Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Questo thread è chiuso. Non è possibile inviare nuove risposte.

Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

301

sabato, 15 maggio 2010, 16:57

Profeta, non credere significa non accettare supinamente un concetto come quello di dio del quale non c'e' nessuna prova oggettiva. Si può anche avere "fede", presumendo che un certo ordine creatore possa esistere, ma non potrà mai essere, a mio avviso, completamente totalizzante nella maniera in cui lo intendi tu. Che beneficio o insegnamento si può trarre dall'essere succubi di un'entità spaventosa come quella che paventi? Francamente di un creatore simile ne faccio volentieri a meno, che esista o no. Spero che questo sia chiaro, e lo ripeterò ancora una volta: di un dio prepotente, arrogante, e neanche troppo onnipotente non me ne faccio proprio nulla quindi in definitiva i tuoi sforzi in questo senso sono abbastanza vani, mi dispiace.

Tu dici che ti e' assolutamente indifferente se noi crediamo o no, però e' dal mese di gennaio che continui a martellarci con la tua dottrina, come mai insisti così tanto, e particolarmente sempre con le stesse persone, visto che non ti importa niente che noi crediamo o no a quello che dici?

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

302

sabato, 15 maggio 2010, 16:59

A questo punto la domanda sorge spontanea Profeta, coloro che seguono il vecchio e stantìo Credo sono dunque condannati?

LICURGO, mi sembra più che evidente che chi segue il vecchio credo sia già condannato: con che diritto pretenderebbero la ricompensa?. Non per niente Dio ha rivelato che la fede è strumento di presunzione; non per niente ha rivelato che la preghiera è insulto verso se stesso; non per niente ha rivelato la verità sulle religioni; non per niente ha rivelato la verità sulla Madonna; non per niente ha rivelato gli inganni del Demonio; non per niente ha rivelato la verità sulla crocifissione; non per niente Cristo ha detto "Non quelli che mi diranno <abbiamo fatto miracoli in tuo nome>, saranno salvati perchè quelli saranno allontanati come operatori di iniquità" infatti hanno sempre fatto la loro volontà e per questo sono considerati estranei.
LICURGO, Cristo ha detto anche "Beati coloro che avranno fame e sete di giustizia perchè saranno saziati" e dove sarebbe la vostra fame e la vostra sete se già siete saziati del tutto dal vecchio credo? dall'agnosticismo, dall'ateismo?
LICURGO, mi sembra più che evidente che chi NON vuole essere un estraneo, deve per forza ascoltare la volontà di Dio: altrimenti come può pretendere di essere amico?
Se io sono veramente il portavoce di Dio è ovvio che è impossibile a tutti poter dimostrare il contrario. ilprofeta1

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

303

sabato, 15 maggio 2010, 17:11


NO DAVE, non mi sbaglio perchè mi riferisco al modo in cui sono stato trattato fin dal primo scritto.
Come spieghi che in tutti i forum dove sono entrato appena ho detto di essere il portavoce di Dio in tutti è scattata la difesa e la meglio parola è stata un insulto, senza conoscermi, senza sapere niente di me? dimmelo
..quando tu dici che "in tutti è scattata la difesa e la meglio parola è stata un insulto" ti sbagli, perchè io non ti ho mai insultato e non mi è mai "scattata la difesa".
Quindi quando dici "tutti" ti sbagli, tutti non è "tutti eccetto uno".
Tralasciando il fatto che in questo forum non solo ci sono persone che come me non ti hanno attaccato, ma che hanno anche preso le tue difese.

Quindi non fare tanto il martire, dai.

Non sto ancora così male da provare piacere ad insultare le persone gratuitamente e grazie a dio non sono il solo.
Quindi su questo ti sbagli.

DAVE, non mi riferisco a questo forum perchè quì nessuno mi ha insultato, ma agli altri dove appena entrato sono subito stato ricoperto di insulti. Se non sbaglio DAVE mi sembra di averti fatto una domanda in tal senso: come mai tutti si sono scagliati contro me senza nemmeno sapere chi sono, senza nemmeno sapere cosa avevo da dire: come mai?
DAVE, a me quegli insulti non hanno fatto ne caldo nè freddo perchè Dio lo sapeva che sarei stato insultato a causa sua e per questo mi ha rincompensato prima: cattivo?
DAVE, chiunque mi ha detto "deficiente, hai la segatura al posto del cervello, cambia spacciatore ecc. ecc." poi si è dovuto ricredere perchè si è reso conto di non essere capace a tappare la bocca ad uno che ha la segatura al posto del cervello: fossi stato intelligente cosa avrebbe fatto?

304

sabato, 15 maggio 2010, 17:28

Citato

Dio c'è se uno ci crede e non c'è se uno non ci crede: ci potrebbe essere anche se nessuno ci credesse?



Affermare di non credere in Dio è diverso da dire "non c'è" , la seconda la trovo estremamente rigida e arrogante, perchè si torna sempre al punto iniziale, non esistono certezze in nessuna direzione. Solo indizi da cogliere o meno.

La solita, conosciuta e ri-conosciuta onestà alla quale non ci si può non inchinare, Livio ! :hail:

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

305

sabato, 15 maggio 2010, 17:33

Profeta, non credere significa non accettare supinamente un concetto come quello di dio del quale non c'e' nessuna prova oggettiva. Si può anche avere "fede", presumendo che un certo ordine creatore possa esistere, ma non potrà mai essere, a mio avviso, completamente totalizzante nella maniera in cui lo intendi tu. Che beneficio o insegnamento si può trarre dall'essere succubi di un'entità spaventosa come quella che paventi? Francamente di un creatore simile ne faccio volentieri a meno, che esista o no. Spero che questo sia chiaro, e lo ripeterò ancora una volta: di un dio prepotente, arrogante, e neanche troppo onnipotente non me ne faccio proprio nulla quindi in definitiva i tuoi sforzi in questo senso sono abbastanza vani, mi dispiace.

Tu dici che ti e' assolutamente indifferente se noi crediamo o no, però e' dal mese di gennaio che continui a martellarci con la tua dottrina, come mai insisti così tanto, e particolarmente sempre con le stesse persone, visto che non ti importa niente che noi crediamo o no a quello che dici?
CHOUPETTE, alla domanda "Dio potrebbe esserci anche se il suo nome non fosse mai stato pronuciato?" tutti siamo obbligati a rispondere SI perchè il negarlo non garantisdsce a nessuno che non ci sia solo perchè viene negato: questo lo capirebbe anche un bambino per cui non credere significa PRETENDERE che non ci sia e quì non ci piove sopra.
Tu parli di fede e intanto però hai usato la parola CREATORE e per questo la fede è già presunzione perchè non c'è niente di CREATO tutto è trasformazione.
CHOUPETTE, ne tu ne nessuno può fare a meno perchè c'è ed è il padrone assoluto, è il tuo modo di vedere che è sbagliato.
Ti invito a fare una riflessione ed è questa; ammettiamo che il giorno in cui Dio interverrà sia oggi: ti basterebbe per evitare la sua punizione dire "Io non posso ricevere la punizione perchè credo in Budda? perchè sono agnostica? perchè sono atea? ti rammento che il rapporto è quello del padrone verso servi: ti basterebbero quelle difese per evitare la punizione? rispondi se ne sei capace.
CHOUPETTE, ma come ragioni? ma come puoi pretendere che Dio si riveli ad uno gli dia cose da riferire e poi lo vincoli a dispiacere se non viene ascoltato? ma questo è un Dio stupido e non Dio che sa che io sono solo colui che riferisce: ma ti rendi conto di quello che dici?
CHOUPETTE, se tu vedessi gente andare verso un pericolo, li avvertiresti una sola volta? certamente insisteresti e allora perchè contesti a me quello che anche tu faresti? spiegamelo. ilprofeta1
PS, tu ne avessi azzeccata una!

306

sabato, 15 maggio 2010, 17:45

Profeta, non credere significa non accettare supinamente un concetto come quello di dio del quale non c'e' nessuna prova oggettiva. Si può anche avere "fede", presumendo che un certo ordine creatore possa esistere, ma non potrà mai essere, a mio avviso, completamente totalizzante nella maniera in cui lo intendi tu. Che beneficio o insegnamento si può trarre dall'essere succubi di un'entità spaventosa come quella che paventi? Francamente di un creatore simile ne faccio volentieri a meno, che esista o no. Spero che questo sia chiaro, e lo ripeterò ancora una volta: di un dio prepotente, arrogante, e neanche troppo onnipotente non me ne faccio proprio nulla quindi in definitiva i tuoi sforzi in questo senso sono abbastanza vani, mi dispiace.

Tu dici che ti e' assolutamente indifferente se noi crediamo o no, però e' dal mese di gennaio che continui a martellarci con la tua dottrina, come mai insisti così tanto, e particolarmente sempre con le stesse persone, visto che non ti importa niente che noi crediamo o no a quello che dici?
CHOUPETTE, alla domanda "Dio potrebbe esserci anche se il suo nome non fosse mai stato pronuciato?" tutti siamo obbligati a rispondere SI perchè il negarlo non garantisdsce a nessuno che non ci sia solo perchè viene negato: questo lo capirebbe anche un bambino per cui non credere significa PRETENDERE che non ci sia e quì non ci piove sopra.
Tu parli di fede e intanto però hai usato la parola CREATORE e per questo la fede è già presunzione perchè non c'è niente di CREATO tutto è trasformazione.
CHOUPETTE, ne tu ne nessuno può fare a meno perchè c'è ed è il padrone assoluto, è il tuo modo di vedere che è sbagliato.
Ti invito a fare una riflessione ed è questa; ammettiamo che il giorno in cui Dio interverrà sia oggi: ti basterebbe per evitare la sua punizione dire "Io non posso ricevere la punizione perchè credo in Budda? perchè sono agnostica? perchè sono atea? ti rammento che il rapporto è quello del padrone verso servi: ti basterebbero quelle difese per evitare la punizione? rispondi se ne sei capace.CHOUPETTE, ma come ragioni? ma come puoi pretendere che Dio si riveli ad uno gli dia cose da riferire e poi lo vincoli a dispiacere se non viene ascoltato? ma questo è un Dio stupido e non Dio che sa che io sono solo colui che riferisce: ma ti rendi conto di quello che dici?
CHOUPETTE, se tu vedessi gente andare verso un pericolo, li avvertiresti una sola volta? certamente insisteresti e allora perchè contesti a me quello che anche tu faresti? spiegamelo. ilprofeta1
PS, tu ne avessi azzeccata una!

Prof, mi sa che se il tuo dio intervenisse oggi il solo ad essere salvato saresti tu :D E mi sa che questo succederebbe anche se intervenisse fra un migliaio di anni...

... Solo questo la dice lunga :hmm:

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Choupette" (15/05/2010, 18:37)


ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

307

sabato, 15 maggio 2010, 17:46

Citato

Dio c'è se uno ci crede e non c'è se uno non ci crede: ci potrebbe essere anche se nessuno ci credesse?



Affermare di non credere in Dio è diverso da dire "non c'è" , la seconda la trovo estremamente rigida e arrogante, perchè si torna sempre al punto iniziale, non esistono certezze in nessuna direzione. Solo indizi da cogliere o meno.
LICURGO, ti invito a riflettere "Se tu fossi il direttore di una fabbrica, cambierebbe qualche cosa per te se degli operai non credessero in te come direttore, o non ti vedessero come direttore?" rispondi
LICURGO tu dimentichi che esistono solo 2 possibilità: o con Dio; o contro Dio, non ci sono vie di mezzo.
Ti faccio anche notare che per Dio noi siamo servi (detto anche da Cristo) per cui per lui è servo infedele sia quello che lo nega sia quello che non crede, il servo fedele è quello che ascolta la volontà del padrone.

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

308

sabato, 15 maggio 2010, 17:51


Profeta, non credere significa non accettare supinamente un concetto come quello di dio del quale non c'e' nessuna prova oggettiva. Si può anche avere "fede", presumendo che un certo ordine creatore possa esistere, ma non potrà mai essere, a mio avviso, completamente totalizzante nella maniera in cui lo intendi tu. Che beneficio o insegnamento si può trarre dall'essere succubi di un'entità spaventosa come quella che paventi? Francamente di un creatore simile ne faccio volentieri a meno, che esista o no. Spero che questo sia chiaro, e lo ripeterò ancora una volta: di un dio prepotente, arrogante, e neanche troppo onnipotente non me ne faccio proprio nulla quindi in definitiva i tuoi sforzi in questo senso sono abbastanza vani, mi dispiace.

Tu dici che ti e' assolutamente indifferente se noi crediamo o no, però e' dal mese di gennaio che continui a martellarci con la tua dottrina, come mai insisti così tanto, e particolarmente sempre con le stesse persone, visto che non ti importa niente che noi crediamo o no a quello che dici?
CHOUPETTE, alla domanda "Dio potrebbe esserci anche se il suo nome non fosse mai stato pronuciato?" tutti siamo obbligati a rispondere SI perchè il negarlo non garantisdsce a nessuno che non ci sia solo perchè viene negato: questo lo capirebbe anche un bambino per cui non credere significa PRETENDERE che non ci sia e quì non ci piove sopra.
Tu parli di fede e intanto però hai usato la parola CREATORE e per questo la fede è già presunzione perchè non c'è niente di CREATO tutto è trasformazione.
CHOUPETTE, ne tu ne nessuno può fare a meno perchè c'è ed è il padrone assoluto, è il tuo modo di vedere che è sbagliato.
Ti invito a fare una riflessione ed è questa; ammettiamo che il giorno in cui Dio interverrà sia oggi: ti basterebbe per evitare la sua punizione dire "Io non posso ricevere la punizione perchè credo in Budda? perchè sono agnostica? perchè sono atea? ti rammento che il rapporto è quello del padrone verso servi: ti basterebbero quelle difese per evitare la punizione? rispondi se ne sei capace.CHOUPETTE, ma come ragioni? ma come puoi pretendere che Dio si riveli ad uno gli dia cose da riferire e poi lo vincoli a dispiacere se non viene ascoltato? ma questo è un Dio stupido e non Dio che sa che io sono solo colui che riferisce: ma ti rendi conto di quello che dici?
CHOUPETTE, se tu vedessi gente andare verso un pericolo, li avvertiresti una sola volta? certamente insisteresti e allora perchè contesti a me quello che anche tu faresti? spiegamelo. ilprofeta1
PS, tu ne avessi azzeccata una!

Prof, mi sa che se il tuo dio intervenisse oggi il solo ad essere salvato saresti tu :D E mi sa che questo succederebbe anche se intervenisse fra un migliaio di anni...

... Solo questo la dice lunga :hmm:
CHOUPETTE, rifletti, se tu sai per certo che io sarò sicuramente salvato, allora pensa allatua di salvezza: perchè vuoi pensare a me se non c'è da pensare?
Però io ti ho fatto una domanda (poi sarei io quello che non risponde!) "ti basterebbero quelle giustificazioni per evitare la punizione?" si o no

309

sabato, 15 maggio 2010, 17:57

quello che ascolta la volontà del padrone

Malgrado la mia ignoranza in tema di Fede Cristiana, credo di aver letto ovunque sul Vangelo: PADRE e non padrONE !!!
Perchè, tu che citi il Vangelo come VERO, non usi mai la parola Padre (usata spesso da Gesù secondo il Vangelo) e la sostituisci con PADRONE ? :hmm:
e' come togliere il lato amorevole di dio, non ti sembra profeta ?

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

310

sabato, 15 maggio 2010, 18:10

quello che ascolta la volontà del padrone

Malgrado la mia ignoranza in tema di Fede Cristiana, credo di aver letto ovunque sul Vangelo: PADRE e non padrONE !!!
Perchè, tu che citi il Vangelo come VERO, non usi mai la parola Padre (usata spesso da Gesù secondo il Vangelo) e la sostituisci con PADRONE ? :hmm:
e' come togliere il lato amorevole di dio, non ti sembra profeta ?
PAZZY, tu come lo chiameresti colui che con se stesso, usando se stesso, trasformando se stesso ha dato origine a tutto ciò che esiste visibile e non visibile?
Tutto è se stesso, tutto appartiene a se stesso, è il padrone di tutto.
L'uomo che cosa ha fatto? niente per cui non è padrone di niente ed è per questo che è un servo, infatti Dio ha detto "Voi siete padroni solo di ciò che avete fatto: che cosa avete fatto? avete fatto la vita? avete fatto la terra, avete fatto gli animali, avete fatto i mari? ecc. ecc."

311

sabato, 15 maggio 2010, 18:18

Ti chiedevo, Profeta, perchè non nomini MAI il termine Padre, parlando di dio, visto che il Vangelo ne fa un uso non indifferente !
Capisco quello che intendi con la tua spiegazione, però, TU riesci a considerarlo tuo (e nostro) PADRE ? Mi interessa il TUO parere personale, basato sul tuo sentire. Un conto è la logica che tu esponi, altro conto è il rapporto "intimo" che tu "senti" verso dio... lo senti o non lo senti come un "amorevole Padre" ?

Grazie per la risposta, se vorrai gentilmente rispondere ! :hmm:

312

sabato, 15 maggio 2010, 18:22


Prof, mi sa che se il tuo dio intervenisse oggi il solo ad essere salvato saresti tu :D E mi sa che questo succederebbe anche se intervenisse fra un migliaio di anni...

... Solo questo la dice lunga :hmm:
CHOUPETTE, rifletti, se tu sai per certo che io sarò sicuramente salvato, allora pensa allatua di salvezza: perchè vuoi pensare a me se non c'è da pensare?
Però io ti ho fatto una domanda (poi sarei io quello che non risponde!) "ti basterebbero quelle giustificazioni per evitare la punizione?" si o no

Profeta, non mettermi in bocca cose che non ho detto. Io mi riferisco ai fatti cioè: nessuno ti crede ergo, nessuno sarà salvato. A parte te ovviamente, e non perché ne sono certa ma in riferimento a quanto dici, di cui non credo una parola.

Per rispondere alla tua domanda, sarebbe come se tu mi chiedessi cosa farei se oggi il sole si spegnesse, con la differenza che il sole si spegnerà veramente fra qualche miliardo di anni, ma a quel punto non sarà più un problema mio :D

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

313

sabato, 15 maggio 2010, 18:44

Ti chiedevo, Profeta, perchè non nomini MAI il termine Padre, parlando di dio, visto che il Vangelo ne fa un uso non indifferente !
Capisco quello che intendi con la tua spiegazione, però, TU riesci a considerarlo tuo (e nostro) PADRE ? Mi interessa il TUO parere personale, basato sul tuo sentire. Un conto è la logica che tu esponi, altro conto è il rapporto "intimo" che tu "senti" verso dio... lo senti o non lo senti come un "amorevole Padre" ?

Grazie per la risposta, se vorrai gentilmente rispondere ! :hmm:

PAZZY, io ho detto diverse volte che quando Cristo esce dal deserto, non è più Cristo ma è Dio, però non può rivelarsi come Dio e per questo finge di rivolgersi al padre proprio per essere creduto figlio, ma non c'è nessun padre perchè Dio è se stesso e quello che finisce sulla croce non è Cristo ma è Dio ed anche lì finge di rivolgersi al padre per far credere alla crocifissione del figlio. Come vedi non c'è nessun figlio ma solo Dio, infatti tutto è se stesso e per questo la nostra identità è virtuale. Il padrone che si è rivelato a me non mi ha imposto niente, mi ha ricompensato in anticipo per gli insulti che per causa sua avrei ricevuto e infatti ci sono stati, mi ha dato tutte le dimostrazioni affinchè non avessi dubbi però non è buono nè cattivo è giusto, come deve essere un vero padrone, naturalmente se fosse cattivo io sarei il primo a non riferire.
PAZZY, guarda ti faccio un esempio; Dio non mi ha detto "La mia legge non ammette ignoranza" punto e basta, no ha dato la dimostrazione che nessuno può negare infatti mi ha "detto" "La vostra legge ammette l'ignoranza?" e io ho risposto no; "E' giusto o sbagliato che non ammetta l'ignoranza?" e io ho detto che è giusto "Allora perchè la mia legge dovrebbe ammettere l'ignoranza, se per voi è giusta una legge che non l'ammetta?" PAZZY cosa si può dire ad una simile dimostrazione? dimmelo tu.ilprofeta1
PAZZY, il sapere che Dio è buono e che perdona tutti è solo l'inganno del Demonio.

314

sabato, 15 maggio 2010, 18:54

ue
Ti chiedevo, Profeta, perchè non nomini MAI il termine Padre, parlando di dio, visto che il Vangelo ne fa un uso non indifferente !
Capisco quello che intendi con la tua spiegazione, però, TU riesci a considerarlo tuo (e nostro) PADRE ? Mi interessa il TUO parere personale, basato sul tuo sentire. Un conto è la logica che tu esponi, altro conto è il rapporto "intimo" che tu "senti" verso dio... lo senti o non lo senti come un "amorevole Padre" ?

Grazie per la risposta, se vorrai gentilmente rispondere ! :hmm:

PAZZY, io ho detto diverse volte che quando Cristo esce dal deserto, non è più Cristo ma è Dio, però non può rivelarsi come Dio e per questo finge di rivolgersi al padre proprio per essere creduto figlio, ma non c'è nessun padre perchè Dio è se stesso e quello che finisce sulla croce non è Cristo ma è Dio ed anche lì finge di rivolgersi al padre per far credere alla crocifissione del figlio. Come vedi non c'è nessun figlio ma solo Dio, infatti tutto è se stesso e per questo la nostra identità è virtuale. Il padrone che si è rivelato a me non mi ha imposto niente, mi ha ricompensato in anticipo per gli insulti che per causa sua avrei ricevuto e infatti ci sono stati, mi ha dato tutte le dimostrazioni affinchè non avessi dubbi però non è buono nè cattivo è giusto, come deve essere un vero padrone, naturalmente se fosse cattivo io sarei il primo a non riferire.
PAZZY, guarda ti faccio un esempio; Dio non mi ha detto "La mia legge non ammette ignoranza" punto e basta, no ha dato la dimostrazione che nessuno può negare infatti mi ha "detto" "La vostra legge ammette l'ignoranza?" e io ho risposto no; "E' giusto o sbagliato che non ammetta l'ignoranza?" e io ho detto che è giusto "Allora perchè la mia legge dovrebbe ammettere l'ignoranza, se per voi è giusta una legge che non l'ammetta?" PAZZY cosa si può dire ad una simile dimostrazione? dimmelo tu.ilprofeta1
PAZZY, il sapere che Dio è buono e che perdona tutti è solo l'inganno del Demonio.

Profeta, questo tuo ultimo post e' uno dei più assurdi che tu abbia scritto dal mese di gennaio, nemmeno un bambino avrebbe potuto dire una cosa del genere. Ma ti rileggi quando scrivi?

ilprofeta1

Colonna del Forum

  • "ilprofeta1" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.858

Activity points: 5.910

Data di registrazione: lunedì, 11 gennaio 2010

  • Invia messaggio privato

315

sabato, 15 maggio 2010, 18:56

Per rispondere alla tua domanda, sarebbe come se tu mi chiedessi cosa farei se oggi il sole si spegnesse, con la differenza che il sole si spegnerà veramente fra qualche miliardo di anni, ma a quel punto non sarà più un problema mio :D
Quindi, CHOUPETTE, tu vorresti dire che basta dire "sono ateo" per evitare la punizione che spetta ai servi infedeli pur essendo infedeli?

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite