Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

121

venerdì, 05 settembre 2008, 21:11

Se andiamo all'origine dei tempi, quando c'era poca civiltà e mancanza di regole che facevano sì che il soddisfare i propri bisogni prevedeva anche l'uccisione, il furto e tutte le schifezze tipiche del genere umano, e ci mettessimo il Brodo (Broda?) Primordiale e Dio a cercare di attenuare la bestialità origiraria dell'uomo, penso che Dio (o gli dei) avevano più capacità di incutere timore e raggiungere risultati (almeno iniziali) migliori.

Dall'altra parte, come dici tu, non ci sarebbero state le crociate (e quant'altro)

Io farei una bella somma algebrica tra ciò che Dio ha rappresentatato nella storia di buono e cattivo e la confronterei con la neutralità del Brodo Primordiale.
Ho idea che saremmo lì lì a giocarcela.

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

122

venerdì, 05 settembre 2008, 21:11

Citato da "hiba"

Certo!
Ma volevo specificare una cosa: tutta questa marea di persone NON CI CREDE, in realtà. Perché Dio o lo senti nel profondo del tuo essere, o non lo senti.
Se lo sentissero ci crederebbero sul serio e quindi non praticherebbero la violenza in nessuna delle sue forme. Se lo sentissero il mondo sarebbe diverso, non credi?
Quindi ridimensioniamo, per favore, il numero dei credenti a poche centinaia. Nei secoli!
Ciò, sempre secondo il mio ragionamento cosa significa?
Che chi ha creduto in Dio, e chi ci crede VERAMENTE anche adesso, sono pochissime persone. Ben poca cosa in mezzo ai miliardi che hanno calpestato questa terra.
La massa va dietro a delle parole, belle parole per carità, ma flatus vocis, nient'altro che aria, vento, segnetti neri sulla carta!
Quindi l'esistenza di Dio è davvero attestata da poche persone, anche se Dio è diventato POPOLARE, come la Gioconda, i Beatles e la Pizza...
Anche a me conforta di più credere nella Broda a questo punto.
Almeno nessuno è mai stato ammazzato o schiavizzato in nome della Broda. Nessuno ha mai nominato il nome della Broda invano o lo ha insozzato usandolo per i suoi scopi.
W la Broda creatrice di ogni cosa esistente, la Broda irresponsabile del male che facciamo noi uomini. La Broda è onesta e si concilia con l'idea del Libero Arbitrio e con l'idea dell'Armonia e della Pace universali.
Se riesco a entrare in contatto, nel profondo del mio cuore, con l'energia meravigliosa della Broda, che è come "un fanciullo che gioca ai Dadi", sarò finalmente libera e in pace e tutto avrà un senso. Potrò anche io dire: La Broda sono io!
E, meraviglia delle meraviglie, nessun musulmano mi crocifiggerà per questo, come invece è accaduto al povero, grande mistico Al-Hallaj.

P.s. Un pò scherzo... e un pò no.

STRAQUOTO!!!
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

123

venerdì, 05 settembre 2008, 21:19

tranne per una cosa...non trascurabile... la libertà! Non c' è libertà nella broda e se dalla broda siamo arrivati ai giorni nostri è solo perchè è aumentata l' entropia dell' universo...

Senza libertà non c' è bene o male, bello o brutto...non avrebbe nemmeno senso porsi la domanda
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

giobbe

Utente Attivo

Posts: 118

Activity points: 368

Data di registrazione: mercoledì, 03 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

124

sabato, 06 settembre 2008, 10:48

per hiba, pollicino e kimitake,
capisco bene la vostra posizione verso Dio,ovviamente non la risconosco,

In particolare per hiba che dice:
"Se lo sentissero (Dio)ci crederebbero sul serio e quindi non praticherebbero la violenza in nessuna delle sue forme. Se lo sentissero il mondo sarebbe diverso, non credi?"
Ti rispondo:
Assolutamente no! non credo.
in noi coesiste il male e il bene le persone possono fare entrambe le cose, molto spesso vorremmo fare il bene ma facciamo il male!
credere in Dio non significa essere puri spiriti


ancora per hiba che dice:
"Quindi l'esistenza di Dio è davvero attestata da poche persone, anche se Dio è diventato POPOLARE, come la Gioconda, i Beatles e la Pizza..."
Ti rispondo:
L'esistenza di Dio è creduta da tutta l'umanità presente e passata, tranne pochissimi, ma nessuno può "attestarla" essendo l'uomo e Dio su livelli di perfezione differenti. Es. è come se il vostro cane od il gatto od il canarino vi dicessero: " tu sei uomo!".

Infatti la cosa fondamentale non è dimostrare se Dio esista o no, questa è una domanda superata da tutte le generazioni,
la domanda fondamentale è CHI sia Dio

Giobbe

125

sabato, 06 settembre 2008, 11:21

Citato

W la Broda creatrice di ogni cosa esistente, la Broda irresponsabile del male che facciamo noi uomini. La Broda è onesta e si concilia con l'idea del Libero Arbitrio e con l'idea dell'Armonia e della Pace universali.
Se riesco a entrare in contatto, nel profondo del mio cuore, con l'energia meravigliosa della Broda, che è come "un fanciullo che gioca ai Dadi", sarò finalmente libera e in pace e tutto avrà un senso. Potrò anche io dire: La Broda sono io!

E' esattamente quello che (un pò scherzando, un pò no...come te Hiba) volevo dire io! :D :D
Ti quoto!!!

126

sabato, 06 settembre 2008, 13:25

Citato da "giobbe"

per hiba, pollicino e kimitake,
capisco bene la vostra posizione verso Dio,ovviamente non la risconosco,

In particolare per hiba che dice:
"Se lo sentissero (Dio)ci crederebbero sul serio e quindi non praticherebbero la violenza in nessuna delle sue forme. Se lo sentissero il mondo sarebbe diverso, non credi?"
Ti rispondo:
Assolutamente no! non credo.
in noi coesiste il male e il bene le persone possono fare entrambe le cose, molto spesso vorremmo fare il bene ma facciamo il male!
credere in Dio non significa essere puri spiriti


ancora per hiba che dice:
"Quindi l'esistenza di Dio è davvero attestata da poche persone, anche se Dio è diventato POPOLARE, come la Gioconda, i Beatles e la Pizza..."
Ti rispondo:
L'esistenza di Dio è creduta da tutta l'umanità presente e passata, tranne pochissimi, ma nessuno può "attestarla" essendo l'uomo e Dio su livelli di perfezione differenti. Es. è come se il vostro cane od il gatto od il canarino vi dicessero: " tu sei uomo!".

Infatti la cosa fondamentale non è dimostrare se Dio esista o no, questa è una domanda superata da tutte le generazioni,
la domanda fondamentale è CHI sia Dio

Giobbe

Non ho capito quale sia la mia posizione :)

e soprattutto cosa non riconosci............non avendo spiegato o confutato quello che ho scritto.

giobbe

Utente Attivo

Posts: 118

Activity points: 368

Data di registrazione: mercoledì, 03 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

127

sabato, 06 settembre 2008, 18:54

Citato da "pollicino"

Se andiamo all'origine dei tempi, quando c'era poca civiltà e mancanza di regole che facevano sì che il soddisfare i propri bisogni prevedeva anche l'uccisione, il furto e tutte le schifezze tipiche del genere umano, e ci mettessimo il Brodo (Broda?) Primordiale e Dio a cercare di attenuare la bestialità origiraria dell'uomo, penso che Dio (o gli dei) avevano più capacità di incutere timore e raggiungere risultati (almeno iniziali) migliori.

Dall'altra parte, come dici tu, non ci sarebbero state le crociate (e quant'altro)

Io farei una bella somma algebrica tra ciò che Dio ha rappresentatato nella storia di buono e cattivo e la confronterei con la neutralità del Brodo Primordiale.
Ho idea che saremmo lì lì a giocarcela.

da questo tuo intervento si direbbe che quoti la posizione di hiba, anche se cerchi di mantenerti neutrale, per questo mi sono rivolto anche a te, quindi la mia confutazione della posizione di hiba ti riguarda.

se vuoi, posso confutare la tua citazione originale :"Io farei una bella somma algebrica tra ciò che Dio ha rappresentatato nella storia di buono e cattivo"- chiedendoti che cosa ha fatto Dio di cattivo nella storia,
cosa mi rispondi?

(ah, non ti inganni il mio stile letterario, non ce l'ho con nessuno)

128

sabato, 06 settembre 2008, 19:37

Citato da "Kimitake"

tranne per una cosa...non trascurabile... la libertà! Non c' è libertà nella broda e se dalla broda siamo arrivati ai giorni nostri è solo perchè è aumentata l' entropia dell' universo...

Senza libertà non c' è bene o male, bello o brutto...non avrebbe nemmeno senso porsi la domanda

E invece la Broda risolverebbe una volta per tutte il problema del Male. Del Male è responsabile l'uomo, non la Broda.
E poi, se siamo arrivati fino ai giorni nostri è stato grazie a infiniti "tentativi" della Natura, che è grande e meravigliosa, che è fatta di cicli di Vita/Morte/Vita, e che mai si arresterà.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

129

sabato, 06 settembre 2008, 20:05

in noi coesiste il male e il bene le persone possono fare entrambe le cose, molto spesso vorremmo fare il bene ma facciamo il male!
credere in Dio non significa essere puri spiriti


E che cosa significa? Che tu prete e sacerdote puoi mettere le mani sui bambini?
Che tu, soldato della jihad, puoi far saltare in aria il mondo intero?
E' così che si crede in Dio?
Oppure credere in Dio significa accettare di morire in una camera a gas con i tuoi figli perché questa è la Sua Volontà?
Allora tanto vale credere nel Nulla, dal momento che Dio non è responsabile di niente e non interviene a cambiare i destini del mondo.
Sì, Dio c'è, e se ne sta lì.
Che io ci creda o meno, che io lo adori o meno, che io sia giusta o meno (vedi Giobbe), Dio se ne sta lassù, nella sua dimensione ontologica a noi inconoscibile, con i suoi onnipotenti disegni a noi incomprensibili, nel suo Infinito Inafferrabile, Dio, l'Assoluto Inconoscibile.
Allora lasciamolo lì dov'è.
Tanto a parte attenuare la bestialità origiraria dell'uomo - risultato ottenibile anche mediante una sana educazione all'umanesimo- Dio che cosa fa?
Mantiene in vita la baracca, cosa che potrebbe fare benissimo anche la Broda.
Allora per me va bene anche che Dio ci sia.
Così come mi va bene la Broda.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.560

Activity points: 18.612

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

130

sabato, 06 settembre 2008, 20:20

A me sembra che tutto si sia ridotto al Brodo/a perchè solo così si può dare spiegazione al male e al bene...mah...!
Quindi tutte le leggi e gli studi fatti dagli scienziati per secoli nel cesso?
Scusate , così la logica del Creato decade, niente più Forze, Colonne,protoni, neuroni, antiprotoni, quark,gluoni, mesoni, nulla è tutto un macello creatosi da solo per non si sa quale motivo....
Eppure il grande Einstein disse:" Iddio non gioca a dadi" chissà cosa voleva dire....
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

aleamo

Esperto del Forum

  • "aleamo" è una donna

Posts: 5.917

Activity points: 18.752

Data di registrazione: sabato, 17 maggio 2008

Località: Roma

Lavoro: prof

  • Invia messaggio privato

131

sabato, 06 settembre 2008, 20:24

Credo che hiba volesse dire (ed io mi trovo in accordo), che visto quello che accade nel mondo, Dio può esserci o non esserci. Il risultato dal punto di vista del bene e del male è indifferente. Non viene negata l'esistenza di Dio, lui potrebbe aver creato l'Universo ma poi essersene disinteressato. L'Universo potrebbe essere stato, magari, il prodotto di un suo gioco o un suo esperimento..........Sai, in questa materia si possono fare infinite ipotesi
Non si nasce liberi , ci si diventa.

reika

Giovane Amico

Posts: 166

Activity points: 512

Data di registrazione: domenica, 27 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

132

sabato, 06 settembre 2008, 20:40

... ho già espresso un parere sull'argomento ovvero che sono totalmente agnostica perchè non sento dio nel cuore e nel mondo non fa capolino

voglio solo aggiungere in accordo con aleamo che se anke esistesse, beh evidentemente è nell'iperuranio e si disinteressa di ciò che ha creato! Miseraccia che grande infinità bontà dimostra!

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.560

Activity points: 18.612

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

133

sabato, 06 settembre 2008, 20:42

Citato da "aleamo"

Credo che hiba volesse dire (ed io mi trovo in accordo), che visto quello che accade nel mondo, Dio può esserci o non esserci. Il risultato dal punto di vista del bene e del male è indifferente. Non viene negata l'esistenza di Dio, lui potrebbe aver creato l'Universo ma poi essersene disinteressato. L'Universo potrebbe essere stato, magari, il prodotto di un suo gioco o un suo esperimento..........Sai, in questa materia si possono fare infinite ipotesi

Concordo! ma le ipotesi non le facciamo noi, lasciamole fare a quelli che vivono per questo scopo , scienziati e studiosi, credo che ne sappiano un pò più di noi...
Il fatto che Dio abbia creato il mondo per disinteressarsene mi sembra poco credibile, in quanto la figura del Cristo, dei Santi che hanno operato miracoli in nome di Dio non avrebbero senso!
Tranne che si vuole fare come gli struzzi e non riconoscere neanche l'evidenza!
Il problema del bene e del male è dell'uomo , nel senso che siamo stati lasciati liberi con il libero arbitrio.
Un padre qualsiasi che ama il figlio lo lascia libero di fare le proprie scelte, anche se gli dà le regole, l'educazione , se poi il figlio diventa delinquente che colpa ha il padre...quanti figli di brave famiglie ho visto perdersi!!!!!
Cerchiamo di non scaricare le nostre colpe e diventiamo responsabili , le nostre azioni sono nostre.
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

reika

Giovane Amico

Posts: 166

Activity points: 512

Data di registrazione: domenica, 27 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

134

sabato, 06 settembre 2008, 20:56

gli agnostici ed atei si ritengano totalmente responsabili delle proprie azioni, proprio perchè non credono in niente e quindi non possono attribuire a dio quanto sta accadendo

aleamo

Esperto del Forum

  • "aleamo" è una donna

Posts: 5.917

Activity points: 18.752

Data di registrazione: sabato, 17 maggio 2008

Località: Roma

Lavoro: prof

  • Invia messaggio privato

135

sabato, 06 settembre 2008, 21:00

Citato da "patrizia"

Citato da "aleamo"

Credo che hiba volesse dire (ed io mi trovo in accordo), che visto quello che accade nel mondo, Dio può esserci o non esserci. Il risultato dal punto di vista del bene e del male è indifferente. Non viene negata l'esistenza di Dio, lui potrebbe aver creato l'Universo ma poi essersene disinteressato. L'Universo potrebbe essere stato, magari, il prodotto di un suo gioco o un suo esperimento..........Sai, in questa materia si possono fare infinite ipotesi

Concordo! ma le ipotesi non le facciamo noi, lasciamole fare a quelli che vivono per questo scopo , scienziati e studiosi, credo che ne sappiano un pò più di noi...
Il fatto che Dio abbia creato il mondo per disinteressarsene mi sembra poco credibile, in quanto la figura del Cristo, dei Santi che hanno operato miracoli in nome di Dio non avrebbero senso!
Tranne che si vuole fare come gli struzzi e non riconoscere neanche l'evidenza!
Il problema del bene e del male è dell'uomo , nel senso che siamo stati lasciati liberi con il libero arbitrio.
Un padre qualsiasi che ama il figlio lo lascia libero di fare le proprie scelte, anche se gli dà le regole, l'educazione , se poi il figlio diventa delinquente che colpa ha il padre...quanti figli di brave famiglie ho visto perdersi!!!!!
Cerchiamo di non scaricare le nostre colpe e diventiamo responsabili , le nostre azioni sono nostre.

Non vorrei sembrarti presuntuosa ma io apparterrei ad una delle categorie sopra citate (non sono un granchè ma..) come libera pensatrice. Credo inoltre che chiunque possa, secondo il principio di libertà intellettuale fare tutte le ipotesi che vuole. Non siamo costretti a credere ai Dogmi della Religione Cattolica solo perchè siamo in un paese cattolico nè a rinunciare ad una religiosità solo perchè non riusciamo ad intendere la Fede nel modo ordinario dei cattolici. Non riesco a vedere l'Evidenza delle prove portateci dalla Chiesa che nei secoli ha avuto in mano il potere temporale e spirituale e la possibilità di manipolare a suo piacimento i fatti religiosi potendoci far credere qualunque cosa volesse. Comunque rispetto coloro i quali si sentono sereni e protetti dalla loro Fede (purtroppo io e molti altri non siamo stati beneficiati da questo dono")
Non si nasce liberi , ci si diventa.