Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Sienne

Vintage lady

  • "Sienne" è una donna

Posts: 640

Activity points: 2.186

Data di registrazione: lunedì, 21 agosto 2017

Località: Lazio

  • Invia messaggio privato

16

domenica, 10 dicembre 2017, 16:53

Perché sulle cose che mi piacciono a volte non so contenermi quindi cerco di evitarle proprio.
E' un problema emotivo, non riesco a moderarmi, o mi inibisco del tutto o mi lascio troppo prendere, devo ancora trovare il giusto equilibrio ma sento che sono sulla buona strada.
Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora. Proverbio cinese

Michele®

Colonna del Forum

Posts: 1.914

Activity points: 6.407

Data di registrazione: giovedì, 20 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

17

domenica, 10 dicembre 2017, 23:02

Penso che dovresti imparare a gestire le quantità, non sono i cibi in se che fanno ingrassare ma quanto si mangia. Oltretutto privarsi delle cose che piacciono almeno su di me ha l'effetto contrario: le desidero ancora di più! Io ho preso l'abitudine di mangiar leggero durante la settimana compensando l'assunzione di carboidrati con l'attività fisica e magari al fine settimana mangio una cosa più calorica (il famoso pranzo domenicale). Se hai un fabbisogno calorico di 1800 k/calorie al giorno non importa da dove esse provengono, l'importante è alimentarsi bene anche per assumere tutti i nutrienti necessari (proteine, carboidrati e grassi, vitamine, minerali etc).

Alla fine dei conti se vogliamo dimagrire abbiamo due strade: ridurre l'apporto calorico, aumentare l'attività fisica.
Nemmeno la notte più buia impedirà al sole di risorgere

Filobaso

Ticchettatore nervoso

  • "Filobaso" è un uomo

Posts: 25

Activity points: 110

Data di registrazione: mercoledì, 11 ottobre 2017

Località: Milano

Lavoro: Studente

  • Invia messaggio privato

18

giovedì, 14 dicembre 2017, 10:47

ANche non avere chi cucina per te aiuta :D

Io da quando vivo solo ho perso qualche chilo fino a diventare davvero mingherlino. Comunque adesso sono abbastanza in forma, gli estratti per me sono irrinunciabili la mattina, mi faccio un giorno mela-carota-limone-zenzero e un giorno kiwi-arancia. In più magari anche una tazzona di latte con tanti cereali e miele, a colazione ci si deve andare giù pesanti tanto hai la mattinata intera da superare, ed è per me il pasto più facile e veloce da preparare della giornata quindi ne approfitto.

Col pranzo ho dei problemi, è sempre scarso, un panino in università o una schiscetta con riso e verdure, ma dovrei mangiare di più soprattutto se la colazione non è stata abbondante. A cena pesce, oppure lenticchie o fagioli, tutto accompagnato da pomodori belli conditi o insalata.

Le insalate possono essere saporite per me è più importante mangiarle che prepararne di leggerissime e insipide solo per avere meno calorie, una della mie insalate ti riempie eccome, sono buone con la feta a cubetti sedano pomodori carote a strisce semi di sesamo e timo, e poi OLIO buono e sale!

Se poi si torna dall'allenamento di boxe gli spaghetti al sugo unto me li faccio anche la sera :P

Per me funziona, il mio "segreto" è variare quando si può per non abituare troppo il corpo a certi gusti e perdere gli equilibri e inserire tanta verdura nella dieta sfruttando anche i condimenti

Michele®

Colonna del Forum

Posts: 1.914

Activity points: 6.407

Data di registrazione: giovedì, 20 luglio 2017

  • Invia messaggio privato

19

giovedì, 14 dicembre 2017, 15:56

Il problema comune a tutte le diete è riuscire a gestire il giusto apporto calorico senza privarsi dei nutrienti necessari. Il nostro organismo necessità di tutta una serie di elementi (carboidrati, proteine, grassi, vitamine, minerali etc), occorrenti al corretto svolgimento di tutte le nostre funzioni corporee e celebrali. Quando fate la spesa noterete che specie sui prodotti confezionati vi è la scritta "RDA" che sta per "recommended daily allowance" che tradotto significa "dose giornaliera raccomandata" ovvero la quantità di nutrienti che una persona dovrebbe assumere quotidianamente.

L'errore comune commesso da molti è assumere in percentuali errate carboidrati, proteine e grassi, non privilegiare i grassi poli e monoinsaturi rispetto a quelli saturi, il non assumere le corrette quantità di vitamine e sali minerali ed assumere nel complesso più o meno calorie rispetto al proprio fabbisogno.
Nemmeno la notte più buia impedirà al sole di risorgere