Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.321

Activity points: 4.285

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

46

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:33

il regno di Dio è in mezzo a voi...mezzo come centro


Mi sembra un po' forzata e riduttiva come interpretazione :hmm: L'ho vista la conferenza di Braden.. Comunque grazie delle delucidazioni.
Mai avuto la presunzione di essere esaustiva :D caratteristica del bambino è anche la semplicità :girl: :assi:
:friends: Ci vorrebbe un agguato sciamanico coi fiocchi, secondo me 8o ...per accedere all'esperienza. E non ti posso essere utile in alcun modo, so farli alla grande solo a me stessa :roftl: :roftl: :roftl:
Ho'oponopono





death

Giovane Amico

Posts: 173

Activity points: 610

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

47

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:35

doppio post...anche oggi è un pò strano 8|
che intendi? :huh:
Nulla...sempliciemete non ho specificato che la linea o il pc o io che faccio pasticci abbiamo mandato avanti 2 post uguali...così, uno l'ho cancellato

io comunque sono del parere che pur essendo arrivati a percepire l'amore in ogni cosa sulla terra, rimane sempre come vibrazione un "mondo inferno".. e credo che chi è uscito dalla ruota del karma e rimane lo fa con "sacrificio" per aiutare gli altri nell'ascesa, sulla terra "ci si fa le ossa", e non è affatto detto che sia stato il primo pianeta o dimensione per tutti.. :hi:
In parte sono d'accordo :) . Il termine sacrificio mi spaventa per l'uso improprio che se n'è fatto allo scopo di manipolare le genti.
Se intendi con la gioia di farlo si, altrimenti è meglio farsi i fattini propri....ma immagino tu lo intenda nel secondo senso :thumbsup:
sta tra le virgolette apposta :D raggiunto un certo grado di illuminazione ciò che conta è aiutare le anime nell'ascesa, ma una volta fuori dal karma si può scegliere, e l'aiuto lo si può dare anche da altri piani, anzi io direi che siamo in un periodo la quale le maggiori iniziazioni avvengono proprio su altri piani.. per questo molti all'improvviso hanno il boom dell'espansione di coscienza, (iniziata anni prima e giunta a maturazione) pure piuttosto destabilizzante all'inizio :D
:assi: :thumbsup: assolutamente...

io ho ancora il viziaccio di parlarne :thumbdown: ...hai ragione tu ^^
qualcosa mi dice che hai sbagliato a quotare, perchè non trovo il nesso :P
^^ forse, parlarne è poco "amorevole" in quanto struttura la mente impedendo l'esperienza che è la sola in grado di far comprendere...hai ragione a non coglierne il nesso.... :rolleyes: non ho fatto il collegamento con il post in cui menzionavi la sovrastruttura, ma ti ho risposto come se stessimo parlando faccia a faccia. Devo mettere più attenzione in queste cose, altrimenti la chiarezza :wasted: nella comunicazione virtuale ne risente.

:hi: :friends: grazie per avermelo fatto notare
sai, io sono un grande pensatore, macino macino e macino.. a volte l'incessante pensiero mi travolge nei suoi mondi, tuttavia ho un tipo di pensiero molto astratto, questo mi salva perchè sono più le intuizioni e le "lampadine che s'accendono" che il vociferare a circolo chiuso.. tra l'altro sono una spugna, mi piace assimilare quanto posso di qualunque cosa per poi trovarci un punto in comune(esempio banale: chakra e sistema endocrino), ma sono arrivato a concludere che mi frena nel processo esperienziale.. una volta senza problemi riuscivo ad avere proiezioni extracorporee, ora invece faccio fatica proprio perchè non è la paura a frenarmi, ma il continuo catalogare e definire "faccio così e cosà ecc..".. e l'unica mia salvezza è il non-fare, e l'attività fisica con intento, poichè per questione energetica, sono molto "sparato verso l'alto", e necessito di equilibrare verso i centri cosiddetti bassi, per fare un po di pulizia nel canale mentale, ma dopotutto, ognuno ha la sua natura, e per quanto posso integrarla il pensiero sarà sempre la mia croce e la mia delizia :D suppongo che anhe tu sei una pensatrice :thumbsup:

death

Giovane Amico

Posts: 173

Activity points: 610

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

48

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:36

il regno di Dio è in mezzo a voi...mezzo come centro


Mi sembra un po' forzata e riduttiva come interpretazione :hmm: L'ho vista la conferenza di Braden.. Comunque grazie delle delucidazioni.
Mai avuto la presunzione di essere esaustiva :D caratteristica del bambino è anche la semplicità :girl: :assi:
:friends: Ci vorrebbe un agguato sciamanico coi fiocchi, secondo me 8o ...per accedere all'esperienza. E non ti posso essere utile in alcun modo, so farli alla grande solo a me stessa :roftl: :roftl: :roftl:
e una buona dose di follia controllata..don juan :love:

49

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:40

da sola nn ci riesco, nn so dribblare.
questo è il mio limite.
condannata per sempre.

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.321

Activity points: 4.285

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

50

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:43

il regno di Dio è in mezzo a voi...mezzo come centro


Mi sembra un po' forzata e riduttiva come interpretazione :hmm: L'ho vista la conferenza di Braden.. Comunque grazie delle delucidazioni.
Mai avuto la presunzione di essere esaustiva :D caratteristica del bambino è anche la semplicità :girl: :assi:
:friends: Ci vorrebbe un agguato sciamanico coi fiocchi, secondo me 8o ...per accedere all'esperienza. E non ti posso essere utile in alcun modo, so farli alla grande solo a me stessa :roftl: :roftl: :roftl:
e una buona dose di follia controllata..don juan :love:
8o :love: :roftl: :love: :roftl: Si...proprio quella :pump:

:friends:
Ho'oponopono





Luca Canetti

Pace e bene!

  • "Luca Canetti" è un uomo

Posts: 1.088

Activity points: 4.321

Data di registrazione: giovedì, 18 dicembre 2008

Località: Ferrara

Lavoro: Studente

  • Invia messaggio privato

51

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:44

Se non sarete come bambini, non entrerete affatto nel regno dei cieli....mi ci butto anch'io coi 3d sulla spiritualità

E se il regno dei cieli, anziché essere in cielo fosse in TERRA e fosse, invece, il centro del cuore - 4° chakra - in cui regna l'amore, a differenza del 2° in cui regna la visceralità/istintività e del 6° in cui regna la razionalità/raziocinio (tutti, peraltro, centri di energia "femminile"? ....cosa potrebbe significare :thinking: essere come bambini, in questa prospettiva?

^^


E' inutile che io intervenga in questioni teologiche, perchè la maniera in cui vengono trattate e a volte anche bistrattate mi fa andare in bestia.

death

Giovane Amico

Posts: 173

Activity points: 610

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

52

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:44

delta, theta, alfa, beta, gamma.
Si può imparare a raggiunger le onde gamma gradualmente e per periodi sempre maggiori con la meditazione.


Questo discorso lo conoscevo.

Scusami aina, ma continuo a non capire cosa c'entri il livello dell'intenzione (così come l'hai spiegato) con il discorso che facevi all'inizio. Mio limite, ovviamente :hmm: E continuo anche a non capire perché dai questa maggiore importanza al 4° chakra..ma forse sto capendo male anche questo.

Comunque io continuo a restare scettico riguardo a queste divisioni di ciò che è spirituale. Per una mia impostazione, credo che il misticismo sia la ricerca della percezione dell'unità e ogni suddivisione, non importa se visibile o invisibile, mi sembra appartenere al livello di maya. Ad ogni modo questo durerà ovviamente solo finché non avrò percezione diretta di ciò di cui stiamo parlando.. posto che accada prima o poi ^^
sono daccordo in parte, poichè come tutto ha delle fasi il processo, se comunque si ha una coscienza duale, si deve far esperienza della divisione, ciò vuoldire che è necessario dividere i centri energetici sulla quale lavorare, mantenendo però l'intenzione e la consapevolezza sul fatto che lavorando su un centro, piano, quello che è.. come percezione, in "realtà" avviene una trasformazione in tutti i campi

