Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Anahita

Unregistered

1

Thursday, February 4th 2010, 11:58pm

Satanismo...perchè?!

Il Satanismo può andare dalla semplice e stupida moda fino a sfociare in episodi di violenza terribili.
Io mi chiedo: ma che senso ha il Satanismo?
Quali implicazioni ci sono tra il Satanismo e il nostro, ahimè naturale, istinto al male?
VOI COSA NE PENSATE?
Vi posto un video molto interessante:


PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" is male

Posts: 1,552

Activitypoints: 4,803

Date of registration: Apr 26th 2008

Location: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Send private message

2

Friday, February 5th 2010, 12:46pm

RE: Satanismo...perchè?!


Io mi chiedo: ma che senso ha il Satanismo?
Quali implicazioni ci sono tra il Satanismo e il nostro, ahimè naturale, istinto al male?


Bell'argomento, Anahita.

Alla prima domanda, ti rispondo che il senso del satanismo è analogo a quei riti bacchici, orgiastici, che si officiavano nell'antichità pagana, oppure (non è lo stesso: è proprio un altro caso) di quelle sette orientali che si immergono coscientemente in tutto ciò che è sporco, immondo, basso.

Il primo intento è semplicemente liberatorio: oppressi da una morale che non riconoscono come propria, dall'ipocrisia del "senso comune", dall'omologazione e dalla cultura repressiva, certi soggetti attraverso il satanismo esprimono le proprie pulsioni liberamente e si riappropriano della propria individualità, del diritto di esprimerla. Satana nel loro caso è il simbolo (archetipo) proprio del ribelle che combatte per affermare la propria esistenza, la propria individualità, il proprio diritto a risplendere autonomamente e nel modo che si sente spontaneo, non soggiacendo a regole morali arbitrarie.

Nel secondo caso, molto più raffinato e raro, si tratta di una discesa cosciente nelle proprie paure e nei propri lati oscuri, nell' "inferno" delle possibilità dell'esistenza, per 'esorcizzarlo', conoscerlo, accoglierlo in sé, e in qualche modo dominarlo; facendolo diventare parte di sé, accogliendolo, si diventa completi, attraverso lo choc si purifica l'inconscio e si raggiunge la piena consapevolezza.

Il primo caso è decisamente il più diffuso e conosciuto. L'essere umano è ricco di pulsioni, di energie, di spinte che non possono essere semplicemente 'represse' come vorrebbe la morale religiosa. Bisogna trovare il modo di esprimerle, ma farlo in accordo alla morale è pressoché impossibile, o comunque necessiterebbe un'educazione interiore che le società di oggi non offrono (anzi: semmai offrono una diseducazione interiore). Immagina perciò la psiche umana come un palloncino che continua a incamerare aria senza mai liberarsi: prima o poi scoppia. Le energie represse finiscono per liberarsi da sé, in modi, a volte, come ricordi tu, anche violenti o dannosi (ma non sempre).

Il satanismo sorge come moto cosciente per liberare queste energie, esprimerle anziché reprimerle con atti coscienti. (Chi non lo fa, molto facilmente finisce preda di nevrosi, psicosi, e nei casi più gravi può diventare suicida, o prendere un mitra e ammazzare qualcuno in giro senza motivo, o altri casi di cronaca che sono noti a tutti.) Essendo energie molto potenti, maneggiarle è delicato, e di tanto in tanto può scapparci un fallimento nel tentare di controllarle anche quando si cerca di farlo coscientemente.

Alla seconda domanda non posso risponderti perché non credo nel male né in una fantomatica inclinazione dell'essere umano ad esso. :)
honest to God I'll break your heart, tear you to pieces, rip you apart

Anahita

Unregistered

3

Friday, February 5th 2010, 1:01pm

Se queste persone non riconoscono il codice morale corrente, non possono fare come i famosi figli dei fiori? Formavano delle "famiglie", si davano al sesso libero, si drogavano, predicavano l'amore e i danni che facevano li facevano solo su se stessi! :cursing:
C'è anche da dire che, però, se pensiamo al famoso caso dell'omicidio di Sharon Tate, gli assassini provenivano proprio da una "comune" di figli dei fiori.... :thinking:
E comunque, dai, non c'è bisogno di essere satanisti per fare ciò che, in fondo, la cultura (o pseudocultura) di oggi accetta pienamente! Basta dare una sbirciata alla sezione "Sesso e psiche" per rendersene conto..... :D :D

PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" is male

Posts: 1,552

Activitypoints: 4,803

Date of registration: Apr 26th 2008

Location: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Send private message

4

Friday, February 5th 2010, 1:13pm

Anahita, in parte ti sei già risposta da sola. Anche dagli hippies sono venuti episodi non proprio pacifici. E questo è una conferma a quanto ti dicevo: la società, specialmente da quando è sotto il giogo della religione, è moralmente repressiva; le persone accumulano energie potenti e incontrollabili; inevitabile che scoppino (guerre, kamikaze, violenza gratuita etc.). E ovviamente, ogni esperimento (che sia il modello hippy o il satanismo) che tende alla liberazione ed espressione cosciente, volontaria, guidata di quelle energie, finisce per generare anche degli incidenti di percorso, degli episodi in cui il controllo non è del tutto riuscito.

