Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.404

Activity points: 4.772

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

31

sabato, 28 marzo 2009, 10:30

aaaa...bbbb..cccc,,,

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "MariaSud" (08/04/2016, 15:05)


permesso

Utente Fedele

Posts: 517

Activity points: 1.621

Data di registrazione: martedì, 09 dicembre 2008

  • Invia messaggio privato

32

sabato, 28 marzo 2009, 10:52

Le bugie a fin di bene in alcuni casi sono assolutamente necessarie, una psicologa disse, che non possiamo strappare le illusioni ad una persona se prima non le forniamo un sogno più grande.
Molte persone dicono "voglio la verità sempre e cmq", ma sono davvero coscienti di quanta verità siano in grado di sopportare? Secondo me no, alcune verità possono deprimere una persona seriamente.

pazzamentesana

Non registrato

33

sabato, 28 marzo 2009, 11:35

Ste benedette/maledette bugie a fin di bene "esistono" anche quando non esistono realmente !

La percezione che abbiamo dell'altro influenza e non poco i rapporti, tanto da portare a esprimere pensieri che non sempre vengono recepiti come reali, soprattutto dalle persone dotate di un basso livello di autostima.

Per esempio quando ci si trova davanti a persone che sentiamo/percepiamo come "capaci"... UMANAMENTE CAPACI... che invece credono di non esserlo, che si fa ? Le si mette, o si cerca perlomeno, di metterle in condizione di estrarre da sé la capacità che noi percepiamo come latente... o NO ?

Ecco che la prima reazione, solitamente, da parte di chi riceve l'incoraggiamento, è di "negare a se stesso" di poter essere veramente come viene visto o percepito. Penserà... che diavolo dice... perchè mente ?
Avremo detto cose vere e sincere secondo questa persona ? Di primo acchito lei dirà che non si vede come la vediamo noi !!! Solo davanti al fatto reale e compiuto, di una SUA analisi e messa alla prova personale, potrà modificare il suo pensiero e magari dopo tanto tempo potrà dire... aveva ragione Tizio o Caio o Sempronio ! Era vero ed io pensavo mentisse !

Intendo dire che non solo esiste la verità-sincerità... le bugie o mezze bugie o bugie a fin di bene... esiste anche la mancata comprensione derivata da mancata conoscenza/verifica di se stessi. Quindi... per ogni persona dotata di bassa autostima, i riferimenti di altri alle proprie capacità/doti latenti e non conosciute FINO A QUEL MOMENTO, assumono carattere di bugie... e siccome la parte più importante di noi è quella che resta celata all'interno della persona, finchè non uscirà allo scoperto, corriamo il rischio di prendere/intendere come bugie a fin di bene anche delle verità sacrosante ! Salvo ricredersi dopo che si è superato il periodo e si sia ripresa una buona dose di autostima !

Il campo delle possibilità è vastissimo in ogni argomento !

Non resta che vivere e VIVERSI... comunicare con se/gli altri SENZA decretare che sempre si tratti di bugie che siano a fin di bene/di male ! Occorre il CORAGGIO dell'APPROFONDIMENTO con mente aperta alla novità e al cambiamento che una conoscenza personale apporta !
Ci si conosce così poco a volte che fino all'ultimo respiro possiamo modificare pensieri e percezioni. Diamo troppo per scontato le tante cose e situazioni della vita.

Ultima considerazione... quando si parla con "tatto"... mediando tra i nostri pensieri esprimibili e la persona che abbiamo davanti a riceverli... non saremo brutali... e questo modo di rapportarsi sinceramente e con delicatezza... potrebbe essere percepito, se analizzato superficialmente, come un dire... "ecco, mi dice così per non offendermi e quindi non pensa ciò che dice".... ragazzi, ne ho viste tante e ho avuto riprova più volte di come sia semplice non essere compresi/non comprendere... e le parole spesso si dimostrano il motivo principale del caos interpretativo.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "pazzamentesana" (28/03/2009, 11:40)


MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.404

Activity points: 4.772

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

34

sabato, 28 marzo 2009, 11:44

cccc...bbb..aaaa...

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "MariaSud" (08/04/2016, 15:05)


MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.404

Activity points: 4.772

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

35

sabato, 28 marzo 2009, 11:50

RE: Ste benedette/maledette bugie a fin di bene "esistono" anche quando non esistono realmente !

vvvv...bbb..nnn...

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "MariaSud" (08/04/2016, 15:06)


36

sabato, 28 marzo 2009, 12:01

Molte persone dicono "voglio la verità sempre e cmq", ma sono davvero coscienti di quanta verità siano in grado di sopportare? Secondo me no, alcune verità possono deprimere una persona seriamente.
Infatti la verità andrebbe dosata a seconda di chi hai di fronte.
Qui ci si chiede: a chi fa comodo la bugia?
Io ribalto il domandone: a chi fa veramente comodo la verità?
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.705

Activity points: 14.374

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

37

sabato, 28 marzo 2009, 12:44

Le bugie a fin di bene in alcuni casi sono assolutamente necessarie, una psicologa disse, che non possiamo strappare le illusioni ad una persona se prima non le forniamo un sogno più grande.
Molte persone dicono "voglio la verità sempre e cmq", ma sono davvero coscienti di quanta verità siano in grado di sopportare? Secondo me no, alcune verità possono deprimere una persona seriamente.


Solo per quotare. :clap:

(per chi ricorda la mia utopia del fanta-forum : l'UNICA ragione per cui concordavo con tutti nel considerarlo molto "fanta" era proprio questa : dire la verità - alla fin fine - sarebbe anche liberatorio per tutti; ma quanti la reggerebbero, nel sentirsela dire???

Quando il sabato mi trovo a cena da mia madre, a far da sottofondo c'è "La corrida" perchè a lei piace.
E' un programma che mi infonde una mestizia infinita, soprattutto quando ci sono concorrenti "da ridere". Mi spiego.
NON riesco a non pensare, con tantissimo imbarazzo-sofferenza-pietà, che il tizio (qualche volta è il classico "scemotto del villaggio") che pensa di essere simpatico e brillante con un travestimento, o con un balletto da vomito, o con una "pensata" che chiama "poesia", o con una cantata da mal di mare, o con una novità del picchio tipo imitare la tromba con le lìnarici... e potrei continuare chissà quanto, ecco: non riesco a non pensare che QUELLA persona, PRIMA di andar lì, ha passato ORE E GIORNI E SETTIMANE E MESI E ANNI A GODERSI QUELLA COSA IN CASA SUA, A PROVARLA E RIPROVARLA, AD AUTOCONIVINCERSI CHE STA FACENDO QUALCOSA DI DEGNO. E mi si spezza il cuore, qualche volta , al pensiero di QUANTE ORE DELLA PROPRIA VITA UNO DI LORO POSSA AVER INVESTITO IN QUELLA COSA, PROPRIO QUELLA, IN SOLITUDINE.

Bene: se io mi rendessi conto di aver fatto la stessa cosa (o qualcosa di equivalente) forse avrei tentazioni suicide (e non sto scherzando). Ma io sono io, e questa è la MIA verità, dal MIO punto di vista.
Se riesco a scrostarmi da questo mio punto di vista, e se riesco a comprendere che quel tizio, che magari è un uomo obeso , molto solo, figliozzo di mamma a 50 anni, mai avuto amici nè donne, con un lavoretto noioso e senza possibilità di velleità alcuna... se riesco a comprendere che PER LUI è stato importante, divertente, esaltante, stimolante.... sì... anche far le prove di una sua coreografia della sigla di Batman con la tuta da Batman.......... ma che cacchio di bene gli farei a dirgli "aho! ma te vedi?" o "aho! ma che stai a fà?"... :(
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

38

sabato, 28 marzo 2009, 13:26

Tanto lo avrebbe fatto lo stesso, come la ragazza cicciotta e simpaticissima che ha presentato il suo balletto con lonze in bella vista. Lei se n'è fregata del suo ragazzo che l'aveva letteralmente ammonita con un : Oh, ma dove vai 'ccu 'sta panza? :D
"Diventa ciò che sei"
F. Nietzsche

imagine61

As-saggio

  • "imagine61" è un uomo

Posts: 2.026

Activity points: 6.162

Data di registrazione: martedì, 11 novembre 2008

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

39

sabato, 28 marzo 2009, 13:54



Molte persone dicono "voglio la verità sempre e cmq", ma sono davvero coscienti di quanta verità siano in grado di sopportare? Secondo me no, alcune verità possono deprimere una persona seriamente.
Infatti la verità andrebbe dosata a seconda di chi hai di fronte.
Qui ci si chiede: a chi fa comodo la bugia?
Io ribalto il domandone: a chi fa veramente comodo la verità?
Posso dirvi la verità? :D Secondo me hiba ha compreso più di tutti il senso di questa cosa o quantomeno è quella che l'ha spiegata meglio. La stessa bugia detta a fin di bene infatti può andar bene per una persona e una situazione e per un'altra no. E' il nostro profondo sentire che ci dovrebbe indicare la cosa giusta, è un pò come le leggi che stanno lì ma vanno interpretate. Ragionare per partito preso (in un senso o nell'altro) mi sembra quantomeno riduttivo. Credo che questo era il senso che hiba volesse dare ai suoi interventi ed è anche il mio.
Imagine è la canzone che è stata il manifesto di una generazione e continua ad esserlo della mia vita.

imagine61

As-saggio

  • "imagine61" è un uomo

Posts: 2.026

Activity points: 6.162

Data di registrazione: martedì, 11 novembre 2008

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

40

sabato, 28 marzo 2009, 14:17

Rileggendo bene l'ultimo post di pazzy (che dice cose sacrosante andando ad una profondità abissale ;) ) mi/vi chiedo: ma non può essere che una mia verità sia percepita come una bugia dall'altro e viveversa? Prendo l'esempio di lea e siccome il concetto di bello/brutto è abbastanza soggettivo (anche se esistono dei canoni ma che sono sempre relativi) se io dico ad una persona che è bella e lei si sente brutta, anche se io penso REALMENTE che è bella lei non la vivrà come una bugia?
Imagine è la canzone che è stata il manifesto di una generazione e continua ad esserlo della mia vita.

pazzamentesana

Non registrato

41

sabato, 28 marzo 2009, 14:42

A conferma della mia tesi e anche del tuo esempio Francesco, cito un piccolo episodio personale... nulla di importante ma che rende l'idea...

Una persona a me cara ( :love: ) dopo avermi ascoltata mentre dicevo una cosa assolutamente banale: "Devo togliere questa ciccetta di troppo"... mi rispose quasi allarmata : "Ma sei perfetta così !!!!!!!!" (Che persona adorabile :love: )

Ora, onestamente... questa persona mi percepisce OLTRE la pelle, e mi dice SOLO quello che pensa realmente, ed è una SUA visione della mia persona ! So che non parla tanto per dare aria alla bocca, dice la SUA idea SINCERA su di me... MA, se al contrario, IO dovessi pensarlo in malafede... potrei dedurre che lo dice solo per farmi contenta ! Quindi ?

Quindi i rapporti umani si basano su quello che percepiamo, come senso delle parole... Sta a noi interpretare correttamente e decodificare i messaggi che ci giungono !

Perciò, in assenza di "armonia tra noi/gli altri" ogni singola parola può essere travisata... tutto sta al grado di coerenza/trasparenza in atto. Oltre al fatto che NON TUTTI VOGLIONO SENTIRSI DIRE LE COSE CHIARE e anche un altra cosa: NON TUTTI AMANO DIRE LE COSE CHIARE ! Resta il fatto che MOLTISSIMO dipende da noi, non esistono codici applicabili con certezza... e tutto resta in balìa del buon senso di chi instaura dialoghi, chi onestamente e con tatto si rapporta "reciprocamente" offrendo/ricevendo riscontro/conforto/confronto vivrà decisamente meglio !

  • "lea" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.705

Activity points: 14.374

Data di registrazione: domenica, 08 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

42

sabato, 28 marzo 2009, 14:54

ma non può essere che una mia verità sia percepita come una bugia dall'altro e viveversa?


Dopo un po' di vita ho imparato questo (poco ma utile) : quando dici una cosa PER TE vera ma che NON gratifica l'altro.... 9 su 10 la prende per bugìa (e pure MALIGNA!!!!!!); quando dici una cosa PER TE (e non solo per te) falsa ma che gratifica l'altro...... per 9 su 10 diventi Il Verbo (quello che vede lungo, che vede lontano, quello che - lui sì - capisce!) :roftl:

E' la commedia umana.... c'amm a fà?????????? :S
La cultura è quel che resta........quando hai dimenticato TUTTO! (non è mia, ma non mi ricordo chi l'abbia detta. Cambia qualcosa? :roftl: )

imagine61

As-saggio

  • "imagine61" è un uomo

Posts: 2.026

Activity points: 6.162

Data di registrazione: martedì, 11 novembre 2008

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

43

sabato, 28 marzo 2009, 14:55

Siamo in sintonia perfetta Marisa. Aggiungerei che spesso la verità traspare, più che dalle parole in sè, dai fatti, dagli atteggiamenti, dagli sguardi, tutte cose che in questo forum, per esempio, non possiamo vedere. Ecco il vero problema di un forum, soprattutto che parla di queste tematiche. ;(
Imagine è la canzone che è stata il manifesto di una generazione e continua ad esserlo della mia vita.

imagine61

As-saggio

  • "imagine61" è un uomo

Posts: 2.026

Activity points: 6.162

Data di registrazione: martedì, 11 novembre 2008

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

44

sabato, 28 marzo 2009, 14:59



ma non può essere che una mia verità sia percepita come una bugia dall'altro e viveversa?


Dopo un po' di vita ho imparato questo (poco ma utile) : quando dici una cosa PER TE vera ma che NON gratifica l'altro.... 9 su 10 la prende per bugìa (e pure MALIGNA!!!!!!); quando dici una cosa PER TE (e non solo per te) falsa ma che gratifica l'altro...... per 9 su 10 diventi Il Verbo (quello che vede lungo, che vede lontano, quello che - lui sì - capisce!) :roftl:

E' la commedia umana.... c'amm a fà?????????? :S
VERO, VERISSIMO! :clap: Però io insisto a dire la mia verità, perchè sennò non sarei me stesso. E questo non lo troverei giusto, per me stesso prima di tutto ma anche per gli altri.
Imagine è la canzone che è stata il manifesto di una generazione e continua ad esserlo della mia vita.

MariaSud

Amico Inseparabile

  • "MariaSud" è una donna

Posts: 1.404

Activity points: 4.772

Data di registrazione: venerdì, 28 dicembre 2007

Lavoro: autonomo

  • Invia messaggio privato

45

sabato, 28 marzo 2009, 15:00

aaaaa,,,,bbbb,,,cccc,,,

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "MariaSud" (08/04/2016, 15:07)