Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


E.

Utente Attivo

Posts: 111

Activity points: 389

Data di registrazione: martedì, 09 febbraio 2016

Lavoro: cagare

  • Invia messaggio privato

16

lunedì, 09 maggio 2016, 16:38

Lands of tears



Landa di alberi lontana nella collina

Ti guardo contro il vento gelido che lava via il mio viso

i miei lineamenti, i miei occhi, il contorno delle labbra.

Ti amo estremamente, vita che disperdi le tue greggi

landa che rimani , a danzare sola come una strega celtica

con le punte dei tuoi rami , la solitudine che sai darmi

il vacuo riparo dei fuggiaschi sotto i tuoi rami .

un telo rotto per riparasi dalla caduta della pioggia

le loro orme che io seguo nella neve fino a

quel focolare spento e la cenere che vedo in un buco

senza che l'aria conservi quel momento.

Eterna vastità che i miei occhi non possono contemplare tutta

vita di telepatia e per ululati dei lupi nei miei sogni

non mi sento perso, se nel tuo abbraccio di oscurità

posso guardare che sei in fremito, che la terra sta eiaculando,
il vento ammazzando

che carcasse di animali imputridiscono,
Creature cacciano , Fiori dormono,Insonni soffrono,
Gatti si lamentano tristi e soli

tu sei una parte del mondo , in cui c'è tutto
quello che un enorme emisfero da per scontato.
in piccole dosi sempre e comunque un mistero.

la mia mente, pur parlandone, vuole tacere per annusare il respiro.

la vertigine del vuoto, questa solitudine universale.

pianeta per pianeta.niente ci assale nel buio.
il nostro coltello e affilato proteso all' aria.

con una mano mi scarnifico la faccia , con l'altro strappo le tue viscere.

Landa della desolazione, quanto lontano prendono corsa i miei cavalli

quante gocce di pioggia non saranno mai riconosciute nel mare

sei tutto Terra Nuda, Madre del Segreto, Madre del Sangue.

cosa dobbiamo alla tua fatale e impaziente ospitalità?

E.

Utente Attivo

Posts: 111

Activity points: 389

Data di registrazione: martedì, 09 febbraio 2016

Lavoro: cagare

  • Invia messaggio privato

17

lunedì, 09 maggio 2016, 16:54

amiici di campagna(Satiri, Ninfe, Fauni)

Vuole entrare per vedere cosa hai dentro
cosa mi nascondi
divorata dentro dalla mia nerkia fottuta
un revolver che spara colpi
la tua bocca fumaante prende fuoco
spente sono le fiamme dalla bianca lava
la tua gola è piena del serpente della mela
lacrimano gli occhi e mi guardi ipnotizzata
sei una bambola sbattuta in un angolo
sotto il tiro del mio arco
le tue tette nel fango
pancia sotto , in questa tera di bosco
il mio cazzo sta per entrare,
non farà più male,
il tuo culo e un ossessione carnivora.
la mia bocca mangia ogni sostanza animale.
i boschi brulicano di Fauni e Satiri arrapati
legata a due alberi , come crocifissa al contrario
Sarai il nostro piacere , tutte le notti riempiremo
la tua bocca , senza sosta , la riempiremo
di frutta e pane e miele di api .
berrai vino dalla mia bocca.
succhierai la mia lingua intrisa di liquore.
drogata d'amore..
dormirai nuda sui nostri corpi esausti.
trionfante e abbandonata .
Ninfa beata
leccheremo via la terra e il nostro sperma
dal tuo corpo viziato
ti succhieremo tutta quanta
tra la terra e l'Acqua

mpoletti

Amico Inseparabile

  • "mpoletti" è un uomo

Posts: 1.089

Activity points: 4.450

Data di registrazione: mercoledì, 12 marzo 2014

  • Invia messaggio privato

18

mercoledì, 11 maggio 2016, 10:05

Vorrei aprire una topic per permettere ad ognuno di mostrare la sua propensione creativa, sia poetica che letteraria che figurativa.


Detto, fatto: ecco il link alla mia pagina flickr in cui "deposito" le mie foto migliori o che almeno io reputo tali

https://www.flickr.com/photos/mp251/

Gojira

Utente Attivo

  • "Gojira" è un uomo

Posts: 19

Activity points: 64

Data di registrazione: lunedì, 09 maggio 2016

Località: Cagliari

  • Invia messaggio privato

19

mercoledì, 11 maggio 2016, 12:18

*** Premessa, non penso di essere bravo e sicuramente ho delle lacune in italiano, inoltre le cose che ho scritto sono state create in tempi differenti (non necessariamente riguardano me o persone intorno a me), ci sono pensieri più negativi e frasi che possono risultare forti, spero che le mie scritture vengano prese come "arte" e nulla più, non sentitevi influenzati ***

Inizio con due:

La luce nella stanza

Ne intravedo i primi segni, è quasi tempo. I miei occhi così poco abituati risultano molto sensibili, un fascio di luce penetra attraverso la feritoia illuminando quel punto ben preciso nel terreno. Lentamente mi avvicino strisciando, cerco di prenderla e subito sento quello strano calore, le vene si notano distintamente in una pelle ormai quasi trasparente, continuo ad osservarmi la mano come se avessi scoperto una nuova parte di me. Inseguo il raggio che cerca inesorabilmente e lentamente di sfuggirmi, riesco a mettermici sotto e guardo intensamente la luce fino a farmi male agli occhi. Sono quasi accecato ma mi sembra di vedere una sorta di paradiso, mi pare rimanerci un tempo infinito per poi accorgermi immediatamente che è tutto come sempre, buio.


Il Violino

Al buio nella custodia mi rilasso un poco, ma mi pare di udire dei passi.
Rinvigorisco alla luce artificiale di un lampione e respiro come fossi ancora un legno vivo nel ricordo del passato. La abbraccio ed inizio a cantare per lei, mi soffermerò solo sul suo sorriso. Salgo più in alto, volo, cado, inizio ad assorbire l'ambiente circostante come le mie origini legnose mi impongono. Divento pesante e stretto nelle sue braccia la seguo nel profondo degli abissi. Non la lascerò mai più sola. Continuerò a cantare per lei.

Shardana

Utente Fedele

Posts: 332

Activity points: 1.052

Data di registrazione: venerdì, 16 maggio 2014

  • Invia messaggio privato

20

lunedì, 16 maggio 2016, 21:33

Vuoto a perdere
Non trattabile
Sbavo dalla bocca come la conchiglia di venere
Ma piena di cenere

Quando la mattina
A volte sento il peso dell'angina
Urlo: Inginocchiati e mostrami il collo
É da troppo che non ti mordo

Bwndy

Amico Inseparabile

  • "Bwndy" è un uomo

Posts: 1.360

Activity points: 4.465

Data di registrazione: mercoledì, 16 marzo 2016

  • Invia messaggio privato

21

martedì, 17 maggio 2016, 00:23

Vorrei andare lontano
dove il mondo è più pulito
per aprire la mia mente
e vivere nel presente
cura naturale
per un male artificiale
se farà freddo indosserò un pastrano
se farà caldo mostrerò
ciò di cui madre natura m'ha fornito.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "Bwndy" (17/05/2016, 01:18)


Threads simili