunday, October 26th 2008, 1:39am

Ieri è accaduta una cosa che mi ha fatto sentire a disagio, ho provato la nausea, la voglia di staccare la spina al pc, in modo definitivo.
poi MI SONO IMPOSTA UN FRENO, HO PREFERITO RAGIONARE E SCRIVERE, COSA CHE STO FACENDO ORA.

Voi mi avete incontrata personalmente, potreste gentilmente scrivere pubblicamente se avete conosciuto una donna oppure un uomo ? E soprattutto: sono corrispondente alla persona che scrive o sono diversa ?

Non posso spiegare nei dettagli il perchè di questa richiesta, dirò solo che una persona nel forum dubita che io sia Marisa, pensa cose di me che esulano dalla realtà !

Credo sia indispensabile alla "salute" avere un rapporto concreto con la realtà, perchè se ci si lascia andare a voli pindarici ne risente poi l'intero essere, lo reputo un danno gravissimo per la persona.

Vi ringrazio in anticipo per le risposte.

pazzamentesana

Unregistered

2

Sunday, October 26th 2008, 1:44am

P.S. Considero il realismo un "rimedio naturale"

3

Sunday, October 26th 2008, 6:59am

cara Marisa certo che sei tu,una DONNA che affronta la vita tutti i giorni con coraggio e passione per il suo lavoro....

ma non capisco cosa sia accaduto,dimmi se occorra che dica altro e lo farò volentieri per te !!
un abbraccio
Diana

Aprikose

Forumista Incallito

  • "Aprikose" is female

Posts: 4,776

Activitypoints: 14,783

Date of registration: Jun 5th 2007

Location: il pianeta delle Fate

  • Send private message

4

Sunday, October 26th 2008, 7:40am

Marisa non so cosa sia successo, spero che tu qui possa trovare delle risposte confortanti. In ogni caso credo che quando le illazioni delle persone superino il limite del buon senso, vadano prese per quelle che sono, senza pensarci troppo su.
Viviamo in un mondo in cui l'uomo è l'abito che indossa. Meno c'è l'uomo, più è necessario l'abito.

pazzamentesana

Unregistered

5

Sunday, October 26th 2008, 8:21am

Care Diana e Aprikose, in questo forum sono presenti persone che, in modi diversi gli uni dagli altri, hanno conosciuto e vivono ancor oggi sofferenze di vario tipo.

La questione per come la vedo io, non è da focalizzarsi sul fatto che Marisa venga creduta o meno. Questo fatto non ha alcuna importanza per me, semplicemente perchè io so chi e come sono. Sono reale, sono serena malgrado la vita mi offra continui spunti per non esserlo, sono passata attraverso malattie e disagi, come la maggioranza degli esseri umani. Quindi, sposterei l'attenzione da "Marisa" o Pazzy... la sposterei sul fatto che la sofferenza toglie la lucidità, il realismo e la capacità di restare "centrati in se stessi".

Credo fermamenmte che si debba credere in se stessi perchè noi siamo l'essere più importante e più vicino a "noi". Scusate il gioco di parole ! Dobbiamo mantenere lucidità, discernimento tra realtà e fantasia, tra paure immotivate ed esperienze vissute. Non tutto ciò che ci tocca nella vita è "come la mente lo immagina", ciò che è stato per esperienza non è necessariamente "sempre così".

Viceversa, le esperienze non servono a nulla, perchè non maturano in noi una crescita. Non dobbiamo permettere alla sofferenza vissuta in precedenza, che ci tolga la capacità di comprensione del reale.
Un dubbio va chiarito sempre, ogni volta che si presenta.

Spesso mi vedo come un "san tomaso di me stessa"... non mi lascio prendere dall'impressione, di qualunque impressione si parli. La ripetibilità dell'evento, nella scienza, è indice di evento reale... allo stesso modo dobbiamo maturare in noi la certezza che ciò che pensiamo corrisponda. Toccare con mano per evitare che la mente compia voli pindarici. Credo e spero di non offendere nessuno quando dico queste cose.

Comunque Diana, non credo ci sia da dire altro di me, era solo una richiesta di conferma della mia esistenza come Marisa, per consentire a chi di dovere di valutare e rivalutare se stessa. Per consentire a questa persona di "pensare con realismo". Tutto qui.

Ad ogni buon conto Diana, GRAZIE.
A presto.
Marisa

Endorfina

pacta sunt servanda

  • "Endorfina" is female

Posts: 286

Activitypoints: 879

Date of registration: Oct 24th 2008

Location: Neapolis,una dignità calpestata

Occupation: funzionario inps

  • Send private message

6

Sunday, October 26th 2008, 10:29am

Marisa, ricorda che in tutti i forum si insidiano "disturbatori", persone che hanno tempo da perdere ed insinuno, sospettano solo per creare un caso su cui ridono solo loro. Ignorali! Tanto prima o poi li becchi...o si stancano...ma IGNORALI sennò fai il loro gioco ;)

pazzamentesana

Unregistered

7

Sunday, October 26th 2008, 11:20am

Quoted from "Endorfina"

Marisa, ricorda che in tutti i forum si insidiano "disturbatori", persone che hanno tempo da perdere ed insinuno, sospettano solo per creare un caso su cui ridono solo loro. Ignorali! Tanto prima o poi li becchi...o si stancano...ma IGNORALI sennò fai il loro gioco ;)

Ciao, Endorfina.

Vedi Endorfina, restare nel reale significa anche distinguere chi "disturba" da chi invece "teme" le persone e rimane sempre allertato, solo ed esclusivamente per via delle esperienze passate... quindi non possiamo non lasciare una "porta aperta" alla positività... siamo in un luogo dove le persone depresse, o semplicemente ansiose a causa del passato, cercano di combattere i fantasmi che hanno popolato i loro pianti.

Semplicemente la "nausea" che mi è salita, è salita perchè essendo io reale e vera, mi sono ricordata di quando negli anni scorsi, il mio essere "pane al pane e vino al vino" portava all'essere creduta altro da quello che ero, per la "mancanza di abitudine delle persone a rapportarsi con chi E' se stesso".
Come vedi, il tema che ho proposto con questo post è un invito a chi si muove nel web a valutare con attenzione ma senza prevenzioni.
La capacità di osservazione e di lettura oltre le righe deve trovare riscontro e sta solamente a noi capire chi, come e quando di un malessere, sia nostro sia di altri.

Gli altri forums ? Non cambia nulla da questo e dalla vita quotidiana.

Sono farraginosa ? :D

8

Sunday, October 26th 2008, 11:33am

Ciao mia cara tu sai chi...
anch'io ho avuto il grandissimo piacere di conoscere Marisa...
posso semplicemente dirti che è così...così come la senti...così come la sentiamo...
perchè spesso le persone non hai bisogno di vederle e toccarle per "sentirle"
molte persone...come la mia cara Marisella sanno farsi sentire...

Se tu non sei riuscito/a a sentirla...beh credo proprio che sia davvero un problema tuo...

Byyyye

ros

Unregistered

9

Sunday, October 26th 2008, 12:43pm

Anche se nn sono stata "citata", vorrei capire meglio ocsa ti ha nauseato, se il fatto di nn essere creduta una DONNA, oppure di nn essere AUTENTICA.

Nn mi è chiaro, come forse nn lo neanche a te, ma chiunque sia stato ad insinuare questo dubbio, ti ha smossa in qualche modo e nn mi lascerei sfuggire l'occasione per capire cosa ti sta succedendo.

Convinta che sei reale quanto mai, ti abbraccio.

pazzamentesana

Unregistered

10

Sunday, October 26th 2008, 2:07pm

Quoted from "ros"

Anche se nn sono stata "citata", vorrei capire meglio ocsa ti ha nauseato, se il fatto di nn essere creduta una DONNA, oppure di nn essere AUTENTICA.

Nn mi è chiaro, come forse nn lo neanche a te, ma chiunque sia stato ad insinuare questo dubbio, ti ha smossa in qualche modo e nn mi lascerei sfuggire l'occasione per capire cosa ti sta succedendo.

Convinta che sei reale quanto mai, ti abbraccio.

Ros, ciao.

