Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Questo thread è chiuso. Non è possibile inviare nuove risposte.

Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

1

martedì, 12 giugno 2012, 19:32

Il mistero del Male

Pensate che il Male sia una tendenza innata naturale dell'uomo?
Oppure che dietro l'apparenza del "naturale" ci sia in realtà qualcosa di soprannaturale?
Mi spiego.
L'uomo è un animale, e come tale assomiglia agli animali quando si dedica ai suoi più' bassi istinti, come uccidere o riprodursi.
Solo che gli animali non usano l'uccidere o il riprodursi per scopi puramente egoistici,ma istintivi e per prolungare e/o mantenere in forma la specie.
Invece se un essere umano uccide un suo simile si tratta di omicidio , proprio perché logicamente insensato.
Se violenta un suo simile non si tratta solo di sfogare un istinto ma diventa un gesto brutale,insensato.

L'essere umano e l'animale non sono compatibili dal punto di vista spirituale e psicologico.
Hanno in comune gli aspetti più' primitivi, ma poi basta.
Senza considerare il fatto che l'animale , qualsiasi cosa faccia, non lo fa e non lo farà mai per cattiveria.
Allora da dove viene l'odio dell'uomo?
Da dove viene la capacità dell'uomo di fare del male?
Da dove viene la capacità dell'uomo di essere triste, desolato, senza speranza?
Non è forse il Male, una cosa a se stante?
E non semplicemente un prodotto dell'uomo?

Può il male essere una cosa naturale, una semplice risposta psicologica a torti subiti?
Può semplicemente essere solo un desiderio represso , un sogno infranto?
A me non sembra.
Pensate a Vantaggiato.
Come può un uomo arrivare ad essere così avido, a covare così tanto odio da uccidere "casualmente" e rovinare la vita delle persone?
L'odio diventa parte di te quando gli apri la porta.
Se non glielo permetti il male se ne andrà.
Ragionando così allora si nota come il Male sia una cosa separata dall'uomo e diventa un tutt'uno con l'uomo solamente quando quest'ultimo lo accetterà nel suo cuore.

Quindi concludendo secondo la mia logica, il Male non è un prodotto dell'uomo ma un potere separato che turba e tenta continuamente l'uomo.
Che ne pensate?

Svogliato

Nato stanco.

  • "Svogliato" è un uomo

Posts: 1.276

Activity points: 4.115

Data di registrazione: giovedì, 25 marzo 2010

Lavoro: Pucci

  • Invia messaggio privato

2

martedì, 12 giugno 2012, 20:55

Tu puoi fare questi discorsi perche sei nata in una societa che garantisce la tua tutela sociale(perlomeno quando non fallisce nel suo compito)e ti ha ovviamente educata ad una serie di valori.
Fossi nata distante dagli esseri umani distingueresti il male dal bene in funzione di cosa sarebbe utile o dannoso per te stessa,cosa che del resto poi fanno anche le regole sociali.
Apatico,da smuovere con le granate.

Non ci sono femministe in una nave che sta affondando.
"Togliete dalla chiesa i miracoli, il soprannaturale, l’incomprensibile,
l’irragionevole, l’impossibile, l’inconoscibile, l’assurdo e non rimane
niente altro che il vuoto." Robert G. Ingersoll

SirPsychoSexy

I'm not the Devil's Child, but He Loves Me like a Son.

  • "SirPsychoSexy" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.268

Activity points: 3.937

Data di registrazione: mercoledì, 28 settembre 2011

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 12 giugno 2012, 21:03

male e bene sono due categorie morali

e ,come tali, non possono essere "oggettivizzate"
risentirano sempre del punto di vista dal quale li si osserva

questo se diamo una parvenza di veridicità alla morale
altrimenti ,possiamo passare oltre e dedicarci al superamento di noi stessi.

I know you want what's on my mind
I know you like what's on my mind
I know it eats you up inside
I know you
I Know you
I Know you Know

4

martedì, 12 giugno 2012, 21:28

E come facciamo a sapere che il Male è solo frutto di inculcamento morale o di educazione sociale?
Non suona bene.
Avete mai provato o anche solo immaginato di andare a vivere nelle baracche indiane e/o africane?
La maggior parte della loro cultura è questa: sacrificare carne umana per saziare Dei,mangiare cervella, abbellirsi di crani,eppure, nonostante il loro concetto assai primitivo di religione, non sono per nulla influenzati dalla società e/o educazione sociale.
Come mai questa tendenza dell'uomo a percepire un qualcosa di superiore, rimane INNATA?
Voi dite che è la società e la religione a inculcare l'idea di un Dio. Ma a me non pare.

Quindi Vantaggiato avrebbe agito semplicemente per puro istinto?
E che chi uccide viene visto male perché siamo intrisi di società e di educazione?
E chi stupra è perfettamente normale?

E se succederebbe ai cari vostri cari, questi obbrobri, immagino che direte: Male e bene sono due categorie morali


oppure: Tu puoi fare questi discorsi perché sei nata in una societa che garantisce la tua tutela sociale.


?


:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :sleeping:

SirPsychoSexy

I'm not the Devil's Child, but He Loves Me like a Son.

  • "SirPsychoSexy" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.268

Activity points: 3.937

Data di registrazione: mercoledì, 28 settembre 2011

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 12 giugno 2012, 23:25

E come facciamo a sapere che il Male è solo frutto di inculcamento morale o di educazione sociale?
Non suona bene.
Avete mai provato o anche solo immaginato di andare a vivere nelle baracche indiane e/o africane?
La maggior parte della loro cultura è questa: sacrificare carne umana per saziare Dei,mangiare cervella, abbellirsi di crani,eppure, nonostante il loro concetto assai primitivo di religione, non sono per nulla influenzati dalla società e/o educazione sociale.
Come mai questa tendenza dell'uomo a percepire un qualcosa di superiore, rimane INNATA?
Voi dite che è la società e la religione a inculcare l'idea di un Dio. Ma a me non pare.

Quindi Vantaggiato avrebbe agito semplicemente per puro istinto?
E che chi uccide viene visto male perché siamo intrisi di società e di educazione?
E chi stupra è perfettamente normale?

E se succederebbe ai cari vostri cari, questi obbrobri, immagino che direte: Male e bene sono due categorie morali


oppure: Tu puoi fare questi discorsi perché sei nata in una societa che garantisce la tua tutela sociale.


?


:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes: :sleeping:


per la mia vecchia professoressa di italiano ,ad esempio, il Male saresti tu .

come vedi, dipende da che punto guardiamo alla questione...

I know you want what's on my mind
I know you like what's on my mind
I know it eats you up inside
I know you
I Know you
I Know you Know

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

6

mercoledì, 13 giugno 2012, 00:08

mah in diverse specie (mi viene in mente il leone), quando un maschio diventa capobranco, per iniziare uccide i cuccioli del maschio precedentemente dominante. questo E' MALE secondo la morale comune nella nostra società.

ricordo di alcuni volatili la cui prima azione, appena usciti dal guscio, è buttare giù dal nido le uova dei fratelli. P.S. anzi se mi ricordo bene probabilmente era quell'uccello che depone un uovo nel nido di uccelli di altra specie, quindi il nascituro non butta giu le uova di esemplari della propria specie ma quelle di esemplari di un'altra specie. comunque vale l'esempio del leone sopra ;)

sicumente esistono altri casi di uccisione di esemplari e persino di cuccioli della stessa specie (tra i peggio mali che possiamo immaginare) tra animali.

inoltre chi ha avuto un cane o un gatto (magari in minor misura) dovrebbe sapere che questi sono in grado di fare dispetti.

secondo me l'umano non si distingue molto dagli animali più evoluti per la parte istintiva e per le emozioni, secondo me quelle parti ce le abbiamo in comune, noi ci distinguiamo da loro per la nostra capacità di razionalizzare, di pensare in astratto, di seguire ragionamenti complessi.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "mr" (13/06/2012, 00:18)


7

mercoledì, 13 giugno 2012, 00:52

Mr, gli animali lo fanno perché sanno istintivamente che quel dato cucciolo non sopravviverà(causa debolezza o per malattia,etc) e fanno la "selezione naturale".
Gli animali non possono permettersi di curare i cuccioli come farebbero invece gli essere umani.
Ecco perché avvengono queste uccisioni. Le mamme gatte ad esempio possono uccidere qualche gattino della cucciolata per il semplice fatto che istintivamente sanno che non sopravviverà a lungo.

Questo non è un male,la natura sa quello che fa.
Mettere sulla stessa linea degli animali anche gli esseri umani, equivale a dire che Vantaggiato ha fatto tutto per puro istinto.(?????)

Gli animali non provano il male.Io ho degli animali, e non ho mai visto in loro l'odio.
Ma solo meccanismi di difesa quando percepivano pericolo. Mai l'odio.
Cosa che è abbondantemente presente nell'essere umano, e chissà perché.

8

mercoledì, 13 giugno 2012, 00:54



per la mia vecchia professoressa di italiano ,ad esempio, il Male saresti tu .

come vedi, dipende da che punto guardiamo alla questione...
:hi:

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 13 giugno 2012, 00:56

Eh no C&A, i leoni lo fanno perché quelli non sono figli loro. Li fanno fuori così le madri ridiventano pronte per accoppiarsi, e loro possono avere dei figli loro. Abbastanza crudele e squallido direi, altro che animali immacolati e avulsi dal male.

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

11

mercoledì, 13 giugno 2012, 01:02

Mr è sempre questione di territori e sopravvivenza. Sicuramente la Natura ha una certa logica che a noi ci pare crudele.
Quando un leone maschio subentra al comando di un branco, prende possesso del territorio e delle femmine che vi si trovano. Spesso il nuovo maschio dominante uccide i piccoli generati dal rivale sconfitto.

http://www.voyagesphotosmanu.com/comportamento_leone.html


Quello che fa la Natura sinceramente me ne importa poco.
Quello che più' mi stupisce è come l'argomento Male nel cuore dell'uomo viene aggirato.
Gli animali ricordiamoci,non ragionano come noi,si muovono solamente per puro istinto.

Noi invece abbiamo (sfortunatamente) la ragione per fare di PROPOSITO il male agli altri.

13

mercoledì, 13 giugno 2012, 01:07

Devo ammettere che m'ha fatto senso :( ..

Ma è una ricerca fatta 100 anni fa, è se non fosse vera?

mr

Utente Avanzato

Posts: 574

Activity points: 1.869

Data di registrazione: mercoledì, 02 novembre 2011

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 13 giugno 2012, 01:29

per i pinguini: fortunatamente non lo so XD anche a me ha fatto un certo ribrezzo leggere di quelle cose...

per il resto forse ho capito cosa intendi.

bhe magari proprio la nostra capacità di astrarre e fare ragionamenti complessi - quindi anche magari indiretti o addirittura tortuosi - ci rende capaci di atti dove magari non è subito evidente la causa istintiva.

ad esempio la gente cade dalle nuvole quando avvengono quelle stragi nelle scuole americane. non capiscono i carnefici. io non condivido le loro azioni però non trovo così difficile comprendere quello che li porta a farle. io non c'entro niente con quel contesto quindi probabilmente dico una cretinata, ma secondo me dietro c'è un ragionamento tipo questo: ***autocensura, non sia mai che ispiro qualcuno ;) ***

non condivido questo ragionamento, perché il carnefice non ci guadagna niente, anzi rovina definitivamente la propria vita oltre a quello di gente tendenzialmente innocente (le vittime spesso sono casuali), oltre a condannare probabilmente la propria anima e comunque la vita dei propri cari. però il ragionamento lo concepisco, è mio, anche se poi un altro ragionamento è arrivato a correggere il tiro in positivo.

cos'è la rabbia? è un senso di avversione verso qualcosa che ci ostacola nel soddisfacimento dei nostri bisogni.

cos'è il rancore? rabbia repressa, stagnante e accumulata.

cos'è l'odio? non so, forse rancore che prende vita propria, a prescindere dalle cause scatenanti. quasi ci si dimentica da dove è nato, finissero i presupposti alla rabbia iniziale, l'odio sarebbe comunque duro da "dissolvere".

tornando alla tua teoria:

Citato

Quindi concludendo secondo la mia logica, il Male non è un prodotto dell'uomo ma un potere separato che turba e tenta continuamente l'uomo.


secondo me il male è un'astrazione, un'idea, non credo in un potere - una volontà - maligna che influenzi ora una volontà ora un'altra - a volte però fa comodo, è rasserenante, dirsi che una tale idea ce l'ha suggerita un demonio, un essere esterno a noi, alla nostra volontà/anima.

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "mr" (13/06/2012, 02:18)


15

mercoledì, 13 giugno 2012, 01:43

per i pinguini: fortunatamente non lo so XD anche a me ha fatto un certo ribrezzo leggere di quelle cose...

per il resto forse ho capito cosa intendi.

bhe magari proprio la nostra capacità di astrarre e fare ragionamenti complessi - quindi anche magari indiretti o addirittura tortuosi - ci rende capaci di atti dove magari non è subito evidente la causa istintiva.

ad esempio la gente cade dalle nuvole quando avvengono quelle stragi nelle scuole americane. non capiscono i carnefici. io non condivido le loro azioni però non trovo così difficile comprendere quello che li porta a farle. io non c'entro niente con quel contesto quindi probabilmente dico una cretinata, ma secondo me dietro c'è un ragionamento tipo questo:

non condivido questo ragionamento, perché il carnefice non ci guadagna niente, anzi rovina definitivamente la propria vita oltre a quello di gente tendenzialmente innocente (le vittime spesso sono casuali), oltre a condannare probabilmente la propria anima e comunque la vita dei propri cari. però il ragionamento lo concepisco, è mio, anche se poi un altro ragionamento è arrivato a correggere il tiro in positivo.

cos'è la rabbia? è un senso di avversione verso qualcosa che ci ostacola nel soddisfacimento dei nostri bisogni.

cos'è il rancore? rabbia repressa, stagnante e accumulata.

cos'è l'odio? non so, forse rancore che prende vita propria, a prescindere dalle cause scatenanti.
tornando alla tua teoria:
secondo me il male è un'astrazione, un'idea, non credo in un potere - una volontà - maligna che influenzi ora una volontà ora un'altra - a volte però fa comodo, è rasserenante, dirsi che una tale idea ce l'ha suggerita un demonio, un essere esterno a noi, alla nostra volontà/anima.
Su quella storia dei pinguini mi informerò seriamente :hmm: certo che se è vero son da mitragliare :D

Comunque... è vero che i carnefici sono persone che soffrono interiormente,magari persone isolate dalla società ed etichettate come "diverse", "asociali",etc. E posso capire che può provocare in loro sentimenti di rivalsa, ribellione,vendetta...

Quello che precisavo è appunto che quei sentimenti negativi e che molto spesso portano alla rovina(distruggendo famiglie delle vittime e anche quella dei carnefici) sono pensieri che, con una forte volontà,possono essere raggirati o ignorati.
E' qui la tentazione. Ascoltare la tentazione del "far fuori tutti" proviene dal "fondo guasto" dell'essere umano.
Una volta ascoltata la tentazione della vendetta,è finita. Il male non è solo fuori,ma anche dentro di noi,annidato da qualche parte.
Dopo aver accettato la rabbia, provocata da una delusione, si accende uno strano fuoco che assomiglia all'odio.
Anch'io ho provato questi sentimenti.
E non è possibile che una persona possa alimentare da se stessa così tanto odio.
Però non riesco a spiegare.
Pensa a Hitler, perché era così odioso?
E come possibile che una persona possa arrivare a tali livelli di odio?

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite