Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

31

lunedì, 10 maggio 2010, 22:41

Sconsiglio assolutamente di tenersi la rabbia dentro senza fare nulla, credo sia il modo più rapido per diventare serial killer


hai ragione... forse non c'è da scherzare... i serial killer secondo me sono pieni di rabbia... e forse sono anche pazzi...
ma hanno rabbia dentro... :minigun: :cursing: :S

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

32

lunedì, 10 maggio 2010, 22:49

io ho dato il consiglio giusto


credo che esistano consigli, non ci sono consigli giusti o sbagliati... ma comunque grazie della tua opinione

tu ti sei sfogata verso un innocente


non è innocente se mi offende dicendo che non pago ciò che mi ha detto (cambiando il prezzo concordato, senza dirmelo) perchè non ho soldi (cosa non vera)

CAMBI, il consiglio che ti ho dato non è giusto ma PERFETTO.
Ti ripeto, quella persona non è colpevole del comportamento quindi tu hai sfogato la rabbia verso un innocente. ilprofeta1

Xander

Fenice

  • "Xander" è un uomo

Posts: 183

Activity points: 584

Data di registrazione: lunedì, 03 maggio 2010

Località: Nel cuore di un vulcano

Lavoro: Sopravvivo

  • Invia messaggio privato

33

martedì, 11 maggio 2010, 09:55

Ilprofeta1 come fai a giudicare un consiglio "PERFETTO"?

Se nessuno è colpevole del proprio comportamento allora dobbiamo riesumare Hitler per scusarci con lui? Ah no non dobbiamo scusarci dato che anche il nostro è un comportamento...

Dalena

Forumista Incallito

  • "Dalena" è una donna

Posts: 4.059

Activity points: 13.311

Data di registrazione: martedì, 18 novembre 2008

Località: Veneto

Lavoro: Fisioterapista

  • Invia messaggio privato

34

martedì, 11 maggio 2010, 10:41

Sconsiglio assolutamente di tenersi la rabbia dentro senza fare nulla, credo sia il modo più rapido per diventare serial killer (scherzi a parte, o forse non scherzavo... credo sia il modo più rapido per stare male)
Non ho letto nessun intervento che consigliasse di tenersi dentro la rabbia senza fare nulla, chi l'avrebbe detto questo secondo te? Intanto tenerla dentro non è "fare nulla" è continuare a tenerla, è un'azione ed è sicuro che questo faccia male. Poi secondo me chi la sfoga è proprio il serial killer, casomai, che non va a cercare di capire le origini della propria aggressività e, semplicemente, la vive e la sfoga, eccome se la sfoga. Quello che dice ilprofeta1 io lo intendo così: l'origine della nostra rabbia è estranea a noi e per questo possiamo riuscire ad ignorarla, così com'è estranea agli altri e sapendo questo possiamo ignorare anche la rabbia altrui, puoi crederci o non crederci, ma se non ci provi, a pensare in questo modo, come puoi giudicare?

Xander

Fenice

  • "Xander" è un uomo

Posts: 183

Activity points: 584

Data di registrazione: lunedì, 03 maggio 2010

Località: Nel cuore di un vulcano

Lavoro: Sopravvivo

  • Invia messaggio privato

35

martedì, 11 maggio 2010, 11:07

La pensi all'opposto della mia terapeuta!
Il profeta1 ha succerito di tenersela dentro dicendo che piano piano passa... o giù di li.
Parlando di sfogare la rabbia non intendo "sfogarla tutta in una volta" ma pian piano ogni volta che qualcosa ci fa arrabbiare dobbiamo capire quella rabbia ed esprimerla in qualche modo, oppure semplicemente pensarci, ma mai sopprimerla, perchè è più forte di noi e prima o poi esplode.

Dalena

Forumista Incallito

  • "Dalena" è una donna

Posts: 4.059

Activity points: 13.311

Data di registrazione: martedì, 18 novembre 2008

Località: Veneto

Lavoro: Fisioterapista

  • Invia messaggio privato

36

martedì, 11 maggio 2010, 12:09

Xander, hai capito male quello che ho scritto, e probabilmente non hai seguito il thread fin dall'inizio. Sono la prima a dire che si debba agire la rabbia nei confronti di chi l'ha originata senza tenersela dentro e senza sfogarla indiscriminatamente. Il punto però è questo: l'origine della rabbia, che ilprofeta1 identifica in un modo diverso dal solito. Se lui avesse ragione rispetto alla sua origine avrebbe ragione anche rispetto al modo di superarla e dal momento che è una cosa che si può "provare a mettere in pratica" non vedo perché non farlo, a meno di non voler ragionare per pregiudizi.

Xander

Fenice

  • "Xander" è un uomo

Posts: 183

Activity points: 584

Data di registrazione: lunedì, 03 maggio 2010

Località: Nel cuore di un vulcano

Lavoro: Sopravvivo

  • Invia messaggio privato

37

martedì, 11 maggio 2010, 13:52

Sarà che ho appena fatto un ora di terapia e sono un po fuso ma.. non ti ho capita...

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

38

martedì, 11 maggio 2010, 21:37

non ti ho capita...


neanche io ?( :wasted:

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

39

martedì, 11 maggio 2010, 22:30

La pensi all'opposto della mia terapeuta!
Il profeta1 ha succerito di tenersela dentro dicendo che piano piano passa... o giù di li.
Parlando di sfogare la rabbia non intendo "sfogarla tutta in una volta" ma pian piano ogni volta che qualcosa ci fa arrabbiare dobbiamo capire quella rabbia ed esprimerla in qualche modo, oppure semplicemente pensarci, ma mai sopprimerla, perchè è più forte di noi e prima o poi esplode.

XANDER, la rabbia può crescere e diventare enorme in solo secondo, anche se prima l'avevi scaricata piano piano come dici tu, e può esplodere proprio perchè conosce la strada per uscire, ma se viene considerata estranea a noi e ignorata proprio perchè estranea, è possibile metterci una bella pietra sopra in modo che non possa più uscire, naturalmente la pietra è costituita dalla riflessione.
Basta ascoltare un telegiornale per rendersi conto dello sbaglio che la gente fa nell'accettare la rabbia. Non passa giorno in cui non avvenga un omicidio proprio perchè nelle persone avviene l'insinuazione di immagini e sensazioni negative, disastrose preoccupanti che inducono all'omicidio: di chi la colpa? delle visioni negative che si sono insinuate portatrici di rabbia enorme. ilprofeta1
DALENA, vedo che hai parlato la mia lingua.

Xander

Fenice

  • "Xander" è un uomo

Posts: 183

Activity points: 584

Data di registrazione: lunedì, 03 maggio 2010

Località: Nel cuore di un vulcano

Lavoro: Sopravvivo

  • Invia messaggio privato

40

martedì, 11 maggio 2010, 22:42

ilprofeta1 mi dispiace ma non la penso così. Sono daccordo sul fatto della pietra costituita dalla riflessione senza alcun dubbio. Ma non è facile essere in grado di costruire quella pietra, e se non si è in grado di farlo, e siamo in tanti a non saperlo fare, credo sia meglio svuotare volta per vlta la rabbia quando la proviamo anzichè aspettare e accumulare finchè scoppia e magari uccidiamo qualcuno perchè ci ha sfiorato mentre eravamo arrabbiati per le corna messe dalla compagna/o o per il cazzettone del capo a lovoro.

La rabbia inoltre non è così facile da riconoscere e spesso non le diamo peso e non riusciamo a pensarci poi quando meno ce lo aspettiamo si manifesta e non capiamo più nulla. E' anche questione di percezione e non solo di giusto o sbagliato.

Io ne sono l'esempio vivente dato che a volte mi arrabbio per la minima tontesa mentre potrei ridere tanto è banale, mentre non capisco cosa sta succedendo se mi investono in macchina e magari dovrei perlomeno urlare al tipo di guardare davanti. (questa è una storia vera, me ne sono andato sorridendo dopo che mi stavano per mettere sotto, ecco la vado a mettere in "siamo tutti matti" che è meglio...)

Dalena

Forumista Incallito

  • "Dalena" è una donna

Posts: 4.059

Activity points: 13.311

Data di registrazione: martedì, 18 novembre 2008

Località: Veneto

Lavoro: Fisioterapista

  • Invia messaggio privato

41

mercoledì, 12 maggio 2010, 15:57

non ti ho capita...

neanche io ?( :wasted:

DALENA, vedo che hai parlato la mia lingua.
Ecco perché non mi hanno capita :(
Ora provo a spiegarmi meglio.
ilprofeta1 mi dispiace ma non la penso così. Sono daccordo sul fatto della pietra costituita dalla riflessione senza alcun dubbio. Ma non è facile essere in grado di costruire quella pietra, e se non si è in grado di farlo, e siamo in tanti a non saperlo fare,

Parto da questa frase di Xander.

Tu prima dici che non la pensi come ilprofeta1, poi dici che sei d'accordo sul fatto che la riflessione possa fermare la rabbia, dunque questo è un punto da chiarire perché a me sembri in contraddizione.

Un altro punto da chiarire è che il fatto che si sia in tanti a non saper fare una cosa non significa automaticamente che non si sia in grado.

Queste contraddizioni, vedo, non nascono dalla riflessione in sé, che giudichi corretta, quanto dalla difficoltà che tu percepisci nel mettere in pratica questa riflessione, ossia, tu dici che è troppo difficile, che è difficile per tanti, quindi pensi di non saperlo fare, così come non sanno farlo tanti e dunque, anziché provarci o provare ad imparare, passi al piano "B".

credo sia meglio svuotare volta per vlta la rabbia quando la proviamo anzichè aspettare e accumulare finchè scoppia e magari uccidiamo qualcuno perchè ci ha sfiorato mentre eravamo arrabbiati per le corna messe dalla compagna/o o per il cazzettone del capo a lovoro.





Che gli omicidi avvengano per motivi tanto futili ritengo che sia una tua ipotesi, come credo sia una tua ipotesi che le persone che commettono omicidio siano persone abitutate a tenersi dentro la rabbia, ma non è detto.

Ora, con la mia personale esperienza, spero di riuscire a spiegarmi: siccome anch'io ho un temperamento molto reattivo (temperamento = base genetica = in teoria non posso farci niente) ed anche per me è un problema quando mi arrabbio e siccome a me provare cose nuove non costa nulla, io ci ho provato, ed ho visto in tre circostanze differenti che il suggerimento de ilprofeta1, per me, ha funzionato. Non intendo scendere nel dettaglio trattandosi di cose che coinvolgono altre persone, però non si tratta di situazioni tipo "cameriere ha sbagliato a portarmi l'acqua, la volevo liscia e non frizzante". Posso dire che due di questi episodi riguardano mancanze gravi di operatori sanitari nei riguardi della salute di una persona che dipende da me, dunque cose serie.

Sento con questo di aver guadagnato più autocontrollo il che mi piace e mi fa bene.

Xander

Fenice

  • "Xander" è un uomo

Posts: 183

Activity points: 584

Data di registrazione: lunedì, 03 maggio 2010

Località: Nel cuore di un vulcano

Lavoro: Sopravvivo

  • Invia messaggio privato

42

mercoledì, 12 maggio 2010, 17:19

OK hai ragione, c'è una contraddizione. Il fatto è che è un tema complicato e non possiamo vederlo bianco o nero.
Attenuare o anche far sparire la rabbia col pensiero è possibile, ma molto difficile. Pertanto rappresenta un rischio per noi e per gli altri. Credo che solo sfogandola di volta in volta e imparando a gestirla e a ragionarci si possa poi arrivare a tenersela dentro mantenendo uno stato di pace e serenità.
Pretendere che di punto in bianco tutti proviamo a tenerci dentro la rabbia mi sembra assurdo, e farlo sarebbe per chiunque (chiunque sappia o abbia in dubbio di non esserne in grado) distruttivo e autodistruttivo.

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

43

mercoledì, 12 maggio 2010, 17:23

XANDER, la risposta giusta te l'ha data DALENA, infatti ti ha detto che il tuo modo di agire, riguardo alla rabbia, anche se è da te considerato giusto, potrebbe essere sbagliatissimo perciò già qui dovevi riflettere e il fatto che siate in tanti a non sapere, non depone a tuo favore.
Io aggiungo solo solo 2 cose: 1) il tuo modo considerato giusto ha la stessa provenienza della rabbia, il suggeritore è il medesimo. 2) per mettere la pietra sopra la rabbia è necessaria la riflessione e per poter riflettere in modo giusto è necessario conoscere determinate cose. ilprofeta1

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

44

mercoledì, 12 maggio 2010, 17:57

Sento con questo di aver guadagnato più autocontrollo il che mi piace e mi fa bene


non hai detto come hai fatto ad avere autocontrollo...
in pratica tu e il profeta dite che bisogna mandare via la rabbia ignorandola, guisto?
hai fatto così con la tua collega che ha fatto l'errore sanitario?
io se ignoro la rabbia e l'episodio che che mi ha provocato rabbia, per un po' mi sento libera, ma per poco... :dash:

non so più che fare... ;(

se sfogo la rabbia "dietro le quinte" (scrivendo, facendo altro, piangendo) sto bene per poco.
se sfogo la rabbia con la persona che mi ha fatto direttamente male lo faccio solo per iscritto e sto meglio ma... :S ?(
se me la tengo dentro sto molto molto male, peggio degli altri 2 modi.

sia che tieni dentro la rabbia, o che la sfoghi... puoi scoppiare fino ad impazzire...... :wasted: :sos:

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

45

mercoledì, 12 maggio 2010, 19:50

Sento con questo di aver guadagnato più autocontrollo il che mi piace e mi fa bene


non hai detto come hai fatto ad avere autocontrollo...
in pratica tu e il profeta dite che bisogna mandare via la rabbia ignorandola, guisto?
hai fatto così con la tua collega che ha fatto l'errore sanitario?
io se ignoro la rabbia e l'episodio che che mi ha provocato rabbia, per un po' mi sento libera, ma per poco... :dash:

non so più che fare... ;(

se sfogo la rabbia "dietro le quinte" (scrivendo, facendo altro, piangendo) sto bene per poco.
se sfogo la rabbia con la persona che mi ha fatto direttamente male lo faccio solo per iscritto e sto meglio ma... :S ?(
se me la tengo dentro sto molto molto male, peggio degli altri 2 modi.

sia che tieni dentro la rabbia, o che la sfoghi... puoi scoppiare fino ad impazzire...... :wasted: :sos:

CAMBI, tu considera la rabbia come fosse un bimbo capriccioso dentro di te, se gli impedisci di ottenere quello che vuole diventa cattivo ma se continui ad impedirglielo è obbligato a cedere, cosa può farti se è dentro di te? niente, la stessa cosa vale per la rabbia.

Tags usati

naturali, rabbia, rimedi