Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

MrMannyM

Nuovo Utente

  • "MrMannyM" ha iniziato questa discussione

Posts: 4

Activity points: 26

Data di registrazione: domenica, 11 gennaio 2015

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 29 giugno 2015, 17:49

L'Università sta diventando un inferno, ma io non voglio lasciare!

Salve a tutti, inizio dicendo che l'ansia che provo durante il periodo di esami (sebbene in background sia sempre presente anche durante le lezioni) mi sta dando non pochi problemi, in quanto è davvero intensa e talvolta mi da anche sintomi fisici come nausea ed anche dolore allo stomaco. In sede di esame sale davvero alle stelle.
Studio Ingegneria Informatica, ma ho sempre avuto difficoltà con la matematica, perciò per me un qualsiasi esame di matematica costa il doppio della fatica, sebbene riesca comunque, impegnandomi molto (davvero molto, studio anche 11 ore al giorno) a prendere generalmente dei buoni voti. Proprio per il mio essere così maldestro nella matematica sono sempre in ansia quando ho a che fare con essa!
Ma non sono io che odio lei, più che altro è lei che odia me! A me piace molto quello che studio ma mi mette ansia!!!
Perciò durante questa ultima sessione sto avendo una paura tremenda di dare esami. Ancora non ho avuto il coraggio di preparare e dare un esame di matematica del primo semestre (Analisi 1 per chi la conosce), conoscendone solo i rudimenti, e sto preparando Fisica ma non so se avrò il coraggio di dare anche quella! Ho una paura persa di andare a fare l'esame, anche perché ho passato l'esonero di metà corso e se l'esame finale non va bene perdo anche l'esonero. Questa sarebbe davvero una bella botta...
Poi però penso che rischio di rimanere indietro con gli esami (molto indietro, se do Fisica a Settembre mi lascio altri due esami) e questo mi fa nuovamente scoppiare d'ansia.
Ho davvero l'impressione di essermi costruito una "gabbia mentale", probabilmente perché penso troppo al futuro.
Infine vedo i miei colleghi che riescono a sbrigarsela più facilmente di me e con migliori risultati e mi sento molto inadeguato.
Vorrei tanto liberarmi da questa gabbia, anche essere un po' più "superficiale" e meno "ossessivo" in quello che faccio e cercare di vivere nel presente, per vivere meglio, in quanto posso dire con sicurezza che questo è il periodo peggiore della mia vita (e ne ho passati di brutti periodi).
Questo post è uno sfogo ma anche una richiesta di consigli a chi ci è passato o a chi magari ha qualche suggerimento da darmi per superare questa situazione. Grazie a tutti.

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "MrMannyM" (01/07/2015, 19:35)


2

lunedì, 20 luglio 2015, 10:15

Ciao! Anche io studio ingegneria, e venendo da un liceo classico ho avuto non poche difficoltà in matematica. Innanzitutto non abbatterti, tutti passano brutti periodi soprattutto con questi esami. Conosco gente che ha dovuto rifare Analisi 1 otto volte, ma alla fine ce l'ha fatta. Quanto all'ansia, purtroppo è difficile da superare, io dopo 4 anni ho ancora problemi, figurati che la settimana scorsa ho dovuto accettare un 18 perché il professore mi faceva venire attacchi di panico... Consigli per analisi (ma vale anche per gli altri esami): se hai uno scritto di esercizi, trova qualcuno con cui confrontarti, se hai la possibilità cerca di fare gli esami degli anni passati; se hai un esame di teoria cerca di capire quello che studi al meglio, altrimenti impara a memoria (è brutto da dire, ma a mali estremi estremi rimedi)
Capisco bene la tua situazione, e ti do un altro consiglio: cerca di fare anche qualcos'altro oltre a studiare! I primi anni studiavo come te, 10-11 ore al giorno, ma è impossibile per la mente umana stare concentrati così tanto senza una pausa; vai a correre, o in palestra, al cinema, quello che ti pare, ma concedi respiro al tuo povero cervello!
In bocca al lupo per gli esami!
Carpe diem, quam minimum credula postero [Horatio - Carmina, I, 11]