Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

16

giovedì, 27 agosto 2009, 21:20

danno "sempre la colpa" alla donne perchè è lei che porterà in grembo il figlio, ma "è colpa" anche dell'uomo, visto che si è in due! ;)
Anche la decisione drastica dell'aborto (se è una situazione famigliare delicata) deve essere presa in due. :S

17

giovedì, 27 agosto 2009, 22:48

Cara Aurora,
è vero si poteva evitare, ma purtroppo è successo. Hai dovuto fare una scelta molto difficile per chiunque, e da sola, immagino.
Capisco la tua rabbia!
;(
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

francesca2812

Utente Fedele

  • "francesca2812" è una donna

Posts: 338

Activity points: 1.140

Data di registrazione: martedì, 26 maggio 2009

Località: cosenza

Lavoro: consulente finanziario

  • Invia messaggio privato

18

giovedì, 27 agosto 2009, 23:58

a volte gli uomini mostrano egoismo in questo ambito (come forse anche in altri) ma a mio avviso il problema è di entrambi e non solo della donna!

mi ricordo una volta il mio ex mi fece rimanere molto male dicendomi che se mai fossi rimasta incinta il problema era mio non suo! che str....o!

19

venerdì, 28 agosto 2009, 00:27

:( come volevasi dimostrare!
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

20

venerdì, 28 agosto 2009, 11:57

Io ho ragionato e sono giunta a questa conclusione.
Le donne che scelgono di interrompere una gravidanza fanno una scelta molto dolorosa. Anche se sono state leggere, anche se hanno enormi responsabilità, anche se non vogliono il bambino, ne soffrono. Spesso, dopo, sono assalite dai rimorsi, vorrebbero tornare indietro e scegliere un'altra cosa. Oppure sanno di aver fatto la scelta che per loro era giusta, ma il dolore rimane e anche il senso di colpa, inutile negarlo. Non sarebbe dovuto succedere, punto e basta, e questo pensiero scava, a volte scava così profondamente che una donna può perdere fiducia in se stessa, può ammalarsi di depressione, può perdere ogni stima di sè.
Ma la sofferenza che una donna prova di fronte a una scelta del genere, fino a farla persino ammalare, è ciò che la rende UMANA!
Mentre che cosa si può dire di coloro che pensano che il "problema" sia solo della donna?
Ci sono uomini che non provano nulla, se non un dispiacerino ipocrita. Non sono tutti così, ma ci sono.
Questa è la famosa indifferenza e irresponsabilità di cui ho parlato finora. Ci sono uomini che pensano che l'interruzione di gravidanza non sia un loro problema e se ne fregano.
Cosa dire di queste persone che prendono alla leggera un'eventualità del genere non usando le opportune precauzioni e quando l'eventualità, haimè, si verifica, se ne fregano allegramente e sono pronti a rifarlo con un'altra, un'altra e un'altra ancora?
Queste persone non soffrono. Ed è ciò che li differenzia dal genere umano più evoluto, perchè non hanno una coscienza, non hanno valori morali, non hanno empatia, non sono capaci di provare emozioni e sentimenti profondi.
Bene. Il mio giudizio (perchè di un giudizio si tratta...) è che queste persone siano, sul piano evolutivo, un gradino al di sotto degli animali, che seppur privi di un'intelligenza logica, posseggono pur sempre una spiccata intelligenza emotiva.
Cosa posso dire?
Io direi di stare alla larga da questi uomini perchè sono gravemente mutilati nell'anima e anche se parlano, agiscono e sembra che ragionino, dentro sono vuoti, non hanno un cuore e nemmeno una coscienza, non provano rimorsi e nemmeno dolore.
Questo è il significato profondo dell'essere irresponsabili secondo me.
Non è l'errore di una volta, la superficialità di una scelta mal ponderata, non è l'incapacità di prendersi cura di se stessi e di tutelarsi, non è uno sbaglio pagato a caro prezzo, no!
E' proprio l'assenza di ciò che ci rende umani a fare la differenza.
E' proprio la loro assenza dalle sale d'aspetto dei reparti in cui si praticano le ivg a segnare la distanza profonda che c'è tra loro e il resto del genere umano.
Queste persone, che lo sappiano o meno, che lo vogliano o meno, hanno una grossa fetta di responsabilità morale che pende sulle loro teste.
Nessuno glielo farà notare, non importa, ce l'hanno e basta. E' tutto qui.
Io compiango le donne, le donne che si troveranno ad avere a che fare con simili individui. Ma loro no. Non ne hanno bisogno. Non se lo meritano.
E questo e quanto.
Grazie per l'ascolto.
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "hiba" (28/08/2009, 12:49)


lully

vita dipendente

Posts: 2.258

Activity points: 6.809

Data di registrazione: martedì, 11 dicembre 2007

  • Invia messaggio privato

21

venerdì, 28 agosto 2009, 12:06

:clap: :clap: :clap: grande hiba!!!!!
La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta,
ma di come danzare nella pioggia.

bandoss

Non registrato

22

venerdì, 28 agosto 2009, 12:47

se mai fossi rimasta incinta il problema era mio non suo! che str....o!
mi associo allo stronzo, e credo di esserlo anche io.
non me ne vanto ma lo penso sinceramente

23

venerdì, 28 agosto 2009, 13:05

Scusate, ma dire chiaramente: guarda, io il figlio non lo voglio e perciò... zakkete, et voilà, cecì est un condom!?
Invece di cospargersi il capo di cenere che non serve a nessuno, basta non ricadere nel solito errore.
Io non loso quanto tu sia str... però ti sento molto amareggiato e anche incavolato, quindi tanto indifferente non mi sembri. Se anche ti arrabbiassi per mettere a tacere la coscienza, in ogni caso ciò non significa altro che hai una coscienza che ti punge.
Ciò di cui parlo io è diverso.
Io ho conosciuto persone che davvero se ne strasbattevano, mica per finta!
Ho conosciuto uno che ha detto alla sua ragazza: non ti preoccupare, non fa male, è tutto in anestesia! E poi le ha allungato le cinquantamilalire per pagare la ginecologa! Tutto qua.
Questo individuo era arci noto a tutti i suoi amici, che già avevano detto alla ragazza in questione: stai attenta, lui le mette tutte incinta!
E così è stato.
Mise incinta anche quella.
Dopo, si vedeva lei devastata e lui che zufolava come se nulla fosse accaduto. Anzi, si stupiva delle lacrime di lei, cascava davvero dalle nuvole! Era andatro tutto bene, no?
Questo essere innominabile è una persona simpatica, diciamo anche generosa, intelligente, gran lavoratore, padre sufficientemente buono e marito decente. Ma non ha un valore morale nemmeno a cercarlo con il metal detektor, nemmeno con la vivisezione troveresti nulla. Come essere lui rappresenta il vuoto totale, il nulla filosofico, la radice di Sartre!
Io concordo sul fatto che tra i due lei è stata la più cretina in assoluto e si merita la palma d'oro.
Ma nonostante la cretinaggine e il primo premio, lei rimane ai miei occhi un essere umano. Un po' arraffazzonato, è vero, ma un essere umano completo.
Mentre lui è una persona cui tutt'al più puoi dare una carezzina e un bocconcino come premio quando si comporta bene, se proprio sei una persona generosa. Altrimenti puoi abbandonarlo al canile molto tranquillamente con la sicurezza che, in ogni caso, se la caverà benone!
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

lully

vita dipendente

Posts: 2.258

Activity points: 6.809

Data di registrazione: martedì, 11 dicembre 2007

  • Invia messaggio privato

24

venerdì, 28 agosto 2009, 13:24

ed è x questo che stiamo cercando di non generalizzare. ci sono casi e casi, ognuno dei quali dovrebbe essere analizzato, le eccezioni nel bene e nel male ci sono sempre...ma sono quelle eccezioni che fanno la differenza.

ora il punto è: se volessimo quantificare quanti uomini sono come quel "simpatico tizio" che ha citato hiba, io credo che cadremmo nella tristezza + totale! x cui quella indiferezza che rende gli uomini delle bestie crudeli e insensibili, rispetto al dolore della donna...non può essere polemizzata.

è x questo che l'ignoranza e la responsabilità x la donna e l'uomo devono essere sconfitte e coltivate....e solo se ognuno di noi nel suo piccolo, facesse il proprio dovere in questo senso, si riuscirà a ridurre quella famosa quantificazione di uomini/bestia.
La vita non è una questione di come sopravvivere alla tempesta,
ma di come danzare nella pioggia.

25

venerdì, 28 agosto 2009, 13:37

Una volta ho incontrato una ragazza nel famoso reparto che era lì da sola. Manco l'amica aveva! Sola! Solissima! Doveva interrompere la gravidanza anche se lei non voleva, perchè il padre (che quel giorno ovviamente NON era lì con lei! :cursing: ) non voleva quel bambino. Avevano la casa, avevano la famiglia che li poteva aiutare, avevano le possibilità per cavarsela, ma lui non lo voleva.
Bene.
Si dice che sia la donna a scegliere. Non sempre. No. Molto spesso è l'uomo a scegliere. Sfatiamo anche questo luogo comune che non trova riscontro totale nella realtà. :thumbdown:
E allora mi domando ancora una volta: perchè non ha pensato lui di usare il preservativo?
UOOOOOAAAAAUUUUUURGH!!!!!
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

26

venerdì, 28 agosto 2009, 15:48

E' proprio l'assenza di ciò che ci rende umani a fare la differenza.


che frase difficile e vera. Complimenti! :thumbsup: :clap:

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

27

venerdì, 28 agosto 2009, 15:54


Ho conosciuto uno che ha detto alla sua ragazza: non ti preoccupare, non fa male, è tutto in anestesia! E poi le ha allungato le cinquantamilalire per pagare la ginecologa! Tutto qua.


che tristezza, che disumanità.... ;( :( :minigun: :thumbdown: :cursing:

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

28

venerdì, 28 agosto 2009, 15:56


Si dice che sia la donna a scegliere. Non sempre. No. Molto spesso è l'uomo a scegliere.


sì molto spesso :S :(