Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" è un uomo
  • "The Heart" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.275

Activity points: 7.455

Data di registrazione: mercoledì, 24 agosto 2011

Località: Roma

Lavoro: Studente psicologia

  • Invia messaggio privato

226

giovedì, 22 marzo 2012, 00:25

"Per te faranno un'eccezione. Ti daranno un forum dove divertirti per l'eternita'."

A te daranno un piedistallo dal quale fare prediche a chiunque. Ti sentirai un dio.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "The Heart" (22/03/2012, 00:32)


Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" è un uomo

Posts: 1.224

Activity points: 3.945

Data di registrazione: giovedì, 25 marzo 2010

Lavoro: Pucci

  • Invia messaggio privato

227

giovedì, 22 marzo 2012, 06:43

il paradiso e' esattamente cio' che mi aspetto dopo la mia morte. Il nulla.
La fine, il silenzio, il bellissimo dissolversi nel nero.


minkia che palle.

mi farò seppellire almeno con un ipod...
Tranquillo,RadioMaria prende anche la.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

228

giovedì, 22 marzo 2012, 08:35

Tranquillo , svogliato , che anche la si potra staccare la presa o togliere le batterie.....

Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" è un uomo

Posts: 1.224

Activity points: 3.945

Data di registrazione: giovedì, 25 marzo 2010

Lavoro: Pucci

  • Invia messaggio privato

229

giovedì, 22 marzo 2012, 08:49

RadioMaria va oltre il mero tecnologico,io la prendo anche a radio spenta.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

cl

Amico Inseparabile

  • "cl" è una donna

Posts: 1.576

Activity points: 4.847

Data di registrazione: lunedì, 26 luglio 2010

Località: lazio

Lavoro: commerciante

  • Invia messaggio privato

230

giovedì, 22 marzo 2012, 09:17

RadioMaria va oltre il mero tecnologico,io la prendo anche a radio spenta.

io non so se tu a volte mi fai venire da ridere o da piangere .... pertanto faccio tutte e due :roftl:

Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" è un uomo

Posts: 1.224

Activity points: 3.945

Data di registrazione: giovedì, 25 marzo 2010

Lavoro: Pucci

  • Invia messaggio privato

231

venerdì, 23 marzo 2012, 08:25

RadioMaria va oltre il mero tecnologico,io la prendo anche a radio spenta.

io non so se tu a volte mi fai venire da ridere o da piangere .... pertanto faccio tutte e due :roftl:
E su non fare la cattolica,puoi ridere anche senza dover piangere :assi: :assi:
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

Gretel

✿Devo essere una Sirena✿ ♥Non ho paura della profondità ma ho un gran timore della vita superficiale♥

  • Invia messaggio privato

232

venerdì, 23 marzo 2012, 14:13

Il mio paradiso

Le pagine di questo thread sono parecchie, ho letto finché ho potuto, guardando con tenerezza la storia della piccola Giulia che inizialmente ha proposto l'argomento.

Su argomenti come questi non esistono secondo me terreni di incontro, compromessi. O ci credi per fede (cioè alla cieca) oppure non ci credi, nell'ottica che esiste solo ciò che si vede e che può cadere sotto i sensi, tutto il resto è fantasia, follia di chi non si arrende alla cruda realtà dell'esistenza. Un fedele crede indipendentemente dalla logica più spicciola, anche se non può dimostrarlo, anche se ciò di cui parla non è verificabile, anche quando la razionalità umana suggerisce il contrario. Non a caso si chiama fede, ed è una delle cose più difficili che esistano, anche per chi crede.

E' molto più facile, ragionevole e immediato credere solo a ciò che può essere percepito, visto, ascoltato, toccato, ma la fede non segue nessuna strada apparentemente logica. Un cieco dalla nascita è portato a credere che i colori non esistano, che la realtà effettiva sia solo quella da lui conosciuta e constatata ogni giorno, il buio. Gli altri gli diranno di vedere cose fantastiche li fuori, gliele descriveranno magari, ma lui continuerà a non vederle e seguendo la logica secondo la quale se una cosa non si vede allora non c'è, quel cieco potrebbe essere davvero convinto che la realtà tutta sia come la vede lui, nera. Per credere a qualcos'altro dovrà fidarsi dei racconti astratti degli altri, dovrà cioè credere alla cieca, come fa un credente. Ci sono milioni di racconti nel mondo di persone che hanno visto e sentito, che sono guarite senza nessuna spiegazione da parte dalla scienza, persone che sono stati testimoni di miracoli e fatti inspiegabili. Tutti pazzi visionari? Si sbagliano tutti? Allora il mondo deve essere proprio pieno di persone che hanno costanti allucinazioni. Il punto è che finché sono gli altri a parlarcene noi non crediamo, lo facciamo solo quando capita a noi, sulla nostra pelle. Siamo tutti un po' ciechi da questo punto di vista.

