Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 22 dicembre 2015, 14:58

Come star bene da soli?

Questa affermazione la vedo saltar fuori spesso da molti thread e risposte, ma sinceramente chi è che sta davvero bene da solo(sopratutto chi è nella nostra situazione)e nel caso come si raggiunge questo stato di serenità?

2

martedì, 22 dicembre 2015, 18:58

Vuol dire non essere dipendenti dagli altri.

Vuol dire saper esser capaci di fare tutto da soli senza sentirsi soli, senza sentire il bisogno di qualcun altro che ci guidi.

Vuol dire saper ragionare con la propria testa e seguire la propria strada, invece di copiare gli altri facendo strade sbagliate.
Penso sia arrivato il momento di iniziare a vivere...

3

martedì, 22 dicembre 2015, 19:06

Se da soli intendi "single", allora si, si può stare benissimo da soli. Anzi lo scopo primario della vita è prima imparare a stare bene da soli perchè solo così si potranno avere relazioni d'amicizia e d'amore vere, non basate sulla dipendenza e sulla paura di restare soli. Io sono single da ben 7 anni e sto benissimo! Non significa che non vorrei innamorarmi o che penso che stare single sia meglio che stare in coppia. Solo che credo solo nel "vero amore". Non temo la solitudine e come ti dicevo sto benissimo anche da sola. Se mi innamorerò sul serio ben venga, altrimenti sto bene anche così.
Quello che non sopporto è la gente che da single si dispera perchè non ci sa stare! Secondo me significa che sono persone "dipendenti" da altre persone e che sarebbero in grado di restare in coppia con qualcuno per anni pur senza amarlo, solo per paura di rimanere soli!

Se da soli intendi "senza nessun amico o conoscente", ossia proprio in solitudine totale, allora è triste e molto difficile. Tutti dovremmo cercare di socializzare e avere almeno conoscenti (l'amicizia è rara e non tutti trovano veri amici).

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 22 dicembre 2015, 19:16

Da come la sto vivendo io ora è abbastanza sconfortante...nel senso che da persona abbastanza dipendente ho capito che per le relazioni amorose è meglio aspettare(anche se non posso fare a meno di provare dei sentimenti ma mi freno). Spero di arrivare un giorno a condividere qualcosa con qualcuno senza annullarmi...
Dall'altra parte da "ex"reclusa ho tantissima voglia di stare in mezzo alle persone(a dir la verità ce l'ho sempre avuta, però non mi sento capita e molto spesso esplodevo e non uscivo per settimane), ma questa voglia di ricominciare provoca nelle persone un effetto strano.
mi ritrovo con amiche che non erano o non le sento mie amiche (perché una faceva da collante e io non mi aprivo molto). Sono sempre stato un tipo da "ci dobbiamo vedere a tutti i costi" e non capivo cosa voleva dire amicizia, stavo sempre male perché non mi sentivo considerata. negli ultimi mesi sto cercando di aprirmi di più, ma mi sento comunque sola...mentre gli altri vanno a convivere, io vorrei solo uscire, andare a ballare, divertirmi, passare delle belle serate con persone che mi stimolino...ma questo non accade.

comunque ilmio era un discorso molto generale...è abbastanza noto che chi soffre d'ansia e depressione ha la tendenza a chiudersi o a non spersi relazionale..credo che ognuno di noi voglia avere persone attorno, ma inevitabilmente resta da solo.

5

martedì, 22 dicembre 2015, 19:33

nessuno sta bene da solo, a meno che la solitudine non sia una scelta di condizione fortemente voluta (per questioni religiose, filosofiche, ecc.)

6

martedì, 22 dicembre 2015, 19:34

Credo che Diana non intendesse il solo discorso dell'esser single o meno.

Comunque, non è che a star bene da soli non si senta l'esigenza di avere un/a compagno/a e degli amici. Quella è una necessità dell'essere umano. Non è possibile star bene senza relazioni sentimentali, sesso e amici.

Intendevo dire che a prescindere dai rapporti che instauriamo con gli altri, dobbiamo avere una nostra capacità di stare al mondo da soli e di camminare con le proprie gambe.

Per esempio, ci sono persone che hanno una vita sociale pienissima e non sono capaci di viaggiare da soli. Questo è sintomo di non saper star bene da soli, ma il discorso di stare isolati senza relazioni sociali è ben altra cosa.
Penso sia arrivato il momento di iniziare a vivere...

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Hank_" (22/12/2015, 19:41)


diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

7

martedì, 22 dicembre 2015, 20:19

riprendo l'ultima frase scritta: è abbastanza noto che chi soffre d'ansia e depressione ha la tendenza a chiudersi o a non spersi relazionale..credo che ognuno di noi voglia avere persone attorno, ma inevitabilmente resta da solo. credo che tutti noi volgiamo qualcuno accanto, ma non so come, siamo un'ammasso di persone sole. e siccome ho sentito più volte dire sul forum che dobbiamo imparare a star soli per vivere in relazione con gli altri, come facciamo se siamo già da soli?

Halaster

Eliminato! Eliminato! Eliminato!

  • "Halaster" è stato interdetto da questo forum

Posts: 329

Activity points: 1.085

Data di registrazione: giovedì, 27 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

8

martedì, 22 dicembre 2015, 20:40

Io stò abbastanza bene da solo. Stò abbastanza bene perchè la frequentazione di alcuni specifici contesti social ho scoperto che mi annoia e non mi da niente. Quindi ho capito che dovevo fare un inversione di rotta. E parallelamente ho capito che se in questi gruppi mi annoiavo, significa che la mia vita da solo non è malaccio. E' chiaro che se uno trova una persona con cui stare ANCORA MEGLIO allora stà ancora meglio.^^
Ma il detto "meglio soli che mal accompagnati" è assolutamente veritiero ed incombente.

Mal accompagnati non significa necessariamente affermare che gli altri siano strònzi o scadenti. Lungi da me dire questo. Non voglio sminuire gli altri se dico che preferisco stare da solo che non con loro. Non è una" colpa" loro. Non è colpa di nessuno.

E' una questione di aspettative che uno ha. Ad esempio.. c'è stato un periodo in cui ho preso ad uscire tanto con un mio amico e anche con il suo gruppo... e io stimo questo mio amico... ma resta il fatto che mi annoiavo nel suo gruppo. E fingere a se stessi in quel caso significa rimanere lì ad annoiarsi. E questo non va bene perchè significa perdere tempo prezioso. Noi dobbiamo muoverci verso ciò che ci fa veramente emozionare. Altrimenti si finisce apatici in dei circoli viziosi..

Perchè mi annoia andare per locali tutti i sabati.. mi annoia quel tipo di vita e quel tipo di discorsi. Non è colpa loro. Non dico <voi scemi mi fate schifo i vostri discorsi noiosi..>.. io devo essere sincero e coerente con me stesso e oggettivamente se uscendo non mi diverto e non mi sento soddisfatto significa che quei rapporti non mi stanno dando niente.

E qua si entra infatti in un altra questione. Superata una certa età... mettiamo 22, 25 anni... secondo me un uomo comunque è l'ora che cerchi una relazione con una donna PIU' che amicizie. Con tutto il dovuto rispetto per l'amicizia.. Non per sminuire l'amicizia o gli amici. Ma perchè oggettivamente uscire nelle comitive di soli maschi può essere una cosa che può ancora andar bene e soddisfare quando si è adolescenti e un po' oltre... ma è giusto e normale che dopo una certa età uno cerchi un po' di brio e una bella relazione di complicità con la propria ragazza... e poi frequentazioni ne hai sempre di contorno assieme a lei.. ma la relazione più importante per me è quella più profonda.

Non si può vivere davvero di amicizie da "comitiva". E' un po' immaturo. O No?

Per quanto si possa andare daccordo.. ci sono tante cose che hanno più senso se fatte con la propria ragazza che non con amici. Mi è capitato ad esempio di fare un viaggio da solo, una vacanza.. e mi sono divertito perchè ero libero di fare quello che mi andava di fare e quando mi andava di fare e ho respirato un po' di libertà, stavo bene. Alla sera magari volevo andare a vedere un evento, ci andavo, ho conosciuto persone, scambiato due chiacchiere positivamente. (quando si gira da soli si conoscono molte più persone di quante non se ne conoscano girando in gruppo ,provare per credere). Qualche tempo dopo ho ripetuto un viaggio con un mio amico e sinceramente ho trovato tutto meno emozionante più scialbo. L'ho trovato abbastanza forzato e stressante su alcune cose.

Se io viaggio da solo.. e voglio dormire in macchina.. dormo in macchina. Ed è bello. E' un esperienza. Se voglio fare una svolta da qualche parte.. faccio la svolta. E in una relazione si possono fare queste cose perchè è una relazione intima. In amicizia fra maschi l'impressione imbarazzante di apparire un po' dell'altra sponda è tangibile..e anche se uno non si cura minimamente di quello che gli altri possono pensare, resta il fatto che sono due tipi di relazione veramente troppo diversi quello con la propria morosa e con gli amici.


p.s nei locali al sabato sera ha senso fare conversazione e raccontarsi ciò che si è vissuto di emozionante nella propria vita.. io invece desidero -più vita-... la differenza stà lì^^

Questo post è stato modificato 5 volta(e), ultima modifica di "Halaster" (22/12/2015, 21:03)


diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

9

martedì, 22 dicembre 2015, 21:10

Io invece moltissime cose fatico a farle da sola...fare un viaggio ma anche fare un'attività da sola...
in questo periodo mi sto sforzando per esempio di andare a vedere delle mostre da sola...ma è tutto strano, mi sembra di aver visto le cose a metà.
credo che sia anche a causa di ciò che mi hanno inculcato: che una ragazza queste cose da ola non può farle.
mia mamam è la prima che si si spostava da sola, ma nel paese di fianco al mio e a 18 anni ha incontarto mio padre...non ha mai viaggiato da sola, non è mai andata in autostrada, ha paura che vadal capoluogo.
faccio un piccolo oT: credo che molto spesso noi donne siamo davvero influenzate da questa società. fine OT

Halaster

Eliminato! Eliminato! Eliminato!

  • "Halaster" è stato interdetto da questo forum

Posts: 329

Activity points: 1.085

Data di registrazione: giovedì, 27 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

10

martedì, 22 dicembre 2015, 22:41

Sì penso anche io che fai difficoltà ad uscire da sola è per via del giudizio sociale che quando si è soli si ha come l'impressione che si amplifichi. L'importante è quello che provi tu quando lo fai, se ti piace va bene. Se non ti va di andare al cinema o fare determinate cose inizia da altre cose più tranquille e piacevoli anche solo un giro in bici. Inizia a passare più tempo in giro per prendere confidenza.

La cosa più bella quando si è soli è il fatto di essere liberi di fare quello che si vuole quindi se non ti senti di andare in qualche posto non ti forzare.
Il posto in cui sono andato io da solo in cui mi sono sentito un po' imbarazzato è stato un ristorante cinese in centro città. Una sera non avevo voglia di cucinare e avevo un po' voglia di uscire e così sono andato al ristorante. Quando sono entrato la cameriera ha pure detto: < da solo?!> con un espressione quasi ironicamente esagerata.. un po' per stupore.. un po' ho pensato che comunque fosse una domanda normale perchè magari pensava che si dovesse unire qualcun altro dopo.

Diciamo che non c'era nessun tavolo con una sola persona a parte il mio quindi è stato un pochettino imbarazzante ma comunque niente di trascendentale.
Certo.. il fatto di essere soli è strano o comunque visto come tale. Ma secondo me trasmette delle sensazioni particolari che non puoi provare quando sei in compagnìa. Anche i tragitti in nave da solo l'ho trovato sempre molto bello. Tutto sommato ho dei bei ricordi, non felici perchè felicità magari è ridere, divertimento sfrenato etc.. ma con un atmosfera particolare. Da soli non ci si annoia mai ..almeno.. a me non capita...

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

11

martedì, 22 dicembre 2015, 23:00

non è una questione di giudizio sociale, sai quanta gente ho visto mangiare da sola o andare al imena o una mostra. più che altro ho sempre l'impressione di non fare le cose pienamente...mi metto fretta. digiri da sola li faccio, a piedi nel parco o anche nelle città, ma ho sempre fretta.
penso spesso che se fossi nata ragazzo molti limiti nn me li sarei posta/fatta inculcare: ho un amico che si gira l'asia da solo e fa tante cose in solitaria, ho parlato con un ragazzo e anche lui ha fatto molte cose da solo, persino andare a un concerto(a conoscerlo prima ci sarei andata io )..
io ho tanta volgia di fare e anche la possibilità per farlo(i miei non mi negherebbero un viaggio, visto che sono anni che non vado)ma non ho nessuno con cui andarci...

comunque ripeto per l'ennesima volta il senso della domanda: imparare a star soli per vivere in relazione con gli altri, come facciamo se siamo già da soli?

Halaster

Eliminato! Eliminato! Eliminato!

  • "Halaster" è stato interdetto da questo forum

Posts: 329

Activity points: 1.085

Data di registrazione: giovedì, 27 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

12

mercoledì, 23 dicembre 2015, 14:11


comunque ripeto per l'ennesima volta il senso della domanda: imparare a star soli per vivere in relazione con gli altri, come facciamo se siamo già da soli?


ma ti riferisci a quella corrente di pensiero sdoganata per la quale se uno stà bene con se stesso .."puf!" come per magia avrà millemila amici e relazione idelae.. e tutto gli andrà bene?
..ma son càzzate.

Questo post è stato modificato 3 volta(e), ultima modifica di "Halaster" (23/12/2015, 14:25)


diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

13

mercoledì, 23 dicembre 2015, 14:25

Citato

Però se cammini in fretta è perchè ti senti a disagio in quella situazione e vorresti che durasse di meno.. quello che non si capisce bene da ciò che dici è perchè ti senti a disagio se non hai paura del giudizio sociale.


paura del giudizio sociale, quella fase ormai è superata. non so perchè io non mi senta a mio agio. alla fine a parte le mostre per ora non ho affrontato nient'altro di mia iniziativa....e alle mostre c'è sempre molta gente da sola. più che altro mi annoio a fare le cose da sola, perché non ne ho modo di discuterne, parlare con nessuno...inoltre quello che potrei fare in compagnia da sola io faccio in un quarto del tempo. per esempio per riempire il pomeriggio pre aperitivo all'ultimo sono andata a vedere una mostra nel week end. dovevo calcolare bene i tempi ma alla fine mi son detta che l'avrei vista con calma(andando contro al mio solito essere organizzata e precisa, volevo godermela anche a costo di arrivare tardi all'aperitivo). mi han detto che la visita con l'audio guida sarebbe durata un oretta(il tempo giusto anche per andare a prendere dall'altra parte della città una cosa che mi serviva). tempo mezz'ora ed ero già fuori: avevo ascoltato tutto, anche le parti extra della guida, passato il giusto tempo davanti alle opere, visitato lo shop(roba che di solito non guardo mai)...e sono uscita annoiata, nonostante la mostra fosse bella. e così tutte le altre cose, le faccio come se non avessi voglia di farle, quando in realtà ho voglia.

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum
  • "diana33" ha iniziato questa discussione

Posts: 4.458

Activity points: 14.214

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

14

mercoledì, 23 dicembre 2015, 14:29


comunque ripeto per l'ennesima volta il senso della domanda: imparare a star soli per vivere in relazione con gli altri, come facciamo se siamo già da soli?


ma ti riferisci a quella corrente di pensiero sdoganata per la quale se uno stà bene con se stesso .."puf!" come per magia avrà millemila amici e relazione idelae.. e tutto gli andrà bene?
..ma son càzzate.


saran cazzate ma sono utilizzati spesso anche qui sul forum, francamente io sto cercando delle soluzioni per far nuove amicizie, per capire in cosa sbaglio e molto spesso leggo come commento ciò(non solo ai miei thread). volevo capirci di più.
in tutti i campi ho una volontà fortissima, ma comunque i miei obiettivi non vengono realizzati e vorrei capire perché.

Halaster

Eliminato! Eliminato! Eliminato!

  • "Halaster" è stato interdetto da questo forum

Posts: 329

Activity points: 1.085

Data di registrazione: giovedì, 27 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

15

mercoledì, 23 dicembre 2015, 14:39

le faccio come se non avessi voglia di farle, quando in realtà ho voglia.

La mente ti ha fatto fare qualcosa (uscire rapidamente e annoiata) di diverso da quello che tu pensi che sarebbe stato normale e consono che tu facessi? Ma tu sei la tua mente. Non siete qualcosa di separato.