Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Risultati della ricerca

Risultati della ricerca 1-25 di 145.

domenica, 15 giugno 2008, 19:37

Autore: ed

ma se una persona e' schizofrenica....

Ciao. Guarda che colui o colei che sta per diventare pazzo non se ne avvede. Anzi, si sente normalissimo (e non ha paura di esserlo - come dici tu - semplicemente perché non sa di esserlo. Lo ignora, insomma). Dai retta al tuo psichiatra; e soprattutto non rimuginare sulle cose che gli hai detto e su quelle che avresti dovuto dirgli. Càpita a tutti. ps Hai mai conosciuto un pazzo vero? Beh, io sì. T'assicuro che la sua logica - nei momenti di crisi - è tutt'affatto fuori dal comune.

sabato, 14 giugno 2008, 09:32

Autore: ed

Ho curato da sola i miei attacchi di panico

Tra i vari punti, tutti di molto interesse, trovo veramente degno di approfondimento quello della maschera. E già, perchè la vittima del DAP, l'agorafobico, sono, a pensarci, buffi: temono il giudizio degli altri, quando poi gli altri - diciamoci la verità - neppure si accorgono di loro. Qui sta la singolarità: temere qualcuno che non ha nessuna intenzione di giudicare; e, se giudica, lo fa in maniera superficialissima; e che dura un fiat. E' questione di autostima, insomma. La maschera nasc...

sabato, 14 giugno 2008, 09:21

Autore: ed

altri Sintomi da decifrare :....?

Ciao, Maria. La fibromialgia è una sindrome, non una malattia. Dolori ai muscoli, ai tendini, alle ossa, bruciori, tensione, spesso ansia, insonnia, vertigini, astenia, colon irritabile, parestesie, perdita di memoria, ecc. Fai le analisi e tutto risulta a posto.

sabato, 14 giugno 2008, 00:38

Autore: ed

Possessioni...secondo voi...?

La scienza le nega. Ma la scienza, oggi, si fonde e spesso confonde con la Tecnologia. E, così facendo, confonde sé stessa. Comunque, a mio mavviso, la domanda è: esiste il Male? Dalla risposta che si dà, si desume quella al tema che proponi. Ciao

sabato, 14 giugno 2008, 00:34

Autore: ed

altri Sintomi da decifrare :....?

Ciao. La tensione può manifestarsi su qualunque lato del corpo. Non preoccupartene. Circa la palpebra, credo trattarsi di movimenti involontari legati alla tensione. Ma non ne sono sicuro. Soffri mica di fibromialgia?

venerdì, 13 giugno 2008, 10:58

Autore: ed

Centrali nucleari e radioattività

Ciao, Pat. Qui ci son da dire due cose, a mo' di premessa: 1. Il nucleare di ultima generazione è abbastanza sicuro (scrivo "abbastanza" perché su questa terra niente è sicuro, figuriamoci l'uso dell'energia nucleare!); 2) Siamo al binomio minestra-finestra. Che facciamo? Continuiamo a ingrassare i petrolieri, fino a quando saremo costretti a far la fame? O facciamo guerra agli arabi che detengono la maggior parte delle fonti? Preoccuparci è quantomeno fuori luogo. E mi spiego. A pochi chilo...

giovedì, 12 giugno 2008, 23:54

Autore: ed

Ho curato da sola i miei attacchi di panico

Occhiaperti, a te s'applica alla perfezione l'adagio latino secondo cui nel nome (in questo caso nel nick) è segnato il proprio destino. E già perché, a leggere quanto hai scritto, ti sei mossa con intelligenza, senso critico, coraggio e... "occhi aperti", appunto. E, fra l'altro, trovo particolarmente acuto il punto 4- (spiazzare l'attacco di panico). Tu in fondo hai agito, in questa caso, come se la gazzella, inseguita dal leone, decidesse di fermarsi di colpo e far la faccia feroce al pred...

giovedì, 12 giugno 2008, 23:22

Autore: ed

Curiosità:Movimento oscillatorio del corpo..?

Secondo me, se dobbiamo dare retta alle religioni (i cattolici si inchinano, gli ebrei pregando ciondolano la testa), esso è una forma di preghiera. E pregare vuol dire chiedere aiuto. D'altra parte, piegarsi in due anche fisicamente sta ad indicare una sofferenza molto forte. E, quando si soffre, si domanda aiuto.

giovedì, 12 giugno 2008, 23:03

Autore: ed

Curiosità:Movimento oscillatorio del corpo..?

Ciao. Qualche tempo fa (molto tempo fa, a esser precisi) in un documentario televisivo (quando la tivù ancora provava ad essere didascalica) si parlò dei piccoli scimpanzè abbandonati dalla madre. Ebbene, quei cuccioli manifestavano la loro condizione mediante il movimento di cui tu domandi.

giovedì, 12 giugno 2008, 22:59

Autore: ed

Ho curato da sola i miei attacchi di panico

Ciao. E benvenuta. Credo di interpretare il pensiero di tutti coloro che soffrono dello stesso disturbo che ti ha afflitto a lungo, ringraziandoTi per la disponibilità che offri. Credo che molti sarebbero seriamente interessati alle Tue strategie empiriche. Potresti descrivercele. A presto edoardo

giovedì, 12 giugno 2008, 10:45

Autore: ed

mi sento sola

Chiedo scusa per l'errore. Volevo dire "solitudine esteriore", NON interiore. Guai a esser soli dentro! In noi la folla non deve mai mancare. Ancora un saluto

giovedì, 12 giugno 2008, 10:09

Autore: ed

mi sento sola

Ottima condizione la solitudine interiore. Permette la meditazione, credimi! Ciao

giovedì, 12 giugno 2008, 10:07

Autore: ed

Crescere o non crescere?

Meglio non crescere. Oppure crescere, accompagnati da un cervello stalattificato. Sarebbe un ottimo affare. Buona giornata a te, Ninja, e alla sempre più affascinante Elena.

mercoledì, 11 giugno 2008, 16:20

Autore: ed

Pensiero

Bella domanda. Se dovessi rispondere di primo acchito, direi di no. Ma, poiché amo riflettere, preferisco ragionarci su. La natura ci ha costruiti per la salute, non per la malattia; per la vita, non per la morte. Il dottor Hamer direbbe che la malattia (nel nostro caso l'ansia e derivati) è un tentativo che la natura fa di guarirci da qualche cosa che nel nostro organismo (psichico o fisico non fa differenza) non va. Un essere umano (lo psicoterapeuta), come tu scrivi, può aiutarci a che noi...

lunedì, 09 giugno 2008, 12:02

Autore: ed

le mie emozioni...

Hai sempre sonno? Forse ti sfugge il fatto, cara Elena, che il sonno è un ottimo rimedio per combattere l'ansia? Tu mi opporrai: ma ho sempre sonno! Cosa che prima non mi capitava. Io ti rispondo: E allora? Che vuoi sia un periodo in cui hai più sonno del normale? Poi parli di emozioni bloccate. Beh, qui, in effetti potrebbe essere una risposta dell'organismo ai medicinali che assumi. A ogni modo, lo sai bene che l'ansia si presenta in mille modi, sotto svariate spoglie (è più brava di Frego...

domenica, 08 giugno 2008, 23:13

Autore: ed

ansia diffusa

Mi domando, da un certo periodo, perché in tanti si soffre di ansia. Soprattutto negli ultimi mesi, pare che essa abbia toccato un punto veramente alto. Anche chi ansioso non è, ma semplicemente preoccupato per piccole cose, sente di essere invaso da una tensione inusuale per lui. La prima risposta che mi do, a lume di naso, è una (che non prescinde dalle altre che conosciamo, nè vuole escluderle): le continue variazioni climatiche, gli sbalzi di temperatura, una primavera, insomma, che va e...

domenica, 08 giugno 2008, 09:34

Autore: ed

Le patate

Nessuno ha scritto che tu, Patrizia, proprio tu, o solo tu, ti pianga addosso. Il discorso aveva una valenza generale. Probabilmente non lo hai capito. O, molto più probabilmente, non mi sono spiegato. Avevo, però, anche parlato di "giovani generazioni". E questo mi pareva fosse la chiave atta a decriptare il mio messaggio. Buona domenica

domenica, 08 giugno 2008, 00:55

Autore: ed

ansia diffusa

Ciao. Forse dovevi semplicemente insistere con l'antidepressivo, o cambiarlo. A volte l'organismo si assuefa ed esso non svolge più la sua efficacia. Altre volte esso esplica i suoi effetti in tempi lunghissimi. Non lasciarti soggiogare, a ogni modo. Ricorda che noi, con le nostre paure alimentiamo l'ansia, la facciamo ingrassare. E invece dovremmo ucciderla. E, per fare questo, dobbiamo farle mancare il nutrimento, vale a dire la paura, o la semplice preoccupazione. Tieni conto che essa va e v...

domenica, 08 giugno 2008, 00:45

Autore: ed

Paranoie e paure!!!

Ciao. Giustissimi i consigli di Violetta e di Bianca. La via maestra, secondo me, in questi casi è la psicoanalisi. Qualcuno mi corregga, se sbaglio. Buona domenica

domenica, 08 giugno 2008, 00:31

Autore: ed

Le patate

Che dire? Tutto vero. E ciò che è stato scritto turba non poco. E dovrebbe turbare soprattutto chi ha avuto nelle mani il destino di questo Paese, e del Sud; chi ha pigramente creduto che le cose cambiassero da sé. Io non posso esprimermi, perché eserciterei il pregiudizio. E già, perché non sono siciliano, ma amo la cultura di quella terra, gli scrittori, la storia, la dolce violenza degli elementi. Però. Già, c'è un però che mi lascia leggermente perplesso. Mi spiego: piangersi addos...

sabato, 07 giugno 2008, 18:18

Autore: ed

Federalismo

Vivo da qualche anno in una regione del profondo nord-ovest (venti minuti d'auto e siamo in Francia). Prima ho vissuto in una regione del profondo sud (mia mamma era salernitana). Conosco bene il nord-est (mio padre era triestino; e io, da ragazzo, e fino agli anni dell'Università, ogni santo anno andavo dai nonni, visitavo luoghi e genti che la mia curiosità mi dettava di conoscere, facevo un salto in Austria e dintorni... insomma, gironzolavo. E poi... da giovani, si sa... il fascino slavo h...

sabato, 07 giugno 2008, 11:50

Autore: ed

La Mamma

Sì.

sabato, 07 giugno 2008, 10:09

Autore: ed

Depressione,ansia,e Madre(paura distacco)esperienze simili....?

Ciao, andrewww ti capisco. E la mia schiena è attraversata da brividi. Ho avuto una madre come la tua (si è scritto qualcosa in proposito qualche tempo fa, su questo Forum); e dunque non mi meraviglierei più di tanto se in te si manifestasse un principio d'ansia. Nè è nuovo, per me, il provare le tue sensazioni dopo un'influenza o un altro accidenti del genere. Il tuo psicologo ha fatto centro. La cura farmacologica, dal mio punto di vista, è necessaria: almeno un ansiolitico blando, per c...

giovedì, 05 giugno 2008, 18:24

Autore: ed

Mai una ragazza: sento che mi sto avviando alla depressione

Hai ripensato al rapporto con tua madre? Ciao ps E dài! Di ragazze ce ne sono tante che si buttano! E poi... lo sai che sono un ansiolitico efficacissimo?

martedì, 03 giugno 2008, 11:17

Autore: ed

Pensieri invasivi e paure quotidiane!

A me capitava. Anch'io, amantissimo dei film horror, a un certo punto mi accorsi che mi sentivo a disagio. Come cominciavo a sentirmi a disagio al'ascolto di notizie catastrofiche dalla Tv (eppure, queste cose non mi avevano mai turbato, prima). Ho risolto con l'autoipnosi (una sorta di training autogeno): mi sono sforzato di svuotare la mente dai pensieri passati e dalle aspettative future. E continuo a farlo, anche ricorrendo a semplici, elementari formule. Guardo al qui e ora. E non programmo...

Segna tutti i forums come letti