Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

16

Saturday, November 28th 2009, 7:22pm

Eppure Ulisse era un grande. Quasi come Berlusconi...

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

17

Sunday, November 13th 2011, 11:34am

Ma sicuramente Ulissse ha fatto una fine migliore...

vissik

Restauratore di anime

  • "vissik" is male

Posts: 209

Activitypoints: 662

Date of registration: Oct 4th 2011

Location: Marche

Occupation: Formatore e scrittore

  • Send private message

18

Thursday, November 17th 2011, 10:48am

Dobbiamo dire più che altro che Omero era un grande, visto che un suo personaggio è stato così ben costruito da risultare del tutto coerente anche dal punto di vista dell'AT ;)
Vite a 64 bit - Caosfera edizioni

The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" is male
  • "The Heart" has been banned

Posts: 2,275

Activitypoints: 7,455

Date of registration: Aug 24th 2011

Location: Roma

Occupation: Studente psicologia

  • Send private message

19

Thursday, November 24th 2011, 12:35pm

Salve Doctor Faust,

a me l'AT non convince perchè se si analizzano le persone con le sue categorie, come fai tu, ne vengono sempre fuori profili di persone infelici. Di persone con problemi che non riescono mai a superare.
Si vede bene solo con il cuore: l'essenziale è invisibile agli occhi

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

20

Thursday, November 24th 2011, 5:26pm

Salve Doctor Faust,

a me l'AT non convince perchè se si analizzano le persone con le sue categorie, come fai tu, ne vengono sempre fuori profili di persone infelici. Di persone con problemi che non riescono mai a superare.


Infelici?
Tu le vedi tali perche hai gli occhiali dell'uomo triste.

Ulisse e' stato felicissimo, Gesu' pure, Sivio non ne parliamo, e Socrate poi...

Tutta gente che ha compiuto quello che voleva ed e' vissuto come gli riusciva a fare, ma sempre godendosi ogni cosa.

Togliti gli occhiali neri, e indossa quelli azurri della persona che si gode quello che fa, anche se si fa una pugnetta, e vedrai che tutto assumerà un altro colore, sapore e odore.

Proverbio della settimana: Magna bivi e sfracola e non badar nessuna ciacola, ciapa qi e miti li, imbroia i altri e desbroiete ti e finchè te ghe n'e' in credensa non lasar la pansa senza , divertete godi e bivi, che quando semo morti semo tutti gualivi...e sopratutto non ti cural di lor ma guarda e passa.

This post has been edited 1 times, last edit by "doctor Faust" (Nov 24th 2011, 5:32pm)


The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" is male
  • "The Heart" has been banned

Posts: 2,275

Activitypoints: 7,455

Date of registration: Aug 24th 2011

Location: Roma

Occupation: Studente psicologia

  • Send private message

21

Friday, November 25th 2011, 12:35am

Ti rispondo su due punti:

1) Occhiali dell'uomo triste? Non è una questione che ti riguarda se sono triste o meno. E se lo fossi, è un modo molto privo di tatto di dirmelo.

2) Loro sono stati felici secondo le tue analisi? E' una grande contraddizione detta da te che le hai scritte. Dalle tue analisi Socrate è stato un cazzeggiatore, Gesù un pazzo convinto di essere in contatto diretto con Dio, Silvio un bambino cresciuto (neanche troppo) alla continua e disperata ricerca dell'altrui approvazione. Ulisse in parte felice, in quanto dici "bambino amato", ma neanche troppo felice visto che non riesce dal copione "Poi", che Berne considera uno dei copioni disfunzionali, dunque non credo sia tipico di persone particolarmente felici.

Scrivo queste cose per il beneficio di chiunque legge. Ora abbandono la discussione, perchè discutere con te che cerchi anche di negare l'evidenza pur di avere ragione è per me perdita di tempo.
Si vede bene solo con il cuore: l'essenziale è invisibile agli occhi

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

22

Friday, November 25th 2011, 12:07pm

Non è una questione che ti riguarda se sono triste o meno. E se lo fossi, è un modo molto privo di tatto di dirmelo.

Ora abbandono la discussione, perchè discutere con te che cerchi anche di negare l'evidenza pur di avere ragione è per me perdita di tempo.


Non c'e' che dire. Ci sai fare.

Loro sono stati felici secondo le tue analisi? E' una grande contraddizione detta da te che le hai scritte.


Noi possiamo dare dei giudizi sulla vita altrui secondo il nostro parametro e valutazione, il nostro sistema di riferimento, di valori, la nostra visione del mondo e i nostri scopi.
Per cui le vite altrui possono risultare incomprensibili o negative a chi le osserva dall'esterno.

Ma cio' che e' importante, almeno per chi le vive, è come lui stesso le percepisce.
Tutti e quattro questi personaggi hanno fatto quello che hanno voluto, cercato e rincorso. In pratica hanno realizzato il loro copione, in modo quasi perfetto , si potrebbe dire.

Gesù voleva essere crocefisso, Ulisse voleva vivere da girovago in cerca di avventure, Socreate voleva essere l'esempio vivente della sua filosofia, fedele anche nella morte e Silvio ha più volte detto che per nulla al mondo cambierebbe il suo modo di vivere. E ci credo.

Per cui queste persone, comunque sia andata, hanno realizzato se stessi e lo scopo conscio o inconscio che si erano prefissati.

Noi al piu', possiamo discutere se ciò sia buono o meno, da un punti di vista etico, sociale, culturale, filosofico e quello che vuoi tu, ma nulla toglie la loro riuscita.
Anche per riuscire ad essere crocifissi a tutti i costi bisogna saperci fare. Mica a tutti riesce.

Scrivo queste cose per il beneficio di chiunque legge


E lo decidi tu quale e' il beneficio di chi legge?

Da il tuo parere e fermati li.

Citazione del giorno: Medico, cura te stesso.Luca 4: 23

The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" is male
  • "The Heart" has been banned

Posts: 2,275

Activitypoints: 7,455

Date of registration: Aug 24th 2011

Location: Roma

Occupation: Studente psicologia

  • Send private message

23

Friday, November 25th 2011, 3:45pm

Ciao Doctor Faust,

prima di rispondere ai molti messaggi privati che ho ricevuto voglio scrivere a te.

E voglio scriverti per chiederti pubblicamente scusa.

Sono stato molto duro in tutte le risposte che ti ho dato. Ti ho attaccato personalmente. Ho capito di aver sbagliato.

Avrei dovuto soltanto dire di volta in volta le cose su cui non ero d'accordo, senza dare giudizi sulla tua persona e con tono meno polemico. Se non vorrai scusarmi lo accetterò lo stesso, perchè è pienamente umano non accettare scuse dopo aver ricevuto giudizi severi. Ho vissuto e vivo un periodo molto difficile, come hai sicuramente intuito: lo dico non per giustificarmi, ma per far capire meglio a te e soprattutto agli altri che hanno letto il mio comportamento.

Ti chiedo nuovamente scusa.

Mi piacerebbe anzi dialogare con te sul sito, perchè penso che hai molte cose da insegnarmi di psicologia e sono sicuro che mi farebbe molto piacere parlarne.

Fabrizio
Si vede bene solo con il cuore: l'essenziale è invisibile agli occhi

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

24

Friday, November 25th 2011, 8:29pm

Ciao Doctor Faust,

prima di rispondere ai molti messaggi privati che ho ricevuto voglio scrivere a te.


A ma allora sei famoso!...complimenti.

Quoted

E voglio scriverti per chiederti pubblicamente scusa.


Scuse accettate...ma non flagellarti oltre, che poi mi vengono le lacrime agli occhi..

Quoted

Mi piacerebbe anzi dialogare con te sul sito, ..


Ma lo stiamo facendo...mica smetto per così poco. Continuiamo pure e vai tranquillo. Magari mangiati un cioccolatino, così ti tiri su.

The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" is male
  • "The Heart" has been banned

Posts: 2,275

Activitypoints: 7,455

Date of registration: Aug 24th 2011

Location: Roma

Occupation: Studente psicologia

  • Send private message

25

Monday, November 28th 2011, 7:15am

Doctor Faust, mi sono permesso di mandarle un messaggio privato.

Mi auguro che in conseguenza di questo non chieda ai moderatori di cancellarmi per sempre dal sito! ;)

Ti auguro una buona giornata, e speriamo sia buona anche per me, devo resistere all'università fino alle 17.30.

Ciao,

Fabrizio
Si vede bene solo con il cuore: l'essenziale è invisibile agli occhi

The Heart

Colonna del Forum

  • "The Heart" is male
  • "The Heart" has been banned

Posts: 2,275

Activitypoints: 7,455

Date of registration: Aug 24th 2011

Location: Roma

Occupation: Studente psicologia

  • Send private message

26

Monday, November 28th 2011, 7:16am

PS: sai che abbiamo in comune la laurea in filosofia?
Si vede bene solo con il cuore: l'essenziale è invisibile agli occhi

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

27

Monday, November 28th 2011, 12:12pm

PS: sai che abbiamo in comune la laurea in filosofia?


A bene.
Allora mi sa che tu ti sei letto troppo Schopenhauer, Kierkegaard e Sartre.

Ritorna su Epicuro, la Mettrie e Nietzsche del secondo periodo. E' cosi che ti curi del corpo e la mente.

Ciao Fabrizio.

stradablu

Colonna del Forum

Posts: 2,025

Activitypoints: 6,229

Date of registration: Dec 27th 2011

  • Send private message

28

Tuesday, January 3rd 2012, 5:29pm

Un caso clinico: Ulisse
di Itaca


Introduzione



Lo scopo della ricerca e' dimostrare che si può operare un buon profilo psicologico, una analisi della personalità ed una previsione sulla soddisfazione derivante dal comportamento osservato, avendo a disposizione un testo scritto su cui documentarsi, anche in assenza del soggetto.
[/align]


Una domanda per te, che mi incuriosisce molto.
Da un vago (vaghissimo, me ne scuso) ricordo dei miei passati e inutili studi classici, Ulisse era considerato, almeno da una certa parte della critica, non come uomo realmente esistito ma come figura al limite del mitologico. Tanto che e' stato utilizzato poi da alcuni nella letteratura successiva come emblema dell'uomo posto in varie situazioni. Come e' quindi possibile stilare un profilo psicologico di un personaggio "inventato"? che applicativo puo' avere? inoltre: secondo te e' quindi una cosa che si puo' fare con qualsiasi personaggio dei romanzi, ad esempio?
grazie per una eventuale risposta

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" is male
  • "doctor Faust" started this thread

Posts: 7,263

Activitypoints: 22,307

Date of registration: Mar 28th 2009

Location: Italia

Occupation: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Send private message

29

Tuesday, January 3rd 2012, 10:44pm

Ulisse era considerato, almeno da una certa parte della critica, non come uomo realmente esistito ma come figura al limite del mitologico. Tanto che e' stato utilizzato poi da alcuni nella letteratura successiva come emblema dell'uomo posto in varie situazioni. Come e' quindi possibile stilare un profilo psicologico di un personaggio "inventato"? che applicativo puo' avere? inoltre: secondo te e' quindi una cosa che si puo' fare con qualsiasi personaggio dei romanzi, ad esempio?


Se hai ancora rimembranza scolastiche, perfino alle scuole medie, almeno ai miei tempi, ci facevano fare i profili dei vari personaggi, così come emergevano dalle letture dei classici.

Chi non ha fatto qualche riassunto psicologico sulla figura di don Abbondio, o dell'Innominato, o di fra Cristoforo? Solo per citare i promessi sposi. Ma un don Chisciotte non si presta? e Sancio Panza? Una perfetta coppia simbiotica.

Il profilo, così come indicava l'introduzione, lo si fa rilevando le descrizioni del personaggio, e sopratutto dai dialoghi che intesse con i vari protagonisti e comprimari.
Così come l'analista valuta il dialogo, in tutte le sue sfumature, fra l'utente e lui stesso, oppure fra l'utente e altri membri della famiglia, delle amicizie, delle conoscenze.

Si potrebbe obiettare che l'utente che viene in analisi e' vivo e vegeto, e non morto da secoli o mai esistito, se non nella mente dello scrittore.

La cosa, se ci si riflette, non ha importanza, perche' l'intento non e' valutare il vero Ulisse, che forse non e' mai esistito, ma l'Ulisse che emerge dalgli scrtti, cosi come potresti fare il profilo a Berlusconi semplicemente guardardo qualche registrazione su you tube, o leggendo le varie interviste che ha tenuto negli anni.

Da un punto di vista esemplare non importa se Berlusconi sia vivo o morto, o se sia esistito o meno. Importa che ci siano dei dati espressivi che lo riguardano, e da quelli si puo' valutare chi e' il personaggio.

Nel teatro spesso si segue il processo inverso: si ha in mente un personaggio e lo si fa operare, manifestarsi e dialogare in funzione del prototipo che si voleva creare, dimostrando cosi' che il processo e' valido e usabile in vari modi, e a secondo del fine.

Qui il fine era dimostrare che da una biografia si puo' risalire al profilo psicologico del soggetto analizzato, individuarne le costanti e percio' il copione di vita, con tutti i suoi attributi, e perfino prevedere come sarebbe finito il personaggio, salvo imprevisti.

stradablu

Colonna del Forum

Posts: 2,025

Activitypoints: 6,229

Date of registration: Dec 27th 2011

  • Send private message

30

Wednesday, January 4th 2012, 8:52am


Se hai ancora rimembranza scolastiche, perfino alle scuole medie, almeno ai miei tempi, ci facevano fare i profili dei vari personaggi, così come emergevano dalle letture dei classici.

Chi non ha fatto qualche riassunto psicologico sulla figura di don Abbondio, o dell'Innominato, o di fra Cristoforo? Solo per citare i promessi sposi. Ma un don Chisciotte non si presta? e Sancio Panza? Una perfetta coppia simbiotica.

Il profilo, così come indicava l'introduzione, lo si fa rilevando le descrizioni del personaggio, e sopratutto dai dialoghi che intesse con i vari protagonisti e comprimari.
Così come l'analista valuta il dialogo, in tutte le sue sfumature, fra l'utente e lui stesso, oppure fra l'utente e altri membri della famiglia, delle amicizie, delle conoscenze.

Si potrebbe obiettare che l'utente che viene in analisi e' vivo e vegeto, e non morto da secoli o mai esistito, se non nella mente dello scrittore.

La cosa, se ci si riflette, non ha importanza, perche' l'intento non e' valutare il vero Ulisse, che forse non e' mai esistito, ma l'Ulisse che emerge dalgli scrtti, cosi come potresti fare il profilo a Berlusconi semplicemente guardardo qualche registrazione su you tube, o leggendo le varie interviste che ha tenuto negli anni.

Da un punto di vista esemplare non importa se Berlusconi sia vivo o morto, o se sia esistito o meno. Importa che ci siano dei dati espressivi che lo riguardano, e da quelli si puo' valutare chi e' il personaggio.

Nel teatro spesso si segue il processo inverso: si ha in mente un personaggio e lo si fa operare, manifestarsi e dialogare in funzione del prototipo che si voleva creare, dimostrando cosi' che il processo e' valido e usabile in vari modi, e a secondo del fine.

Qui il fine era dimostrare che da una biografia si puo' risalire al profilo psicologico del soggetto analizzato, individuarne le costanti e percio' il copione di vita, con tutti i suoi attributi, e perfino prevedere come sarebbe finito il personaggio, salvo imprevisti.


E' molto interessante, grazie!