A 13 anni smisi d cantare nella corale del paese dove vivo da sempre, ero un contralto. Ebbi un problema alle corde vocali dovuto alla crescita di una ciste non operabile se non a rischio proprio della voce. Non ne feci un dramma ma ancora oggi mi succede di sentirmi dire dai figli scherzosamente: "mamma che voce da trans che hai" ... eheh... Nell'atletica leggera ero bravissima, passò del tempo prima di vedere i maschietti superarmi nelle misure dei salti e dei lanci... ero il tipico maschiaccio :tooth:
Al primo parto, mia madre con in braccio il pargoletto, mi guardò e mi disse: "finalmente so di avere una figlia femmina" !!!
Non ho mai sofferto il mio lato mascolino, anzi lo trovavo e lo trovo ancora oggi "utile" nel quotidiano, mi consente di condurre una vita libera e di svolgere un lavoro "atipico" per l'universo femminile.

Il senso di nausea Ros, è legato alla mia natura sincera. Da sempre, da quando ero piccina mi si voleva "più furba"... meno aperta, meno sincera. Meno, meno, meno...
La gente, parlo in generale, è abituata a persone che mentono, o nascondono, o "pompano" pur di apparire "migliori".
A me non me ne frega nulla, assolutamente nulla.
Non ho intenzione di retrocedere da me stessa. Tanto che nel tempo ho assunto la fama, la nomea di quella che: "state attenti a quello che dice perchè è vero".
Nel lavoro è una forma apprezzata e indice di coraggio, tanto che non ho mai temuto di espormi... infatti, non ho un solo cliente scontento di quel che ho anticipato come risultato, anticipato verbalmente e riscontrato con precisi dati alla mano.
Sono la classica persona affidabile. Per me un vero premio all'essere me stessa sempre.

Nel privato per contro, ho trovato chi ha abusato del mio carattere, salvo poi scoprire che non serviva "imbavagliarmi"... o tentare di minare la mia autostima... alla fine l'onestà paga e per quanto mi riguarda preferisco star sola che mal accompagnata. Siano amori, amici, conoscenti.
Siamo immersi nell'esteriorità... ma di quella non si vive sempre e solo !

Non sono mai riuscita a scrivere troppo di me, posso dirti però che ho sofferto che il mio ex marito ha fatto crescere mia figlia dicendole ogni tre per due, che lei non era sua figlia !!! Una menzogna del genere può ledere la psiche di un figlio. Non avessi il coraggio di ogni mio gesto o di ogni mia azione, le conseguenze sarebbero gravi nel quotidiano.

Una cosa è certa, vivere in mezzo agli altri comporta il rapportarsi con tutti, anche con chi fa della menzogna la sua bandiera... a discapito di chi invece è onesto con se stesso.
Questo fatto di andare controcorrente pur di portare avanti la verità, da un lato mi ha creato problemi, ma dall'altro mi ha reso più forte e sicura... convinta come sono che la vita è una continua competizione e che ogni ostacolo è come un allenamento che rafforza i muscoli.

Però la nausea mi sale ogni tanto, non per me stessa, che in me sto bene... ma perchè non ho voglia di vivere sempre giustificando la mia sincerità. Chi mi crede bene... chi non mi crede male per lui/lei. Ovviamente sogno un mondo di persone che SONO, consapevoli di essere in qualunque modo esse siano... e che si vivano onestamente.

Ho vissuto troppi anni con una persona disonesta... e non mi piace essere messa al suo pari... sarebbe come accettare di rivivere il passato in qualche misura.
Forse non guarirò mai da questa "nausea" !

11

Sunday, October 26th 2008, 3:29pm

giuro marisella di averti letto con attenzione,ma io non ho capito cosa ti è accaduto,mi dispiace cmq. sentirti così..ho capito che non c'è bisogno che io dica chi tu sei,

ma allora qual'è lo scopo di questo thread? perdona se ti pongo questa domanda così semplicemente..non lo faccio perchè non dò importanza a quello che hai scritto ,ma perchè sul serio non ho capito..tu mi conosci e sai che mi esprimo..in base a quello che sento e comprendo.

pazzamentesana

Unregistered

12

Sunday, October 26th 2008, 5:09pm

Diana :)
ciao bella.

La persona che mi ha portato a scrivere questo post mi ha scritto, chiedendomi scusa per non avermi creduta Marisa.

L'argomento può considerarsi chiuso, se non fosse che mi auguro sempre che si resti collegati alla vita reale.
Il significato di questo thead può essere evoluto in altro se volete... ad esempio : "la verità è una sola, accertarsi di ogni cosa prima di trarre conclusioni" !

Considerando che questa area è denominata "salute e rimedi naturali" ... insomma la verità è sempre un rimedio naturale anche quando fa male !

Bacione Diana
A presto

ros

Unregistered

13

Sunday, October 26th 2008, 9:25pm

il rimedio naturale a quanto ti è accaduto è chiedersi se sei felice di come sei, e da quello che scrivi con tanta foga, si direbbe di si.

Essere donna oggi vuol dire tante cose e nn solo mostrare le tette e il sedere come fanno in tante.

La femminilità io comunque nn la disdegnerei, perchè essere donne è meraviglioso, anche se nel lavoro e te ne do' atto, per noi è piu difficile.

Nn ti conosco di persona, ma ti apprezzo comunque e ti sento autentica.

La nausea ti passerà, quando tutte le tue parti saranno integrate e in armonia e qualsiasi sguardo o qualsiasi critica, ti scivolerà addosso.
Perchè solo Marisa sa come è realmente e come vuole essere.

pazzamentesana

Unregistered

14

Sunday, October 26th 2008, 10:03pm

Ros, ebbene sì, sono felice di essere come sono.

La femminilità è altro dall'abbigliamento, dalle tette e dal sedere... so di essere considerata femminile anche se nel lavoro uso trapano e oscilloscopio...

L'essere autentica non mi impedisce i ricordi, quindi non mi impedisce di soffrire ogni tanto, ma che ci si può fare ? Ciò che è andato resta alle spalle è vero... ma quel che resta di quel passato è parte della mia storia personale.

La nausea forse non passerà mai, è una specie di allergia, si presenta quando meno te lo aspetti... forse perchè l'armonia di cui tu parli, cammina di pari passo con l'intera persona... in regime di stanchezza eccessiva la mia natura focosa e ribelle si affaccia...

Sai una cosa buffa ? sapere di essere tutto e il contrario di tutto mantiene in allerta i sensi... e non essendo certo "perfetta", incontro le mie "debolezze", quelle che in fondo fanno di noi degli esseri umani.
Una mia debolezza è non aver dimenticato certi problemi, forse dipende dal fatto che uno di questi si presenta ogni fine mese sotto forma di mutuo ? di 1.500,00 € ? Forse il sovrapporsi di tanti problemi nati la maggior parte da chi ha saputo inventare bugie, oggi mi prude l'anima... ed ecco che mi ritrovo collocata nella sfera di chi non accetta, per motivi propri, alcune cose che in altri momenti sarebbero scivolate come olio !

Sono così, diciamo di umore non cattivo ma basso, da tre giorni... passerà, domani è un altro giorno, tutto passa prima o poi.
Se la nausea si presenterà di nuovo l'accetterò come parte integrante della mia "armonia"... come in una orchestra suonano tanti strumenti, così nella vita, anche nella più equilibrata esistono gli alti e i bassi !

So come sono e accetto anche queste mie uscite dal binario della serenità, per rientrarci quanto prima...

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" is female

Posts: 1,068

Activitypoints: 3,533

Date of registration: Dec 28th 2007

Occupation: sitemo casa mia

  • Send private message

15

Monday, October 27th 2008, 12:40am

cara marisa ti ho scritto due messaggi privati,ma il pc ce l'ha con me stasera,non li ha inviati.
Ti scrivevo in riguardo al problema di questo post,e potevi dirlo che ero io la perosna in questione,perche' non mi nascondo mai dietro ai miei gesti, e cerco di spiegare sempre il perche'.
L'amicizia per me e' sacra,e se penso una cosa,se ho un dubbio,non serve a nulla tenermelo dentro,per esperienza devo per forza dirlo,se no,sto male, e non riesco ad essere spontanea con chi ritengo amica.
Io ho detto quelle cose,non perche' sono maligna o vedo tutto nero,ma solo perche' ho avuto i miei motivi per dirlo.
adesso vado e' notte,e visto che i messaggi non sono stati inviati,domani cerchero' di trovare un po di tempo per scriverti.