Quanto alla seconda questione... non è così semplice. Ci sono persone che, nell'infanzia, hanno ricevuto un'educazione più bigotta, 'morale' e repressiva, e persone che invece sono cresciute in famiglie più smaliziate, più razionali o più liberali; dipende, di caso in caso il gioco degli equilibri è diverso, e non si può generalizzare. In 'sesso e psiche' comunque non ho ancora visto casi che possono corrispondere a gesti liberatori o amorali. Ci sono perlopiù storie comuni e interrogativi comuni di sesso nella coppia e cose del genere.

Le energie, le pulsioni profonde, i moti inconsci, sono molto più complessi e sotterranei e non emergono così facilmente. Ci sono in ogni essere umano pulsioni e moti che, se espressi in certi modi, non sarebbero accettati neanche nella sezione 'sesso e psiche' di questo forum, e che troverebbero libera espressione solo in una società non religiosamente orientata e culturalmente non repressiva. Parliamo di pura energia, non di problemi di sesso in una coppia; e per quella i casi sono due: o una persona cresce in un certo modo, con una certa educazione, in modo da ottenere un determinato grado di autoconsapevolezza e di capacità di esprimere e sublimare quell'energia interiore, oppure, se è incatenato, prima o poi dovrà esplodere e togliersi quelle catene per sfogarsi un po'. E il satanismo è uno dei modi.
honest to God I'll break your heart, tear you to pieces, rip you apart

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 7,436

Activitypoints: 22,833

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

5

Friday, February 5th 2010, 2:15pm

satanismo e' rifiuto e desiderio di vendetta contro genitori deludenti, rifugio in gruppi strutturati dove trovare reietti con cui non sentirsi inferiori, e un genitore nuovo che permetta ogni licenziosita' ma anche disciplina e sottomissione.

Tipico del bambino ribelle che si manifesta nella sua forma attiva [persecutore] e nella sua forma passiva [vittima].

Satana e' la rappresentazione del Genitore orco, o porco.

DeliciouS

Voglia d'estate!

  • "DeliciouS" is female
  • "DeliciouS" has been banned

Posts: 583

Activitypoints: 1,798

Date of registration: Jan 20th 2010

  • Send private message

6

Friday, February 5th 2010, 2:23pm

C'è chi dice che il vero satanismo non è credere nel diavolo ma è l'autoglorificazione di sè stessi, ovvero considerare se stessi dio, e in questo caso...io mi dovrei considerare satanista! :thumbsup: Però per i più è visto in maniera grottesca, malata, con l'ausilio di demoni diavoli e compagnia bella, e diciamo che ci marciano.
Per me comunque non è nè migliore nè peggiore del cattolicesimo o di altre religioni: sempre di fanatismo si tratta, a prescindere dall'oggetto a cui è rivolto.
Quindi io preferirei analizzare il perchè si diventa fanatici, al di là del proprio oggetto di culto.

PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" is male

Posts: 1,552

Activitypoints: 4,803

Date of registration: Apr 26th 2008

Location: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Send private message

7

Friday, February 5th 2010, 2:57pm

Beh non tutti i cattolici né tutti i satanisti sono fanatici. E Anahita si interrogava sul satanismo non sul fanatismo :)
honest to God I'll break your heart, tear you to pieces, rip you apart

DeliciouS

Voglia d'estate!

  • "DeliciouS" is female
  • "DeliciouS" has been banned

Posts: 583

Activitypoints: 1,798

Date of registration: Jan 20th 2010

  • Send private message

8

Friday, February 5th 2010, 3:36pm

Sì, ma nel momento in cui non si è fanatici è un culto come un altro. Diventa pericoloso nel momento in cui vi è ossessione, come per tutto.
Chiedersi che senso ha il satanismo, al di là delle violenze, è come chiedersi che senso hanno il cattolicesimo, il paganesimo o l'islamismo.... l'unico senso è che l'essere umano ha bisogno di qualcosa a cui appigliarsi e credere, a prescindere da cosa sia.

PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" is male

Posts: 1,552

Activitypoints: 4,803

Date of registration: Apr 26th 2008

Location: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Send private message

9

Friday, February 5th 2010, 3:44pm

DeliciouS, stranamente su questo sono d'accordo con te ;) Però, conoscendo Anahita da credente cattolica qual è, penso che la sua domanda fosse diretta in generale al satanismo e non solo a quello fanatico, perché, essendo fervente credente e convinta di appartenere al lato buono della Forza, probabilmente trova assolutamente insensato anche solo offrire un culto moderato al re del Male. Però questo può confermarlo o smentirlo solo lei :)
honest to God I'll break your heart, tear you to pieces, rip you apart

Diverso

Utente Diverso

  • "Diverso" is male

Posts: 1,341

Activitypoints: 4,149

Date of registration: Jul 12th 2009

  • Send private message

10

Friday, February 5th 2010, 4:24pm

RE: Satanismo...perchè?!

Io mi chiedo: ma che senso ha il Satanismo?
Lo stesso senso che hanno molte altre cose, ad esempio: la religione, iniziare a fumare da bambini, il grande fratello, i partiti politici, la festa di san valentino, essere attraenti e vestirsi in maniera provocante, ubriacarsi, lanciare sassi dal cavalcavia, essere fanatici di calcio...

Tutti cose che attraggono, tanto per fare qualcosa di diverso oppure per essere come gli altri, tanto per avere un nostro dio e una nostra droga. Certe divinita' e certe droghe sono piu' pericolose di altre, ma il concetto non cambia.
Piacere, sono un troll. Meta' di quello che dico e' vero, l'altra meta' e' falso. Io stesso non so distinguere le due meta'.

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" is female

Posts: 3,354

Activitypoints: 10,307

Date of registration: Jul 20th 2008

Location: Altrove

Occupation: Allevo tarli

  • Send private message

11

Friday, February 5th 2010, 5:09pm

Scusate se mi permetto di dire che mi date l'impressione di parlare veramanente con pochissima cognizione di causa... il Satanismo in generale è una corrente di pensiero con numerose divaricazioni e divisioni interne, forse prima di parlarne potreste documentarvi un po' meglio... l'oggetto di discussione di questo topic penso sia il Satanismo acido.
[...]

This post has been edited 1 times, last edit by "LunaX" (Feb 5th 2010, 5:20pm)


PaulVerlaine

Il Poeta Maledetto

  • "PaulVerlaine" is male

Posts: 1,552

Activitypoints: 4,803

Date of registration: Apr 26th 2008

Location: dans le bleu d'une mer sans fin

  • Send private message

12

Friday, February 5th 2010, 5:12pm

LunaX, non pretendo di essere il massimo esperto europeo di satanismo, ma non è neanche la prima volta che ne sento parlare, ho letto alcune cose sull'argomento e sono abbastanza documentato.
honest to God I'll break your heart, tear you to pieces, rip you apart

This post has been edited 1 times, last edit by "PaulVerlaine" (Feb 5th 2010, 5:22pm)


LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" is female

Posts: 3,354

Activitypoints: 10,307

Date of registration: Jul 20th 2008

Location: Altrove

Occupation: Allevo tarli

  • Send private message

13

Friday, February 5th 2010, 5:29pm

Copio questa distinzione basilare da Wikipedia

Tra i movimenti satanici derivati dal satanismo di LaVey vi sono:
* il satanismo religioso o tradizionale - I membri di questa categoria credono (richiamandosi più o meno esplicitamente ad una condanna totale o parziale del Cristianesimo) nell'esistenza di una divinità personale, il Principe delle tenebre, a cui rendono culto sotto vari nomi. Il gruppo più conosciuto è il Tempio di Set (fondato nel 1975 a San Francisco da Michael Aquino in aperta polemica contro le idee di LaVey), i cui aderenti, richiamandosi solo in superficie anche al Neopaganesimo, sostengono di adorare l'antico dio maligno egizio Seth. Tra i satanisti religiosi, i luciferinisti praticano una versione moderna del Manicheismo nella quale Lucifero è adorato come un principio necessariamente complementare a Dio, mentre i satanisti occultisti si richiamano esplicitamente al Cristianesimo accettando gli assunti di base della Bibbia, ma facendosi promotori di un radicale sovvertimento dei valori del Cristianesimo.
* il satanismo razionalista - Si tratterebbe in realtà dell'Ateismo (per i cattolici ma Nichilismo per gli atei) concepito in chiave estremamente materialista, edonista, anticristiana ed umanista: i suoi aderenti, pur non credendo in alcuna divinità, adottano il nome "satana" - considerato il ribelle contro il dio cristiano e, dunque, come una figura emblematica di ribellione contro il sistema di valori cristiani - in contrapposizione all'ideologia cristiana, che ritengono oscurantista in quanto mortificherebbe l'uomo, togliendogli ogni valore. Essi si propongono di divinizzare l'uomo, facendone oggetto di culto con l'elevarlo al di sopra di ogni cosa. Una parte di costoro, i satanisti filosofici, pratica la Magia, ricollegandosi all'Occultismo, e non nega l'esistenza dell'anima e di un aldilà.
* il satanismo acido - Si tratterebbe del fenomeno delle cosiddette Bestie di Satana, ossia di quel fenomeno di gruppi e singoli dediti a condotte sessuali orgiastiche ed anticonvenzionali nonché a vari fatti criminosi, tra cui azioni violente, l'abuso e lo spaccio di droga e l'attività di profanazione di cimiteri, che essi dichiarano di compiere in nome di satana e contro il dio cristiano. Molti di costoro si richiamano alla figura di personaggi come Charles Manson.
[...]

DeliciouS

Voglia d'estate!

  • "DeliciouS" is female
  • "DeliciouS" has been banned

Posts: 583

Activitypoints: 1,798

Date of registration: Jan 20th 2010

  • Send private message

14

Friday, February 5th 2010, 6:36pm

I punti cardine del satanismo di LaVey (testo preso da Yahoo).

"Edonismo----Apologia ai Piaceri Terreni fine a se stessi, senza alcun
senso di colpa di dover asteneresi per falsi e decadenti valori morali
superati e finalizzati solo all'oppressione indivuduale delle persone.

Segui gli istinti naturali che ti ha offerto il mondo invece di
reprimerli e reprimere te stesso, eccedi se ritieni oppurtuno eccedere,
contieniti se la ragione di suggerisce il contegno.



Egocentrismo---Anarchia, Narcisismo, Autostima, Dove tutto ruota sui
tuoi bisogni (o solo su coloro che meritano il tuo amore). Esaltazione
Suprema di te stesso, tu sei il Tuo Dio da adorare.

Non esiste ne' dio e ne' il diavolo, essi non sono altro che archetipi,
metafore, delle passioni, virtù e comportamente umani, sono tutti
riflessi inconsci di te stesso.



Ragione----- Rigetto Totale di ogni sorta di Dogma, Apertura Mentale,
Capacità Logica, e sopratutto Buon Senso nell'Azione, senza scadere nel
fanatismo (la stupidità è considerata il "peccato" peggiore nel
satanismo).

Ribellione dove c'è Oppressione, non lasciare mai che l'invalicabile
muro della fede fideistica, ostacoli il naturale bisogno di avere Dubbi
dell'Uomo.



Relativismo-------ne' morale o immorale, la Filosofia è Amorale, Noi
siamo i nostri redentori e punitori, la nostra coscienza è unica
giudice di noi stessi, non esitono concetti assoluti di bene e male,
essi sono relativi, soggettivi e non applicabili alla massa.Ciò che è
male per te può essere bene per te e viceversa. Se a te sta bene,
allora va bene.




Dualismo-----Odia chi ti odia e Ama chi ti ama, Vivi il presente, ma
pensa al Futuro, lasciati andare ma autodisciplinati mentalmente,
raggiungi l'Equilibrio dei Parametri Opposti, tramite la Convivenza e
l'Alternanza di ciò che la società ha etichettato come giusto o
sbagliato, sebbene sia l'uno che l'altro non sono altro che
omologazioni decise a tavolino da coloro che non vogliono altro che
detenere il controllo sulle nostre vite."











Io personalmente sono d'accordo con questa tipologia di pensiero e l'ho sempre applicata a me stessa fin dall'infanzia, ben prima di venire a conoscienza del fatto che fosse un tipo di Satanismo.

Anahita

Unregistered

15

Friday, February 5th 2010, 8:23pm

DeliciouS, stranamente su questo sono d'accordo con te ;) Però, conoscendo Anahita da credente cattolica qual è, penso che la sua domanda fosse diretta in generale al satanismo e non solo a quello fanatico, perché, essendo fervente credente e convinta di appartenere al lato buono della Forza, probabilmente trova assolutamente insensato anche solo offrire un culto moderato al re del Male. Però questo può confermarlo o smentirlo solo lei :)


Che bravo Paul, mi leggi nel pensiero! :love:
Io mi chiedevo, come ho già scritto, che senso ha IL satanismo, senza distinzione alcuna.
Delicious, se proprio andiamo a vedere (senza offesa, eh!) anche il tuo nichilismo è una forma di fanatismo, il culto del nulla all'ennesima potenza.
Per favore, non cadiamo nei soliti stereotipi! :dash: