Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


1

sabato, 23 aprile 2016, 11:21

Perché nessuno riflette con la propria testa?

Sembra che la gente non abbia sviluppato un pensiero proprio: per comprendere e descrivere i fatti che le accadono attorno, cercare di giustificarli o peggio di dar loro un'interpretazione, deve necessariamente ricorrere al pensiero di qualcun'altro, della serie "Secondo il filoso Tizio", "Come scriverebbe l'autore Caio", "In accordo alla corrente spirituale di Sempronio". Lungi da me voler sminuire le opere dei pensatori passati e presenti, ma a meno che non siate studiosi di filosofia o di scienze religiose, quando si dibatte dovreste sforzarvi di sviluppare un vostro pensiero originale, senza condizionamenti.
Scusate se sono un po' polemico.

gomitolo

Utente Attivo

  • "gomitolo" è un uomo

Posts: 38

Activity points: 114

Data di registrazione: mercoledì, 02 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

2

sabato, 23 aprile 2016, 12:14

Se conosci il pensiero dei pensatori passati o presenti forse ti accorgi che l'originalita' dei tuoi pensieri,
tanto originale non e'.

Birdy

Amico Inseparabile

  • "Birdy" è un uomo
  • "Birdy" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.490

Activity points: 4.498

Data di registrazione: domenica, 05 luglio 2015

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 23 aprile 2016, 12:21

Per me la regola "nulla si crea a e nulla si distrugge" vale tanto per la materia quanto per i pensieri.
E' come chiedere ad una molecola d'acqua, ma non riesci ad essere tale senza per forza venire dalla combinazione di atomi di idrogeno e d'ossigeno che c'erano separatamente prima di te?

4

sabato, 23 aprile 2016, 13:16

Se conosci il pensiero dei pensatori passati o presenti forse ti accorgi che l'originalita' dei tuoi pensieri,
tanto originale non e'.


La parola originale significa: genuino, autentico, individuale, creativo. Per pensiero originale quindi non si intende "sono stato il primo ed unico a sviluppare quel pensiero", ma l'averlo prodotto in autonomia.
Che poi possa essere simile o coincidere per contenuti a quello di un qualsiasi grande filosofo passato o presente, non mi rende meno originale.

gomitolo

Utente Attivo

  • "gomitolo" è un uomo

Posts: 38

Activity points: 114

Data di registrazione: mercoledì, 02 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

5

sabato, 23 aprile 2016, 15:26

A determinare piu' o meno la tua originalita',sara'chi conosce il pensiero di di chi ti ha preceduto,
e sicuramente te lo fara' notare.

6

sabato, 23 aprile 2016, 16:00

A determinare piu' o meno la tua originalita',sara'chi conosce il pensiero di di chi ti ha preceduto,
e sicuramente te lo fara' notare.


Rileggi con più attenzione ciò che ho scritto.

gomitolo

Utente Attivo

  • "gomitolo" è un uomo

Posts: 38

Activity points: 114

Data di registrazione: mercoledì, 02 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 23 aprile 2016, 19:00

Posso rileggere all'infinito,ma parti gia' dando una definizione che ti fa comodo,di originalita'.
Newton e Leibniz,produssero indipendentemente il loro metodo di calcolo infinitesimale,
ed erano coevi,e la paternita' fu attribuita a tutti e due ,dopo non poche discussioni.
Esprimi anche tu qualcosa che ritieni originale e vediamo come ti va.

K.KRAUS:Ci sono dei precursori che imitano gli originali.Se due hanno un pensiero,esso non appartiene
a quello che lo ha avuto prima,ma a quello che lo ha avuto meglio."

E.

Utente Attivo

Posts: 111

Activity points: 389

Data di registrazione: martedì, 09 febbraio 2016

Lavoro: cagare

  • Invia messaggio privato

8

giovedì, 05 maggio 2016, 19:43

Usare prole proprie non di altri è un pensiero proprio .Proprio di chi non studia e traduce pensieri suoi

9

giovedì, 05 maggio 2016, 20:08

Usare prole proprie non di altri è un pensiero proprio .Proprio di chi non studia e traduce pensieri suoi

Ciò che dici è privo di fondamento.

E.

Utente Attivo

Posts: 111

Activity points: 389

Data di registrazione: martedì, 09 febbraio 2016

Lavoro: cagare

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 05 maggio 2016, 21:03

Appunto uso parole mie e non c'è un fondamento . a che mi serve un riscontro nelle parole di un altro se e un mio pensiero .
si e gia abbastanza addomesticati ci manca solo che si addomestica anche la lingua .pace e suore nocciole

Shardana

Utente Fedele

Posts: 321

Activity points: 1.019

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2014

  • Invia messaggio privato

11

venerdì, 06 maggio 2016, 23:57

Secondo me non c'é niente di male se queste frasi sono state digerite e sono un mezzo per esprimere meglio un concetto durante un'argomentazione. Ed é giusto specificarne la fonte.
Se le citazioni sono usate come tali invece il discorso perde di qualitá e attrattiva.

Poi se ti riferisci al fatto che le persone sanno poco quello che dicono, ma lo dicono appoggiandosi a dei pensatori son d'accordo con te. É molto fastidioso.
Molti sono insicuri e dicono frasi piú per cercare di ricevere fallendo un pó di feedback positivi che perché le pensano

12

lunedì, 09 maggio 2016, 16:55

Sicuramente lo scopo stesso della Vita è quello di sviluppare una propria personalità e avere delle proprie idee.
Tuttavia per sviluppare una propria personalità bisogna maturare, studiare, farsi una propria cultura.
Sarebbe alquanto presuntuoso voler ignorare l'intero patrimonio culturale che da secoli ci tramandano filosofi, storici, letterati, scienziati, ecc.
Studiare il passato e farsi una cultura ampia è il primo passo per emanciparsi e sviluppare davvero una propria personalità.

Solo dal confronto con gli altri e dalla cultura nascono poi le proprie idee personali, originali e creative.
Viceversa si diventa soltanto dei cocciuti ignoranti e presuntuosi, con proprie idee basate.... sul nulla !