Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 613

Activitypoints: 1,944

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

1

Wednesday, August 24th 2011, 12:40pm

Nella vita bisogna sempre scegliere

Da cosa dipendono le nostre decisioni e le nostre insicurezze?

Quanto ci facciamo condizionare dagli altri? Che importanza hanno gli altri nelle nostre scelte?

Cos'è che ci blocca a tal punto da non scegliere?

Quali sono le paure che nascono dentro di noi? Sono reali o c'è le creiamo noi?

Come reagire davanti ad una scelta da prendere? Che tipo di ansia ci viene quando non decidiamo?

Scusate le tante domande, se volete rispondere? Io inizio a pormi le domande , poi vediamo se trovo le risposte

grazie :hi:

This post has been edited 1 times, last edit by "meraviglianfantasy" (Aug 24th 2011, 5:38pm)


Morpheus88

Utente Fedele

  • "Morpheus88" is male

Posts: 391

Activitypoints: 1,229

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

  • Send private message

2

Wednesday, August 24th 2011, 4:14pm

Mi piacciono le domande, ma preferisco quelle concrete, quelle a cui impegnarsi a dare una risposta può portare ad un cambiamento, e alcune delle domande che hai fatto diventano banali se buttate così, senza essere specificate, senza una circostanzialità sufficiente.
"Quali sono le paure che nascono dentro di noi? Sono reali o ce le creiamo noi?" Questa è una domanda che mi ha fatto pensare, parlare di realtà per una cosa che esiste nella nostra mente forse non è corretto, sarebbe più corretto parlare di corrispettivo reale, riscontro reale. Ho conosciuto molte persone nella mia vita, e le più coraggiose non erano quelle che non avevamo paura, erano quelle che avevano meno paure, e in quanto tali riuscivano a controllarle meglio, dato che capitavano loro in modo sporadico e dilatato nel tempo, tanto da non farle trapelare. Io ipotizzo che le paure siano una generalizzazione, temporale, di tanti eventi a cui non riusciamo a darci una risposta, a cui negli anni anche se ci è capitato di pensarci, abbiamo catalogato la questione come irrisolvibile e archiviata. Come se tutti quei fogli incompleti lasciati li nell'archivio della memoria, ammucchiati acquisissero un potere, un potere che noi gli abbiamo affidato lasciando quegli eventi irrisolti. Quindi per risponderti alla domanda, si le paure le creiamo noi, ma non al momento, semplicemente le lasciamo crescere dentro di noi, per una svogliatezza/incapacità esistenziale. Da dove nascono? da eventi che ci hanno impressionato (ma non traumatizzato) e a cui abbiamo rivolto attenzione ma a cui non abbiamo saputo dare risposta.

Come si sente in molti film, la paura più grande è quella dell'ignoto!
N.B:
ho escluso dalle paure, le fobie ed i traumi che hanno ben altra origine.

acinorev

Nuovo Utente

Posts: 5

Activitypoints: 15

Date of registration: Sep 4th 2011

  • Send private message

3

Wednesday, September 14th 2011, 12:55am

scelte

A proposito di scelte ho scritto alcuni pensieri un po di tempo fa...voi che ne pensate?

la vita e solo piena di scelte!noi, anche se abbiamo deciso di intraprendere una certa strada,siamo sempre "tentati",se cosi si puo dire da altre vie,altre strade che ci si mostrano nel lungo cammino della vita!
e questa la vita! un insieme di strade che possiamo intraprendere ma tra cui DOBBIAMO scegliere!
ora..quello che voglio analizzare e come la gente affronta le scelte:
ci sono 3 categorie principali(naturalmente in mezzo ci sono un mondo di sfumature):
_chi sceglie una strada con i paraocchi.essi pensano che guardare ad altre strade sia solo una
tentazione da evitare.cosi xo ci si limita e basta,infatti la maggior parte di queste persone fa
certe scelte in giovanissima eta senza avere alcun a esperienza.(naturalmente nn mi riferisco
a chi e cosi fortunato da trovare la propria strada cosi presto ed e felice!)
_chi nn sceglie mai!essi sono cosi avidi di vita che "gustano"ogni cosa che gli si presenta
senza fermarsi mai...x loro ogni "tentazione"deve essere vissuta fino in fondo..nn fanno fatica
a lasciare la vecchia strada x la nuova.cosi facendo xo si vive solo in superficie.nn si approfondisce
nulla nella vita,nn si e mai appagati fino in fondo e si vive sempre con un senso di paura e
insoddisfazione.
_la terza categoria e di chi sceglie la propria strada in mezzo a un miliardo di possibilita
senza la paura di essere limitato.essendo cosi si ha l opportunita di vivere in profondita
sperimentando cosa vuol dire veramente essere coinvolti in qualcosa.
Naturalmente raggiungere questo stato nn e facile..soprattutto da giovanissimi,quando tutti sperimentiamo
il secondo stato(in quest epoca e nel nostro mondo naturalmente)!tante persone purtroppo si fermano a questo stadio quando "crescono".quando
si dovrebbe fare una scelta(diverse scelte naturalmente riguardanti tutti gli aspetti della vita)
ci si tira indietro e si passa ad un altra via.Quello che voglio evidenziare ora e un aspetto
fondamentale:e giusto e normale prendere un altra strada se si e insoddisfatti del presente
,ma quello che si dovrebbe fare e fare uno step in avanti!nn proseguire in linea piatta
scegliendo strade che alla fine sono simili tra loro,allo stesso livello!
quello che dobbiamo fare e scalare una montagna,nn camminare su un immensa pianura!tutto
deve essere un miglioramento,un approfondimento,un cambio di stadi
e livelli!e x fare questo sono necessarie delle scelte!

poi x completare questo:

nn possiamo scalare la montagna se nn ci decidiamo a farlo!e la scelta e l unica via!x questo nn dovrebbe essere vista come un limite
ma come un opportunita!
alcuni potrebbero obbiettare xo che nn e facile scegliere in mezzo a tante opportunita
che la nostra societa ci offre oggi!questo e in parte vero,ma invece di guardare in senso negativo
cio(la stragrande varieta di scelte) xche nn prendere il lato positivo?cioe guardarci intorno
,nn smettere mai di cercare finche nn appoggeremo gli occhi su qualcosa che x qualche motivo
attira la nostra attenzione?certo,in futuro ce ne saranno altre che ci interesseranno,e normale,
ma concentriamoci su di un obiettivo!come fare x capire se e quello che vogliamo?
un buon metodo sarebbe quello di chiudere gli occhi x un attimo e immaginare il nostro futuro
senza pensare!e importante!solo immaginare,vedremo subito davanti a noi il nostro reale desiderio
,la nostra strada!appena fatto naturalmente inteverra di nuovo il pensiero,la paura di fare la scelta
sbagliata..ma nn bisogna farsi influenzare!a volte il piu grande nemico della felicita siamo
proprio noi,con tutte le paure che ci portiamo dietro fin dalla piu tenera eta!
quindi in conclusione posso dire che x vivere una vita piena bisogna saper scegliere!
un altra cosa importante che mi son dimenticata di menzionare...tutto questo bisogna farlo
con lo spirito piu leggero possibile!niente e irrecuperabile!tutto si puo riparare..anche se
capita di fare scelte che allafine ci portano sofferenza e insoddisfazione dovremo sempre ricordarci
che nella vita nulla avviene x caso,tutto serve x la nostra crescita personale!meglio rimorsi
che rimpianti!forse il segreto x vivere "profondamente"e proprio scegliere oltre che in modo responsabile,
anche in maniera leggera,allegra,sapendo che nulla e irrecuperabile!

Cipy

Nuovo Utente

  • "Cipy" is female

Posts: 6

Activitypoints: 25

Date of registration: Sep 13th 2011

  • Send private message

4

Wednesday, September 14th 2011, 2:16am

Io penso che l'insicurezza faccia parte dell'essere umani, perché non abbiamo la risposta a tutte le domande. La difficoltà del decidere sta nel fatto che non possiamo sapere a priori se la nostra sarà la scelta giusta o la migliore. A tutti, credo, sarà capitato di sbagliare nella vita. I miei sbagli da una parte mi hanno aiutata a crescere e a imparare delle importanti lezioni, ma dall'altra parte sono anche una fonte di paura, paura di sbagliare di nuovo forse o, come ha detto Morpheus88, semplicemente paura dell'ignoto.

meraviglianfantasy

Utente Avanzato

  • "meraviglianfantasy" is female
  • "meraviglianfantasy" started this thread

Posts: 613

Activitypoints: 1,944

Date of registration: Aug 7th 2011

  • Send private message

5

Sunday, October 2nd 2011, 10:19pm

xche nn prendere il lato positivo?cioe guardarci intorno
,nn smettere mai di cercare finche nn appoggeremo gli occhi su qualcosa che x qualche motivo
attira la nostra attenzione?certo,in futuro ce ne saranno altre che ci interesseranno,e normale,
ma concentriamoci su di un obiettivo!come fare x capire se e quello che vogliamo?
un buon metodo sarebbe quello di chiudere gli occhi x un attimo e immaginare il nostro futuro
senza pensare!e importante!solo immaginare,vedremo subito davanti a noi il nostro reale desiderio
,la nostra strada!appena fatto naturalmente inteverra di nuovo il pensiero,la paura di fare la scelta
sbagliata..ma nn bisogna farsi influenzare!a volte il piu grande nemico della felicita siamo
proprio noi,con tutte le paure che ci portiamo dietro fin dalla piu tenera eta!
quindi in conclusione posso dire che x vivere una vita piena bisogna saper scegliere!
Caro acinorev , mi sono piaciuti i tuoi pensieri , anche se devo dire rimango ancora un po' confusa , ma in particolare mi ha colpito questa parte da me selezionata , (chiudere gli occhi per un'attimo e immaginare il nostro futuro senza pensare) , sto cercando di fare alcune scelte in questa maniera , non è sempre facile dato che sono più le volte che mi blocco da qualcosa , e parlo anche delle scelte più banali , dove non immagino il dopo , non so che fare , mi blocco e spesso non faccio niente , oppure mi nascondo dietro il lavoro , con la scusa che devo lavorare , nella mia vita non faccio e non scelgo quasi mai altre cose. Lavoro e basta. In realtà in questi tentativi di immaginare il futuro, il dopo , nelle scelte che dovrei prendere , mi sento bene , perchè vedo una strada davanti a me.. Certo dipende molto anche dal tipo di scelta che devo fare , se è molto importante , mi tocca pensarci e ripensarci , ma spesso mi capita di bloccarmi anche nelle scelte più frivole , non è bello e questo mi fa sentire a volte una incapace nel proseguire la mia vita.. Il fatto è che certe volte non si immagina proprio niente , si ha davanti solo un buio totale fatto di paure che non portano a nessuna decisione. C'è qualcuno quì che si sente come me quando deve decidere qualcosa? Diciamo che qualche volta mi sento più sicura in ciò che faccio , e a volte mi vedo migliorata rispetto a prima , ma la cosa non è sempre così immediata. Grazie.