Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.217

Activity points: 14.562

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

1

domenica, 30 maggio 2010, 19:45

pessimismo della ragione e ottimismo della volontà



ne parliamo?

matilde

Utente Attivo

  • "matilde" è una donna

Posts: 53

Activity points: 180

Data di registrazione: venerdì, 04 giugno 2010

Lavoro: Insegnante

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 06 giugno 2010, 15:07

Ottimismo della volontà

Ottimismo della volontà e pessimismo della ragione: un sistema di idee che tengo presente da decenni. L'ottimismo della volontà è sano, giusto, costruttivo. Collaborare con gli altri ci fa vivere meglio. Il pessimismo della ragione lo interpreto nel senso che si deve essere consapevoli della realtà, non costruirsi illusioni, sapere che il peggio può accadere. Non è però detto che accada sempre ...
un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.217

Activity points: 14.562

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 09 giugno 2010, 14:53

si deve essere consapevoli della realtà, non costruirsi illusioni


è così, anche per me.
il mio problema, però, è che sono troppo pessimista, se uso, appunto, la ragione.
vorrei che a volte la ragione non esistesse.
basterebbe solo avere sempre volontà, cosa che io ho, ma la realtà, a volte, anzi spesso, sovrasta la volontà.

riuscite ad andare d'accordo con la vostra parte ragionevole e la vostra parte volenterosa?
io no.... :dash: :punish: ;(

per es oggi alla mezza volevo andare a piedi dalla mia vicina e quindi ero volenterosa, però, essendo già disabile motoria, e in più oggi le gambe non mi reggono molto, ho dovuto rinunciare... ecco che entra sempre in gioco il pessimismo della realtà. ;(

matilde

Utente Attivo

  • "matilde" è una donna

Posts: 53

Activity points: 180

Data di registrazione: venerdì, 04 giugno 2010

Lavoro: Insegnante

  • Invia messaggio privato

4

domenica, 13 giugno 2010, 20:53

Citato

per es oggi alla mezza volevo andare a piedi dalla mia vicina e quindi ero volenterosa, però, essendo già disabile motoria, e in più oggi le gambe non mi reggono molto, ho dovuto rinunciare... ecco che entra sempre in gioco il pessimismo della realtà.

A proposito del tuo esempio: perché parlare proprio di pessimismo? Tutti noi abbiamo dei limiti, e tenerne conto è sano e saggio. Se sono convinta di poter oltrepassare un dirupo con un salto, ma non ho forze sufficienti, precipito…Mi sembra di fare così: la ragione e la volontà io le convoco in riunione e discutono; se ci sono ostacoli, la ragione trova vie alternative. Non è che la situazione sia molto semplice: problemi innumerevoli sono posti dalle signore Pigrizie, Pulsioni Inconsce, Debolezze caratteriali … senza dimenticare le onorevoli Emozioni, che hanno un ruolo di fondamentale importanza …
:hi:
un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.217

Activity points: 14.562

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 17 giugno 2010, 15:42

la ragione e la volontà io le convoco in riunione e discutono; se ci sono ostacoli, la ragione trova vie alternative.


che bel discorso... hai ragione...

la ragione trova alternative... ma la volontà resta...

è vero forse non è pessimismo :S :P

matilde

Utente Attivo

  • "matilde" è una donna

Posts: 53

Activity points: 180

Data di registrazione: venerdì, 04 giugno 2010

Lavoro: Insegnante

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 21 giugno 2010, 11:44

volontà

:hi: Secondo me i problemi sorgono quando manca la volontà, perché per definizione chi è privo di volontà, come fa a darla a sé stesso? Anzi, dovrei dire: quando manchiamo di volontà, infatti a tutti capita qualche volta, come la risolviamo? Dovremmo allora risalire alle motivazioni che ci spingono all'azione.
un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.217

Activity points: 14.562

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 22 giugno 2010, 18:26

risalire alle motivazioni che ci spingono all'azione



:hmm: a volte lo so, a volte no... :S
di solito le cose le faccio solo perchè mi piacciono (fare decoupage, leggere, scrivere) o perchè voglio essere in compagnia (quando chiamo le amiche).
non so se ho capito ciò che vuoi dire... ?(
magari non c'entra... :)

matilde

Utente Attivo

  • "matilde" è una donna

Posts: 53

Activity points: 180

Data di registrazione: venerdì, 04 giugno 2010

Lavoro: Insegnante

  • Invia messaggio privato

8

mercoledì, 23 giugno 2010, 20:58

è un discorso molto ampio, perciò possono entrarci molti aspetti e molti argomenti. Cosa vogliamo dire quando parliamo di pessimismo della ragione e ottimismo della volontà? Intanto secondo me significa che facciamo un'analisi della situazione il più possibile oggettiva e realistica, perché illudersi sarebbe controproducente; dobbiamo valutare conseguenze e rischi; dopo, quando abbiamo deciso di agire, la volontà deve permetterci di raccogliere tutte le energie per compiere quella determinata azione. Ecco, io parlo così e credo di essere una persona razionale, sono addirittura una strenua sostenitrice della ragione, che secondo me non è giusto definire "fredda" ... anzi la ritengo una cara, calda e affettuosa amica ... in realtà agisco spesso anche seguendo le intuizioni, le sensazioni dette "a pelle"... e mi affido alla divina Provvidenza, cosa che ovviamente da molti non può essere ritenuta razionale. Parlando di argomenti simili, come si fa a semplificare? la vita è complicata... :hi:
un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.217

Activity points: 14.562

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 23 giugno 2010, 21:11

sono addirittura una strenua sostenitrice della ragione, che secondo me non è giusto definire "fredda" ... anzi la ritengo una cara, calda e affettuosa amica


sì la ragione non è sempre fredda... ;)

agisco spesso anche seguendo le intuizioni, le sensazioni dette "a pelle"...


anche io però poi, a forza di riflettere, quelle sensazioni le lascio andare, a mi comporto diversamente, magari pentendomi :(

mi affido alla divina Provvidenza


io non sempre... mi affido più che altro a me stessa, se riesco ad avere autostima

matilde

Utente Attivo

  • "matilde" è una donna

Posts: 53

Activity points: 180

Data di registrazione: venerdì, 04 giugno 2010

Lavoro: Insegnante

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 24 giugno 2010, 16:27

secondo te le sensazioni a pelle e le intuizioni andrebbero seguite più spesso?
un albero che cade fa più rumore di una foresta che cresce

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna
  • "cambi24" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.217

Activity points: 14.562

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

11

sabato, 26 giugno 2010, 12:33

secondo te le sensazioni a pelle e le intuizioni andrebbero seguite più spesso?


sì però le situazioni, la società lo impediscono....
poi a volte quando si segue l'istinto si può sbagliare e ci si pente.
io, seguendo l'istinto, ho lasciato molti corsi, anche se in realtà, poi, ragionando, gli ho lasciati perchè mi facevano stare male.
quando parlo di situazioni che impediscono l'uso dell'istinto dico per es al lavoro in cui non puoi prendere le tue cose e uscire se non ti va più di stare lì, o con i parenti....
quando dico la società dico la politica, i diritti non rispettati... ecc