Credo nel paradiso ma non so immaginarlo come una realtà fisica. Immagino sia una nuova condizione dello spirito, un luogo di gioia vera e serenità dai limiti e turbamenti umani. L'unica caratteristica che prendo in prestito dalla realtà per descriverlo è la luce. Lo immagino come un luogo pieno di luce, di una luce mai vista prima, indescrivibile e forse inimmaginabile.



Mad_the_mith

Colonna del Forum

  • "Mad_the_mith" è una donna

Posts: 2.052

Activity points: 6.198

Data di registrazione: martedì, 23 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

233

venerdì, 23 marzo 2012, 14:23

Spero solo non sia un posto noioso....
A tutta manetta in vespa e in lambretta!

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.171

Activity points: 25.122

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

234

venerdì, 23 marzo 2012, 17:41

quel cieco potrebbe essere davvero convinto che la realtà tutta sia come la vede lui, nera


Infatti la sua realta' e' nera[se e' cieco dalla nascita]. La realtà generale e condivisa dai piu' è quella che vedono la maggior parte delle persone, pur con tutti i distinguo. Tangibile e palpabile, cosi che puo' essere conosciuta anche da un cieco.

Ci sono milioni di racconti nel mondo di persone che hanno visto e sentito, che sono guarite senza nessuna spiegazione da parte dalla scienza, persone che sono stati testimoni di miracoli e fatti inspiegabili. Tutti pazzi visionari? Si sbagliano tutti?


E non esageriamo coi milioni. Fra questi ci sono anche quelli che soffrono di fosfeni e acufeni, quelli che soffrono di deliri e di percezioni psicopatologiche, quelli che vedono cose strane perchè sono pieni di droghe o di farmaci, e quelli che hanno percezioni visive, e uditive alterate da una alterata chimica cerebrale, per modificazione fisiopatologica dei neuroni.
Fatto la cernita rimane poco da contare.

Credo nel paradiso ma non so immaginarlo come una realtà fisica. Immagino sia una nuova condizione dello spirito, un luogo di gioia vera e serenità dai limiti e turbamenti umani. L'unica caratteristica che prendo in prestito dalla realtà per descriverlo è la luce. Lo immagino come un luogo pieno di luce,


Guarda che per vedere la luce ci vogliono occhi sani, un nervo ottico funzionantee un cervello che la registra e ti rimanda l'immagine. Se sei morta tutto questo non lo hai piu'. E' tutto spento. Game over.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

Licurgo

Forumista Incallito

Posts: 4.437

Activity points: 13.934

Data di registrazione: martedì, 15 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

235

venerdì, 23 marzo 2012, 18:17

Credo nel paradiso ma non so immaginarlo come una realtà fisica. Immagino sia una nuova condizione dello spirito, un luogo di gioia vera e serenità dai limiti e turbamenti umani. L'unica caratteristica che prendo in prestito dalla realtà per descriverlo è la luce. Lo immagino come un luogo pieno di luce, di una luce mai vista prima, indescrivibile e forse inimmaginabile.



Lo vedo anche io così, un luogo dello spirito. Dove i nostri migliori slanci umani sono portati al massimo della loro potenzialità.
totus tuus

viaggio all'inferno e ritorno.
una testimonianza di conversione.

http://www.santissimo.it/libri/GLORIA%20…o%20Patrizi.pdf

The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" è un uomo
  • "The Heart" è stato interdetto da questo forum

Posts: 2.275

Activity points: 7.455

Data di registrazione: mercoledì, 24 agosto 2011

Località: Roma

Lavoro: Studente psicologia

  • Invia messaggio privato

236

venerdì, 23 marzo 2012, 18:38

Quando ero bambino, mia madre mi suggeriva di immaginare un momento di felicità e di pensarlo poi prolungato all'infinito.
Ricorro tuttora a questa rappresentazione del Paradiso per percepirne la gioia!

Gretel

✿Devo essere una Sirena✿ ♥Non ho paura della profondità ma ho un gran timore della vita superficiale♥

  • Invia messaggio privato

237

venerdì, 23 marzo 2012, 18:55

quel cieco potrebbe essere davvero convinto che la realtà tutta sia come la vede lui, nera
Infatti la sua realta' e' nera[se e' cieco dalla nascita]. La realtà generale e condivisa dai piu' è quella che vedono la maggior parte delle persone, pur con tutti i distinguo. Tangibile e palpabile, cosi che puo' essere conosciuta anche da un cieco.
Il significato ultimo di questo concetto che prendeva in prestito come metafora la cecità, è che spesso non si crede a qualcosa solo perché non cade sotto i sensi. Ma sai tante cose non si vedono...eppure esistono. Il mondo è pieno di esempi come questi. Il vero limite (per me) è credere che in un universo così immenso e sconfinato, in una realtà così complessa, sottile e per lunga parte sconosciuta, l'esistente sia solo ciò che gli uomini riescano a sentire, vedere e toccare. Gli uomini, quegli esseri per loro natura carichi di limiti sia fisici che psicologici, hanno la presunzione di affermare con certezza o di negare la 'possibilità' (anche solo quella) che possa esistere qualcosa di più grande e profondo, che superi la materialità della carne di cui siamo fatti.
Ci sono milioni di racconti nel mondo di persone che hanno visto e sentito, che sono guarite senza nessuna spiegazione da parte dalla scienza, persone che sono stati testimoni di miracoli e fatti inspiegabili. Tutti pazzi visionari? Si sbagliano tutti?
E non esageriamo coi milioni. Fra questi ci sono anche quelli che soffrono di fosfeni e acufeni, quelli che soffrono di deliri e di percezioni psicopatologiche, quelli che vedono cose strane perchè sono pieni di droghe o di farmaci, e quelli che hanno percezioni visive, e uditive alterate da una alterata chimica cerebrale, per modificazione fisiopatologica dei neuroni.
Fatto la cernita rimane poco da contare.

Quando non si comprende qualcosa, che forse potrebbe avere spiegazioni di altra natura, si accusano i soggetti coinvolti di essere pazzi, deliranti o malati. Di questo la storia è piena, capita più o meno ad ogni santo. Quello che non può essere spiegato in maniera razionale e scientifica, spaventa. Chi non trova giustificazioni si appella spesso alla malattia. Per molti è rassicurante trovare per ogni cosa una causa, un motivo inconfutabile, in caso contrario si sentono spaesati, intimoriti da ciò che non può essere controllato ne previsto e che esce fuori dall'ordinario...come ad esempio un miracolo. Eppure non tutti quelli che sono testimoni di fatti straordinari sono folli o malati. Molti sono stati al vaglio dei medici che non hanno riscontrato nulla di anomalo. Basta seguire il caso "Medjugorje" per rendersene conto.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Gretel" (23/03/2012, 19:01)


Lorelay

Dannatamente idealista disillusa

  • "Lorelay" è una donna

Posts: 253

Activity points: 783

Data di registrazione: venerdì, 30 dicembre 2011

Località: L'isola che non c'é..

Lavoro: un lavorìo incessante con la mente..

  • Invia messaggio privato

238

venerdì, 23 marzo 2012, 19:16

..il Paradiso???
io lo immagino come il film "Aldilà dei sogni"..
Il tuo vero io é quello che tu sei..non quello che hanno fanno di te!

ISABELL

Giovane Amico

  • "ISABELL" è stato interdetto da questo forum

Posts: 156

Activity points: 629

Data di registrazione: martedì, 04 gennaio 2011

  • Invia messaggio privato

239

venerdì, 23 marzo 2012, 19:47

Si , probabilmente noioso ..tante nuvole e basta... pace ,serenità quindi tanta noiaaaaa... :rolleyes:

teresa inf

Utente Avanzato

  • "teresa inf" è una donna

Posts: 594

Activity points: 1.922

Data di registrazione: giovedì, 16 febbraio 2012

Località: sicilia

Lavoro: scopo di rimanere serena e felice.Ma quando???????

  • Invia messaggio privato

240

venerdì, 23 marzo 2012, 20:38

ma esiste il paradiso???????