Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


1

giovedì, 07 febbraio 2019, 15:17

Mani e gambe fredde

Dopo una brutta influenza con febbre a 40°C, e dopo aver assunto due pastiglie di paracentamolo da 1000mg, prescritte dal medico, mi ritrovo con mani e gambe fredde e temperatura corporea di circa 36°C da qualche giorno. Il mio medico dice che non è nulla, ma io ho sempre mani e arti abbastanza o molto caldi, sinceramente è una cosa che mi fa sentire strano. In passato ho assunto paracetamolo da 500mg e non ho avuto questo problema.

Qualche consiglio?
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

2

giovedì, 07 febbraio 2019, 17:20

Credo tu debba solo pazientare un altro pò; probabilmente la temperatura più bassa del consueto è dovuta, più che al paracetamolo, all'astenia che segue un episodio influenzale. Idem il freddo alle estremità.
Ti consiglio di non provare più la febbre se non te la senti.
Consultando abbastanza esperti puoi trovare conferma a qualsiasi opinione.

3

sabato, 09 febbraio 2019, 23:35

Non so darti una spiegazione Adam.

Se fosse l'inverso cioè febbre alta e mani e gambe fredde avrebbe senso.

Ora tu patisci l'inverso in assenza di febbre.

Ti stai nutrendo in maniera completa ? (Apporto vitaminico sopratutto)

Metabolismo...-?

Cattiva circolazione(Ossigenazione tessuti)?

Ipotiroidismo?

Da quel che scrivevi mi vien da pensare che sia la momentanea inattività fisica che prima avevi costante.

Il farmaco ha fatto il suo lavoro: e comunque dopo due compresse da 1000 in una persona giovane e sana,dubiterei sia stato il problema scatenante.

Intanto prova sia ad alimentarti meglio, bere acqua in maggior quantità, e se hai una cyclette tentare di far qualche km tenendo a livello minimo lo sforzo,altro non scrivo non sembrerebbe attinente

*A me capita di sovente avere mani e piedi freddi, talvolta gelidi.Le gambe no.

Eppure sono una persona che si muove molto.

Prova a chiedere esami di verifica, cose semplici, magari una/un infermiera/e che venga a casa per un banale prelievo stilato dal medico.

Tra l'altro mi sembra strano: sei una persona che ha cura dell'alimentazione e del fisico.

Domanda: magari per il periodo di inattività non sarà che tu abbia diminuito l'apporto dei nutrienti fondamentali? (Ricordo un tuo thread sulla Dism.)

Mi vien da pensare sia momentaneo, e ,che, comunque tu ci abbia già pensato a ciò che ho scritto

4

domenica, 10 febbraio 2019, 11:59

Grazie Taigi, ho pensato alla tiroide. Ma anche a malattie autoimmuni come la Sindrome Di Raynaud, la sclerodermia, o la sindrome di sjogren. Il mio medico visitandomi ha escluso tutto ciò, e non mi ha voluto segnare alcuna analisi, etichettando il tutto come ansia, ma io ho preso l'appuntamento con un reumatologo.

Ho ripreso da venerdi a fare un pò di attività sportiva, i sintomi vanno decisamente meglio ma non sono scomparsi del tutto.
No one knows a prescription drug’s side effects like the person taking it.

Make your voice heard.

5

domenica, 10 febbraio 2019, 14:02

Prego.

Penso rientrerà tutto nella tua norma.

Il dire che sia ansia, è in parte vero: chi non l'avrebbe?

Fare degli esami ha senso.

Credo che alcuni sintomi siano utili per capire il "Nostro" futuro.

SI evidenziano delle cose: penso sia un bene piuttosto che un male.

Non ho mai indagato sui perchè delle mie mani spesso gelide e piedi freddi.

Nelle donne invece è normale che avvenga, poichè è stata riscontrata la differenza di ben 3 gradi rispetto ai maschi, in meno.

Per quello si coprono di più ad esempio, oltre alla pelle sottile.

Alcune cose come il lamentarsi di dolori o anche piccoli acciacchi negli uomini rispetto a quanto facciano le donne è stato appurato abbia un riscontro, percepiscono di più il dolore fisico ad esempio.

Quindi non è che si lamentino a vuoto o per indole maschile.

Tutto ha una spiegazione razionale

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite