Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

debby194

Nuovo Utente

  • "debby194" ha iniziato questa discussione

Posts: 1

Activity points: 10

Data di registrazione: mercoledì, 15 luglio 2015

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 15 luglio 2015, 17:43

università e paura folle

ciao a tutti,
scusate se non sono brava ma è la mia primissima volta in un forum... volevo un piccolo aiutino e opinione su quello che sto per scrivere.
Mi sono diplomata 2 anni fa e ora ho intrapreso l'idea di andare ad infermieristica. A scuola ero parecchio brava ma per motivi di famiglia all'inizio non potevo permettermi l'università. Adesso che ho pagato il corso pre-test e i test d'ammissione, ho troppa paura di essere "vecchia" e di non esserne all'altezza. Qualcuno ha qualche consiglio o parola di conforto? ho paura di fallire e di deludere tutti :dash:

Ipazia;

Sulla cattiva strada

  • "Ipazia;" è una donna

Posts: 686

Activity points: 2.355

Data di registrazione: giovedì, 05 giugno 2014

  • Invia messaggio privato

2

venerdì, 17 luglio 2015, 23:11

Ciao,anche se non sono ancora una studentessa universitaria ti posso dare la mia opinione,dato che conosco un discreto numero di studenti,universitari e non.

La tua età non devi considerarla un ostacolo,ma il fatto che tu ti ponga il problema ti fa sicuramente onore.Dico che non devi considerarla un ostacolo per vari motivi:la laurea che hai scelto ti permetterà di iniziare a lavorare molto prima di tanti tuoi colleghi,essendo una laurea professionalizzante,ed è davvero una scelta sensata secondo me.Ci sono davvero poche lauree che possono se non garantire,almeno lasciar presagire buone possibilità di impiego,infermieristica è una di queste.

Cerca di essere meno severa con te stessa sulla possibilità di "deludere tutti"...se prendi seriamente quello che fai porti risultati,viene quasi da sé.
Davvero,non preoccuparti dell'età.Non sei il giovane laureando in scienze degli addobbi natalizi che pretende che la famiglia gli continui a fare da sponsor dopo l'ennesima specializzazione inutile e costosa...e ce ne sono molti :)

Il tuo percorso è serio,e se lo sono anche le tue intenzioni non ti servono due anni in meno per fare un buon lavoro. :)
There is a crack in everything
That’s how the light gets in.

marysweet

Utente Attivo

  • "marysweet" è una donna

Posts: 66

Activity points: 359

Data di registrazione: martedì, 09 agosto 2011

  • Invia messaggio privato

3

sabato, 18 luglio 2015, 10:04

Anche io avevo scelto di intraprendere infermieristica sotto consiglio della mia famiglia .Tra la scuola superiore e l università Cambia tutto compreso il modo in cui si è abituati a studiare a scuola.Non importa se eri brava , anche, io lo pensavo però il fatto di esserlo non mi ha aiutata ad affrontare l università :assi:.secondo me poi è sbagliato pensare che puoi deludere tutti perché è peggio deludere se stessi ...ma poi non sei vecchia c è gente più grande che frequenta anche l università e se già inizi con il pensiero di non essere all altezza e di fallire secondo me ti precludi il fatto di affrontare bene l università :sleeping:

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "marysweet" (18/07/2015, 10:12)


4

giovedì, 23 luglio 2015, 17:13

Ciao, beh considera che ci son persone che non passano il test per anni quindi si trovano automaticamente ad entrare con un paio di anni in più. Inoltre essendo una triennale non è che pregiudichi chissà cosa entrare due anni dopo.. sai dovessi iniziare un percorso che sai già all'inizio essere lunghissimo è un conto (ma anche in questo caso è tutto estremamente soggettivo)..ma così non ha proprio senso preoccuparsi per l'età. Troverai in classe anche persone di 40aa ne sono sicura!! Perchè hai paura di non essere all'altezza? Di che cosa sei preoccupata in particolare? I tutti da deludere chi sarebbero?

federica94

Nuovo Utente

Posts: 3

Activity points: 16

Data di registrazione: lunedì, 27 luglio 2015

  • Invia messaggio privato

5

lunedì, 27 luglio 2015, 20:27

Il miglior modo per affrontare delusioni passate, "dilazioni" di tempo, imprevisti e piccoli fallimenti è considerare ogni giorno come un nuovo inizio. Fino ad ora hai fatto qualcosa di buono: ti sei diplomata. Parti da questo traguardo, pensa a tutti gli obbiettivi che hai raggiunto con successo e riparti da zero. Concepisci ogni nuovo mattino come un'opportunità per plasmare la tua vita a tuo piacimento...Due anni non sono molti, tra l'altro nel percorso della vita professionale è inevitabile perdere un po' di tempo (bocciature, stage non retribuiti, errori nella scelta di un impiego) quindi rilassati e fai ciò che ti piace. In gamba e in bocca al lupo!