Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 05 aprile 2012, 13:00

Pretendere Di Essere Amati

Ciao a tutti! vorrei parlarvi della mia esperienza e confrontarmi con voi..mi farebbe piacere avere opinioni esterne su questa questione ;) Dunque, circa 4 anni in università una mia amica, Maria, mi presenta "casualmente" un ragazzo che lei conosceva da tempo, Paolo, con cui nel tempo ho stretto una bella amicizia...ci trovavamo molto bene insieme, parlavamo di tutto, scherzavamo....Dopo un anno, Paolo mi confida (su facebook!!!) che quell'incontro in università che avevo sempre creduto casuale, in realtà era stato programmato ...perchè lui mi aveva notato tempo prima, gli ero piaciuta e aveva convinto Maria a "dargli una mano"...ragion per cui non nutriva sentimenti di amicizia nei miei confronti, ma era innamorato di me..Potete immaginare il mio stupore..sapere che uno dei miei più grandi amici è innamorato di me mi ha davvero colto di sorpresa..Lì per lì mi sono sentita anche presa in giro, perchè per un anno intero Paolo in qualche modo ha recitato una parte..avrei preferito una maggiore sincerità da parte sua. Ma veniamo al punto cruciale: io non ho mai provato nei suoi confronti sentimenti che potessero andare oltre l'amicizia...l'ho sempre considerato un "fratello"..niente di più... Ovviamente con lui sono stata chiara da subito, dicendogli che non ricambiavo ciò che lui provava per me. A questo ha fatto seguito un mutismo generale da parte sua e una certa ostilità..fino a quando dopo qualche mese è tornato sui suoi passi, dicendomi che "accettava" di essere solo un amico..per usare le sue parole "si accontentava".Da quel momento passano altri 2 anni...il rapporto sembra essere tornato quello di prima..l'amicizia si consolida ancora di più..io attraverso un periodo molto molto difficile tra depressione, problemi gravi in famiglia, delusioni amorose e decido, sbagliando, di tentare "una relazione" con Paolo, che in fondo era sempre statal'unica persona sempre presente quand'ero in difficoltà. Ma dopo 1 mese di "relazione" mi rendo ancora di più conto che non è l'uomo per me, gli voglio bene, ma non sono innamorata di lui..infatti in questo mese non sono mai riuscita ad avere un contatto fisico con lui..avevo una sorta di repulsione.....Gli parlo con la massima sincerità, cercando di spiegargli che il periodo difficile che avevo attraversato probabilmente mi aveva impedito di vedere la situazione con lucidità...ero come scivolata, forse nel bisogno di avere una persona al mio fianco da amare...ma che in quel mese (in cui tra l'altro lui si era comportato da grande menefreghista, come un bambino che si dispera per avere un giocattolo e, una volta ottenuto, si stufa subito) avevo capitop definitivamente di non amarlo e che mai avrei potuto amarlo. Ancora una volta si arrabbia, mi accusa, non mi parla per un po e poi torna a cercarmi con la promessa che sarà solo un amico e che non tenterà più di corteggiarmi come aveva fatto in passato. Tutto va bene, fino a quando, qualche mese fa, mi innamoro perdutamente di un ragazzo....dopo quasi 5 anni in cui ero sola mi sento pronta ad intraprendere un nuovo percorso..mi fidanzo e sono la persona più felice del mondo! Peccato che, nel momento in cui lo dico a Paolo, questo va su tutte le furie e comincia ad accusarmi di non avergli dato mai una possibilità...che lui è stato 4 anni dietro a me e non ha mai avuto qualcosa in cambio..e da quel giorno non ha voluto più vedermi nè parlarmi. Io trovo che il suo atteggiamento sia piuttosto egoistico...è normale rimanerci male, ma nessuno può pretendere di essere amato. Se non mi sono mai innamorata di lui, non posso incolpare me stessa..all'inizio lo avevo anche fatto, perchè sono abituata ad addossarmi qualsiasi colpa, ma poi, riflettendoci ho capuito che sbagliavo. D'altra parte corteggiare una persona per 4 anni, senza che lei te lo chieda, non ti da un "diritto di precedenza"..non è una gara in cui si accumulano punti...Forse Paolo avrebbe dovuto dirmi chiaramente che non sarebbe mai riuscito ad essere solo un amico per me..invece di giurarlo e spergiurarlo e poi fare scenate di quel tipo. Penso anche che chi ama veramente è capace di lasciare l'altro libero di andare...

2

giovedì, 05 aprile 2012, 13:10

POvero paolo.

Lo capisco. E' una persona frustrata dal vostro rapporto. Amici, fidanzati, poi non si sa', poi ancora fidanzati.

E' uno di quelli come me, che si illude. Che pensa che nonostante tutto, tu lo pensi sempre, che tu sarai la sua donna, che non andrai con altri e quando ci andrai, si incazzera' a bestia perche' pensa che tu lo abbia tradito.

Sei sicura che lui non sia stato chiaro?
E tu invece?
Ne hai approfittato in un certo modo della sua amicizia/amore. Ed è logico che poi lui arrabbi...

C'e' chi riesce amare e lasciare andare, e chi invece, soffre come un cane. Probabilmente per lui, tu sei tutto.

La colpa non è mai di uno solo, se di colpa si puo' parlare....

Stefano84

Asociale del Cazzo

  • "Stefano84" è un uomo

Posts: 291

Activity points: 901

Data di registrazione: venerdì, 16 ottobre 2009

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

3

giovedì, 05 aprile 2012, 13:25

Penso che nessun ragazzo ti ami quanto lui.
Penso che questo lui lo sappia, lo senta.
Penso a quanto immagini possa renderti felici.
Penso che non tutti sanno (anzi quasi nessuno) come ci si senta ad amare una persona per anni e anni senza che questa ti abbia mai neppure sfiorato.
Penso che sia gravissimo il fatto che tu lo abbia sfruttato e illuso nel periodo di crisi che hai avuto.
Penso che sia ingiusto che tu ora lo colpevolizzi se non vuole parlarti nè vederti perchè se non lo fa è perchè lo sa solo lui quanto gli si stringe il cuore a vederti con un altro..
Mi piace essere diverso, la vista è migliore guardando da fuori (cit)

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 05 aprile 2012, 14:32

Ciao Stefano! innanzitutto io non l'ho mai sfruttato....quando ho deciso di provare a stare con lui, effettivamente non ero sicura di quello che provavo e gliel'ho anche detto...sono stata molto chiara: per questo abbiamo deciso di "provare"..ma nel giro di pochi giorni mi sono resa conto di aver fatto un errore. Quel mese è coinciso con la nostra Laurea e da quell'espisodio ho colto altri lati del suo carattere che proprio non potevo accettare: del tipo essere invidiosi del fatto che il mio voto di Laurea era più alto del mio..atteggiamento assolutamente infantile...oppure non telefonarmi mai, non cercarmi...come se appunto, avesse ottenuto finalmente il tanto agognato giocattolo. Vorrei chiarire che c'è stato solo quel tentativo durato un mese di stare insieme..mai più altri,Nove Vite...
Io ammetto anche la mia colpa di aver in 4 anni tentennato una volta e aver voluto dare una possibilità, ma se non sono innamorata di lui, non posso obbligarmi a farlo...anche a me in passato è successo di innamorarmi, di stare dietro ad una persona per molto tempo e non essere ricambiata...alla fine mi sono arresa di fronte all'evidenza e ho lasciato che fosse felice con un'altra...seppur stessi malissimo...

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

5

giovedì, 05 aprile 2012, 14:34

scusate..errata corrige: "che il mio voto di Laurea era più alto del suo" e "episodio"

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

6

giovedì, 05 aprile 2012, 14:53

Non capisco un passaggio: Lui si è innamorato di me, sempre ammesso che lo sia, e per questo deve essere compreso, compatito perchè l'amore è un sentimento che non fa più ragionare, che dilania e chi più ne ha più ne metta...io mi innamoro a mia volta follemente come mai mi è capitato nella mia vita di un ragazzo e devo sentirmi in colpa di aver sfruttato Paolo??!! Perchè sfruttato??? Non essere innamorata di un amico equivale a sfruttarlo? L'unico tentennamento che ho avuto, durato un mese, è stato dettato anche dalla sua poca chiarezza..amico poi innamorato poi amico poi corteggiatore..in un momento tragico della mia vita...Capita di avere delle incertezze nella vita...magari fossimo tutti sempre sicuri di tutto! Abbiamo voluto provare per vedere se quel sentimento poco chiaro che provavo poteva definirsi amore...ma abbiamo scoperto che non lo era e ripeto, conoscendolo sotto un'altra ottica sono emersi lati non piacevoli...devo sentirmi in colpa per questo?

Aiden il venerabile

Colonna del Forum

Posts: 2.308

Activity points: 7.344

Data di registrazione: venerdì, 25 dicembre 2009

  • Invia messaggio privato

7

giovedì, 05 aprile 2012, 15:12

un comportamento maturo da parte tua sarebbe stato quello di troncare definitivamente l'amicizia.
per smettere di amare qualcuno (diamo per buono che lui si fosse innamorato davvero), serve distacco da questo qualcuno. tenendoti paolo come amico, in un rapporto magari stretto, non l'hai certamente aiutato.

probabilmente anche a te la sua amicizia dava dei benefici e quindi, forse, te ne sei un pò fregata del fatto che la situazione potesse degenerare.

questo ovviamente non toglie le sue di colpe, perchè immagino che sia un adulto a sua volta e in quanto tale, per preservare prima di tutto se stesso, avrebbe dovuto avere le palle di staccarsi...cosa che, per qualche motivo (e magari qui tu c'hai messo un pò del tuo, dandogli l'affetto di un'amica), non è stato in grado di fare.

in parole povere, secondo me, prima di prendervela l'uno con l'altra dovreste fare un pò di sana autocritica, perchè le responsabilità le avete entrambi

edit: anche fidanzarti con lui "per prova" non è stata una grandissima cosa

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Aiden il venerabile" (05/04/2012, 15:17)


ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

8

giovedì, 05 aprile 2012, 15:21

Io infatti mi ero allontanata da lui radicalmente , ma lui voleva assolutamente continuare l'amicizia...ha detto che ero una bella persona e voleva avermi come amica..avrei dovuto dirgli: No, vattene, non ti voglio più vedere?! E' una persona adulta, ha un cervello per riflettere...Dovevo pscicanalizzarlo e cercare di prevedere il futuro? Io le mie colpe le ammetto...sono colpevole di averlo coinvolto nelle mie insicurezze..ma non di averlo sfruttato...l'amicizia con lui mi ha dato gli stessi benefici che può dare qualsiasi altra amicizia..e gli stessi benefici che ha dato a lui...In questa sede ho semplicemente cercato di sollevare una riflessione generale sulla cosidetta "pretesa di essere ricambiati" come la chiama Nietsche...partendo dalla mia situazione particolare...non è una gara a chi ha più colpe di chi...

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

9

giovedì, 05 aprile 2012, 15:24

Ops..ho dimenticato una "Z"...:-)

santomas

Utente Fedele

  • "santomas" è stato interdetto da questo forum

Posts: 443

Activity points: 1.336

Data di registrazione: giovedì, 06 ottobre 2011

  • Invia messaggio privato

10

giovedì, 05 aprile 2012, 15:26

devo sentirmi in colpa per questo?
Più che un consiglio od un parere sembri cercare un'assoluzione in questo thread.

Nelle relazioni interpersonali si può fare ben di peggio.

Sei assolta, ora vai pure.

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

11

giovedì, 05 aprile 2012, 15:28

Non ci siamo FIDANZATI!!! Abbiamo provato....NOI..non solo io..eravamo in due a vedere se il nostro rapporto poteva evolversi in qualcosa di più...e non è successo..perchè sia io sia lui non siamo mai riusciti neppure a darci un bacio sulla guancia...la difficoltà è stata reciproca!!! Io era tempo che non mi innamoravo e imputavo questa cosa ad una mia incapacità, non al fatto che lui non era la persona giusta...a lui avevo parlato di questo mio "problema" e lui mi ha detto "Proviamo"...

ingres

Utente Attivo

  • "ingres" è una donna

Posts: 64

Activity points: 206

Data di registrazione: sabato, 24 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

12

giovedì, 05 aprile 2012, 15:30

scusa la domanda, ma in questi 4 anni Paolo non è mai stato con nessuna?

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

13

giovedì, 05 aprile 2012, 15:32

ahhaahahahahh! Grazie, Santomas!!!! è che sono abituata a sentirmi sempre in colpa x tutto..anche se la mia psicoterapeuta mi ha detto di finirla..soprattutto di sentirmi in colpa con Paolo! Qui di certo oltre la tua non riceverò nessun'altra assoluzione!! :-) gli uomini non ricambiati hanno il dente avvelenato e non tentano neppure di calarsi nell'altra parte..pazienza..avrei preferito ricevere commenti dalle donne o da persone che si sono trovate nella mia stessa condizione...

Stefano84

Asociale del Cazzo

  • "Stefano84" è un uomo

Posts: 291

Activity points: 901

Data di registrazione: venerdì, 16 ottobre 2009

Località: Milano

  • Invia messaggio privato

14

giovedì, 05 aprile 2012, 15:33

Non ti capisco.
Hai postato la tua storia ed è evidente che ti senti un po in colpa..
Chiedi a noi di dirti che non dovresti sentirti in colpa?

Allora te lo dico non devi sentirti in colpa.

Non ti piace e perchè dovresti starci assieme?

Lui però non riesce ad esserti amico, ti pensa ogni giorno ed è frustrante per lui anche solo vederti o sentirti quindi preferisce evitarti perchè altrimenti sta male.
Almeno questo concediglielo.
Comunque sarà pure egoista..ma solo chi è perso per te si comporterà cosi.
Mi piace essere diverso, la vista è migliore guardando da fuori (cit)

ScarlettMargot

Utente Attivo

  • "ScarlettMargot" ha iniziato questa discussione

Posts: 30

Activity points: 104

Data di registrazione: mercoledì, 21 marzo 2012

  • Invia messaggio privato

15

giovedì, 05 aprile 2012, 15:34

Ciao Ingres! No, lui non è mai stato con nessuna...non ha mai baciato nessuna, non ha mai avuto rapporti sessuali, nonostante abbia quasi 30 anni...è molto infantile in tutto...ed è anche per questo che non sono mai riuscita a vederlo come "un uomo" , un compagno...