Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Questo thread è chiuso. Non è possibile inviare nuove risposte.

Maurone

Nuovo Utente

  • "Maurone" è stato interdetto da questo forum
  • "Maurone" ha iniziato questa discussione

Posts: 1

Activity points: 10

Data di registrazione: mercoledì, 28 febbraio 2018

  • Invia messaggio privato

1

giovedì, 01 marzo 2018, 16:16

Help - Mio figlio rifiuta la scuola

Buongiorno a tutti,
vorrei sottoporvi il mio caso.
Oggi mio figlio ha 13 anni. Nei primi anni d'infanzia è sempre stato un bambino piuttosto vispo; se iniziava a correre non c'era modo di fermarlo. Era abbastanza inappetente e piuttosto iperattivo. L'impatto con la scuola non è stato dei più felici ma, con l'aiuto degli insegnanti delle elementari, abbiamo tempestivamente cercato di ovviare ai disturbi dell'apprendimento riscontratogli sottoponendolo alla visita di uno specialista psicoterapeuta e di una logopedista. Ha quindi portato a termine non senza qualche apprensione, ma tutto sommato positivamente, l'esperienza delle elementari. Frattanto ha cominciato a scoprire il piacere del cibo ed è notevolmente aumentato di peso. Mentre prima correva senza farsi pregare, ora dobbiamo spingerlo a fare anche una semplice passeggiata. L'impatto con la scuola media (privata come le elementari) è stato del tutto normale, salvo il fatto che abbiamo dovuto rinnovare, su richiesta della Direzione, la certificazione dei DSM. La prima media è, così, trascorsa senza patemi, salvo l'ultimo periodo delle verifiche, in cui ha faticato più del dovuto ma, al termine del quale, ha riportato dei voti di tutto rispetto. Frattanto intravedevamo. io e mia moglie, dei segnali di chiusura, di mancanza di volontà nell'uscire e incontrare compagni di gioco della sua età e di eccessiva concentrazione sugli smartphone. Non che l'avessimo presa alla leggera, ma attribuivamo il tutto alla stanchezza. L'inizio del nuovo anno ci ha riservato, però, una brutta sorpresa: ha continuato nel modo deteriore che avevamo sperimentato alla fine dell'anno, si è rifiutato costantemente di aprire i libri e, a motivo delle continue lamentele degli insegnanti, lo abbiamo affiancato con una nuova psicoterapeuta (che tuttora lo segue), molto abile nel negoziare con gli insegnanti, ma molto meno abile nell'aiutarlo negli aspetti pratici. Così ha evitato a stento la bocciatura, ha iniziato in modo incoraggiante il nuovo anno, ma ora è ripiombato nell'umore più cupo e dobbiamo letteralmente portarlo di peso a scuola.
La terapeuta non ci ha capito un granché, anche a distanza ormai di 15 mesi e gli abbiamo affiancato una psichiatra di sostegno. Veramente non sappiamo più che fare.

Elettra7

Super Moderatore

  • "Elettra7" è una donna

Posts: 2.669

Activity points: 8.455

Data di registrazione: venerdì, 14 ottobre 2016

  • Invia messaggio privato

2

mercoledì, 28 marzo 2018, 17:37

Account inattivo

Chiudo il thread.


Elettra7 per lo staff di moderazione