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.321

Activity points: 4.285

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

53

lunedì, 08 febbraio 2010, 13:47

da sola nn ci riesco, nn so dribblare.
questo è il mio limite.
condannata per sempre.
8o ...che dici, il fatto di essere sensitiva ti depista un pò (senti intensamente le energie congeste, le assorbi e non riesci a liberartene), ma sta lì la tua "salvezza"

ne riparliamo, vuoi...magari inmp
Ho'oponopono





aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.321

Activity points: 4.285

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

54

lunedì, 08 febbraio 2010, 14:01

Se non sarete come bambini, non entrerete affatto nel regno dei cieli....mi ci butto anch'io coi 3d sulla spiritualità

E se il regno dei cieli, anziché essere in cielo fosse in TERRA e fosse, invece, il centro del cuore - 4° chakra - in cui regna l'amore, a differenza del 2° in cui regna la visceralità/istintività e del 6° in cui regna la razionalità/raziocinio (tutti, peraltro, centri di energia "femminile"? ....cosa potrebbe significare :thinking: essere come bambini, in questa prospettiva?

^^


E' inutile che io intervenga in questioni teologiche, perchè la maniera in cui vengono trattate e a volte anche bistrattate mi fa andare in bestia.
Beh, Luca, capisco la tua indignazione :S e mi spiace che il mio aver impostato l'argomento partendo dal Vangelo ti infastidisca. Veramente.


E', comunque, un'emozione che conosco bene( essere indignati per una "mancanza di rispetto" del Sacro), quindi ti chiedo scusa per l'offesa involontaria. Il mio intento non era offendere chi tiene, come te, ad una PUREZZA del messaggio scritturale evitando la sua comparazione con fonti diverse, bensì, ampliare un concetto e poterne parlare con piacere, gioco e semplicità.


Sentiti libero di ignorare il 3d e anche me se ti infastidisce, mi dispiacerebbe perché su altre tematiche eravamo all'unisono...ma non si può esserlo sempre


:hi:
Ho'oponopono





death

Giovane Amico

Posts: 173

Activity points: 610

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

55

lunedì, 08 febbraio 2010, 14:04

da sola nn ci riesco, nn so dribblare.
questo è il mio limite.
condannata per sempre.

le parole hanno potere, innanzitutto prova a cambiare rapporto con ciò che pensi di te, e poi, infrangi le abitudini, e da quello che ho letto nei post precedenti credo che tu abbia bisogno di un silenzio contemplativo, ma sicuramente non a casa :)

infatti fare yoga per me nn va bene, contribuisco a bloccare le mie emozioni.

c'è un passo magico del lignaggio tolteco che se fatto con intento aiuta a lasciar andare, io ci ho risolto il mio problema di stitichezza, dovuto al fatto che voglio trattenere e controllare troppo me e ciò che mi circonda, se ti interessa ti spiego nel dettaglio.

spero d'esserti stato d'aiuto :)

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "death" (08/02/2010, 14:10)


PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" è un uomo

Posts: 1.642

Activity points: 5.080

Data di registrazione: sabato, 26 aprile 2008

Località: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Invia messaggio privato

56

lunedì, 08 febbraio 2010, 14:54

aina, non era una questione di semplicità o complessità, contestavo proprio l'interpretazione. Comunque non importa ^^

come tutto ha delle fasi il processo, se comunque si ha una coscienza duale, si deve far esperienza della divisione, ciò vuoldire che è necessario dividere i centri energetici sulla quale lavorare, mantenendo però l'intenzione e la consapevolezza sul fatto che lavorando su un centro, piano, quello che è.. come percezione, in "realtà" avviene una trasformazione in tutti i campi


death..sì, come tutto ha delle fasi il processo, quello che non capisco per ora è perché aggiungere delle fasi laddove non sarebbero necessarie... maya è già abbastanza confusiva se ci fermiamo al solo visibile; perché indagare l'eventuale invisibile? per aggiungere stratificazioni all'illusione di separazione e renderla più ricca e complessa? La percezione mistica, stando almeno a quello che si legge, è la percezione della Realtà unica e indivisa... dove le separazioni con le loro forme e colori sono solo ombre e riflessi... e noi andiamo ad aggiungere ombre su ombre..?

(Tra l'altro tecnicamente siamo OT, però pensavo, che questo atteggiamento indagatore e scompositivo dell'invisibile è anche ben poco da 'bambini'.)
and maybe I will see a different destiny
like knowing you at all was only a bad dream.

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.321

Activity points: 4.285

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

57

lunedì, 08 febbraio 2010, 15:09

aina, non era una questione di semplicità o complessità, contestavo proprio l'interpretazione. Comunque non importa ^^
;) meno male...
maya è già abbastanza confusiva se ci fermiamo al solo visibile; perché indagare l'eventuale invisibile? per aggiungere stratificazioni all'illusione di separazione e renderla più ricca e complessa? La percezione mistica, stando almeno a quello che si legge, è la percezione della Realtà unica e indivisa... dove le separazioni con le loro forme e colori sono solo ombre e riflessi... e noi andiamo ad aggiungere ombre su ombre..?
Sono d'accordo sulla complessità di Maya, anche se ciò che vediamo è il riflesso di ciò che abbiamo al nostro interno. Molto chiaro direi, quindi. La realtà è un specchio. Ombre su ombre si aggiungono non sapendo, per alcuni, per altri è il contrario, come ogni cosa quando la mente è divisa tra bene/male, giusto/sbagliato e tutte le dicotomie e polarità esistenti. Lo sviluppo della consapevolezza è pieno di incognite, ma la strada per eliminanre tante è proprio evitare il giudizio....dopo aver imparato bene a riconoscerlo in sé :rolleyes: (parlo per me, in primis)

Di argomenti quì ne ho letti tanti e di tutti i tipi e gusti, uno in più non ucciderà nessuno, spero 8o


O.T. rispetto a cosa?...si sta ancora argomentando e scambiando opinioni su un eventuale accezione di parole molto profonde che implicano significati al di là di quelli immediatamente capiti o intuiti e cioè cosa significhi esser bambini e come questo possa condurre ad amare e accettare le persone come sono, senza giudicarle. Se tutti lo facessero, credimi che non esisterebbero più ombre delle quali spaventarsi inutilmente. I primi a doverlo fare siamo sempre noi, ovviamente, non gli altri. Quando lo facciamo, il "paradiso" si apre alla nostra vita anche in mezzo all'inferno



P.S.
non è un atteggiamento ma la descrizione di ciò che una pranoterapeuta molto efficace "vede" quando guarisce le persone


http://www.barbarabrennan.com/welcome/introduction.html
Ho'oponopono




Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "aina" (08/02/2010, 15:25)


death

Giovane Amico

Posts: 173

Activity points: 610

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

58

lunedì, 08 febbraio 2010, 15:22

aina, non era una questione di semplicità o complessità, contestavo proprio l'interpretazione. Comunque non importa ^^

come tutto ha delle fasi il processo, se comunque si ha una coscienza duale, si deve far esperienza della divisione, ciò vuoldire che è necessario dividere i centri energetici sulla quale lavorare, mantenendo però l'intenzione e la consapevolezza sul fatto che lavorando su un centro, piano, quello che è.. come percezione, in "realtà" avviene una trasformazione in tutti i campi


death..sì, come tutto ha delle fasi il processo, quello che non capisco per ora è perché aggiungere delle fasi laddove non sarebbero necessarie... maya è già abbastanza confusiva se ci fermiamo al solo visibile; perché indagare l'eventuale invisibile? per aggiungere stratificazioni all'illusione di separazione e renderla più ricca e complessa? La percezione mistica, stando almeno a quello che si legge, è la percezione della Realtà unica e indivisa... dove le separazioni con le loro forme e colori sono solo ombre e riflessi... e noi andiamo ad aggiungere ombre su ombre..?

(Tra l'altro tecnicamente siamo OT, però pensavo, che questo atteggiamento indagatore e scompositivo dell'invisibile è anche ben poco da 'bambini'.)
infatti io sono il primo a dire che sono solo effimere razionalizzazioni di un qualcosa che va speriementato e basta, il nagual :)

aina

in equilibrio tra i mondi

  • "aina" è una donna
  • "aina" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.321

Activity points: 4.285

Data di registrazione: martedì, 08 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

59

lunedì, 08 febbraio 2010, 16:08

sai, io sono un grande pensatore, macino macino e macino.. a volte l'incessante pensiero mi travolge nei suoi mondi, tuttavia ho un tipo di pensiero molto astratto, questo mi salva perchè sono più le intuizioni e le "lampadine che s'accendono" che il vociferare a circolo chiuso.. tra l'altro sono una spugna, mi piace assimilare quanto posso di qualunque cosa per poi trovarci un punto in comune(esempio 8o banale: chakra e sistema endocrino), ma sono arrivato a concludere che mi frena nel processo esperienziale.. una volta senza problemi riuscivo ad avere proiezioni extracorporee, ora invece faccio fatica proprio perchè non è la paura a frenarmi, ma il continuo catalogare e definire "faccio così e cosà ecc..".. e l'unica mia salvezza è il non-fare, e l'attività fisica con intento, poichè per questione energetica, sono molto "sparato verso l'alto", e necessito di equilibrare verso i centri cosiddetti bassi, per fare un po di pulizia nel canale mentale, ma dopotutto, ognuno ha la sua natura, e per quanto posso integrarla il pensiero sarà sempre la mia croce e la mia delizia :D suppongo che anhe tu sei una pensatrice :thumbsup:
in effetti per molto tempo ho pensato e riflettuto...ora sono sull'attività fisica con intento 8o ....ma non riesco a farla al forum :D ...così ho esposto pensieri e descrizioni....ma da ora in poi :ohno: ...hai ragione per l'ennesima volta :assi: ....

come farò a trasmettere 'ste cose in questa sede senza ricorrere ai pensieri devo ancora impararlo...ma sono veloce



Ho'oponopono





death

Giovane Amico

Posts: 173

Activity points: 610

Data di registrazione: domenica, 20 settembre 2009

  • Invia messaggio privato

60

lunedì, 08 febbraio 2010, 16:35

sai, io sono un grande pensatore, macino macino e macino.. a volte l'incessante pensiero mi travolge nei suoi mondi, tuttavia ho un tipo di pensiero molto astratto, questo mi salva perchè sono più le intuizioni e le "lampadine che s'accendono" che il vociferare a circolo chiuso.. tra l'altro sono una spugna, mi piace assimilare quanto posso di qualunque cosa per poi trovarci un punto in comune(esempio 8o banale: chakra e sistema endocrino), ma sono arrivato a concludere che mi frena nel processo esperienziale.. una volta senza problemi riuscivo ad avere proiezioni extracorporee, ora invece faccio fatica proprio perchè non è la paura a frenarmi, ma il continuo catalogare e definire "faccio così e cosà ecc..".. e l'unica mia salvezza è il non-fare, e l'attività fisica con intento, poichè per questione energetica, sono molto "sparato verso l'alto", e necessito di equilibrare verso i centri cosiddetti bassi, per fare un po di pulizia nel canale mentale, ma dopotutto, ognuno ha la sua natura, e per quanto posso integrarla il pensiero sarà sempre la mia croce e la mia delizia :D suppongo che anhe tu sei una pensatrice :thumbsup:
in effetti per molto tempo ho pensato e riflettuto...ora sono sull'attività fisica con intento 8o ....ma non riesco a farla al forum :D ...così ho esposto pensieri e descrizioni....ma da ora in poi :ohno: ...hai ragione per l'ennesima volta :assi: ....

come farò a trasmettere 'ste cose in questa sede senza ricorrere ai pensieri devo ancora impararlo...ma sono veloce


be se tu senti di esprimerti con un catalogo così dettagliato mica sbagli :D questo è un forum di discussione quindi è normale che si trasmette ciò che si pensa e si macina con la mente, basta che non ti fissi perchè il rischio è quello, anche perchè la mente troverà sempre qualcosa su cui macinare :assi:

"L'uomo medio si cura che le cose siano vere o false, ma il guerriero no.
L'uomo medio procede in modo specifico con le cose che sa essere vere
e in modo diverso con le cose che sa non essere vere. Se le cose sono
dette vere, agisce e crede in quello che fa, ma se le cose sono dette
non vere, non si cura di agire o non crede in quello che fa. Il guer-
riero, d'altra parte, agisce in entrambi i casi. Se le cose sono dette vere,
agisce per fare il fare, se sono dette non vere, agisce ancora per fare
il non-fare"

:thumbsup:

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite