Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


Apollo13

Utente Attivo

  • "Apollo13" started this thread

Posts: 81

Activitypoints: 231

Date of registration: Aug 23rd 2017

  • Send private message

1

Friday, February 8th 2019, 10:20am

E' giusto allontanarsi perchè si è cambiati?

Con cadenza periodica, da qualche anno, mi pongo molti dubbi sulle mie "amicizie", quelle che frequento di più.
Si parlerà di ragazzi di 24 anni.

Non so se sia io ad esser cambiato o loro, ma di certo non mi diverto più come anni fa, anzi, provo un senso di irritazione e fastidio in loro presenza.

Una cosa che mi fa davvero innervosire è l'esser continuamente interrotto mentre parlo di qualcosa con una nuova conoscenza, specialmente con una ragazza. Non ci sarebbe nulla di male se il discorso si allargasse da 2 a 3-4 persone, ma loro una volta interrotto me iniziano a sviare , iniziano a parlare di sè un po' narcisisticamente, a trattare di temi che non conoscono affatto con la superficialità di chi ha sentito parlare di una tematica una mezza volta ma si professa lo stesso grande esperto in materia. Cose magari sentite proprio da me, che non sono un esperto ma ho tanti hobby ed interessi.
Il tutto procede, quasi sempre, con lo spostare l'attenzione su di loro in modo fastidioso per il resto dei partecipanti della conversazione, fino a far sciogliere il gruppo ed allontanare le nuove conoscenze.

Direi, se concesso, che sono campioni nel rubarmi la scena. Non crediate,leggendo queste parole risulterebbe lecito, che desideri una certa importanza.
Ma è un costante interrompermi. Quasi come se volessero competere nel far veder "chi sia meglio" a tutti, non solo in fatto di ragazze.
Altro punto : nonostante sappiano della ragazza di turno che mi piace, la seguono ovunque sui social commentando, contattando, con domande di qualsiasi tipo. Alla richiesta di chiarimento mi rispondono sempre che non hanno alcuno scopo, vogliono solo parlare. Eppure la trovo una grandissima mancanza di rispetto nei miei confronti che son loro amico da quasi 10 anni.
C'è da dire che assumono questo atteggiamento non appena vengono a sapere del nome della ragazza in questione.


Sono abbastanza infantili anche nei loro passatempi, ma questo per me non è un problema. E' però una caratteristica per comprendere meglio i soggetti.
Ho anche altri amici, tutti trasferiti lontano per motivi lavorativi.
Quindi questi di cui ho parlato sono quelli che frequento di più.


Detto ciò, ho intenzione di allontanarmi da loro. Non muoverebbero un dito per me come hanno dimostrato più volte, per di più cercano spesso una sorta di competizione sociale. In più, e questo è una specie di controsenso, hanno sempre aspettato che facessi io il primo passo nei loro confronti, invitandoli, chiamandoli, organizzando di tutto. Io sono dotato di grande pazienza, ma dopo un po' anche "Giobbe" si stanca. Per ora sono stanco, continuando di questo passo diventerò "incazzato" e preferisco evitare.

In passato ci siamo divertiti molto insieme, ma oggi non è più così.
E' giusto lasciar finire delle conoscenze quando si avverte di un cambiamento drastico delle persone, o di noi stessi?

2

Monday, February 11th 2019, 7:33pm

Secondo me si, ma gradualmente, in modo tale da non creare troppi rancori, così se si vorrà riallacciare un rapporto più stretto in futuro non ci sarà problema e nessuno dei due vivrebbe un senso di perdita nel presente.

3

Monday, February 11th 2019, 8:52pm

Ciao Apollo13,
ritengo che l'amicizia abbia un senso concreto solo se c'è la possibilità di crescere insieme, di mantenere una relazione affettiva improntata sull'empatia e il supporto reciproco; da come descrivi le vostre uscite questi ragazzi sembrano mantenere i contatti solo per la questione della competizione sociale, meccanismo contorto che nel tempo porterà inevitabilmente all'erosione del vostro rapporto... e di questo te ne sei già accorto; forse per questo stesso motivo si stanno comportando in quel modo con la ragazza che ti piace.
Non dico che bisogna voltare di punto in bianco le spalle a quelli che si ritengono (o che si sono ritenuti) amici, ma mostrarsi meno disponibili sortirà sicuramente qualche effetto incisivo sulla dinamica del vostro rapporto di gruppo.
Lasciar finire delle conoscenze è giusto quando riteniamo che queste siano nocive per noi.
Un sangue-misto di rado si trova contento in compagnia: c’è sempre qualcosa che gli fa ombra, ma in realtà è lui che si fa ombra da se stesso, come il ladro e il tesoro, che si fanno ombra uno con l’altro. - L'isola di Arturo, Elsa Morante

This post has been edited 1 times, last edit by "Krug" (Feb 11th 2019, 10:16pm)


Apollo13

Utente Attivo

  • "Apollo13" started this thread

Posts: 81

Activitypoints: 231

Date of registration: Aug 23rd 2017

  • Send private message

4

Tuesday, February 12th 2019, 6:57pm


questi ragazzi sembrano mantenere i contatti solo per la questione della competizione sociale, meccanismo contorto che nel tempo porterà inevitabilmente all'erosione del vostro rapporto... e di questo te ne sei già accorto;

Lasciar finire delle conoscenze è giusto quando riteniamo che queste siano nocive per noi.


Ma non sono sempre stati così, è questo che mi lascia perplesso. Un tempo ci divertivamo, mai mi sarebbero venuti dei dubbi del genere. Forse ho dato troppa importanza a delle semplici conoscenze, o forse,appunto, è davvero cambiato qualcosa.
Come hai detto, anche io credo che l'amicizia sia molta empatia e tanto crescer insieme, inteso anche crescita come persona,come uomo, e non solo fisica.

Ho altri amici, conosciuti i primi anni di università. Sono amicizie più recenti, ma li reputo comunque amici sinceri. Ci si aiuta senza aspettarsi che l'altro ricambi, atteggiamento che mi appartiene da sempre. Sono "bravo" nel leggere le persone, e loro sono sempre molto sinceri ,che si tratti di parole o azioni, anche se si tratta di dovermi rimproverare qualcosa. Ma soprattutto ci si rispetta e ci si stima a vicenda, ognuno sprona l'altro e si gioisce insieme delle vittorie di ciascuno. Prima credevo che l'amicizia fosse basata sulla convenienza, ma dopo aver conosciuto loro, mi son ricreduto. Per fortuna, direi.

Invece qualcosa si è spento con il vecchio gruppo.

A Jfx,
ottima dritta. Hai ragione, farò così.