Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

nobodylovesme

Utente Attivo

  • "nobodylovesme" is female
  • "nobodylovesme" started this thread

Posts: 86

Activitypoints: 300

Date of registration: Apr 11th 2012

  • Send private message

1

Sunday, April 29th 2012, 8:47pm

Alcune riflessioni sui rapporti in generale

Volevo rendervi partecipi (per fare qualche riflessione e condividere eventuali vostri pareri) sulla fine del primo ed unico vero rapporto di amicizia della mia vita.


Arrivai ai 19 anni, qualche annetto fa, avendo intorno tante "amiche" che però alla fin fine, lo sapevo allora e lo so oggi, erano soltanto persone a cui facevo compagnia nel mentre che crescevamo.


Durante l'estate dei miei diciannove anni incontro una persona coetanea praticamente per caso e ci conoscemmo così tra un divertimento e l'altro, non ricordo nemmeno bene come è cominciata per me un'esperienza nuova e incredibilmente BELLA ed importante........per la prima volta ho iniziato ad avere una persona accanto nel percorso di vita.


Impiegherei troppo a descrivere quello che è stato....mi piacerebbe anche rievocare certi ricordi ma finirei offtopic. Dico solo che io e questa persona ci siamo volute bene in tutti i modi possibili, facendomi sorprendere veramente del suo "amore" ed è stata ricambiata da me totalmente, questo nonostante avessimo caratteri diversi e non certamente privi di difetti anche abbastanza gravi diciamo così..


Per anni ci siamo volute bene ogni giorno di più, e come pensiero generale a tutto questo riesco solo a dire che....bè....sono stata BENISSIMO :)) Così bene che non mi sembrava vero ciò che avevamo...l'amore veramente ti cambia la vita, inteso in senso generale, essere voluta bene da questa persona mi aveva cambiato tutto! Ve lo giuro, TUTTO! :)



Devo saltare molte cose per questione di spazio e arrivare a dire che questo Aprile io, disperata ormai, ho messo fine al nostro rapporto siccome già da tempo il suo interesse nei miei confronti appariva svanito....non sto qui ad elencare le tremila cose su cui ho cercato di passare sopra ma dico soltanto che come al solito ero pronta a perdonare qualsiasi errore ma purtroppo dall'altra parte non c'è più nessuno intenzionato a chiedermi scusa oppure dirmi che mi vuole bene e che vorrebbe rimettere assieme i cocci di tutto.


Nessuno.


Io sono diventata il nulla, non all'improvviso ma piano piano.... Abbiamo parlato e riparlato, discusso e tutto, ci siamo chiarite, e lei alla fine ha soltanto da dire che mi vuole bene come sempre e che si sente triste per avermi trascurata, e niente.....niente :!: , c'è il niente il vuoto da parte sua..è come se io le fossi indifferente! Cosa che mi ferisce immensamente..lei intanto continua a fare la sua vita, tra l'altro su facebook vedo che si connette anche se fisicamente nella nostra città non ci vediamo, e niente, sta tranquilla per fatti suoi, so che non ha niente contro di me, so che ci tiene in nome di quello che è stato ma so anche che attualmente semplicemente non le interessa la cosa :D

Sono passata di moda... :D

A parte qualche leggera ironia, penso che probabilmente prima o poi la contatterò per salutarla...mi fa male finire un rapporto così meraviglioso in questa maniera, ossia senza nemmeno salutarla, è ridicolo! Però mi fa pensare che ormai è passato un mese e lei non ha la forza di dirmi niente xD


Questioni tra me e lei a parte, come riflessione generale, ho bisogno di dire che ci sono rimasta una merda? Penso sia scontato....accidenti quanto sto soffrendo! Soffro per tante cose, un po' perché non mi ha dato la soddisfazione di dirmi serenamente "non è più cosa" :P , poi soffro per il rapporto in sé stupendo che è finito, soffro anche perché spero in un eventuale ritorno ma non saprei cosa fare....perdonarla per l'ennesima volta e quindi rendere le cose con me tanto facili? Nel senso che...quando ti gira mi usi, ti prendi la mia compagnia, mi dai zero (perché nell'ultimo anno e mezzo quando ancora ci sentivamo di più mi ha dato anche zero, io l'ascoltavo e l'aiutavo in tutto ma lei non sapeva niente di me e nemmeno voleva chiedermi cosa stessi facendo..) poi scompari, poi riappari dicendo la parolina magica "scusa"?
No...non andiamo bene così, non mi va che le persone mi trattino così, ci vuole un minimo di coerenza.


Ma non penso che tornerà comunque, e quindi rimango io che per tutta la vita non ho mai nemmeno sognato un tale rapporto, poi l'ho avuto e sono stata una meraviglia e adesso di nuovo niente....mi sono sempre detta che poteva finire e che mi andava bene aver vissuto tutte quelle cose straordinarie, io speravo anche che non finisse male come molti rapporti e ho avuto perfino questo...! Cioè vedersi ignorati è la cosa forse meno grave, poteva succede qualcosa di peggiore....però nonostante tutto....sto malissimo, non voglio proprio dirlo vorrei stare tranquilla ma sto malissimo... :(




RandomBlinkingLight

Le cose che non esistono non le hai ancora desiderate abbastanza

Posts: 2,032

Activitypoints: 6,278

Date of registration: Jul 1st 2008

  • Send private message

2

Sunday, April 29th 2012, 9:05pm

La butto lì anche se non l'hai detto esplicitamente: non è che era diventato un rapporto un po' troppo esclusivo? Un po' simbiotico, tipo?

Succede in certe amicizie soprattutto adolescenziali, che si diventa così intimi e così uguali che a un certo punto uno dei due si scopre "cambiato", anche perché sono età in cui si cambia tanto tanto, e mantenere questa amicizia strettissima è come rimanere intrappolati in una versione precedente di se'... di qui la necessità di allentare.

Ci sta?
"Homo sum: humani nihil a me alienum puto"- Publius Terentius Afer
"If winter comes, can spring be far behind?"- P.B. Shelley
"Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better"- Samuel Beckett

nobodylovesme

Utente Attivo

  • "nobodylovesme" is female
  • "nobodylovesme" started this thread

Posts: 86

Activitypoints: 300

Date of registration: Apr 11th 2012

  • Send private message

3

Sunday, April 29th 2012, 9:39pm

Quoted

La butto lì anche se non l'hai detto esplicitamente: non è che era diventato un rapporto un po' troppo esclusivo? Un po' simbiotico, tipo?

Succede in certe amicizie soprattutto adolescenziali, che si diventa così intimi e così uguali che a un certo punto uno dei due si scopre "cambiato", anche perché sono età in cui si cambia tanto tanto, e mantenere questa amicizia strettissima è come rimanere intrappolati in una versione precedente di se'... di qui la necessità di allentare.

Ci sta?
Riguardo al fatto che la nostra amicizia fosse adolescenziale credo di sì, almeno per come tu l'hai definita!
Ci avevo pensato a questo, forse ci sarei rimasta meno male in ogni caso se avessi avuto delle spiegazioni sincere o un sincero interessamento a dirmi qualcosa in ogni caso!


Ma il fatto che non si sia nemmeno preoccupata di questo...bè... :(

RandomBlinkingLight

Le cose che non esistono non le hai ancora desiderate abbastanza

Posts: 2,032

Activitypoints: 6,278

Date of registration: Jul 1st 2008

  • Send private message

4

Monday, April 30th 2012, 11:15am

Di certo non si è comportata bene. L'impressione mia è che si possa essere sentita soffocare, tu di certo non l'hai fatto apposta e te l'avrebbe dovuto dire, fermo resta che i rapporti di solito si fanno in due.

Se ti rileggi descrivi la vostra amicizia come una storia d'amore finita male. Ma avevate altre amiche o eravate sempre tu e lei e basta?
"Homo sum: humani nihil a me alienum puto"- Publius Terentius Afer
"If winter comes, can spring be far behind?"- P.B. Shelley
"Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better"- Samuel Beckett

nobodylovesme

Utente Attivo

  • "nobodylovesme" is female
  • "nobodylovesme" started this thread

Posts: 86

Activitypoints: 300

Date of registration: Apr 11th 2012

  • Send private message

5

Monday, April 30th 2012, 7:08pm

Di certo non si è comportata bene. L'impressione mia è che si possa essere sentita soffocare, tu di certo non l'hai fatto apposta e te l'avrebbe dovuto dire, fermo resta che i rapporti di solito si fanno in due.

Se ti rileggi descrivi la vostra amicizia come una storia d'amore finita male. Ma avevate altre amiche o eravate sempre tu e lei e basta?
Io ho avuto solo (e tutt'ora ho) "conoscenze" superficiali, persone con cui mi frequento per uscire e a cui sono legata dal bisogno di avere compagnia per uscire, quindi lei (con cui non esco, abitiamo in città vicine ma comunque pur sempre lontane e le compagnie sono diverse) è stata la mia "unica" "vera" amica.
Lei invece spesso nemmeno le conoscenze con cui uscire aveva, però ogni volta che si riusciva a vedere con qualcuno scompariva sempre e mi lasciava sola per poi ricomparire quando doveva lamentarsi con me di quello che le persone le facevano patire, questo è un lato del suo carattere con cui ho dovuto fare i conti praticamente da sempre..


Adesso che mi sono un po' ripresa riesco forse a venire al punto del mio topic:
La mia fine (ossia la fine del mio rapporto d'amicizia) è la "migliore" (intendo meno dolorosa) fine che si possa avere oggettivamente parlando?
In generale, voglio dire.
Le storie d'amore finiscono sempre malissimo, si rimane sempre feriti, si svaluta l'altro, e via dicendo..
I rapporti d'amicizia spesso nemmeno cominciano, c'è sempre un interesse sotto, c'è sempre egoismo, invidia, volersi fare le scarpe (se non da tutte e due le parti almeno da una!), quindi figuriamoci.


Questa esperienza è la migliore cosa a cui posso umanamente aspirare?
Mi sembra di sì....
e se è così mi dispiace che mi sto pure lamentando..!




RandomBlinkingLight

Le cose che non esistono non le hai ancora desiderate abbastanza

Posts: 2,032

Activitypoints: 6,278

Date of registration: Jul 1st 2008

  • Send private message

6

Monday, April 30th 2012, 8:13pm

Io non condivido affatto la tua opinione riguardo all'amicizia, ero molto più negativa in passato, ma il problema era che stavo un po' male per conto mio e, per questo, tenevo le persone a distanza. La mia esperienza è che l'amicizia vera e disinteressata può esistere eccome!

Piuttosto da quello che mi dici ora mi pare che questa meravigliosa amica del cuore ti ha "accantonato" anche durante la vostra bellissima amicizia e usato come sfogatoio quando le faceva comodo... ma quindi il rapporto era davvero alla pari o no? scompariva vuol dire che non la sentivi per settimane o solo per una giornata?

Comunque (scordavo ;) ) la mia risposta alla tua domanda è no, le amicizie innanzi tutto possono non finire (magari evolversi, allentarsi se uno cambia impegni o stile di vita, non per forza finire), oppure a volte si esauriscono naturalmente senza rancore da parte di nessuno dei due.
"Homo sum: humani nihil a me alienum puto"- Publius Terentius Afer
"If winter comes, can spring be far behind?"- P.B. Shelley
"Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better"- Samuel Beckett

nobodylovesme

Utente Attivo

  • "nobodylovesme" is female
  • "nobodylovesme" started this thread

Posts: 86

Activitypoints: 300

Date of registration: Apr 11th 2012

  • Send private message

7

Monday, April 30th 2012, 11:51pm

Quoted

La mia esperienza è che l'amicizia vera e disinteressata può esistere eccome!
Può ma...sono casi veramente rarissimi, no? Non credo sia il caso di passare la vita a cercarli...io per esempio ci ho sprecato tutta l'adolescenza e ormai anche la giovinezza!

Quoted

mi pare che questa meravigliosa amica del cuore ti ha "accantonato" anche durante la vostra bellissima amicizia e usato come sfogatoio quando le faceva comodo... ma quindi il rapporto era davvero alla pari o no? scompariva vuol dire che non la sentivi per settimane o solo per una giornata?
Il rapporto lo considero alla pari perché anche lei ascoltava me, e questo non l'ha mai fatto nessuno, non sono mai riuscita ad aprirmi con NESSUNO nella mia vita.
Non le ho mai dato nulla che lei non mi abbia dato quindi, soltanto che fondamentalmente mi sono resa conto pian piano che tendeva ad essere più affettuosa quando rimaneva da sola o era tristissima per episodi vari...in quei momenti io ovviamente le stavo vicino e mi diceva sempre che ero la persona più importante per lei.... Però come aveva da uscire di nuovo, come aveva una nuova cotta per un ragazzo, scompariva...non per un giorno eh...parlo di mesi...Inoltre delle cose belle che faceva mi teneva all'oscuro, le ha sempre condivise con gli altri, io ero quella che doveva aiutarla nella difficoltà ma non mi ha mai dato la soddisfazione di poter gioire di qualcosa di bello, perché questo lo condivideva con chi al momento riteneva più opportuno (le sofferenze le teneva solo per me perché più difficilmente si raccontano cose intime agli estranei).
Qualche volta ha condiviso cose "Buone" ma erano tutte quelle che volevo tanto anche io, quindi con l'intento di sbattermi in faccia che lei c'era riuscita ed io invece mi dovevo rimanere a casa: ad esempio trovava i contatti giusti per riuscire ad avere biglietti per eventi a cui volevamo andare, e quindi di questo mi parlava, ovviamente non si è mai preoccupata di dirmi "fallo anche tu così li puoi trovare", non mi voleva dare informazioni e via dicendo, è molto competitiva come persona e tende a schiacciare il prossimo, a voler primeggiare, anche per questo credo che abbia tanti problemi con gli altri! E' una prima donna e vuole sempre essere ammirata da lontano con tanto di sospiri!


Questi sono sempre stati difetti del suo carattere però l'ho accettato perché comunque credo che non si possa essere perfetti...nei rapporti bisogna sempre accettare anche il negativo dell'altro, non si può pretendere che tutto sia rosa e fiori perché ogni persona ha le sue ombre secondo me!

Quoted

a volte si esauriscono naturalmente senza rancore da parte di nessuno dei due.
Il caso migliore secondo me :D

RandomBlinkingLight

Le cose che non esistono non le hai ancora desiderate abbastanza

Posts: 2,032

Activitypoints: 6,278

Date of registration: Jul 1st 2008

  • Send private message

8

Tuesday, May 1st 2012, 2:22am

Non sono casi frequenti ma nemmeno rarissimi.
Quanti anni hai?
A me da come parli di lei sembra che lo sai anche tu che i conti proprio pari non sono.
Purtroppo con alle spalle anche questa esperienza non sarai propriamente incoraggiata ad aprirti con altre persone (possibilmente meno stronzette egocentriche di questa signorina), quello che ho imparato io è che se si vuole impostare un rapporto con qualche valore bisogna avere il coraggio di dare qualcosa di sé e ho imparato a farlo da grande (bene dopo i 22, 23 anni), non è facile quando si è insicuri, soprattutto se come nel tuo caso si scambia una persona che ci sta usando con chissà quale affinità elettiva.
Ma di persone belle è pieno il mondo, preparati intanto mentalmente a questo pensiero e vedrai che i risultati arriveranno.

E scusa il tono da guru sognante, mi sa che ho sonno... se non mi hai preso per idiota del tutto magari poi ci ritorniamo su :P
"Homo sum: humani nihil a me alienum puto"- Publius Terentius Afer
"If winter comes, can spring be far behind?"- P.B. Shelley
"Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better"- Samuel Beckett

1 user apart from you is browsing this thread:

1 guests