Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

reika

Giovane Amico

Posts: 166

Activity points: 512

Data di registrazione: domenica, 27 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

211

martedì, 09 settembre 2008, 21:47

x giobbe
penso che i filosofi su tale questione portino solo acqua al loro mulino. Ci sono gli atei convinti che apportano prove per sostenere la loro tesi, come pure i credenti.

per intenderci provate a pensare alla scommessa di pascal o a cartesio o a nietzsche

insomma non è che apportando la tesi di un filosofo puoi dimostrare l'esistenza di dio ...

Kimitake

alla ricerca della speranza perduta

  • "Kimitake" è un uomo

Posts: 688

Activity points: 2.232

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2008

Località: Foresta

  • Invia messaggio privato

212

martedì, 09 settembre 2008, 22:13

Citato da "giobbe"

questa sezione è intitolata "religione e credenze" certo l'argomento iniziale era la famosa domanda di elair su chi è credente e chi no
ho visto diversi interventi a favore dell'una o dell'altra parte, mi hanno incuriosito i battibecchi fra misterio e kimitake per dimostrare che uno crede meno dell'altro...da non credere!

Ma che cos' hai letto tu?


Citato da "giobbe"

quindi, vivere, anche tu sei credente!
in cosa (chi) credi?

em... mi raccomando l'italiano, passare concetti complicati scrivendo è difficile,(almeno per me, che ho una base lessicale piuttosto modesta) propongo di curare di più la forma scritta altrimenti si innescano incomprensioni, io non sono un gran che in materia per questo rileggo e spesso correggo anche dopo aver postato, non è per insegnare è per capire

ah ok...
Fanciulla, dimmi di nuovo
cosa può crescere senza pioggia?
cosa può ardere per molti anni?
cosa può bramare e piangere senza lacrime?
_______________
amare... i propri nemici

213

martedì, 09 settembre 2008, 22:14

Hai ragione, Patrizia, ma è difficile.
Ma ci provo lo stesso. Io prima ero credente, e molto anche. Poi sono passata a una fase di ateismo, sentivo il bisogno di camminare sulle mie gambe facendo a meno di qualsiasi idea consolatoria (per me Dio era consolatorio) e nel frattempo ho riflettuto molto.
Non sono approdata a molto, non ho una risposta al grande "Perchè".
So che c'è la vita, e per me è un grande mistero.
So che c'è la "materia", e anche questo è un grande mistero, poteva non esserci nulla! Di fronte a tutto questo io mi meraviglio sempre, e non arrivo a darmi una spiegazione. Diciamo che per ora so che c'è l'Essere (per dirla come i filosofi greci).
Che senso abbia poi la vita, tutto quello che c'è, ecco, non lo so.
Non provo un'angoscia particolare se penso che tutto ciò non abbia poi uno scopo, ma meraviglia.
E non covo un sentimento depressivo nei confronti della vita. Prima sì, invece.
Sono curiosa, e molto. Mi piace pormi domande, anche se sono domande grandi e difficili e non ho risposte.
A volte mi sembra di avvertire un equilibrio nascosto, altre volte, quando leggo che tutto è in evoluzione, che non esistono leggi naturali date una volta per tutte, ma che tutto si trasforma, per dirla come Eraclito, mi meraviglio ancora di più.
Non so spiegarmi la morte, il dolore... non so dare un'interpretazione "utilitaristica" a tutto questo, anzi, mi piace moltissimo l'idea di gatuità, è un mistero grande anche questo.
Diciamo che mi mantengo aperta e che trovo che la vita sia ricca di significato, il mondo sia bello, l'uomo affascinante, e la terra meravigliosa (adesso Misteryo vomita... ma che ci posso fare, sento così!).
Ho le mie difficoltà, ho avuto le mie sofferenze, le mie delusioni, i miei tradimenti, le mie perdite, i miei fallimenti, i miei lutti e quella parte di mali che finora la vita mi ha riservato. Sono rimasta schiacciata, ho fatto davvero fatica ad amare la vita in passato, e conosco l'angoscia, la perdita di senso e la crudeltà. E conosco bene la paura, almeno nel mio piccolo, dal momento che nonostante tutto io mi ritengo ancora fortunata e so che al peggio non c'è mai fine e c'è gente che soffre molto più di me.
Ma non posso resistere alla bellezza quando mi si presenta, non la posso proprio ignorare, non riesco a bollare come illusioni certi momenti, certe atmosfere, certi pensieri che mi vengono...
Insomma, non ho nè una fede ben strutturata nè un pensiero filosofico coerente. Mi accontento delle piccole scintille, dei frammenti che riesco a cogliere, dei bagliori... almeno finché non diventeranno qualcosa di costante.
Tutto qui.
Ma non mi so spiegare bene.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

214

mercoledì, 10 settembre 2008, 10:10

Intervento del moderatore "rompino": :|

In generale l'argomento offre molti spunti di riflessione e arricchisce di elementi (culturali?) il nostro sapere.
Leggo ogni tanto qualche forma di diatriba al livello "personale".......

Invito tutti ad esporre il proprio pensiero usando cautela verso le idee altrui.

Grazie
(la redazione) :)

giobbe

Utente Attivo

Posts: 118

Activity points: 368

Data di registrazione: mercoledì, 03 settembre 2008

  • Invia messaggio privato

215

mercoledì, 10 settembre 2008, 10:39

bene! anche oggi è una bella giornata!
proprio bella!
allora riassumiamo un pò:

dimostrato per via logica (almeno da 800 anni) che Dio esiste, la conseguenza è che l'ateo non può esistere.
se però uno si dichiara ancora ateo,
costui, per coerenza ai propri principi, dovrebbe rinunciare da sè stesso alla vita,
per sfuggire al dolore del mondo,
alla lenta ed inesorabile consumazione del corpo,
alle tristezze,
alle angoscie,
alle malattie,
alle tasse, ecc. ecc.
se però non lo fà è perchè accetta il dolore in cambio di una speranza!

allora cari atei:

qual'è la vostra speranza?


oppure devo pensare che:

rifiutate di accettare la dimostrazione della esistenza di Dio, rigettandola.

Tuttavia il vostro rifiuto non la nega!
e se non rinunciate alla vita,
e se non dichiarate la vostra speranza,
allora non rimane che una spiegazione:
che con ipocrisia utilizzate l'ateismo come maschera per nascondere la vostra vera identità,
di coloro che odiano Dio e vi si ribellano completamente
divenendo in conseguenza dèmoni incarnati.

bene,
ho concluso i miei interventi, credo di aver dato abbastanza, ...devo lavorare anch'io!
avete quanto basta per diventare ferventi chierichetti che servono a messa,
oppure manovali del demònio.

Dimenticavo:
non datevi tutta questa importanza, nessuno vuole convertirvi e nessuno ha questo potere!
solo Dio può farlo oltre a voi stessi, cari atei, (però siete atei...).
:happy:


Un saluto cordiale da Giobbe.

ps. per favore evitate di farvi riconoscere con insulti e dileggi, non mi scalfiscono.
cercate piuttosto di leggere quello che vi ho postato e di invocare la Divina Misercordia.
e state attenti che il rifiuto di Dio può condurre al suicidio, non sia mai! che la Vergine vi protegga!

216

mercoledì, 10 settembre 2008, 10:48

Citato

dimostrato per via logica (almeno da 800 anni) che Dio esiste, la conseguenza è che l'ateo non può esistere.
se però uno si dichiara ancora ateo,
costui, per coerenza ai propri principi, dovrebbe rinunciare da sè stesso alla vita,
per sfuggire al dolore del mondo,
alla lenta ed inesorabile consumazione del corpo,
alle tristezze,
alle angoscie,
alle malattie,
alle tasse, ecc. ecc.
se però non lo fà è perchè accetta il dolore in cambio di una speranza!

Mah...veramente a me non va di rinunciare a esistere, non ho chiesto di esserci nè avrei potuto controllarlo, ma ormai me la gioco, perchè magari se mi ammazzo oggi potrei perdermi la gioia che ogni tanto c'è nel mondo,
la lenta e inesorabile saggezza che viene dalla vecchiaia, e la possibilità di vedere crescere quello che coltivo,
la felicità,
la tranquillità (dopo tante angosce, ogni tanto...),
qualche anno di buona salute,
la contribuzione al benessere della società in cui vivo...
non ho bisogno di postulare l'aldilà, o Dio, per volere questo!

Citato

che con ipocrisia utilizzate l'ateismo come maschera per nascondere la vostra vera identità,
di coloro che odiano Dio e vi si ribellano completamente
divenendo in conseguenza dèmoni incarnati.

E come faccio a odiare uno che secondo me non esiste?

Citato

avete quanto basta per diventare ferventi chierichetti che servono a messa,
oppure manovali del demònio.

(ah, non avevo letto il fulmen in clausola, ora è chiaro che stavi un pochino scherzando...giobbe giobbino! Buon lavoro! Sarà meglio che vada anch'io, ora) ;)

reika

Giovane Amico

Posts: 166

Activity points: 512

Data di registrazione: domenica, 27 luglio 2008

  • Invia messaggio privato

217

mercoledì, 10 settembre 2008, 11:00

vedo che sei bravissima a glissare le domande inopportune:


dammi una prova tangibile e non logica dell'esistenza di Dio ( i filosofi usano per le loro dimostrazioni la logica del pensiero non la scienza, prendi per esempio il tuo amato sant'agostino)



non ho capito inoltre la questione perchè uno non puo' vivere una vita dolorosa senza speranza ! penso che ognuno possa vivere come meglio ritiene opportuno

un'ultima cosa: della vita prendo ciò che mi piace. Ho vissuto alti e bassi come tutti ma non mi sono mai fossilizzata sul dolore, ho sempre guardato avanti facendo affidamento solo su di me e la speranza l'ho sempre riposta in me. Almeno sapevo che dovevo darmi da fare e non aspettare chissaà chi o cosa dall'alto. Sono io l'artefice della mia vita e questo è il punto da cui parto
Cosa c'è dopo la vita? chi se ne frega: vivo ora in questo momento e in questa vita... al dopo ci penserò all'occorrenza

218

mercoledì, 10 settembre 2008, 11:12

che con ipocrisia utilizzate l'ateismo come maschera per nascondere la vostra vera identità,
di coloro che odiano Dio e vi si ribellano completamente
divenendo in conseguenza dèmoni incarnati.


Vabbè, ma ora non ti sembra di esagerare?
Nessuno mi aveva mai dato del demone incarnato! :what:
Senza Patria, senza Famiglia e senza Dio, sì. Ma demone incarnato... và che stai scherzando! ;)
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

219

mercoledì, 10 settembre 2008, 12:44

Citato

bene! anche oggi è una bella giornata!
proprio bella!
allora riassumiamo un pò:

dimostrato per via logica (almeno da 800 anni) che Dio esiste, la conseguenza è che l'ateo non può esistere.
se però uno si dichiara ancora ateo,
costui, per coerenza ai propri principi, dovrebbe rinunciare da sè stesso alla vita,

..e perchè mai???

Citato

per sfuggire al dolore del mondo,
alla lenta ed inesorabile consumazione del corpo,
alle tristezze,
alle angoscie,
alle malattie,
alle tasse, ecc. ecc.
se però non lo fà è perchè accetta il dolore in cambio di una speranza!

...e perchè non dovrei avere una speranza, scusa???

Citato

allora cari atei:

qual'è la vostra speranza?

Quella di tutti, suppongo.


Citato

oppure devo pensare che:

rifiutate di accettare la dimostrazione della esistenza di Dio, rigettandola.

Non c'è nessuna dimostrazione...

Citato

Tuttavia il vostro rifiuto non la nega!
e se non rinunciate alla vita,
e se non dichiarate la vostra speranza,
allora non rimane che una spiegazione:
che con ipocrisia utilizzate l'ateismo come maschera per nascondere la vostra vera identità,
di coloro che odiano Dio e vi si ribellano completamente
divenendo in conseguenza dèmoni incarnati.

bene,
ho concluso i miei interventi, credo di aver dato abbastanza, ...devo lavorare anch'io!
avete quanto basta per diventare ferventi chierichetti che servono a messa,
oppure manovali del demònio.

Col tuo pensiero torniamo mille anni indietro...

Citato

Dimenticavo:
non datevi tutta questa importanza, nessuno vuole convertirvi e nessuno ha questo potere!
solo Dio può farlo oltre a voi stessi, cari atei, (però siete atei...).
:happy:

nessuno qui si da importanza, tranne voi credenti che ritenete di beneficiare delfilo diretto con l'altissimo e ponete la razza umana al di sopra di tutto.

...(EDIT)...


...e comunque, TUTTE le domande che avevo posto sono rimaste senza risposta...che strano...

220

mercoledì, 10 settembre 2008, 12:48

Citato da "misteryo"

Citato

bene! anche oggi è una bella giornata!
proprio bella!
allora riassumiamo un pò:

dimostrato per via logica (almeno da 800 anni) che Dio esiste, la conseguenza è che l'ateo non può esistere.
se però uno si dichiara ancora ateo,
costui, per coerenza ai propri principi, dovrebbe rinunciare da sè stesso alla vita,

..e perchè mai???

Citato

per sfuggire al dolore del mondo,
alla lenta ed inesorabile consumazione del corpo,
alle tristezze,
alle angoscie,
alle malattie,
alle tasse, ecc. ecc.
se però non lo fà è perchè accetta il dolore in cambio di una speranza!

...e perchè non dovrei avere una speranza, scusa???

Citato

allora cari atei:

qual'è la vostra speranza?

Quella di tutti, suppongo.


Citato

oppure devo pensare che:

rifiutate di accettare la dimostrazione della esistenza di Dio, rigettandola.

Non c'è nessuna dimostrazione...

Citato

Tuttavia il vostro rifiuto non la nega!
e se non rinunciate alla vita,
e se non dichiarate la vostra speranza,
allora non rimane che una spiegazione:
che con ipocrisia utilizzate l'ateismo come maschera per nascondere la vostra vera identità,
di coloro che odiano Dio e vi si ribellano completamente
divenendo in conseguenza dèmoni incarnati.

bene,
ho concluso i miei interventi, credo di aver dato abbastanza, ...devo lavorare anch'io!
avete quanto basta per diventare ferventi chierichetti che servono a messa,
oppure manovali del demònio.

Col tuo pensiero torniamo mille anni indietro...

Citato

Dimenticavo:
non datevi tutta questa importanza, nessuno vuole convertirvi e nessuno ha questo potere!
solo Dio può farlo oltre a voi stessi, cari atei, (però siete atei...).
:happy:

nessuno qui si da importanza, tranne voi credenti che ritenete di beneficiare delfilo diretto con l'altissimo e ponete la razza umana al di sopra di tutto.



Citato

ps. per favore evitate di farvi riconoscere con insulti e dileggi, non mi scalfiscono.
cercate piuttosto di leggere quello che vi ho postato e di invocare la Divina Misercordia.
e state attenti che il rifiuto di Dio può condurre al suicidio, non sia mai! che la Vergine vi protegga!

Prima di parlare di suicidio, sciacquati la bocca idiota!
Se ti incontro te la faccio invocare io la divina misericordia...

misteryo ti ricordo che sei già stato bannato una volta
attenzione alle parole, agli insulti e soprattutto alle minacce.

comunque se leggevi bene, hai risposto ad un post semi-scherzoso.
che bisogno c'è di scaldarsi non lo so.

direi che si può anche chiudere qui, eventualmente i dubbi esistenziali ve li gestite in mp

221

mercoledì, 10 settembre 2008, 12:56

Misteryo farò un'eccezione per questa volta

riapro in seguito al tuo mp di scuse, ma mi piacerebbe che fossero rivolte all'interessato.

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

222

mercoledì, 10 settembre 2008, 13:02

Ti ringrazio Pollicino, apprezzo molto.
Mi sarebbe molto dispiaciuto che questa discussione venisse chiusa a causa mia.

Kublai

Moderatore

  • "Kublai" è un uomo

Posts: 7.696

Activity points: 24.964

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

  • Invia messaggio privato

223

mercoledì, 10 settembre 2008, 13:08

misteryo.... adesso dovrei bannarti. pollicino è stato molto tollerante con te, nonostante sapesse benissimo che avrebbe dovuto bannarti. Ora chiedi scusa alla persona che hai offeso. Se non lo farai verrai bannato entro la giornata odierna. E non provarci nemmeno con le tue minacce e gli altri stratagemmi di cui sei capace, peggioreresti soltanto le cose. Questo è quanto.
E' il tuo comportamento a qualificarti, non ciò che possiedi o dici di essere...

misteryo

Utente Avanzato

  • "misteryo" è stato interdetto da questo forum

Posts: 652

Activity points: 2.061

Data di registrazione: giovedì, 01 maggio 2008

  • Invia messaggio privato

224

mercoledì, 10 settembre 2008, 13:13

Mi sono fatto avanti solo per evitare che la discussione venisse chiusa a causa mia.
Ma non ho niente di cui scusarmi con nessuno. E men che meno con chi usa parole forti con leggerezza.
Bannami pure se ciò è per te fonte di soddisfazione. So che non aspettavi altro...Tanto già me ne ero andato.

Kublai

Moderatore

  • "Kublai" è un uomo

Posts: 7.696

Activity points: 24.964

Data di registrazione: martedì, 05 giugno 2007

  • Invia messaggio privato

225

mercoledì, 10 settembre 2008, 13:15

Ok, sei bannato.
E' il tuo comportamento a qualificarti, non ciò che possiedi o dici di essere...