Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

marysweet

Utente Attivo

  • "marysweet" è una donna
  • "marysweet" ha iniziato questa discussione

Posts: 65

Activity points: 349

Data di registrazione: martedì, 09 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

1

martedì, 28 luglio 2015, 10:51

Lasciarsi andare e non avere voglia di cambiare

La mia situazione è questa : mi sono lasciata andare riguardo il mio aspetto fisico e ciò che ne consegue: ho ripreso chili con la scusa della gravidanza , mi vergogno ad ammetterlo ,sfogo sul cibo le cose che non mi vanno e so che non è la cosa più ragionevole e intelligente da fare , così ho ripreso a non prendermi cura di me stessa fisicamente n'è coltivo più interessi o mi dedico a qualcosa che mi piace .il mio compagno mi fa notare che non gli piacciono alcune cose del mio fisico adesso che sono in carne.Dovrei dimagrire a me non va.
Non ho una motivazione abbastanza forte.Non lo faccio per volermi bene perché non me ne voglio e l allattamento è una scusa per non iniziare a dimagrire e mangiare quello che mi pare .
Perché poi c è quel circolo vizioso...per qualche giorno riesco e perdo qualche chilo e poi son giù , mi sento da schifo perché non riesco e mi abbuffo.Non ho voglia di cambiare forse perché già troppe volte ho affrontato questo...

2

martedì, 28 luglio 2015, 15:03

Evidentemente non hai -allo stato attuale delle cose- una gratificazione più importante di quella che invece prendi dal cibo.

Sì, il cibo in sé da gratificazione, ma non dovrebbe stare al primo posto superando addirittura gli interessi e l'amore per se stesse e il proprio corpo. Ci credo che non hai motivazione, se una persona prende piacere solo da quello, con la dieta, cosa le resterebbe?

E' normale che se le cose stanno così, non riesci a dimagrire...
Ricordati però quanto dura la gratificazione di una abbuffata? Pochi minuti, poi un'altra volta ripiombi nell'insoddisfazione...

Leggo che sei una neomamma...vorresti trasmettere questo a tuo figlio? E cioè che nella vita le cose si affrontano così? Cambiare non è solo uno sforzo faticoso da fare...è raccogliere una sfida e vincerla.

Fatti aiutare dal medico e non fare cose da sola, prendi atto che c'è un problema e affrontalo. Se coinvolgi una figura professionale Dietologo/nutrizionista sarà più facile acquisire il senso della disciplina e cominciare a cambiare.

Ma finché a casa nessuno ti dice niente, e ti nascondi dietro delle scuse, non smetterai...E si tratta di una questione di salute oltre che estetica. Anche se l'estetica ti aiuta psicologicamente perché non è bello vedersi giorno dopo giorno ingrassare.

marysweet

Utente Attivo

  • "marysweet" è una donna
  • "marysweet" ha iniziato questa discussione

Posts: 65

Activity points: 349

Data di registrazione: martedì, 09 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 28 luglio 2015, 15:51

No no non voglio trasmettere questo a mio figlio .
magari la soluzione per il momento sarebbe trovare un altra cosa che mia soddisfazione anche perché sarò un po depressa perché non esco quasi mai da quando ho il bambino
Qui non conosco nessun dietologo /nutrizionista e/o psicologo qui nel mio paese

4

martedì, 28 luglio 2015, 21:00

Cos'è che ti crea insoddisfazione?Cosa c'è che non va in questo momento della tua vita?Hai detto che non ti vuoi bene,perché?Dovresti cambiare quello che non va.

marysweet

Utente Attivo

  • "marysweet" è una donna
  • "marysweet" ha iniziato questa discussione

Posts: 65

Activity points: 349

Data di registrazione: martedì, 09 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 28 luglio 2015, 21:25

Niente anzi ...ho questa insoddisfazione di fondo sin da quando ero piccolina e penso ,le esperienze passate che mi creano insoddisfazione anche .Non so perché non mi voglio bene forse perché non mi accetto....luna sto cercando di capire per iniziare a cambiare :)

Fatima2011

Nuovo Utente

  • "Fatima2011" è una donna

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: martedì, 28 luglio 2015

Località: Roma

  • Invia messaggio privato

6

mercoledì, 29 luglio 2015, 02:05

Ciao,capisco bene cosa vuoi dire.. L essere stanchi,stanchi di lottare.. Poi quando chiedi perché dovresti lottare ti rispondono per te stessa;ma non capiscono che per noi stesse non ci va di lottare;anche io mi abbuffo quando ho questo profondo senso di vuoto,succede più o meno una o due volte al giorno;mangio fino al sentirmi male.. È come se mangiando non sentissi più il vuoto per quel minuto.. Io se vuoi parlare ci sono

marysweet

Utente Attivo

  • "marysweet" è una donna
  • "marysweet" ha iniziato questa discussione

Posts: 65

Activity points: 349

Data di registrazione: martedì, 09 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 30 luglio 2015, 21:11

[quote='Fatima2011','index.php?page=Thread&postID=681074#post681074']
Ciao,capisco bene cosa vuoi dire.. L essere stanchi,stanchi di lottare.. Poi quando chiedi perché dovresti lottare ti rispondono per te stessa;ma non capiscono che per noi stesse non ci va di lottare;anche io mi abbuffo quando ho questo profondo senso di vuoto,succede più o meno una o due volte al giorno;mangio fino al sentirmi male.. È come se mangiando non sentissi più il vuoto per quel minuto.. Io se vuoi parlare ci sono [/quote]
Già ..io so la causa di questo vuoto ma saperlo non mi aiuta per niente anzi è peggio .
Io mi abbuffo anche per tristezza, contentezza, punizione e premio :wasted:

RedRose

Nuovo Utente

Posts: 5

Activity points: 22

Data di registrazione: sabato, 15 agosto 2015

  • Invia messaggio privato

8

mercoledì, 19 agosto 2015, 11:09

Scusami cara... ma non ho fatto a meno di notare il fatto che il tuo compagno ti fa notare cose che non gli piacciono del tuo fisico...a sinceramente non mi pare un atteggiamento positivo... al massimo ti dico quello che avrebbe dovuto dirti.... devi volerti bene, per te e per il tuo bambino, soprattutto perche il tuo non e' "sano appetito", ma uno sfogo emotivo. Capisco cosa significa vivere una vita da inquieti da sempre... ma ora hai una motivazione meravigliosa, ossia un bambino. Cmq anche una gravidanza ecc ti sfianca, quindi magari puoi essere anche un po giu di tono a livello vitaminico, e questo puoi vederlo con semplicissime analisi del sangue. Un consiglio? Distraiti! Trova soddisfazione in un'altra attivita. Leggere, scrivere, yoga, ricamare... o qualsiasi altra cosa :) anche se allattando avrai ppco tempo. Prova! Secondo me ti gioverebbe molto. Domanda personale e scusami davvero se mi permetto... ma con il tuocompagno e' tutto ok? Puo essere un atteggiam
ento per allontanarlo? Un abbraccio forte.
"Un raggio di sole e' sufficiente a spazzar via molte ombre". :smoker: :hmm: :music: :music: :music: [/sub]

Threads simili