Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Melissa80

Utente Attivo

  • "Melissa80" è una donna
  • "Melissa80" ha iniziato questa discussione

Posts: 14

Activity points: 56

Data di registrazione: mercoledì, 07 novembre 2018

Località: Frosinone

Lavoro: Informatrice farmaceutica

  • Invia messaggio privato

16

martedì, 20 novembre 2018, 01:46

Grazie Lorenzo...riguardo agli sport lo Yoga l'ho provato anni fa...all' inizio mi faceva benissimo poi la yogista si è impazzita e mi ha fatto fare una posizione non proprio da principiante e la situazione mi è peggiorata...praticamente l' unica cosa di anomalo che hanno rilevato dalle lastre da quella caduta che ho avuto è stata una protrusione che per gli ortopedici è una cosa normale ma a me dava fastidi e soprattutto ho perso molto tono muscolare che avevo...poi fortunatamente che un ottimo fisioterapista che tutt' ora seguo facendo la posturale mezieres dopo molti sforzi sono riuscita a toglierla ed e stato un grande traguardo per me...solo che poi ci si sono messi i denti...cioè non è che si muovono o delle retrazioni gengivali non so se sai cosa sono e peggiorano a volte quindi ecco perchè il sorriso cambia e di conseguenza l' assimetria del viso ma sono cose vere secondo me....poi io che ho un attenta analisi di me stessa definirei millimetrica anzi di micron è tremendo ...non so a volte mi chiedo ci vedrò più del normale bo...comunq voglio iscrivermi al tai chi non so se lo conosci...

Lorenzo De Luca

Utente Attivo

  • "Lorenzo De Luca" è stato interdetto da questo forum

Posts: 99

Activity points: 304

Data di registrazione: domenica, 18 novembre 2018

  • Invia messaggio privato

17

martedì, 20 novembre 2018, 19:03

Grazie Lorenzo...riguardo agli sport lo Yoga l'ho provato anni fa...all' inizio mi faceva benissimo poi la yogista si è impazzita e mi ha fatto fare una posizione non proprio da principiante e la situazione mi è peggiorata...praticamente l' unica cosa di anomalo che hanno rilevato dalle lastre da quella caduta che ho avuto è stata una protrusione che per gli ortopedici è una cosa normale ma a me dava fastidi e soprattutto ho perso molto tono muscolare che avevo...poi fortunatamente che un ottimo fisioterapista che tutt' ora seguo facendo la posturale mezieres dopo molti sforzi sono riuscita a toglierla ed e stato un grande traguardo per me...solo che poi ci si sono messi i denti...cioè non è che si muovono o delle retrazioni gengivali non so se sai cosa sono e peggiorano a volte quindi ecco perchè il sorriso cambia e di conseguenza l' assimetria del viso ma sono cose vere secondo me....poi io che ho un attenta analisi di me stessa definirei millimetrica anzi di micron è tremendo ...non so a volte mi chiedo ci vedrò più del normale bo...comunq voglio iscrivermi al tai chi non so se lo conosci...


Ciao Melissa :)

Per esperienza personale, seppur non avendo riportato danni (Fratture o un impatto diretto), ho avuto dei seri problemi, seppur abbia evitato le conseguenze di un investimento.
Attraversavo sulle striscie pedonali.
Ed ho (non so come) evitato le conseguenze dell'impatto.
Forse per agilità, forse per "fortuna".
Ma il corpo è andato come in "torsione".
Le rx non evidenziavano nulla, nemmeno altri esami.
Eppure: non riuscivo a scendere bene le scale,e per scendere dalla mia di auto dovevo aprire lo sportello e tenermi per uscirne.
Quindi esistono eccome danni che non si vedono.
Ma si percepiscono.
Ho un po'risolto e dopo anni con un osteopata.
I denti: potrebbe essere derivante da varie cause il tuo problema.
Malaocclusione,germi, altro, anche denti curati male.
Chiedi visita per valutare la carica batterica.
Detartrasi Scaling dentale .
Non importa se la tua igiene è perfetta.
Si deposita sotto gengiva e le pulizie anche professionali non lo eliminano.
Quindi va compreso quale sia la carica batterica dei tuoi denti (Sottogengivale).
Poi adottata una pulizia differente da quella comune: le igieniste son formate anche per questo, la valutazione la fornisce la dentista.
Per valutare da cosa sia originato il tuo problema.

Che tu abbia un'eventuale dismorfofobia non esclude fatti oggettivi: questi lo sono.

Quelli legati all'ansia lo stesso li puoi trattare con persone qualificate.

Per il resto ci vuole tempo: non aver paura e comincia a "relativizzare" le tue percezioni sul tuo corpo.

A dirsi è facile, ma comprendo sia complessissimo.

Usa strategie, fattene consigliare.

Inizia con una banale:ok ti monitori con attenzione enorme.

Ma tu invece che dedicare a questo "screening" il tempo che ora dedichi,metti un limite.
Un allarme di un orologio ad esempio.
Quanto dedichi?minuti, ore?
Tu escludine minuti di volta in volta.
Anche 1 solo in meno e sarà una tua vittoria.
Meno superfici specchianti: riducile al minimo.
Ed evita di guardarti nelle vetrine o specchietti d'auto.
In ogni caso datti un tempo immaginario,dal quale togli 1 minuto per volta.

Un consiglio è quello di chiedere dei test scritti per la diagnosi precisa.
Se il tuo medico non te li propone, prova a chiederglieli.
Se con lui o lei è impossibile paga poche sedute (puoi stabilire un compenso preciso per la diagnosi,cosi risparmierai)
La mia diagnosi sui test durò 6 sedute.
Ora mi segue la ASL.

So che non è facile.
Avevo un DOC molto strutturato.
Son riuscito a ridurlo di tantissimo.
Poi capisco che sia difficilissimo.
Tu tenta in ogni modo, non scoraggiarti, ci vorrà tempo

18

mercoledì, 21 novembre 2018, 11:26

No non ti preoccupare figurati...so che è anche molto difficile stare dall' altra parte...rapportarsi con una persona che soffre di dismorfofobia...tu come ti comporti? Io penso che ci voglia solo la dimostrazione di tanto amore dai nostri cari...


Considerando che la persona in questione non è consapevole di soffrire di dismorfofobia e non vuole neanche sentirne parlare e considerando che sta seguendo una terapia farmacologica e a tratti diventa violenta , ho provato ad ignorarla, ad assecondarla,a farle capire che in realtà soffre di dismorfofobia ma niente di tutto questo ha funzionato. La situazione peggiora e si rifiuta anche di presentarsi agli appuntamenti con psicologo e psichiatra .

Lorenzo De Luca

Utente Attivo

  • "Lorenzo De Luca" è stato interdetto da questo forum

Posts: 99

Activity points: 304

Data di registrazione: domenica, 18 novembre 2018

  • Invia messaggio privato

19

mercoledì, 21 novembre 2018, 22:38

No non ti preoccupare figurati...so che è anche molto difficile stare dall' altra parte...rapportarsi con una persona che soffre di dismorfofobia...tu come ti comporti? Io penso che ci voglia solo la dimostrazione di tanto amore dai nostri cari...


Considerando che la persona in questione non è consapevole di soffrire di dismorfofobia e non vuole neanche sentirne parlare e considerando che sta seguendo una terapia farmacologica e a tratti diventa violenta , ho provato ad ignorarla, ad assecondarla,a farle capire che in realtà soffre di dismorfofobia ma niente di tutto questo ha funzionato. La situazione peggiora e si rifiuta anche di presentarsi agli appuntamenti con psicologo e psichiatra .


Premesso che l'input al curarsi deve venire dalla persona che soffre.
E lei non è nemmeno conscia della sua problematica...
però è in cura.
Secondo questa persona per cosa assumerebbe farmaci e terapia psicologica?
Ha una diagnosi precisa.
Potresti parlare con questi due professionisti e chiedere consigli a loro.
Anche specificare che a tratti diventa violenta.
Perchè?
Magari c'è qualcosa da rivedere anche in quella?
Lo psichiatra potrebbe chiedere un TSO.
A sua tutela in teoria, anche se non glielo augurerei.
Tu comunque prova a chiedere un consiglio a loro.
Scusa ingerenza

20

giovedì, 22 novembre 2018, 13:49

Premesso che l'input al curarsi deve venire dalla persona che soffre.
E lei non è nemmeno conscia della sua problematica...
però è in cura.
Secondo questa persona per cosa assumerebbe farmaci e terapia psicologica?
Ha una diagnosi precisa.
Potresti parlare con questi due professionisti e chiedere consigli a loro.
Anche specificare che a tratti diventa violenta.
Perchè?
Magari c'è qualcosa da rivedere anche in quella?
Lo psichiatra potrebbe chiedere un TSO.
A sua tutela in teoria, anche se non glielo augurerei.
Tu comunque prova a chiedere un consiglio a loro.
Scusa ingerenza



Purtroppo passa da momenti di consapevolezza a momenti in cui dice di non avere niente che non va e inizia a non prendere i farmaci. Ho parlato innumerevoli volte con psichiatra e psicologa e a parte dirmi che non possono nè loro nè io obbligare questa persona a presentarsi alle sedute mi hanno consigliato di nascondere i farmaci nel cibo (cosa che non ho mai fatto perchè non me la sentivo) e per quanto riguarda l'essere violento mi hanno detto che è un atteggiamento normale in quei casi. Queste sono le risposte che ho ricevuto, per questo ho detto che non so pìù che fare

Melissa80

Utente Attivo

  • "Melissa80" è una donna
  • "Melissa80" ha iniziato questa discussione

Posts: 14

Activity points: 56

Data di registrazione: mercoledì, 07 novembre 2018

Località: Frosinone

Lavoro: Informatrice farmaceutica

  • Invia messaggio privato

21

venerdì, 23 novembre 2018, 23:20

Cosa è il kendo?

Melissa80

Utente Attivo

  • "Melissa80" è una donna
  • "Melissa80" ha iniziato questa discussione

Posts: 14

Activity points: 56

Data di registrazione: mercoledì, 07 novembre 2018

Località: Frosinone

Lavoro: Informatrice farmaceutica

  • Invia messaggio privato

22

venerdì, 23 novembre 2018, 23:34

Ora ho iniziato una nuova attività appositamente per sbloccarmi...si per non pensare che per mettermi alla prova..il network marketing quindi dovrò fare delle foto sul mio profilo ...per il momento sto usando le foto che pìu mi piacciono di quest' estate che mi vedevo meglio
..ma prima o poi dovrò farmi qualche selfie e speriamo bene...il consiglio sui denti della carica batterica è ottimo lo proverò e ti faccio sapere grazie
..












Threads simili