Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

61

giovedì, 28 agosto 2008, 11:48

Citato da "misteryo"

Citato da "pollicino"

Citato da "misteryo"

vedi...nessuna religione è riuscita a pervenire ad una descrizione coerente di questo dio,che solo per convenienza è identificato con benevolenza e amore.
ma da un punto di vista logico, come si concilia questa benevolenza, ad esempio,con la crudeltà presente in natura,prede e predatori?

Si conclude che se un dio esiste o non è amorevole o è indifferente.
Quindi,sia pur con licenza di brevità, si conviene che non esiste.

troppi azzardi logici si renderebbero necessari per giustificarne le mancanze. Tali azzardi sono propri delle religioni. E della cecità mentale.

mettiamo che questo dio sia neutrale escludendo appunto l'amore e la benevolenza descritte solamente dalle religioni.
dal lato della creazione, quanto questo dio perderebbe il confronto se ingaggiasse lotta nei confronti della scienza?

sì dovrebbe quantomeno spiegare il PERCHE' questo dio ha voluto creare.
si è svegliato una mattina?
Ha fatto un progetto?
Voleva giocare?
qual'è lo scopo?

Il caso non ha scopo invece.

Anche se volessi confutare le tue teorie direi che non riuscirei a darti torto.
Però sembra mancare sempre un elemento determinante, qualcosa che sciolga bene i dubbi.

In fondo in fondo cos'è un ateo?
Una persona che decide di non credere in un Dio e cerca di darsi altre spiegazioni?

Queste altre spiegazioni, come ad esempio la scienza, hanno lo stesso difetto che ha la fede.
Saranno anche più razionali e dobbiamo concedere loro tutto il tempo per esibile la loro magnificienza, ma anche il dio delle religioni ha lo stesso diritto.

Io se fossi ateo non mi darei spiegazioni diverse dalla fede. Non mi farei domande e non darei risposte a chi mi chiede perchè non credo.

Forse l'agnostico ha il vantaggio di non credere fino a prova contraria e si da come spiegazione la mancanza di elementi.

Spesso però si incontra la figura dell'ateo, colui che ripudia e rinnega l'idea che ci sia un dio.
Il difetto sta nella contro-prova che gli si chiede.

Pacifico è il fatto che dio e religioni hanno le loro contraddizioni, ma la restante parte di spiegazioni che ho sentito fa acqua lo stesso.

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

62

giovedì, 28 agosto 2008, 12:05

Nel cercare di spiegare le cose la logica è l'unica guida. Il resto è delirio.

63

giovedì, 28 agosto 2008, 12:47

non vorrei sembrare insistente e se lo sono dimmelo pure :)

a me piace che la logica spieghi il tutto.
ma la spiegazione qual'è?

forse l'hai già detta.
ma una spiegazione che tolga un po' tutti i dubbi e che lasci poco spazio ad altre possibilità c'è?

fino ad ora ho sentito confutare la religione, e possiamo anche escluderla se vogliamo.
cosa rimane?

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

64

giovedì, 28 agosto 2008, 13:29

Citato da "elair"

Sembra quasi che scenda dalle nuvole.. nel senso... fino a poco tempo fa davo quasi per scontato che quasi tutti a una certa età riflettessero su dio, sulla religione etc e nn ci credessero più, come me che a 12 anni mi sono fatta una piccola riflessinoe concreta e ho smesso di credere in dio e nella religione,

quindi chi crede in Dio ha un' età mentale inferiore a quella che avevi tu a 12 anni e a differenza di te non ci ha mai riflettuto


Citato da "elair"

qualcuno ha detto che chi crede in dio è un bambino???

vedi un po' tu :/

Citato da "elair"

mi sembra proprio che qui sia tu quello che considera stupide le idee diverse dalle tue, e che non tollera l'esistenza degli atei (vedi il post sotto), non mettermi parole in bocca che nn ho detto, io sono qui per filettere non per fare guerre inutili, se voglio fare la guerra vado altrove!!

io non considero stupide le idee di nessuno, ho semplicemente detto che tutte le persone che si dicevano atee che ho conosciiuto in realtà adoravano se stessi come unico dio, ma questa è solo la mia esperienza.........posso anche pensare che tu sia in buona fede, data la tua giovane età, spesso hai la sensazione che la vita non abbia più niente da insegnarti, ma non è così, e se scambi una discussione con persone che la pensano diversamente da te per una guerra hai ancora molto da imparare
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

65

giovedì, 28 agosto 2008, 13:52

Citato da "elair"

esatto, nessuno qua sta dicendo che a 12 anni uno smette di credere in dio come in babbonatale..

a proposito di dio e babbonatale

Citato da "misteryo"

infatti non c'è nulla da confondere sono la stessa cosa é [...] in questo è senz' altro da ravvisarsi un retaggio fanciullesco: come diceva qualcuno, dio è l' amico immaginario degli adulti

Citato da "misteryo"

non posso accettare lezioni di logica da un credente.

certo è difficile vedere il male in questa frase, infatti non dice il tuo discorso è illogico, ma tu in quanto credente non hai alcun diritto di parlarmi di logica perchè proprio perchè credente ne sei privo

elair questo genere di discorsi l' ho sentito decine di volte e che ti garbi o meno rispondo a tono
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

66

giovedì, 28 agosto 2008, 14:28

la scienza e la religione (e la filosofia) rispondono a due domande diverse:

la scienza si chiede COME? Come riescono a vivere le nostre cellule come sprigiona la sua energia una stella come è fatto l' universo?

la religione si chiede PERCHE'? perchè viviamo, perchè nel cielo ci sono le stelle, perchè esiste tutto ciò che mi circonda?


Nella logica non c' è alcuna risposta alle domande dell' esistenza, quella che chiamiamo logica è semplicemente la base del "sistema operativo" del nostro cervello...

Ogni ragionamento logico ha necessità di almeno un assunto, anche chi crede nella scienza assume che questa sia VERA, cioè una volta dimostrata diventa indipendente dallo sperimentatore e dall' umanità in generale. Chi dice di credere nella scienza fa un atto di fede dato che pensa che sia una realtà trascendente l' umanità.
Poniamo che uno insista a vedere come unica realtà trascendente la SCIENZA cosa ne consegue?
Egli essendo composto di materia si vedrà obbedire alle leggi della scienza, non avrà libero arbitrio, il suo respiro sarà una semplicie banale ossidazione, potrà vedere il suo corpo come un tubo digerente colonizzato da batteri; con uno sforzo di immaginazione penserà che in fondo le sue idee sono un qualcosa dotato di vita propria dato che come dei virus possono passare attraverso il discorso o la scrittura da una mente all' altra...

lo spazio per le pippe mentali è scaduto...

E' possibile vivere pensando di essere solo una reazione chimica?
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

67

giovedì, 28 agosto 2008, 15:09

Certo.E' possibile credere che l'anima (o consapevoleza) sia un mero prodotto biologico.

L'età mentale della maggior parte dei credenti è bassa: essi non valicano la concezione di un dio che premia e punisce,salva e uccide,da e toglie, e a cui chiedere possibilomente aiuto e favori.
Poche sono le persone in grado di gestire una fede matura.

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

68

giovedì, 28 agosto 2008, 15:27

Citato da "misteryo"

Certo.E' possibile credere che l'anima (o consapevoleza) sia un mero prodotto biologico.

Ti sei risposto da solo... sei anche tu un credente che fantastica su un' entità trascendente che chiama scienza.

L' anima, la consapevolezza... se sono un prodotto biologico non possono essere libere quindi non so che senso abbia parlare di anima o di consapevolezza se incatenate alle leggi della termodinamica

Citato da "misteryo"

L'età mentale della maggior parte dei credenti è bassa

tanto per non smentirsi...
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

69

giovedì, 28 agosto 2008, 21:53

Oddio che discussione intrippante! Sto via due giorni e cosa trovo?!
Beh, devo ammettere che anche io, come Elair, trovo difficile capire la convinzione dei credenti..sarà che sono cresciuta in una famiglia totalmente laica...il dio delle religioni monoteiste, sinceramente, (e Klimitake mi odierà :) ) non riesco a vederlo molto dissimile da babbo natale, e poi (capisco che è un pregiudizio, eh) ma ogni volta che sento parlare di religione penso, non so...a giordano bruno sul rogo...al papa che continua a menarla con la famiglia tradizionale mentre i problemi del mondo sono ben altri...
provo curiosità verso le credenze orientali (tipo il buddhismo), ma devo ammettere che non ne so molto.
Però non trovo difficoltà a rispondere alla domanda

Citato

E' possibile vivere pensando di essere solo una reazione chimica?

e la mia risposta è SI...certo, non è facile...cioè fa paura sapere che l'universo ha come radice il caso...per questo è bene concentrarsi su altro, cioè essenzialmente sullo spendere al meglio il nostro strano e insensato tempo in questo bislacchissimo mondo.

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

70

giovedì, 28 agosto 2008, 22:19

Devo dire che ho apprezzato particolarmente il tuo succinto quanto esplicativo intervento Rand.

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

71

giovedì, 28 agosto 2008, 22:27

Citato da "Kimitake"

Citato da "misteryo"

Certo.E' possibile credere che l'anima (o consapevoleza) sia un mero prodotto biologico.
Ti sei risposto da solo... sei anche tu un credente che fantastica su un' entità trascendente che chiama scienza.


No.Mi sono solo espresso male.Riformulo:

E' possibile PENSARE che l'anima sia un mero prodotto biologico.
La scienza è oggettività: non è qualcosa in cui credere o meno,ma l'unico cammino vero di conoscenza.
Il mondo si è evoluto e continuerà ad evolversi grazie a scienza,logica e ragionamento,non grazie alla fede.

Citato

L' anima, la consapevolezza... se sono un prodotto biologico non possono essere libere quindi non so che senso abbia parlare di anima o di consapevolezza se incatenate alle leggi della termodinamica

Non vedo il nesso tra libertà ed origine biologica...

Citato

Citato da "misteryo"

L'età mentale della maggior parte dei credenti è bassa

tanto per non smentirsi...

Avevo anche spiegato il perchè lo penso però,passaggio che ti è sfuggito quotare...

patrizia

Animo inquieto

  • "patrizia" è una donna

Posts: 5.560

Activity points: 18.612

Data di registrazione: giovedì, 13 marzo 2008

Località: sicilia

  • Invia messaggio privato

72

giovedì, 28 agosto 2008, 22:36

Pane per i denti di una pantera....a quanto pare!!!!!

Mi dispiace deludere mister....ma la scienza è un atto di fede!!
Galileo affermava:" Studiando gli oggetti volgari scoprirò le leggi del Creato"
Da questa sua convinzione deriva la scienza e tutto ciò che conosciamo....da un atto di fede!
I giorni e le notti suonano in questi miei nervi di arpa, vivo di questa gioia malata di universo e soffro di non saperla accendere nelle mie parole.

73

giovedì, 28 agosto 2008, 22:44

Citato da "Kimitake"

Citato da "elair"

Sembra quasi che scenda dalle nuvole.. nel senso... fino a poco tempo fa davo quasi per scontato che quasi tutti a una certa età riflettessero su dio, sulla religione etc e nn ci credessero più, come me che a 12 anni mi sono fatta una piccola riflessinoe concreta e ho smesso di credere in dio e nella religione,

quindi chi crede in Dio ha un' età mentale inferiore a quella che avevi tu a 12 anni e a differenza di te non ci ha mai riflettuto


Citato da "elair"

qualcuno ha detto che chi crede in dio è un bambino???

vedi un po' tu :/

Citato da "elair"

mi sembra proprio che qui sia tu quello che considera stupide le idee diverse dalle tue, e che non tollera l'esistenza degli atei (vedi il post sotto), non mettermi parole in bocca che nn ho detto, io sono qui per filettere non per fare guerre inutili, se voglio fare la guerra vado altrove!!

io non considero stupide le idee di nessuno, ho semplicemente detto che tutte le persone che si dicevano atee che ho conosciiuto in realtà adoravano se stessi come unico dio, ma questa è solo la mia esperienza.........posso anche pensare che tu sia in buona fede, data la tua giovane età, spesso hai la sensazione che la vita non abbia più niente da insegnarti, ma non è così, e se scambi una discussione con persone che la pensano diversamente da te per una guerra hai ancora molto da imparare

sei libero di interpretare come ti pare!!! io so quello che penso, poi ognuno è libero di credere quello che vuole!!! se alimenta le tue paranoie e la cosa ti fa piacere buon per te!! e per l'appunto la frase di babbonatale l'hai introdotta te!!! se ti senti inferiore davanti alle idee altrui liberissimo ma prima assicurati che le idee altrui sono cosi' come le vedi e che non c'è della paranoia nei tuoi punti di vista!

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

74

giovedì, 28 agosto 2008, 23:20

Citato da "misteryo"

No.Mi sono solo espresso male.Riformulo:

E' possibile PENSARE che l'anima sia un mero prodotto biologico.
La scienza è oggettività: non è qualcosa in cui credere o meno,ma l'unico cammino vero di conoscenza.
Il mondo si è evoluto e continuerà ad evolversi grazie a scienza,logica e ragionamento,non grazie alla fede.

il mondo si evolve grazie alla scienza alla logica e ragionamento? Vuoi dire che uno dei prodotti dell'attività cerebrale di una specie di mammifero su un pianeta insignificante di una galassia insignificante determina l' evoluzione del mondo???...........

vabbè aspetto la riformulazione

Citato da "misteryo"

Citato da "Kimitake"

L' anima, la consapevolezza... se sono un prodotto biologico non possono essere libere quindi non so che senso abbia parlare di anima o di consapevolezza se incatenate alle leggi della termodinamica

Non vedo il nesso tra libertà ed origine biologica...

pensi che una reazione biochimica sia libera? Che possa "scegliere" quali sostanze produrre? Se tu sei solo una reazione chimica ogni tuo pensiero avviene necessariamente come ogni tua azione... Lo sai che i batteri che colonnizzano il corpo umano sono 10 volte di più delle nostre cellule? Non sarebbe quindi lecito pensare a noi stessi come ad una colonia di batteri? Non sarebbe lecito pensare allo sviluppo della nostra civiltà ed al conseguente sviluppo demografico come al successo evolutivo delle specie batteriche che ci colonnizano?

Citato da "misteryo"

L'età mentale della maggior parte dei credenti è bassa

è bene ricordarlo sempre

Citato da "misteryo"

Avevo anche spiegato il perchè lo penso però,passaggio che ti è sfuggito quotare...

a me non sfugge niente tanto meno gli insulti gratuiti
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

75

giovedì, 28 agosto 2008, 23:29

Citato da "elair"

sei libero di interpretare come ti pare!!! io so quello che penso, poi ognuno è libero di credere quello che vuole!!! se alimenta le tue paranoie e la cosa ti fa piacere buon per te!! e per l'appunto la frase di babbonatale l'hai introdotta te!!! se ti senti inferiore davanti alle idee altrui liberissimo ma prima assicurati che le idee altrui sono cosi' come le vedi e che non c'è della paranoia nei tuoi punti di vista!

Guarda che anche se metti cento punti esclamativi non è che quello che scrivi diventa più intelligente...

E tanto per chiarire non mi sento inferiore davanti alle idee di nessuno e se sono qui è per parlare serenamente con chi ne ha voglia
tanto più caro random che a differenza di altri qui non ho mai manifestato odio o disprezzo verso nessuno
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite