Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Gretel

♥✿ Devo essere una sirena, non ho paura della profondità ma ho un gran timore della vita superficiale ✿♥

  • "Gretel" started this thread
  • Send private message

1

Tuesday, April 3rd 2012, 3:50pm

Domande di un'aspirante vegetariana: dubbi e consigli

Sono un'aspirante vegetariana e vorrei iniziare con coscienza questa nuova filosofia alimentare, di cui sono una sostenitrice.

E' possibile però abolire la carne dalla propria alimentazione mantenendo inalterato il proprio benessere fisico? Spesso si legge che la carne è insostituibile nel nostro repertorio alimentare e che il ferro animale sia di natura diversa e di più facile assimilazione rispetto a quello vegetale, che è possibile assumere ad esempio consumando alcuni legumi come ad esempio le lenticchie. Diventare vegetariana non è comunque una scelta facile, specialmente in una società dominata dal mito dalla carne. Inoltre, a parte una questione di natura morale a cui sono molto dedita, a me la carne non dispiace, il che complica ulteriormente la questione.

Vorrei sapere se avete esperienze simili, se qualcuno di voi è vegetariano o vorrebbe diventarlo. Vorrei capire soprattutto se è possibile restare in salute pur non mangiando carne e con quali alimenti in caso potrei sostituire questa mancanza.

RandomBlinkingLight

Le cose che non esistono non le hai ancora desiderate abbastanza

Posts: 2,038

Activitypoints: 6,303

Date of registration: Jul 1st 2008

  • Send private message

2

Tuesday, April 3rd 2012, 4:01pm

Restare in salute è possibilissimo. Volendo puoi anche farti aiutare da un nutrizionista, una mia amica ha fatto così.

Anche io sono convinta che in questa società si mangi troppa carne e che l'impatto di questa abitudine, sia a livello fisico di ognuno, sia a livello ambientale, non sia di poco conto. Ma non sono vegetariana perché... purtroppo la carne mi piace (w la coerenza)!
Diciamo che cerco di non mangiare MAI carne più di una volta al giorno (intendo bianca, rossa, insaccati e anche pesce, eh), anzi l'ideale se riesco è una volte ogni due giorni. Per motivi tristemente economici non posso comprare solo prodotti da agricoltura biologica, ma se mi si presenta la scelta e il prezzo non è abnorme ovviamente li preferisco.

In realtà ritengo che mangiare altri animali non sia un crimine in sé per sé, lo diventa (ed è la maggioranza dei casi) se si nega agli animali una vita consona prima di ucciderli e cibarsene. Senza contare che più gli animali sono allevati in modi innaturali, più schifezze portano nel nostro organismo!
"Homo sum: humani nihil a me alienum puto"- Publius Terentius Afer
"If winter comes, can spring be far behind?"- P.B. Shelley
"Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better"- Samuel Beckett

3

Tuesday, April 3rd 2012, 4:07pm

Sai non è tanto eliminare la bistecca in se. Ma eliminare tutta quelle serie di alimenti che contengono la carne a rendere questo regime duro e a rischiare di impoverire la dieta.

Infatti le prime settimane quando non si ha ancora la giusta organizzazione si rischia di tagliare fuori un sacco di cibi, avendo l'impressione di mangiar nulla.
Per esempio se a pranzo ci sono i tortellini ti rendi conto che devi rinunciare, se esci e gli amici prendono il panino con la porchetta ti tocca rinunciare. Insomma, prima o poi ti accorgerai che le restrizioni non sono poche.

Io ho avuto un'esperienza vegan di circa 8 mesi. Ma ho abbandonato questo regime perché avevo un costante bisogno di recarmi in un negozio biologico ed essendo in un paesino che conta nulla avevo solo poche volte al mese l'occasione di fare la spesa in città e mi toccava mangiare ortaggi per tutto il resto del tempo.
Poi soffrendo di colon irritabile i legumi sono l'ultima cosa che dovrei introdurre nel mio apparato digerente.

Forse non ho avuto la giusta forza di volontà per continuare, ma comunque mi è rimasta una forte abitudine di preferire verdura e ortaggi freschi, frutta e cereali nella mia dieta.
"un'azione trascina un'altra azione, elimina l'immobilismo che, anche se confortevole, alla lunga si risolve in un pantano"



dora

Forumista Incallito

  • "dora" is female

Posts: 4,662

Activitypoints: 14,980

Date of registration: Mar 14th 2010

Location: Zacatecas

Occupation: Dama della Nuova Spagna

  • Send private message

4

Tuesday, April 3rd 2012, 5:16pm

Diminuire la carne è d'uopoper la propria salute e per l'equilibrio del pianeta abolirla del tutto è insano. la piramide alimentare prevede in 14 pasti principali tre volte il pesce 3-4 volte i formaggi, una volta le uova, tre quattro volte i legumi, una volta l pizza, meglios e con verdure, due volte la carne e due volte i salumi magri. Più naturalmente carboidrati in quantità diverse a seconda dell'età e del tipo di vita che si fa e tanta frutta e verdura. Diminuire sì abolire no.

Mad_the_mith

Colonna del Forum

  • "Mad_the_mith" is female

Posts: 2,052

Activitypoints: 6,198

Date of registration: Aug 23rd 2011

  • Send private message

5

Wednesday, April 4th 2012, 8:53am

Ho diversi amici vegetariani, sono in ottima salute, una è anche mamma ed ottima cuoca, e non è affatto un problema la convivialità con loro dal momento che una pizza alle verdure, un'insalatona o un pezzo di formaggio lo si raccatta sempre dappertutto.
A tutta manetta in vespa e in lambretta!

6

Wednesday, April 4th 2012, 9:30am

Sono un'aspirante vegetariana e vorrei iniziare con coscienza questa nuova filosofia alimentare, di cui sono una sostenitrice.

E' possibile però abolire la carne dalla propria alimentazione mantenendo inalterato il proprio benessere fisico?


L'alimentazione vegetariana nella quale escludi SOLO la carne è possibilissima.
I cosiddetti aminoacidi essenziali(quelli che il nostro corpo non può sintetizzare da sè ma deve introdurre necessariamente con l'alimentazione) si ritrovano sia nelle proteine animali che in quelle vegetali con la differenza che in quelle animali sono più abbondanti da qui la diceria che la carne sia insostituibile:in realtà basta fare un uso molto variegato di legumi e verdure che riesci ad introdurre tutti gli aminoacidi essenziali di cui hai bisogno;comunque se continui ad assumere alimenti di origine animale come latte uova,formaggi,il problema nemmeno si pone.
è sempre una dieta che non va improvvisata;c'è un sito nel quale puoi trovare tutte le informazioni necessarie su dieta vegetariana e vegan http://www.scienzavegetariana.it/
Bene o male tutto è rappresentazione:se reciti bene inganni gli altri,se reciti male inganni te stessa,se non sai ingannare neppure te stessa non ti restano che i fantasmi.
https://www.youtube.com/watch?v=QkAVAa3U66A

This post has been edited 1 times, last edit by "Luna_stregata" (Apr 4th 2012, 11:23am)


doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male

Posts: 7,370

Activitypoints: 22,628

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

7

Wednesday, April 4th 2012, 12:07pm

Argomento multifocale...

Sulla dieta adatta all' essere umano ci si potrebbe stare settimane a discutere e ne verrebbero fuori di tutti i colori.

Penso che, riducendo ogni possibile discussione alla sintesi , l'homo è onnivoro, e quindi può ipoteticamente mangiare ogni schifezza, dai vermi e le cavallette ai cheeseburger .
Se non ci sono intolleranze o allergie si puo' percio' trangugiare di tutto.

Il problema, semmai, è quello di vedere se la dieta è abbastanza equilibrata da non farci ammalare per deficit alimentari o indigestioni.

E' vero che ci sono delle lineee guida che possono andare bene per tutti. Per esempio non eccedere nei grassi, specie se fritti o cotti, sia animali che vegetali, e non esagerare nei carboidrati. Una certa quantità di vegetali fresci serve, siano cereali, legumi o ortaggi, come serve un po' di acqua o bevande ricche di acqua.

Una popolazione iper-nutrita e una ipo-nutrita sono popolazioni mal-nutrite. E su questo niente dubbi.

Il problema è stabilire cosa è buono o no per il singolo. E si, perchè una dieta vegetariana può andare bene a Trapani, ma non va molto bene a Oslo, cosi come una dieta ricca di carboidrati vegetali va bene per un carpentiere esposto agli elementi, ma non va bene per un camionista o uno studente sempre attaccato a internet.

In conclusione bisogrerebbe regolarsi su quale e' il clima in cui si vive, e che attività si svolge. La capacita' digestiva, l'eta' e il sesso, ed eventuali disfunzioni o malattie croniche.
E poi chiaramente i cibi freschi [biologici o no, perchè i cibi sono tutti biologici]sono da preferire rispetto ai conservati, ma con una attenzione: I cibi surgelati somo meglio che i cibi freschi dopo una settimana di frigorifero, e la carne e il pesce vanno consumati cotti, perchè crudi sono molto pericolosi e indigesti.

Quindi il problema non è se essere o no vegetarianii o carnivori, ma trovare la combinazione personale giusta, adattata alle proprie esigenze, che ci mantenga in salute e nel peso forma, perchè la ricetta che va bene per tutti non esiste.

Gretel

♥✿ Devo essere una sirena, non ho paura della profondità ma ho un gran timore della vita superficiale ✿♥

  • "Gretel" started this thread
  • Send private message

8

Wednesday, April 4th 2012, 1:09pm

Grazie a tutti per le risposte :) farò tesoro dei vostri consigli. Se qualcuno vorrà aggiungere in seguito altre considerazioni sull'argomento sarà il benvenuto.

paranoica perenne

Giovane Amico

  • "paranoica perenne" is female

Posts: 169

Activitypoints: 773

Date of registration: Mar 8th 2012

  • Send private message

9

Wednesday, April 4th 2012, 2:03pm

ciao io amo la verdura, cmq magari se non ti piace la carne prova a mangiare le uova opp i fagioli...i fagioli contengono il ferro come la carne

valina90

un fenomeno di donna

  • "valina90" is female
  • "valina90" has been banned

Posts: 634

Activitypoints: 2,091

Date of registration: Dec 19th 2011

Location: provincia di rovigo

Occupation: studentessa

  • Send private message

10

Wednesday, April 4th 2012, 2:26pm

io mi domando se non soffri la fame,con diete vegetariane o vegane

RandomBlinkingLight

Le cose che non esistono non le hai ancora desiderate abbastanza

Posts: 2,038

Activitypoints: 6,303

Date of registration: Jul 1st 2008

  • Send private message

11

Wednesday, April 4th 2012, 2:46pm

Con una dieta VEGETARIANA si è ben lontani dall'anche solo rischiare di fare la fame.
Quella dei vegani è in effetti una posizione un po' rigida, ecco, se provo stima e un po' di invidia "buona" per i vegetariani, i vegan mi sembrano un pochino degli estremisti alimentari... nel rispetto di ogni opinione ovviamente.
"Homo sum: humani nihil a me alienum puto"- Publius Terentius Afer
"If winter comes, can spring be far behind?"- P.B. Shelley
"Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better"- Samuel Beckett

Creamy

Giovane Amico

Posts: 167

Activitypoints: 613

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

12

Wednesday, April 4th 2012, 5:18pm

Eccomi qua, vegetariana dall'età di 12 anni e sempre più convinta della mia scelta :D ovviamente non è un percorso facilissimo, specie se come te si è ghiotti di carne, ma non è impossibile, è tutta questione di abitudine, infatti ora, ma già dopo qualche mese dall'inizio della dieta, non avevo proprio più appetito nei confronti della carne. Ovviamente come hai specificato tu, taaaaaaaaaaaanti legumi ( addirittura x i vegetariani consigliano una porzione al giorno! ) tra cui l'essenziale SOIA, che trovi davvero in tutte le salse in commercio. In bocca al lupo

Creamy

Giovane Amico

Posts: 167

Activitypoints: 613

Date of registration: Mar 5th 2009

  • Send private message

13

Wednesday, April 4th 2012, 5:20pm

io mi domando se non soffri la fame,con diete vegetariane o vegane



assolutamente no!! Poi considera che ciò che ti dà un senso di sazietà sono i carboidrati, non le proteine..io in questo mi difendo bene e sono bella pienotta ^^

Zauma

non ho nulla da dire

  • "Zauma" has been banned

Posts: 80

Activitypoints: 268

Date of registration: Dec 23rd 2011

  • Send private message

14

Thursday, April 5th 2012, 12:49am

vegetariano da pochi mesi....beh come ti hanno già consigliato,legumi ecc... io ho letto molto in internet,e inoltre sono andato da un gruppo di ragazzi/e che sono vegetariani e mi hanno regalato un libro che spiega un pò ecc... oltre i consigli scritti già nel thread io posso darti questo (anche se è per scelta etica) togli il pesce gradualmente e mangia ogni tanto il seitan e il tofu.
non ho nulla da dire

Pipocas

Nuovo Utente

  • "Pipocas" is female

Posts: 8

Activitypoints: 38

Date of registration: Apr 20th 2012

  • Send private message

15

Monday, April 23rd 2012, 11:48am

Domanda curiosa questa.

Ci sono popolazioni che sono state prevalentemente, se non quasi
esclusivament per ragioni religiose, vegetariane eppure hanno sempre
campato.

Per gli stessi italiani, prima della ricchezza generalizzata, la carne è
stata un'otopia per diverse classi sociali, assunta con i contagocce.

Il più vecchio corridore della maratona di New York a piazzarsi anche in
posizioni di tutto rispetto è stato un indiano vegetariano di 86 anni.

Internet è eccezionale, reperisci le informazioni di cui hai bisogno in pochi clic.

Guarda i video dei Vegan Warriors, atleti eccezionali australiani che sono addirittura vegani!



Il mito della carne essenziale alla vita altrimenti schiatti è un'invenzione del dopoguerra.

L'unica cosa essenziale è avere una dieta equilibrata.



Io ti parlo della mia esperienza.

Sono vegetariana purtroppo da solo due anni. Se avessi saputo che era
così facile non avrei perso anni a farmi un sacco di seghe mentali. Ma
al tempo non usavo la finestra sul mondo che è internet.

Ero golosissima di insaccati e grigliate. avrei ucciso per un panino con la porchetta.

Dal momento che in me è sorta la decisione di eliminare la carne è stato
tutto di una facilità insospettata. Credevo che ne avrei sentito la
mancanza, di gola e come chissà quali fantomatici scompensi. Invece sono
stata incredibilmente meglio.

Prima la mia dieta era piuttosto monotona e ora invece ho inserito una
notevole varita di cibi, combinazioni, ricette varie tanto che mi sembra
di aver cominciato a mangiare solo ora. Non sento affatto la mancanza
della carne e, quando questo è avvenuto, è stato solo all'inizio per
semplici abitudini radicate, ma è durato poco e neanche così intenso. La
cosa che non mi aspettavo e che mi ha sorpreso è stato, per contro, il
progressivo disgusto per la carne. All'inizio non avevo smesso
completamente, se uscivo a mangiare con la famiglia mi sembrava di
causare troppi problemi con la questione di cosa potevo mangiare io e
così mi adattavo. Penso che questo abbia ritardato il mio processo di
disintossicazione. Alla fine ho lasciato le mie vergogne e ho fatto il
passo completo. Qualche piccolo aggiustamento di carreggiata e poi le
cose sono partite a meraviglia.

E' ovvio che se uno pensa all'insalatina si deprime, ma io l'insalata non la magio nemmeno mai! :P

La prima volta che ho fatto in casa un ottimo piatto di lasagne con il
ragù di soia non se ne è accorto nessuno e quando l'ho detto a mio
marito, carnivoro convinto, mi ha guardato come lo prendessi per il
culo :D (poi, ovvio, voleva sputare tutto, il che dimostra quanto sia solo una questione psicologica ;)
). Ora in casa si mangia solo vegetariano e tutti lo mangiano con
gusto. Purtroppo infatti ho il problema che i miei figli mangiano in
mensa scolastica che non dà l'ooportunità si scegliere. Comunque il
fatto che tutte le cene e i week end e vacanze siano vegetariane le
considero già un grosso passo avanti. Ho bambini molto piccoli che
mangiano le verdure con gusto e se qualche volta non faccio anche il
piattino di insalata fresca di contorno il piccolo di 4 anni mi dice:
"Mamma, dove è l'insalata??!! La voglio!" Credo che certe madri
pagherebbero oro per avere una simile richiesta da parte del figlio. E'
questione di gusti e di educazione dei gusti. Si vuole la carne perchè
ne siamo sempre stati rimpinzati da piccoli. Si snobbano le verdure
perchè magari le mamme ce le imponevano da risultare quasi una punizione
e magari i genitori stessi non le mangiavano. E io non sono talebana,
torte e dolci fatti in casa se ne mangiano eccome!

Adesso non sopporto nemmeno l'odore della carne (cotta o cruda) e
fisicamente sto da dio. La cosa meravigliosa (di cui certo non avevo
fatto conto) è che un grosso problema cronico che mi trascinavo da più
di 10 anni si è risolto da solo per la quasi totalità. E non sapete
quanti medici e quante "cure miracolose" avevo provato negli anni.



Comunque il mio consiglio è: la bestia più brutta è l'ignoranza, che ci
tiene incatenati al nostro "piccolo mondo antico": cerca in internet,
leggi, guarda documentari (su you tube ne trovi a iosa), guarda i siti
specifici e ti si aprirà un mondo.

L'argomento oggettivo vegetarianesimo è talmente grosso e approfondito
di studi e ricerche scientifiche che è impossibile trattarlo qui in un
post senza essere inevitabilmente superficiali potendo apparire
addirittura ridicoli.

;)
Oggi qua.
Domani trallallà.

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests