Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

Hagumi

Malinconia pervinca

  • "Hagumi" è una donna
  • "Hagumi" ha iniziato questa discussione

Posts: 546

Activity points: 1.806

Data di registrazione: giovedì, 04 maggio 2017

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 14 gennaio 2019, 10:56

Coraggio come virtù

Stavo pensando che la vita è per i coraggiosi.

Non fraintendetemi, parlo nei termini del farcela.
La vita è di tutti e continuo ad essere fermamente convinta che valga la pena viverla e continuare a provare e riprovare con perseveranza, ma nella mia ottica attuale e pessimistica dico che la vita è per chi ha audacia.
Non basta la volontà, quelle sono solamente menzogne buoniste. Puoi avere tutta la volontà del mondo ed essere la persona più insicura dell’universo; in quel caso no, non basterà. Ce la farai, forse per un po’, ma poi crollerai di nuovo se non ci aggiungi una buona dose di sangue freddo e faccia tosta.

Coraggio, sì. E coraggio = fiducia in se stessi, il che rende tutto molto più complesso per noi dalla bassa autostima, schiavi della paura, dell’ansia. Perché sì, dovremo trovare il coraggio e al contempo, con un duplice sforzo, negare, nascondere, a noi e agli altri, che in realtà è solamente una messinscena. E lo sarà finché le ombre dell’insicurezza non ci abbandoneranno completamente.
Quello, però, non è coraggio, ma disperazione, costrizione, è pura sofferenza, è non avere scelta.

Provo spesso invidia per i coraggiosi. Invidia che si trasforma in rabbia verso la mia persona.
Un pensiero mi rabbuia, ossia la probabilità che non potrò mai realizzarmi, essere interamente me stessa e raggiungere un completo equilibrio, perché non sarò mai un vera, pura, coraggiosa, ma solo una versione forzata di essa.
So che per alcuni non costituisce un problema, ma di fondo è qualcosa che mi sconforta profondamente...
----
"Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti."

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Hagumi" (14/01/2019, 12:13)


Rainbow87

Barcollo ma non mollo

  • "Rainbow87" è un uomo

Posts: 446

Activity points: 1.429

Data di registrazione: lunedì, 25 dicembre 2017

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 14 gennaio 2019, 11:49

La vita è per i coraggiosi. È vero.
E chi di carattere non lo è come il sottoscritto deve sforzarsi di esserlo..

Ace87

Giovane Amico

  • "Ace87" è un uomo

Posts: 173

Activity points: 533

Data di registrazione: domenica, 16 dicembre 2018

Località: Sondrio

  • Invia messaggio privato

3

lunedì, 14 gennaio 2019, 13:33

La determinazione è alla base del perseguire i propri obbiettivi, una persona insicura di default non è determinata , è l'esatto opposto.

Se una persona è perseverante ha comunque determinazione e coraggio, quindi non capisco cosa vuoi dire.

Personalmente sono poco determinato, non invidio chi è più determinato di mè, ognuno è fatto a modo suo, io nel mio tunnel ci stò tutto sommato bene.
“Tra vent'anni sarai più dispiaciuto per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi sciogli gli ormeggi, naviga lontano dal porto sicuro. Cattura i venti dell'opportunità nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.”
MARK TWAIN

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" è un uomo

Posts: 7.165

Activity points: 21.796

Data di registrazione: mercoledì, 05 ottobre 2016

Località: Roma e l'universo

Lavoro: something

  • Invia messaggio privato

4

lunedì, 14 gennaio 2019, 13:38

in un altro bel thread dico che ho paura di invecchiare e della morte...ma non solo. Ho paura di tante cose. Ho paura di fare del male, ho paura della solitudine. Insomma credo di non essere per niente coraggioso. Ma credo che alla fine la vita sia per tutti. Ci vuole un bel coraggio per affrontare la vita non essendo coraggiosi.
I miss the comfort in being sad

Hagumi

Malinconia pervinca

  • "Hagumi" è una donna
  • "Hagumi" ha iniziato questa discussione

Posts: 546

Activity points: 1.806

Data di registrazione: giovedì, 04 maggio 2017

  • Invia messaggio privato

5

lunedì, 14 gennaio 2019, 14:47

La determinazione è alla base del perseguire i propri obbiettivi, una persona insicura di default non è determinata , è l'esatto opposto.

Se una persona è perseverante ha comunque determinazione e coraggio, quindi non capisco cosa vuoi dire.

Personalmente sono poco determinato, non invidio chi è più determinato di mè, ognuno è fatto a modo suo, io nel mio tunnel ci stò tutto sommato bene.

Determinazione e coraggio sono due cose differenti. La determinazione, insieme alla volontà, può aiutare a raggiungere la condizione di coraggio che poi porta, ad esempio, ad affrontare una determinata cosa.
Ti assicuro che quando credo veramente in qualcosa la determinazione non mi manca. Anche qui, però, puoi essere determinato, ma non coraggioso.
È tutto un insieme di atteggiamenti che si attivano per riuscire a sopravvivere in questa giungla sociale.

in un altro bel thread dico che ho paura di invecchiare e della morte...ma non solo. Ho paura di tante cose. Ho paura di fare del male, ho paura della solitudine. Insomma credo di non essere per niente coraggioso. Ma credo che alla fine la vita sia per tutti. Ci vuole un bel coraggio per affrontare la vita non essendo coraggiosi.

Lo credo anch'io fran e, in piccola parte, mi rendo conto che è proprio quello sforzo a fortificarmi. Solamente, talvolta vorrei fosse tutto più semplice.
----
"Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti."

Ace87

Giovane Amico

  • "Ace87" è un uomo

Posts: 173

Activity points: 533

Data di registrazione: domenica, 16 dicembre 2018

Località: Sondrio

  • Invia messaggio privato

6

lunedì, 14 gennaio 2019, 15:56

Forza di volontà e determinazione sono la stessa cosa , perseverare è la costanza verso l'obbiettivo, frutto della determinazione personale.
Non ho scritto che determinazione e coraggio sono la stessa cosa, ma che se tu sei perseverante di conseguenza sei determinata
nel raggiungere il tuo obbiettivo ed hai coraggio.

Insicurezza e determinazione sono in antitesi.

E' come io che in ambito relazionale sono insicuro, non ho determinazione a cambiare la situazione.
Se trovo la determinazione per aprirmi vuol dire che ho vinto le mie insicurezze.

Tu , come mè (penso) sarai insicura in determinate cose, e sarai sicura in altre , penso che sia normale , non è normale
"farsi l'amaro" per niente.

Abitassimo in una giungla vera non ci sarebbe il tempo per discutere , saremmo fuori a sopravvivere per vivere con ben altre problematiche .
“Tra vent'anni sarai più dispiaciuto per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi sciogli gli ormeggi, naviga lontano dal porto sicuro. Cattura i venti dell'opportunità nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.”
MARK TWAIN

7

lunedì, 14 gennaio 2019, 16:34

Stavo pensando che la vita è per i coraggiosi.

I coraggiosi per carattere spesso si cacciano nei guai o ci lasciano le penne perché sono troppo sprezzanti del pericolo e spesso ignorano i propri limiti.

Personalmente non credo che la vita sia, come hai scritto, per i coraggiosi. Al contrario io direi che la vita è per i virtuosi, per gli uomini ricchi di spirito, per coloro i quali sono capaci di rialzarsi dopo l'ennesima caduta, per coloro che non si fanno incattivire dalle sofferenza della vita e per coloro i quali sanno sfruttare ogni vissuto come occasione di accrescimento interiore.

Scorpio1963

Giovane Amico

  • "Scorpio1963" è un uomo

Posts: 145

Activity points: 449

Data di registrazione: venerdì, 16 novembre 2018

Località: Toscana

  • Invia messaggio privato

8

lunedì, 14 gennaio 2019, 18:50

Stavo pensando che la vita è per i coraggiosi.

Non fraintendetemi, parlo nei termini del farcela.
La vita è di tutti e continuo ad essere fermamente convinta che valga la pena viverla e continuare a provare e riprovare con perseveranza, ma nella mia ottica attuale e pessimistica dico che la vita è per chi ha audacia.
Non basta la volontà, quelle sono solamente menzogne buoniste. Puoi avere tutta la volontà del mondo ed essere la persona più insicura dell’universo; in quel caso no, non basterà. Ce la farai, forse per un po’, ma poi crollerai di nuovo se non ci aggiungi una buona dose di sangue freddo e faccia tosta.

Coraggio, sì. E coraggio = fiducia in se stessi, il che rende tutto molto più complesso per noi dalla bassa autostima, schiavi della paura, dell’ansia. Perché sì, dovremo trovare il coraggio e al contempo, con un duplice sforzo, negare, nascondere, a noi e agli altri, che in realtà è solamente una messinscena. E lo sarà finché le ombre dell’insicurezza non ci abbandoneranno completamente.
Quello, però, non è coraggio, ma disperazione, costrizione, è pura sofferenza, è non avere scelta.

Provo spesso invidia per i coraggiosi. Invidia che si trasforma in rabbia verso la mia persona.
Un pensiero mi rabbuia, ossia la probabilità che non potrò mai realizzarmi, essere interamente me stessa e raggiungere un completo equilibrio, perché non sarò mai un vera, pura, coraggiosa, ma solo una versione forzata di essa.
So che per alcuni non costituisce un problema, ma di fondo è qualcosa che mi sconforta profondamente...


Fiducia in se stessi.. hai usato un bel modo..

Ma cosa è la fiducia in se stessi?

Speranza che gli altri capiscano? Raccolgano? Consentano?

Io credo che non sia quella fiducia in se stessi

ma sia invece esattamente aver fiducia nei propri desideri

Che non vuol dire realizzarli, ma vuol dire aver fiducia in quella strada, riconoscerla come "nostra"

Anche dovesse portarci ad uno strapiombo

Il "risultato" non dipende solo da noi, ma da mille fattori che non si possono prevedere ne governare

La fiducia in se stessi, è credere nel percorso come "percorso nostro"

Anche dovesse andare contro tutto e tutti, dovesse portare dolore.. perdita, umiliazione

Quella è la "fiducia in se stessi" e se c'è quella, il "coraggio" è solo una naturale conseguenza

hallison

Giovane Amico

  • "hallison" è una donna

Posts: 150

Activity points: 499

Data di registrazione: sabato, 11 dicembre 2010

  • Invia messaggio privato

9

lunedì, 14 gennaio 2019, 19:16

Stavo pensando che la vita è per i coraggiosi.

Non fraintendetemi, parlo nei termini del farcela.
La vita è di tutti e continuo ad essere fermamente convinta che valga la pena viverla e continuare a provare e riprovare con perseveranza, ma nella mia ottica attuale e pessimistica dico che la vita è per chi ha audacia.
Non basta la volontà, quelle sono solamente menzogne buoniste. Puoi avere tutta la volontà del mondo ed essere la persona più insicura dell’universo; in quel caso no, non basterà. Ce la farai, forse per un po’, ma poi crollerai di nuovo se non ci aggiungi una buona dose di sangue freddo e faccia tosta.

Coraggio, sì. E coraggio = fiducia in se stessi, il che rende tutto molto più complesso per noi dalla bassa autostima, schiavi della paura, dell’ansia. Perché sì, dovremo trovare il coraggio e al contempo, con un duplice sforzo, negare, nascondere, a noi e agli altri, che in realtà è solamente una messinscena. E lo sarà finché le ombre dell’insicurezza non ci abbandoneranno completamente.
Quello, però, non è coraggio, ma disperazione, costrizione, è pura sofferenza, è non avere scelta.

Provo spesso invidia per i coraggiosi. Invidia che si trasforma in rabbia verso la mia persona.
Un pensiero mi rabbuia, ossia la probabilità che non potrò mai realizzarmi, essere interamente me stessa e raggiungere un completo equilibrio, perché non sarò mai un vera, pura, coraggiosa, ma solo una versione forzata di essa.
So che per alcuni non costituisce un problema, ma di fondo è qualcosa che mi sconforta profondamente...


Ciao Hagumi,

mi viene in mente una domanda...perchè pensi che solo essendo una vera pura, coraggiosa... potrai realizzarti?
Pensi che chi ostenta coraggio e sicurezza sia davvero così sicuro di se e soprattutto ragionevolmente consapevole?
Perchè non accettare la propria personalità e andare avanti con quella, esprimendo i propri dubbi e accettando i propri tempi di decisione?
Certo, ci sono momenti in cui una posizione definita va presa, ma solo quando sentirai che è il tempo giusto per te e per le tue forze.
Altrimenti...procedi con le tue caratteristiche, senza odiare quello che sei, i percorsi sono tanti, quello facile, medio difficile, come le piste da sci...
ognuno può e deve scegliere.
Ce ne sono anche troppi di Rambo e Superman in giro :)

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "hallison" (14/01/2019, 20:59)


Ace87

Giovane Amico

  • "Ace87" è un uomo

Posts: 173

Activity points: 533

Data di registrazione: domenica, 16 dicembre 2018

Località: Sondrio

  • Invia messaggio privato

10

lunedì, 14 gennaio 2019, 19:20


I coraggiosi per carattere spesso si cacciano nei guai o ci lasciano le penne perché sono troppo sprezzanti del pericolo e spesso ignorano i propri limiti.


Quelli sono sconsiderati, non coraggiosi .
“Tra vent'anni sarai più dispiaciuto per le cose che non hai fatto che per quelle che hai fatto. Quindi sciogli gli ormeggi, naviga lontano dal porto sicuro. Cattura i venti dell'opportunità nelle tue vele. Esplora. Sogna. Scopri.”
MARK TWAIN

Hagumi

Malinconia pervinca

  • "Hagumi" è una donna
  • "Hagumi" ha iniziato questa discussione

Posts: 546

Activity points: 1.806

Data di registrazione: giovedì, 04 maggio 2017

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 15 gennaio 2019, 11:01

Pensi che chi ostenta coraggio e sicurezza sia davvero così sicuro di se e soprattutto ragionevolmente consapevole?

No, ma credo che sicuramente sia un passo oltre, nell'atteggiamento, a chi magari ha dei blocchi, oltre alla timidezza, insicurezza etc.
Il coraggioso salta nel vuoto, anche se privo di ragionevole consapevolezza. Perché lo fa? perché ne ha le facoltà, perché probabilmente si sente più libero, svincolato.

Perchè non accettare la propria personalità e andare avanti con quella, esprimendo i propri dubbi e accettando i propri tempi di decisione?
Certo, ci sono momenti in cui una posizione definita va presa, ma solo quando sentirai che è il tempo giusto per te e per le tue forze.

Purtroppo spesso bisogna scendere a compromessi, non solo per gli altri.
Il mio era un pensiero che so essere irrevocabile. So che non ci sono alternative, ne prendo coscienza e vado avanti.
Quello era solamente uno dei miei soliti fugaci pensieri grigi.
----
"Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti."

Hawake

Redivivo

Posts: 101

Activity points: 324

Data di registrazione: venerdì, 03 febbraio 2017

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 15 gennaio 2019, 11:59

Alla fine conta quello che fai, non quanta paura hai. Io non sono molto coraggioso, ogni cosa che devo fare mi pesa e non solo per la paura. Devi imparare a conviverci, il coraggio fa il salto nel buio senza precauzioni, io lo faccio con una bella corda legata al busto. Per vincere le mie paure costruisco certezze che mi permettono di affrontarle con meno timore, devo essere sicuro che ho un buon margine di riuscita per tranquillizzarmi. Mi preparo mentalmente la situazione da affrontare e tutte le eventuali reazioni, poi va sempre diversamente, ma almeno mi aiuta a stare sereno. So che un coraggioso riuscirà a fare in metà del tempo ciò che ho fatto io, però alla fine arriviamo allo stesso risultato. Il come non è fondamentale.

Hagumi

Malinconia pervinca

  • "Hagumi" è una donna
  • "Hagumi" ha iniziato questa discussione

Posts: 546

Activity points: 1.806

Data di registrazione: giovedì, 04 maggio 2017

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 15 gennaio 2019, 12:27

Grazie Hawake per la tua risposta, fonte di riflessione. E grazie anche agli altri.
È sempre di grande utilità scrivere, anche solo un pensiero, un piccolo sfogo, in questo forum.
Appena posso continuerò la discussione.
----
"Imparerai a tue spese che nel lungo tragitto della vita incontrerai tante maschere e pochi volti."

14

martedì, 15 gennaio 2019, 14:23


I coraggiosi per carattere spesso si cacciano nei guai o ci lasciano le penne perché sono troppo sprezzanti del pericolo e spesso ignorano i propri limiti.


Quelli sono sconsiderati, non coraggiosi .

E dov'è la differenza?? :D

15

martedì, 15 gennaio 2019, 16:43

Non sono per niente concorde. Il coraggio è come la fortuna... affrontare qualcosa senza avere la certezza di quello che accadrà né un piano ben preciso. Chi si basa sul coraggio per fare quello che deve fare praticamente affida la sua vita alla lotteria e se è vero che fa notizia solo chi vince è altrettanto vero che ci sono migliaia che perdono e sono invisibili.

Quindi direi proprio di diffidare da chi vi convince che la vita sia per i coraggiosi perché state semplicemente parlando con quello 0,001% di persone che hanno rischiato e vinto ignorando il restante 99,999% che invece è stato coraggioso e ha perso tutto.

La vita piuttosto è per gli strateghi, per chi ha capacità di manipolare e preparare il terreno in modo da avere le maggiori chance di vittoria possibili. Questi sono i veri vincenti: evitano i rischi, evitano le incognite per quanto possibile e affrontano la vita ricercando un obiettivo quanto più sicuro e certo possibile.

Chiudo con una massima che la dice lunga sull'argomento:

"Chi in cento battaglie riporta cento vittorie, non è il più abile in assoluto; al contrario, chi non dà nemmeno battaglia, e sottomette le truppe dell'avversario, è il più abile in assoluto."

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite