Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

hope77

Utente Attivo

  • "hope77" è un uomo
  • "hope77" ha iniziato questa discussione

Posts: 105

Activity points: 371

Data di registrazione: domenica, 09 settembre 2018

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 15 settembre 2018, 23:20

vorrei consigliarvi questi libri

Basta subire! Come sottrarsi alla manipolazione mentale e psicologica
Jacques Regard

Una guida che si avvale di un sistema di classificazione e di un metodo inediti, per individuare e difendersi da chi vuole orientare i nostri atteggiamenti, le nostre abitudini, persino il nostro sguardo sulla realtà che ci circonda. Esistono persone che si nutrono dell'energia degli altri, che esercitano il proprio bisogno ossessivo di controllo alterando a proprio favore le percezioni altrui. Ma non tutti i manipolatori sono uguali, e l'intenzione che li muove ne determina la pericolosità. Il manipolatore può incantare, colpevolizzare o agire in modo autoritario sulla vittima: quel che ottiene è sempre distorsione e soppressione della volontà di chi cade sotto il suo potere. Il libro di Regard offre test, esercizi e strumenti d'analisi puntuale per liberarsi dalle stratificazioni delle false convinzioni, dei pregiudizi, dei vizi dell'educazione e cominciare a dubitare delle ambiguità nascoste nella comunicazione. Il primo errore da non commettere: pensare che "manipolazione" sia un termine esagerato. Il secondo: non reagire. Che si tratti del collega invidioso, del partner, di un "amico", la consapevolezza è la condizione necessaria per iniziare smettere di subire



--------------------------


Il narcisismo. L'identità rinnegata

Alexander Lowen

«I narcisisti non dimostrano interesse per gli altri, ma sono indifferenti anche ai propri più veri bisogni.»

Il narcisismo è da alcuni anni uno dei temi privilegiati delle discipline psicologiche. Inoltre, il "narcisismo" è diventato una delle parole chiave in vari tentativi - si pensi anzitutto ai lavori di Christopher Lasch - di comprendere non solo la psicologia individuale, ma anche la cultura delle società in cui viviamo. Con questa ricerca Alexander Lowen, lo psicoanalista che ha proseguito con più precisione e autorevolezza il cammino aperto da Wilhelm Reich, dà un contributo originale e illuminante alla comprensione di quello che sta diventando, a giudizio di molti, il male più diffuso e allarmante dell'uomo contemporaneo. Attraverso una serie di "storie di casi", di esempi che permettono una comprensione agevole anche al non specialista, l'autore mette a fuoco la figura del narcisista e mostra come le terapie bioenergetiche si applichino con efficacia ai disturbi narcisistici. Vittima e al tempo stesso capace di infliggere terribili sofferenze, il narcisista è, nell'analisi di Lowen, innanzitutto caratterizzato da un'ostinata negazione dei sentimenti che lo condanna a desolanti rapporti manipolatori e inautentici. Di particolare interesse è l'attenta ricognizione di quel "linguaggio del corpo" che nel narcisista anticipa e trascende l'espressione verbale.
hope77 ha allegato i seguenti files:
  • nar.jpg (71,22 kB - Il file è stato scaricato 6 volte - Ultimo download: 15/09/2018, 23:31)
  • bsub.jpg (43,61 kB - Il file è stato scaricato 3 volte - Ultimo download: 15/09/2018, 23:29)

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "hope77" (15/09/2018, 23:28)


hope77

Utente Attivo

  • "hope77" è un uomo
  • "hope77" ha iniziato questa discussione

Posts: 105

Activity points: 371

Data di registrazione: domenica, 09 settembre 2018

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 16 settembre 2018, 10:52

Smaltire la spazzatura emotiva
di David J. Pollay


David Pollay spiega come affrontare la propria negatività, quella altrui e come gestire lo smaltimento di entrambe, aiutandoci così a ritrovare la propria dimensione positiva ed effettuare un cambiamento radicale basato su 10 punti essenziali: non accettare di essere il cestino della spazzatura degli altri; scegliere di non usare gli altri come cestino della propria spazzatura; smettere di rinvangare il passato e di temere il futuro; evitare di farsi sopraffare dall'ira o dalla mancanza di tatto altrui; focalizzarsi su che ciò che si può controllare e smettere di sprecare energie con ciò su cui non ha alcuna influenza; contrastare la prepotenza e il fenomeno del bullismo; migliorare le relazioni identificando chiaramente i meccanismi di "scarico" dello stress adottato; ritrovare l'equilibrio dopo una malattia o una perdita; aumentare la produttività, il rispetto e la cooperazione creando una zona di "divieto di scarico" nel lavoro e a casa; affrontare con coraggio la vita di tutti i giorni e gioire di ciò che si presenta spontaneamente
hope77 ha allegato il seguente file:
  • trash.jpg (151,77 kB - Il file è stato scaricato 0 volta )

1 utente a parte te sta visitando questo thread:

1 ospite