Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

16

martedì, 02 febbraio 2016, 23:14

doctor Faust
Il ragionamento che io ho scritto non è un commento ma è pura matematica. "Tutti possono negare l'esistenza di Dio ma il negare del mondo intero, non garantisce a nessuno che Dio non ci sia."
Questo ragionamento non dà la certezza che Dio ci sia, ma impedisce a tutti di poterlo negare al 100% ma solo al 50% per cui se non è possibile negarlo al 100% significa che ogni percentuale, dal 50% in giù, diventa affermazione , caro doctor, non si scappa.
Questa dimostrazione riguarda solo Dio e non altre cose come alieni, unicorni, fate ecc. ecc.
Nessuno ha mai fatto questo ragionamento nel modo giusto perchè, NON CONOSCENDO LA VERTA' ASSOLUTA, lo hanno rivolto verso personaggi della fantasia come fate, unicorni ecc. e per questo è stato falsato. Se questo ragionamento viene rivolto verso gli alieni, fate, ecc.è ovvio che dimostra l'impossibilità a negarli, ma conoscendo la verità assoluta si può rivolgere a qualsiasi cosa perchè dimostra sempre Dio.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "ilprofeta1" (02/02/2016, 23:28)


doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo
  • "doctor Faust" ha iniziato questa discussione

Posts: 8.752

Activity points: 26.914

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

17

mercoledì, 03 febbraio 2016, 10:51

Il post non è riferito alle proprie credenze religiose, ma a come eventualmente comportarsi per ottenere il meglio dalla nostra vita.

Se non sbaglio tu eri presente anche tempo fa, sempre con le stesso ragionamento e fissazioni. Se questo ti aiuta a star meglio, bene, Altrimenti provvedi a sentire persone qualificate.

Per gli altri: esiste secondo voi un metodo per educare a vivere meglio oppure tutto è nelle mani del caso e delle variabili esterne?
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

Caos

Colonna del Forum

  • "Caos" è un uomo

Posts: 1.965

Activity points: 6.616

Data di registrazione: sabato, 07 maggio 2011

Località: Città del Capo

  • Invia messaggio privato

18

mercoledì, 03 febbraio 2016, 18:03

Il post non è riferito alle proprie credenze religiose, ma a come eventualmente comportarsi per ottenere il meglio dalla nostra vita.

Se non sbaglio tu eri presente anche tempo fa, sempre con le stesso ragionamento e fissazioni. Se questo ti aiuta a star meglio, bene, Altrimenti provvedi a sentire persone qualificate.

Per gli altri: esiste secondo voi un metodo per educare a vivere meglio oppure tutto è nelle mani del caso e delle variabili esterne?


Penso che le persone ottimiste vivano bene, in effetti leggevo che una delle caratteristiche fondamentali tra ottimisti e pessimisti è che questi ultimi pensano che se dovesse succedere qualcosa di negativo nella vita, questo difficilmente avrà una soluzione.
Ad esempio un pessimista che perde il lavoro sarà più propenso a rimuginare a cosa a perso e a quanto sia ingiusta la vita, un ottimista invece sarà più portato a rimettersi in gioco e a sfruttare le occasioni.

Quindi ai miei figli vorrei insegnare a prendere di petto la vita e a non farsi troppe pippe mentali.

Diverso

utente diverso

  • "Diverso" è un uomo

Posts: 1.857

Activity points: 5.732

Data di registrazione: domenica, 12 luglio 2009

  • Invia messaggio privato

19

mercoledì, 03 febbraio 2016, 19:39

Per gli altri: esiste secondo voi un metodo per educare a vivere meglio oppure tutto è nelle mani del caso e delle variabili esterne?


Ho visto che si e' posto questo quesito diverse volte in questa discussione, in varie forme. Una persona che nasce tonda puo' diventare quadrata? E cosi' via.
Avevo gia' aperto un thread a riguardo in cui ponevo gli stessi quesiti da un punto di vista molto piu' specifico, ma non ho ricevuto risposte particolarmente illuminanti. Non ho piu' voglia e tempo per parlarne in maniera approfondita, anche perche' il concetto ritengo sia semplicissimo ma evidentemente e' difficile per me da esporre (e per gli altri da capire senza partire da alcune conoscenze di base). Tentero' quindi di ripetere il concetto "semplicissimo" brevemente, senza perdermi in esempi e spiegazioni.
Il concetto di base e' questo: non si puo' giungere ad una conclusione totalmente logica ed oggettiva su questo argomento finche' si continuano a tirare in ballo fattori che agiscono come "deus ex machina". C'e' la genetica, e sappiamo come non si possa cambiare ed ognuno dipenda da essa fin dalla nascita. Ci sono i fattori ambientali, e sappiamo quali sono e spesso che effetti possano avere. E poi ci sono tutta una serie di "deus ex machina" indefiniti ed onnipotenti: la volonta', l'ottimismo, l'impegno, il coraggio, la consapevolezza, e cosi' via. Tutti fattori che nonostante rimangano sempre indefiniti e ingiustificati, vengono ritenuti in grado di cambiare completamente le carte in tavola. Se ci si pone in un ottica di "fattori genetici contro fattori ambientali", bisogna rimanere in quell'ottica, e quindi definire a sua volta l'origine della volonta', dell'ottimismo, della consapevolezza, eccetera. Altrimenti se si esce da quest'ottica bisogna iniziare a parlare esplicitamente di spiritualita', ovvero una parte di noi misteriosa che sta al di fuori della genetica e dell'ambiente e non e' legata al mondo reale.
Sono un troll. Tutto quello che dico è vero, ma anche falso, ma anche no, ma anche sì.

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

20

mercoledì, 03 febbraio 2016, 22:38

Doctor Faust
Ci vada piano col definire "fissazioni" le cose che dico, anzi che riferisco, perchè anche gli stupidi si sono già espressi proprio come lei per cui dubito molto che nella sua testa abiti l'intelligenza, se ci fosse non direbbe cose dette già anche dagli stupidi, giusto?
Se nella sua testa ci fosse l'intelligenza capirebbe che insultare un referente è cosa molto stupida perchè il referente riferisce e basta.
Se nella sua testa ci fosse l'intelligenza capirebbe che non essendo presente al momento in cui io ho ricevuto l'illuminazione, non potrebbe dire che è vero ma nemmeno che non è vero: lo capirebbe anche un bimbo di pochi anni, ma lei NO, come mai?
Se nella sua testa ci fosse l'intelligenza capirebbe che l'unico modo per vivere BENISSIMO è solo quello di sapere che la realtà non è realtà ma solo apparenza perchè oggi c'è, ma in futuro non c'è mai stata per cui tutto quello che lei conosce non c'è Mai stato e a questo punto posso farmi una bellissima risata ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha perchè vedo tanta gente , lei stesso compreso, darsi tanto da fare per difendere cose che non ci sono mai state: BRAVO!

fata del bosco

Utente Attivo

Posts: 61

Activity points: 323

Data di registrazione: giovedì, 28 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

21

giovedì, 04 febbraio 2016, 11:08

sono d'accordo, a volte è proprio come ci si pone davanti ai problemi che determina la modalità di vivere i problemi.
se si accettano le difficoltà che si presentano a volte si vive meglio!!!!

Ciao e Grazie

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo
  • "doctor Faust" ha iniziato questa discussione

Posts: 8.752

Activity points: 26.914

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

22

giovedì, 04 febbraio 2016, 12:56

sappiamo come non si possa cambiare ed ognuno dipenda da essa fin dalla nascita. Ci sono i fattori ambientali, e sappiamo quali sono e spesso che effetti possano avere. E poi ci sono tutta una serie di "deus ex machina" indefiniti ed onnipotenti: la volonta', l'ottimismo, l'impegno, il coraggio, la consapevolezza, e cosi' via. Tutti fattori che nonostante rimangano sempre indefiniti e ingiustificati, vengono ritenuti in grado di cambiare completamente le carte in tavola. Se ci si pone in un ottica di "fattori genetici contro fattori ambientali", bisogna rimanere in quell'ottica, e quindi definire a sua volta l'origine della volonta', dell'ottimismo, della consapevolezza, eccetera. Altrimenti se si esce da quest'ottica bisogna iniziare a parlare esplicitamente di spiritualita', ovvero una parte di noi misteriosa che sta al di fuori della genetica e dell'ambiente e non e' legata al mondo reale.


Io ho spiccate propensioni meterialiste e riduttivite. In base a queste ho impostato la mia educazioone e ricerche. La conclusione è che ottimismo, impegno, coraggio sono epifenomento dellla materia, come ogni emozione. La materia che produce cio' produce i sensi, il sitema nervoso, il cervello. Quindo in terra tutto nasce dalla materia. Nel cosmo invece, questa materia [particella] puo' anche ridiventare onda [energia] e creare mondi nuovi o nuovi ordini secondo le forze prevalente in quel momento storico [millenario, ere geologiche].

Senza una cervello che regoli gli impilsi provenienti dai sensi, sia dia spirocheta pallida o di un alefante, non si ha nessuna azione. Solo passività in attesa del sisfacimento.
O no?ì

Invece nel cosmo non saappiamo se c'è una forma di intelligemza e su cosa appoggia. O no?
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup: