Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


This thread is closed.

Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

76

Wednesday, May 5th 2010, 6:17pm

Si che cambia qualcosa Profeta! Cambia nel senso che non ci saranno mai né punizioni né ricompense. Cambia perché non c'e' e non ci sarà mai da ringraziare nessun dio. Cambia perché questa "intelligenza ordinatrice" non ti ha certamente mai trasmesso nessuna "verità assoluta" perché se ne frega altamente di te, di me e di tutti quanti in quanto il suo scopo e' il propagare la vita a prescindere dai singoli.
CHOUPETTE, quando in futuro tutto tornerà a se stesso, pensi che sia impotante e che cambi qualcosa per i diversi nomi che gli abbiamo dato? Quando tutto ritornerà a quella immensa massa di atomi come all'inizio cosciente di se stessa pensi che sia importante chiamarsi Dio o X o Y?
Se Dio venisse oggi e per punirti ti mettesse in prigione, punirebbe se stesso oppurre punirebbe la coscienza che tu hai di te stessa? come vedi Dio può benissimo punirti quindi la punizione è possibile: non fidarti tanto del tuo credere che esclude la punizione perchè è sbagliato.
Tu CHOUPETTE devi ammettere che dentro di te c'è il bene e il male come in tutti (o quasi) pensi che quello che hai detto provenga dal bene dato che parlerebbe la mia stessa lingua, oppure dal male, dato che dici cose a tuo scapito?
CHOUPETTE, quando a me è accaduta l'illuminazione, nessuno di voi era presente per cui nessuno può mai pretendere che non sia vero: questa è perfetta riflessione. ilprofeta1

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned
  • "Dave64_128" started this thread

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

77

Wednesday, May 5th 2010, 6:19pm

doctor Faust..

..ieri sera dopo averle scritto, mentre rileggevo le mie parole sul fenomeno degli Nde mi sono ricordato di non averle parlato del fatto che alcune delle persone che hanno vissuto quest'esperienza quando hanno ripreso conoscenza sapevano chi era presente in ospedale.

Addirittura sembra che sapessero che cosa si erano dette queste persone tra di loro anche se queste persone erano in altre stanze.
Compresi i loro parenti in sala d'aspetto.


Se fosse vero andrebbe documentato.
Bisognerebbe fare un ulteriore studio oltre a quelli che già ora avrebbero portato a pensare alla coscienza come a qualcosa di più esteso della sola attività cerebrale. Magari mi informerò meglio.


Un tizio ha detto che applicheranno un vetro con dei simboli o delle scritte sul soffitto delle sale operatorie così che, nel caso si verificasse una esperienza di Nde, sarebbe possibile avere la dimostrazione che è vera l'esperienza che si racconta.

L'anima salendo vedrebbe le scritte sul vetro visibili solo dall'altra parte.


E' questo anche uno dei limiti del rigore scientifico, non basta che questi fenomeni accadano.
Bisogna filmarli o documentarli in qualche modo.

Non bastano esperienze sparse, bisogna appunto misurare, catalogare e riprodurre.

Il dejà vu non era un buon esempio, su quello sono d'accordo, ma concedo però a me stesso ancora una volta il beneficio di dubitare.
Magari ha ragione lei doctor faust, spero proprio di no : )

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

78

Wednesday, May 5th 2010, 6:36pm

DOCTO FAUST, pensa io sono diplomato perchè ho frequentato una scuola (istituto) a carattere artistico quindi, niente filosofia, niente latino, niente lingue, niente fisica quantistica, direi niente di niente tranne materie artistiche, eppure conosco per filo e per segno come avverrà la ricompensa e l'ho anche scritto nel td che ho aperto per ultimo: come mai io conosco tutto questo mentre nessuna persona in tutto il passato ha mai potuto scrivere su un libro le cose che io ho detto? se fossero fantasia io non sarei certo arrivato per primo.

79

Wednesday, May 5th 2010, 6:39pm

Si che cambia qualcosa Profeta! Cambia nel senso che non ci saranno mai né punizioni né ricompense. Cambia perché non c'e' e non ci sarà mai da ringraziare nessun dio. Cambia perché questa "intelligenza ordinatrice" non ti ha certamente mai trasmesso nessuna "verità assoluta" perché se ne frega altamente di te, di me e di tutti quanti, in quanto per lei l'importante e' il propagare la vita a prescindere dai singoli.


Perfino a me questa posizione sembra un po' estrema. E anche pessimista, in fondo, per cui sgorga da uno stato d'animo disilluso. Anche troppo.

In realta', a mio parere, se non vogliamo pensare ad un Dio ordinatore, osservatore e cicaccione, che mette il naso d'appertutto, come vuole la Bibbia, non possiamo pero' neppure pensare a un Tutto immobile e statico, assolutamente indifferente.[l'Uno di Parmenide?]

E questo, a mio parere, non per sentimenti o giudizi, che sono attributi umani, ma proprio per un principio fisico.

Infatti, prorio la fisica, Fisis o Natura, ha in se il principio del movimento, dell'equilibrio, cioe' della compensazione [il panta rei di Eraclito?]

Va da se che, sebbene non immediatamente e miracolosamente, tutto tende a trovare un suo equilibrio, ed in questo senso si dovrebbe pensare al dito di dio.
Forse sara' una punizione tardiva, o un premio limitato, o una invocazione senza risposta al momento, ma io penso che proprio per una questione naturale questa compensazione [compenso, premio dovuto] ci sara'.

Non sottilizzerei percio' su momiglioli strani come Dio, per esempio, che vuol dire semplicemente "giorno", perche era riferito al sole che faceva giorno [dies]

Ma non sarei contro la possibilita' che alla fine una sorta di giustizia trionfi, magari a luci spente. Qualcosa di simile ad un essere spinoziano, o alla Provvidenza di manzoniana memoria.
O forse dico cosi' perche' ho sempre avuto la sensazione che fosse intorno a me. E lo e' tuttora.

...Non da uno stato d'animo disilluso Doctor Faust, ma dal pensiero di una persona che non vive di illusioni.

La ricompensa potrebbe essere la saggezza che ognuno di noi siamo capaci di acquisire nel corso della vita. Morire con il sentimento di aver saputo fare della nostra vita qualcosa di buono e' certamente un morire più sereni, una ricompensa proveniente da noi stessi e non da un ipotetico dio...

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

80

Wednesday, May 5th 2010, 6:49pm

La ricompensa potrebbe essere la saggezza che ognuno di noi siamo capaci di acquisire nel corso della vita.
CHOUPETTE, quale sarebbe la saggezza "Quella di pretendere che io non abbia conosciuto niente nonostante nessuno di voi era presente?" sarebbe questa la cosa da chiamare saggezza? a me sembra presunzione. ilprofeta1
PS, CHOUPETTE è facile evitare le risposte, non è vero?

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned
  • "Dave64_128" started this thread

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

81

Wednesday, May 5th 2010, 6:52pm

Non dimentichiamo che il numero degli atomi presenti oggi e' esattamente il numero di atomi che erano presenti all'inizio della creazione, e questo mi sembra un elemento di non poca rilevanza per evidenziare come anche noi siamo polvere di stelle.
Bella interpretazione questa e infatti mi trovo assolutamente d'accordo con te su questo.
Ma anche quando ho citato il tuo concetto di credere nell'universo piuttosto che in un'entità creatrice dell'universo ( quindi al di fuori dell'universo ) non credo di aver frainteso o estrapolato concetti diversi da quelli che intendevi tu.

Anche io sono d'accordo sul fatto che questa intelligenza potrebbe non essere al di fuori della creazione ma la creazione stessa; e anche se la chiamo dio non è importante.
Esistiamo noi ed esiste l'universo; al di là di come si sia generato.

Il problema del come si sia creato quel che esiste o se quel che esiste non abbia nemmeno avuto bisogno di crearsi (nel caso sia sempre esistito in forme diverse), io questo problema di domandarmi il "come" o questo problema di domandarmi "il mezzo tramite il quale è arrivato ad esistere quel che esiste" non me lo pongo proprio.
Il fine giustifica il mezzo, secondo me.
E giustifica anche il "tramite il quale" e il "come".
DAVE, l'egoismo è la base della nostra esistenza, è la nostra origine: esistiamo fintanto che c'è; non siamo mai esistiti se viene tolto; tu vorresti far credere che non cambia niente? fallo credere agli altri ma non a me.
Sono d'accordo con te sul fatto dell'egoismo che suggella il concetto stesso di identità.
Un momento DAVE, dove sarebbero le mie contraddizioni?
Hai ragione, forse non ce ne sono così tante, giusto quella di te che metti in discussione di esistere o quella in cui dicevi che io non suscitavo in te nessun sentimento. Ho un po' esagerato, ti chiedo scusa, ma è già una contraddizione sufficiente la prima, cioè quando sostieni di essere il vicario di Dio in terra e poi metti in discussione la tua stessa esistenza.

CHOUPETTE, chiamarlo il tutto o chiamarlo Dio: cambia qualcosa? no
Dire:Tutto è trasformazione del tutto, o dire tutto è trasformazione di Dio, cambia qualcosa?
Se quell'immensa quantità di atomi, che per trasformazione ha dato origine a tutto, che venga chiamata Dio o X, o Y, cambia qualcosa? nel nome ma non nel modo in cui tutto ha avuto origine. ilprofeta1
Il nome non è importante, sono d'accordo con te
Si che cambia qualcosa Profeta! Cambia nel senso che non ci saranno mai né punizioni né ricompense. Cambia perché non c'e' e non ci sarà mai da ringraziare nessun dio. Cambia perché questa "intelligenza ordinatrice" non ti ha certamente mai trasmesso nessuna "verità assoluta" perché se ne frega altamente di te, di me e di tutti quanti in quanto il suo scopo e' il propagare la vita a prescindere dai singoli.
Sul fatto che non ti abbia trasmesso nessuna verità assoluta, profeta1, permettimi di essere d'accordo con choupette.

E poi Dio come te l'avrebbe trasmessa questa verità assoluta ?

Parlandoti ? O con un bagliore privo di articolazione linguistica ?

E quale sarebbe il nocciolo di questo messaggio ?

Su resto di quello che scrivi nella citazione che di te ho riportato, choupette, non sono altrettanto d'accordo con te.
Non credo che all'universo non interessi nulla di chi, come anche noi esseri umani, è parte di quell'universo.

Secondo me infatti ha ragione il doctor faust quando dice questo :

"In realta', a mio parere, se non vogliamo pensare ad un Dio ordinatore, osservatore e cicaccione, che mette il naso d'appertutto, come vuole la Bibbia, non possiamo pero' neppure pensare a un Tutto immobile e statico, assolutamente indifferente"

This post has been edited 4 times, last edit by "Dave64_128" (May 5th 2010, 7:10pm)


82

Wednesday, May 5th 2010, 6:54pm

Ma chi evita di risponderti, Profeta! Ora però devo andare a preparare la cena. Non mancherò di risponderti più tardi, tranquillo ;)

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

83

Wednesday, May 5th 2010, 7:14pm

Citato da "ilprofeta1"
DAVE, l'egoismo è la base della nostra esistenza, è la nostra origine: esistiamo fintanto che c'è; non siamo mai esistiti se viene tolto; tu vorresti far credere che non cambia niente? fallo credere agli altri ma non a me.

Sono d'accordo con te sul fatto dell'egoismo che suggella il concetto stesso di identità.

DAVE, per spiegarti l'imporatnza dell'egoismo partiamo da un punto. Adamo ed Eva non erano il primo uomo e la prima donna ma erano trasformazione di Dio e perciò erano parte di Dio, quindi non avevano la propria identità perciò non erano se stessi. L'egoismo nasce dentro di loro a causa della divisione di Dio in bene e male per cui per egoismo sono diventati proprietari del corpo, della vita, della morte, della fame dell'intelligenza, del dolore, del pensiero, della volontà e di tutto il resto e per egoismo diventano 2 individui , ma Dio sa bene che sono sempre parte di se stesso e non loro stessi. Tu, DAVE, come tutta l'umanità che ha avuto inizio da quel lontano momento, sei Adamo, cioè parte di Dio, che per egoismo è diventato uomo cioè DAVE, ma Dio cosa vede: vede DAVE, oppure vede parte di se stesso?

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned
  • "Dave64_128" started this thread

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

84

Wednesday, May 5th 2010, 7:27pm

Molto bello il tuo concetto profeta1..

..questo qui di cui riporto la citazione:
DAVE, per spiegarti l'imporatnza dell'egoismo partiamo da un punto. Adamo ed Eva non erano il primo uomo e la prima donna ma erano trasformazione di Dio e perciò erano parte di Dio, quindi non avevano la propria identità perciò non erano se stessi. L'egoismo nasce dentro di loro a causa della divisione di Dio in bene e male per cui per egoismo sono diventati proprietari del corpo, della vita, della morte, della fame dell'intelligenza, del dolore, del pensiero, della volontà e di tutto il resto e per egoismo diventano 2 individui , ma Dio sa bene che sono sempre parte di se stesso e non loro stessi. Tu, DAVE, come tutta l'umanità che ha avuto inizio da quel lontano momento, sei Adamo, cioè parte di Dio, che per egoismo è diventato uomo cioè DAVE, ma Dio cosa vede: vede DAVE, oppure vede parte di se stesso?
ma non ho ancora capito come proveresti tu a descrivere Dio; che idea hai tu di Dio
e se puoi ti pregherei di mandarmi qualche citazione di tuoi interventi qui su nienteansia in cui descrivi che cosa Dio ti ha rivelato e anche citazoni inerenti quelle domande che già ti avevo fatto.
Se vado a cercarmi da solo i tuoi interventi potrei non trovarli mai.

Mandami almeno il titolo e la categoria dei Thread in cui ne parli, in cui parli della tua esperienza e di quel che ti è successo, mi interesserebbe sapere quale è l'esperienza che descrivi.

Per ora faccio fatica persino a farmene un'idea, per questo ho bisogno di sapere che cosa ti è accaduto prima di decidere se crederlo.
Nell'ultima frase forse è il demonio che parla : )

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

85

Wednesday, May 5th 2010, 7:52pm

Citato da "ilprofeta1"
DAVE, l'egoismo è la base della nostra esistenza, è la nostra origine: esistiamo fintanto che c'è; non siamo mai esistiti se viene tolto; tu vorresti far credere che non cambia niente? fallo credere agli altri ma non a me.

Sono d'accordo con te sul fatto dell'egoismo che suggella il concetto stesso di identità.

..questo qui di cui riporto la citazione:
DAVE, per spiegarti l'imporatnza dell'egoismo partiamo da un punto. Adamo ed Eva non erano il primo uomo e la prima donna ma erano trasformazione di Dio e perciò erano parte di Dio, quindi non avevano la propria identità perciò non erano se stessi. L'egoismo nasce dentro di loro a causa della divisione di Dio in bene e male per cui per egoismo sono diventati proprietari del corpo, della vita, della morte, della fame dell'intelligenza, del dolore, del pensiero, della volontà e di tutto il resto e per egoismo diventano 2 individui , ma Dio sa bene che sono sempre parte di se stesso e non loro stessi. Tu, DAVE, come tutta l'umanità che ha avuto inizio da quel lontano momento, sei Adamo, cioè parte di Dio, che per egoismo è diventato uomo cioè DAVE, ma Dio cosa vede: vede DAVE, oppure vede parte di se stesso?
ma non ho ancora capito come proveresti tu a descrivere Dio; che idea hai tu di Dio
e se puoi ti pregherei di mandarmi qualche citazione di tuoi interventi qui su nienteansia in cui descrivi che cosa Dio ti ha rivelato e anche citazoni inerenti quelle domande che già ti avevo fatto.
Se vado a cercarmi da solo i tuoi interventi potrei non trovarli mai.

Mandami almeno il titolo e la categoria dei Thread in cui ne parli, in cui parli della tua esperienza e di quel che ti è successo, mi interesserebbe sapere quale è l'esperienza che descrivi.

Per ora faccio fatica persino a farmene un'idea, per questo ho bisogno di sapere che cosa ti è accaduto prima di decidere se crederlo.
Nell'ultima frase forse è il demonio che parla : )

DAVE, è facile, basta che clicchi sul mio nik, vai nel profilo e clicchi su mostra tutti i threads: sono tutti lì.
Il Demonio non è nell'ultima frase, ma nel farti evitare la domanda: perchè non rispondi?
Per finire il discorso; L'identità di Adamo ed eva era Dio per cui non era soggetto a dolore, ma il dolore era solo del corpo, con la nascita dell'egoismo, il dolore, e tutto il resto, è diventato il loro dolore ed è stato trasmesso a tutti.

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned
  • "Dave64_128" started this thread

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

86

Wednesday, May 5th 2010, 8:12pm

profeta1, io posso essere d'accordo in linea generale con..

..il fatto che l'universo mi vede come parte di sè stesso.
Non posso però credere che a vedermi come parte di sè stesso sia un Dio personale.

Questo perchè non potrò mai credere ad un Dio che oltre ad essere secondo me molto molto improbabile, oltretutto non è visibile.

L'universo al contrario è visibile dappertutto, così come gli altri animali, così come noi stessi, così come gli altri esseri umani, così come il Sole e così come le altre stelle.

Ed è anche per questo che volevo sapere se puoi dirmi almeno se la tua idea di dio è simile alla mia.
O se invece è quella di un Dio personale, dalle sembianze umane, dotato di coscienza simile alla nostra e dalla forma uguale alla nostra.
Volevo sapere l'idea che ne hai tu per poterti rispondere meglio.

Se non mi rispondi nemmeno su questo, dimmi almeno se da qualche parte ne hai parlato.
Sulle altre domande passi, ma almeno su questo potresti esprimerti.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 7,261

Activitypoints: 22,301

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

87

Wednesday, May 5th 2010, 9:31pm

La ricompensa potrebbe essere la saggezza che ognuno di noi siamo capaci di acquisire nel corso della vita. Morire con il sentimento di aver saputo fare della nostra vita qualcosa di buono e' certamente un morire più sereni, una ricompensa proveniente da noi stessi e non da un ipotetico dio...


Anche questo e' uno stato d'animo. Per me va bene, e lo posso condividere. Ma non dipende dalla nostra volonta', ma dal Genitore interiore che ci dira':- OK, hai fatto un buon laqvoro. Vai tranquillo-, oppure - Potevi fare di piu'-, o - Non hai fatto a sufficenza-.

Eccolo li il giudice.

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

88

Wednesday, May 5th 2010, 9:41pm

..il fatto che l'universo mi vede come parte di sè stesso.
Non posso però credere che a vedermi come parte di sè stesso sia un Dio personale.

Questo perchè non potrò mai credere ad un Dio che oltre ad essere secondo me molto molto improbabile, oltretutto non è visibile.

L'universo al contrario è visibile dappertutto, così come gli altri animali, così come noi stessi, così come gli altri esseri umani, così come il Sole e così come le altre stelle.

Ed è anche per questo che volevo sapere se puoi dirmi almeno se la tua idea di dio è simile alla mia.
O se invece è quella di un Dio personale, dalle sembianze umane, dotato di coscienza simile alla nostra e dalla forma uguale alla nostra.
Volevo sapere l'idea che ne hai tu per poterti rispondere meglio.

Se non mi rispondi nemmeno su questo, dimmi almeno se da qualche parte ne hai parlato.
Sulle altre domande passi, ma almeno su questo potresti esprimerti.
DAVE, ti ripeto, tutto quello che vuoi sapere, tutto quello che non conosci, tutte le risposte alle tue domande le trovi leggendo i thread che io ho aperto: è tutto lì.
DAVE, tu, senza saperlo, stai facendo un errore enorme, quello di confrontare cio che dico io cioè la verità assoluta, con quello che conosci e siccome non ce lo trovi perchè non ci può essere, lo giudichi sbagliato; comunque non ti preoccupare perchè lo stesso errore è stato fatto da tutti. ilprofeta1

ilprofeta1

Amico Inseparabile

Posts: 1,365

Activitypoints: 4,284

Date of registration: Jan 11th 2010

  • Send private message

89

Wednesday, May 5th 2010, 9:54pm

Anche questo e' uno stato d'animo. Per me va bene, e lo posso condividere. Ma non dipende dalla nostra volonta', ma dal Genitore interiore che ci dira':- OK, hai fatto un buon laqvoro. Vai tranquillo-, oppure - Potevi fare di piu'-, o - Non hai fatto a sufficenza-.

Eccolo li il giudice.
DOCTOR FAUST, tu dici che il giudice è il genitore interiore: giusto?
Mi diresti che cosa dice il genitore interiore ad uno che fa il killer, oppure lo spacciatore di droga ecc.?
Come può dirgli "Hai fatto un buon lavoro?" oppure "Potevi fare di più?"

Dave64_128

Utente attivo

  • "Dave64_128" has been banned
  • "Dave64_128" started this thread

Posts: 484

Activitypoints: 1,690

Date of registration: Dec 8th 2009

  • Send private message

90

Wednesday, May 5th 2010, 10:06pm

Quindi ci sono dei tuoi interventi in cui..

..definisci Dio ?

Ci sono tuoi interventi su nienteansia in cui dici in che modo ti si è rivelato ?
Se sì, in quali tra i tuoi più di venti thread aperti parli di questo ?


Questo me lo puoi dire ?

This post has been edited 1 times, last edit by "Dave64_128" (May 5th 2010, 10:18pm)


1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests