Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,223

Activitypoints: 4,432

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

1

Thursday, August 31st 2017, 5:33pm

Cosa invidiate degli altri?

Ciao a tutti, più che una riflessione, è una sorta di sondaggio.
Dando per scontato che frequentiamo amici, colleghi, parenti, ecc. ognuno con delle caratteristiche diverse, vorrei chiedervi: notate mai delle caratteristiche (caratteriali, sociali, ecc.) di cui sono dotati gli altri e che vorreste avere anche voi?
In altri termini, vi capita mai di pensare cose come: "Sono invidioso di quella tal persona perché ha molto successo con le ragazze ed io no?" (ok, l'esempio delle ragazze è solo per spiegarmi, chiaramente voi potete riferivi ad una caratteristica qualsiasi).

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,333

Activitypoints: 19,327

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

2

Thursday, August 31st 2017, 5:58pm

più che caratteristiche caratteriali, io invidio chi ha un talento/abilità artistica. Io per esempio adoro la musica (vedere quanto posto nella sezione apposita), ma da giovane non ho avuto la costanza di applicarmi. Iniziai a strimpellare la chitarra, ma senza la necessaria costanza (cosa di cui mi pento) e mi piacerebbe saper cantare, ma sono stonato come una campana :dash:
She is so beautiful
I've got no words to describe

3

Thursday, August 31st 2017, 6:28pm

Personale opinione: l'invidia è una grande stronzata!

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,333

Activitypoints: 19,327

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

4

Thursday, August 31st 2017, 6:45pm

d'accordo con Michele...io parlo di invidia in senso benevolo non quella che fa stare male
She is so beautiful
I've got no words to describe

Creamy

Colonna del Forum

Posts: 1,551

Activitypoints: 5,055

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

5

Thursday, August 31st 2017, 6:47pm

Michele sarà anche una grande stronzata ma è umana!

Io invidio molto il lato sociale di molte persone, in particolare il riuscire ad avere amici/partner che amano fare le stesse esperienze, dal corso di teatro, alla palestra, ai viaggi etc, io non sono mai stata cosi' fortunata.

Invidio anche bonariamente le mie coetanee che hanno già trovato lavoro, che si sono appena sposate etc...

anche chi è molto fortunato ( che ne so, ha trovato il partner a 16 anni e con quello si è sposata ), che ha trovato lavoro subito dopo la laurea...infatti mi chiedo sempre perchè la vita non dà le stesse possibilità a tutti.

gloriasinegloria

Utente Avanzato

Posts: 956

Activitypoints: 2,931

Date of registration: Aug 11th 2017

  • Send private message

6

Thursday, August 31st 2017, 7:44pm

Invidio, nel senso che la ammiro smisuratamente e mi sento una nullità totale al confronto, la grandezza di quei Santi Genitori che nei figli con gravissime infermità inguaribili sanno coltivare la gioia e la gratitudine verso la vita, e senza arrendersi mai operano in ogni istante della loro vita per colmare di amore quella di questi figli.
Dinanzi a questi Genitori sono io un'inferma incurabile.

Poi, sinceramente, invidio anche (nel senso che c'è poco da ammirare, ma trovo letteralmente invidiabile la loro posizione) coloro che hanno "spalle coperte" da consolidate posizioni economiche "ottime e abbondanti". Per la tranquillità e libertà di autogestione che questo può dare, non per sfarzi e lussi che non mi interessano neanche nella (ridotta) misura in cui potrei permettermeli.

:thinking: Vedo da sola che l'ipocondriaca che è in me viene fuori alla grande in entrambe le proiezioni, perchè anche la floridità finanziaria la declino in prima istanza con la possibilità di permettersi e permettere ai propri cari quelle cure che in casi fortunatamente rari sono possibili dall'altra parte del mondo ma non qui...

Ilota

Utente Attivo

  • "Ilota" is male

Posts: 44

Activitypoints: 174

Date of registration: Aug 17th 2017

  • Send private message

7

Thursday, August 31st 2017, 8:04pm

Invidio e ammiro chi ha le idee chiare su di se e il proprio futuro chi è audace e sicuro di se, chi sa cosa vuole e come ottenerlo , perchè io brancolo nel buio :D
Sono nato schiavo di me stesso, vivo per spezzare le mie catene mentali!

''Io starò bene, qualsiasi cosa accada'' è di questa sicurezza che hai bisogno, devi convincertene e ripeterlo ogni volta che puoi.

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" is male
  • "mpoletti" started this thread

Posts: 1,223

Activitypoints: 4,432

Date of registration: Mar 12th 2014

  • Send private message

8

Thursday, August 31st 2017, 10:18pm

d'accordo con Michele...io parlo di invidia in senso benevolo non quella che fa stare male

Difatti io mi riferivo all'invidia benevola menzionata da Fran. Grazie per aver specificato: pensavo che l'esempio riportato fosse sufficientemente chiaro, ma così è decisamente meglio.

Sienne

Utente Avanzato

  • "Sienne" is female

Posts: 730

Activitypoints: 1,918

Date of registration: Aug 21st 2017

  • Send private message

9

Thursday, August 31st 2017, 10:59pm

Ammiro chi ha il dono di saper parlare tranquillamente senza lasciarsi sopraffare dall'emotività.

10

Thursday, August 31st 2017, 11:20pm

Faccio una ulteriore precisazione: dalla mia vita avrei voluto (vorrei) qualcosa in più ma di chi è riuscito meglio, di chi è fisicamente meglio, di chi ha avuto meno problemi di me, onestamente, me ne sbatto, nel senso che non li prendo a paragone, non rappresentano una unità di misura e quindi anche umanamente non mi suscitano invidia anzi non mi suscitano proprio niente tranne ammirazione per chi è riuscito da se a ritagliarsi una strada vincente nella vita.

Ps: non condivido il termine "invidia umana", l'invidia in generale è una cosa che rode. Casomai potremmo parlare di fisiologico dispiacere per non avere alcune virtù che hanno altri che talvolta si trasforma in una forma di disagio qualora scatta un confronto dal quale scaturiscono a volte dei complessi.

ansioso_1

Utente Avanzato

Posts: 506

Activitypoints: 1,843

Date of registration: Oct 28th 2014

  • Send private message

11

Friday, September 1st 2017, 8:50am

Invidio chi non ha alcun problema di depressione o ansia.

Pallidal

Giovane Amico

  • "Pallidal" is female

Posts: 280

Activitypoints: 844

Date of registration: May 23rd 2017

Occupation: studentessa

  • Send private message

12

Friday, September 1st 2017, 10:43am

Allora invidio le persone spigliate , quelle che sanno intrattenere lunghe conversazioni , invidio pure in un certo senso le persone menefreghiste perche la mia vita sarebbe migliore se non dessi peso ai
Giudizi.
Invidio sul serio chi non è ipocondriaco.
Tutte le caratteristiche che mi mancano.

Hagumi

Malinconia pervinca

  • "Hagumi" is female

Posts: 586

Activitypoints: 1,870

Date of registration: May 4th 2017

  • Send private message

13

Friday, September 1st 2017, 12:09pm

Nei termini di invidia benevola ci sono volte in cui desidererei riuscire ad essere emotivamente distaccata, non farmi travolgere dalle emozioni. Invidio la tranquillità che hanno certe persone, nei rapporti sociali, nell'approccio col mondo. Mi rendo però conto, che sia anche una questione di carattere, di esperienze, perciò è una condizione che si può raggiungere. Forse, più che invidia, provo un po' di rabbia generale perché a loro viene naturale, mentre nel mio caso c'è bisogno di uno sforzo in più, è una forzatura. Ma la soddisfazione sta anche nel riuscire in qualcosa attraverso dei sacrifici, no? :)
Ammetto ti aver invidiato le persone che non conoscono l'ansia, o la vivono così, come dovrebbe essere realmente vissuta, come la vivevo quando non conoscevo i risvolti negativi che può assumere.
----
"Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti."

  • "lillas" is female

Posts: 6,689

Activitypoints: 20,188

Date of registration: Sep 12th 2008

  • Send private message

14

Friday, September 1st 2017, 12:12pm

Invidio la capacità di sintesi e l'assertività .
Quando incontro persone capaci di semplificare gli argomenti più disparati fino ad arrivare a sentirli sulla stessa lunghezza d'onda ne rimango sempre incuriosita.

Idem l' ammirazione estrema per chi riesce ad esplicare il proprio pensiero e intenzione con fermezza senza debordare o se vogliamo riuscendo ad accogliere ed essere accolti senza "invasioni di campo"
Visto da vicino nessuno è normale

Nathanim

Amico Inseparabile

  • "Nathanim" is male

Posts: 1,426

Activitypoints: 3,763

Date of registration: Mar 1st 2017

  • Send private message

15

Friday, September 1st 2017, 12:58pm

Nei termini di invidia benevola ci sono volte in cui desidererei riuscire ad essere emotivamente distaccata, non farmi travolgere dalle emozioni. Invidio la tranquillità che hanno certe persone, nei rapporti sociali, nell'approccio col mondo. Mi rendo però conto, che sia anche una questione di carattere, di esperienze, perciò è una condizione che si può raggiungere. Forse, più che invidia, provo un po' di rabbia generale perché a loro viene naturale, mentre nel mio caso c'è bisogno di uno sforzo in più, è una forzatura. Ma la soddisfazione sta anche nel riuscire in qualcosa attraverso dei sacrifici, no? :)
Ammetto ti aver invidiato le persone che non conoscono l'ansia, o la vivono così, come dovrebbe essere realmente vissuta, come la vivevo quando non conoscevo i risvolti negativi che può assumere.


Quello che desideri si può imparare, proprio soffrendo per il fatto di sentirne la mancanza. Uno che non si sia mai fatto travolgere dalle emozioni come può apprezzare il fatto di saperle gestire? :)

Similar threads