Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

1

Saturday, April 16th 2011, 7:56pm

Sentimenti possessivi e sbagliati!

Ragazzi,come avrete capito dagli altri miei posts sono una persona molto sola...vorrei chiedervi un parere su come affrontare la possessività dei sentimenti. Io mi affeziono facilmente a chiunque e questo,purtroppo,mi ha portato grosse delusioni e abbandoni,sia in amore che amicizia. Sembra che la gente voglia solo usarti per i suoi comodi e poi...buttarti via perchè non servi più a nulla. ;( Però io non ho mai perso la speranza e la fiducia verso gli altri,sento di voler bene a una marea di persone che nemmeno mi ascoltano...pur soffrendo tanto ed avendo spesso pensieri suicidi,mi illudo che forse un giorno ci sarà qualcuno di "serio" anche per me. Il problema è come smetterla di voler bene a tutti,di attaccarsi così tanto per averne in cambio solo buio....sono troppo buona o forse ingenua?? Non credo di essere capace di provare un sentimento "normale" per gli altri,ogni volta che voglio bene a qualcuno mi sento letteralmente devastata da questo sentimento,vorrei sommergere l'altro col mio amore....però poi penso che tanto prima o poi lo/la perderò come ho perso tutte le altre persone a cui ho voluto bene. Forse mi comporto così perchè sono sola e ho bisogno di riversare tutto l'amore su qualcuno?

Mi sembra di essere peggio di un bambino a volte....ma non riesco a frenarmi! Come si fa a trasformare l'affetto così devastante e forse un pò possessivo in qualcosa di più normale? ?(

andy86

Giovane Amico

  • "andy86" is male

Posts: 310

Activitypoints: 937

Date of registration: Apr 9th 2011

Location: Palermo

Occupation: Angelo Custode

  • Send private message

2

Saturday, April 16th 2011, 8:05pm

Ehi camelia..io sono molto simile a te caratterialmente, però con la differenza che tutte le mie esperienze "cattive" sono servite ad aprirmi gli occhi!
Non devi assolutamente perdere appunto fiducia nel prossimo magari generalizzando dicendo che le persone sono tutte uguali ecc..il fatto che te ne rendi conto e non lo fai è già tantissimo! Devi imparare dalle tue esperienze ed essere più cauta verso gli altri, anche se so che è molto difficile visto l'estrema facilità nell'affezionarsi =) io ne so molto credimi!
Non ti sentire ingenua o immature..sei semplicemente molto sensibile, se anche "solo" la maggioranza delle persone fossero così...sarebbe un mondo migliore ^^
Impara dai tuoi errore e vai avanti!!Per qualunque cosa..ci siamo noi..non sarai mai sola =)
Sorridere sempre e comunque, dare tutto per la persona a te più cara anche la vita, avere un'esplosione di allegria che travolge tutti, amare la vita, essere un sognatore ed diventare un eroe...queste sono le mie aspirazioni!

dora

Forumista Incallito

  • "dora" is female

Posts: 4,665

Activitypoints: 14,989

Date of registration: Mar 14th 2010

Location: Zacatecas

Occupation: Dama della Nuova Spagna

  • Send private message

3

Saturday, April 16th 2011, 8:22pm

Quoto ma aggiungo anche che è importante mettersi nei panni degli altri: se una persona amica ha per esempio ritmi di vita più frenetici dei nostri, deve badare a bambini o anziani, oppure ha un lavoro con orari particolari non dobbiamo partire dal presupposto che se non ci sta ad ascoltare lo fa per malefede ma che in quel momento non ha tempo o non ha la concentrazione giusta. Lo dico perché spesso mi è capitato di interrompere dei rapporti con alcuni e con alcune che si sono offesi perché magari non ero disponibile sempre, oppure che pretendevano che rinunciassi alla palestra per stare al telefono con loro :assi: o per uscire proprio in quella data sera in cui mi alleno! Quindi forse queste cose vanno capite e "negoziate" all'inizio di un'amicizia. Tanto più in un rapporto sentimentale è ovvio che lì la voglia di stare insieme è maggiore ma bisogna conciliare le esigenze reciproche comunque.

4

Saturday, April 16th 2011, 9:24pm

camelia proprio ultimamente mi è capitato di essere stato "ossessivo" verso una persona, le ho parlato al tel cercando di spiegare cosa mi mancava e nell'ascoltarmi mi son reso conto che di fatto ero profondamente immaturo in quella occasione.

Il fatto di essermi confrontato e di essermi messo in gioco, mi ha fatto rendere conto "da fuori" com'ero ci ho messo 1-2 7mane per capirlo, ma questo insieme a tente piccole e grandi cose mi stanno facendo crescere anche nel contesto emotivo.
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

5

Saturday, April 16th 2011, 11:54pm

Grazie Andy,meno male davvero che ci siete voi!! No,non voglio certo generalizzare,lo so che le persone sono diversissime (per fortuna!!),però il difficile è proprio trovarne come noi,per intenderci. Purtroppo finora io non ne ho trovato,ho provato solo l'abbandono,e questo mi porta a essere sfiduciata un pò verso il prossimo. Anche perchè,sapete, quando un apersona è così,si riconosce subito...si capisce che è facile sfruttarla e poi lasciarla peredere...alcune persone ci giocano su questo.
Adesso per esempio voglio un bene infinito a una persona,vorrei chiamarla sempre e starle sempre accanto,ma ho paura di disturbarla e non vorrei pesarle (oltre ad avere poco tempo mio personale)..quindi evito di farlo. Però il desiderio che ho è veramente forte!
Grazie anche a voi Dora e Alexander,si infatti non mi permetterei mai di disturbare qualcuno nei suoi orari di lavoro o altro...spesso la gente non si fa sentire per gli impegni e questo è ovvio; ma io credo che letteralmente un minuto per mandare un messaggio sul cell o fare una telefonatina giusto per far sapere che "ci sei" non manchi a nessuno!

andy86

Giovane Amico

  • "andy86" is male

Posts: 310

Activitypoints: 937

Date of registration: Apr 9th 2011

Location: Palermo

Occupation: Angelo Custode

  • Send private message

6

Sunday, April 17th 2011, 1:35pm

Adesso per esempio voglio un bene infinito a una persona,vorrei chiamarla sempre e starle sempre accanto,ma ho paura di disturbarla e non vorrei pesarle (oltre ad avere poco tempo mio personale)..quindi evito di farlo. Però il desiderio che ho è veramente forte!


ma io credo che letteralmente un minuto per mandare un messaggio sul cell o fare una telefonatina giusto per far sapere che "ci sei" non manchi a nessuno!



provo le stesse identiche cosa per una persona..=) e la penso esattamente come te riguardo il farsi sentire...!Ma tutti fanno questo ragionamento sai ^^
Per "noi"diciamo è diversa la situazione perchè ci leghiamo appunto in fretta e...sappiamo appunto di trovare anche 1minuto per un semplice sms..ma per loro?
Sorridere sempre e comunque, dare tutto per la persona a te più cara anche la vita, avere un'esplosione di allegria che travolge tutti, amare la vita, essere un sognatore ed diventare un eroe...queste sono le mie aspirazioni!

7

Sunday, April 17th 2011, 2:38pm

Questo è veramente molto,molto triste...

8

Sunday, April 17th 2011, 6:59pm

Cara Camelia,
mi ritrovo nelle tue parole.
Sono sempre stata una persona fortemente empatica ma in quest'ultimo periodo mi sono scoperta davvero ipersensibile.
Ora come ora sarei capace di affezionarmi anche ad una pietra. Non so se ciò è dovuto al senso di solitudine che percepisco dentro di me oppure ad una sorta di sindrome della crocerossina. Forse entrambe le cose.
Ed entrambe le cose probabilmente, a loro volta, derivano da altro.
Fatto sta che mi affeziono molto alle persone e faccio di tutto affinché queste stiano bene.
Dono loro la mia disponibilità, il mio tempo, le mie parole.
Molto spesso però noto uno squilibrio in questi rapporti, i due piatti della bilancia non si trovano allo stesso livello.
E spesso, come te, penso che la persona sbagliata sia io. Forse sono troppo troppo sensibile?
Cerco di auto-limitarmi, di frenarmi ma non ci riesco mai.
Credo di essere una persona capace di provare sentimenti molto profondi.
Frequentemente però dall'altro lato si ritrova qualcuno non altrettanto profondo. Qualcuno che sta ad un livello più alto, nel senso che si trova più in superficie.
In questi casi il rischio è che la persona che mette maggiormente in gioco emozioni e sentimenti, venga ferita.
Ed io come una stupida, ci rimango sempre fregata. Sempre.
Il est, paraît-il, des terres brûlées donnant plus de blé qu'un meilleur Avril

9

Sunday, April 17th 2011, 7:32pm

Morning,le tue parole sono le mie...identiche. Hai ragione in tutto. Sono felice di averti trovato!!

10

Sunday, April 17th 2011, 7:33pm

Insomma,abbiamo un'immensa voglia di amare....ma non c'è mai nessuno da amareeeeee!!! ;( ;(

11

Sunday, April 17th 2011, 8:14pm

c'è c'è, ma non perdere la voglia che questo qualcuno arrivi, capiterà abbi fiducia in te stessa, abbi fiducia nei sentimenti che provi, nonstante tutto, non ti arrendere continua ad avere cura del tuo giardino dei sentimenti.
Tutto ciò mi perplime

rocco smitherson

Pellegrina

Giovane Amico

Posts: 212

Activitypoints: 818

Date of registration: Dec 3rd 2008

  • Send private message

12

Monday, April 18th 2011, 11:07am

Ma perché le persone se ne vanno o non si comportano come noi vorremmo, secondo voi? Che significa volere il bene dell'altro?
Forse non è nemmeno giusto farsi certe domande, nel senso alla fine io mi rendo disponibile, se ricevo picche, è picche, punto. Ma forse può valere la pena fare un attimo il punto dei perché. Perché accade così, puntualmente?

13

Tuesday, April 19th 2011, 2:40pm

Ma perché le persone se ne vanno o non si comportano come noi vorremmo, secondo voi? Che significa volere il bene dell'altro?
Forse non è nemmeno giusto farsi certe domande, nel senso alla fine io mi rendo disponibile, se ricevo picche, è picche, punto. Ma forse può valere la pena fare un attimo il punto dei perché. Perché accade così, puntualmente?

NON è quaesta la questione. La gente non se ne va perchè io mi comporto male. Se ricevo picche vorrei,come chiunque, non riceverle,ma anche capire perchè le ho ricevute!

Pellegrina

Giovane Amico

Posts: 212

Activitypoints: 818

Date of registration: Dec 3rd 2008

  • Send private message

14

Tuesday, April 19th 2011, 6:20pm

Hai mai provato a chiedere perché hai ricevuto picche? Al di là del fatto che ti fa arrabbiare, ed è normale...

15

Tuesday, April 19th 2011, 7:39pm

Hai mai provato a chiedere perché hai ricevuto picche? Al di là del fatto che ti fa arrabbiare, ed è normale...

Si,ho provato e ho ricevuto solo insulti,da diverse persone. Questo perchè ho incontarto solo gente che sfrutta e poi butta via gli altri come fossero spazzatura. Prima fanno un sacco di smancerie e poi rinfacciano qualsiasi cosa,ti giuro,senza che io abbia fatto veramente nulla di male per farle allontanare o farmi trattare così. Non so perchè....ma è questo che mi fa star male. ;( Sentirsi dire che sei una m....o molto,molto peggio di questa frase,non lo auguro a nessuno.