Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


hiromi

Nuovo Utente

  • "hiromi" ha iniziato questa discussione

Posts: 2

Activity points: 13

Data di registrazione: lunedì, 11 aprile 2016

  • Invia messaggio privato

1

lunedì, 11 aprile 2016, 11:11

Disorientata.

Buongiorno a tutti ! :) Sono nuova del forum :).Ho deciso di scrivere la mia esperienza in questo forum in quanto mi sento completamente disorientata.
In questi ultimi 2 anni non ho avuto un bellissimo periodo, sono stata male con attacchi di panico e poi con una bruttissima sensazione nella quale mi sentivo completamente distaccata dal mio essere..Quest ultima sensazione mi ha completamente distrutta, sento quasi come se mi avessero strappato la personalità da dosso ed ora mi sento apatica confusa... non mi sento piu io! Nonostante le continue crisi ed i litigi con mia madre che non mi crede... ho deciso di iniziare l'università indirizzandomi nell ambito dei beni culturali . Premetto che ho scelto questa facoltà perchè amo l'arte e mi piange il cuore vedendo che non è molto tutelata.Nonostante tutto l'interesse che ho mostrato gia dal primo giorno per organizzarmi con lo studio ho notato che faccio ancor piu fatica a studiare di quando ero al liceo......(a liceo ero una ragazza molto studiosa e che andava abbastanza bene ma non sono mai riuscita a trovare un metodo efficace , tantoche non avevo mai un giorno di riposo, studiavo in continuazione rinunciando a tutte le mie passioni) Iniziata l'università quindi sono andata alla ricerca di un nuovo metodo di studio provando piu volte sui libri ma senza avere alcun risultato... rimango sempre al punto di partenza!leggere, riassumere,leggere e ripetere impiegando tantissime ore solo per poche pagine! ho dato un esame dove ho preso 25, non mi lamento ma essendo una facoltà dove alla prima sessione ho 5 esami, dare un solo mi sembra ridicolo....
Il mio problema è proprio l'organizzazione nello studio in quanto se mi pongo degli obbiettivi in un determinato tempo non riesco a portarli a termine.....So che mi ci vuole molto piu tempo per lo studio di materie scientifiche in quanto non ero molto portata..ma studiare in questa maniera è debilitante e dopo 5 anni di liceo in questo stato non credo di reggere ritmi così alti! Per ora mi sono bloccata non solo per questo motivo ma anche perchè la mia famiglia ha delle gravi difficoltà.... Mia nonna, mio fratello e mia madre hanno dei problemi di salute non molto leggeri..... Io essendo la figlia maggiore dovrei essere di sostegno alla famiglia ma veramente non so dove mettere le mani...così rimango immobile a pensare non riuscendo ad intraprendere nessuna strada... Come ho detto sono la prima di altri 2 fratelli piu piccoli che hanno bisogno di crescere in serenità e stare cosi ferma e sentirmi cosi apatica non mi aiuta affatto! dopo quelle crisi non sono piu la stessa persona... prima ero molto sicura di me, determinata ed ero sicura di cio che volevo ottenere; invece ora sono completamente disorientata, apatica e poi non provo piu emozioni. In questo periodo di staticità sto cercando di riallacciare i vecchi contatti, di uscire ma al momento in cui sto in compagnia non mi sento a mio agio, mi sento lontana dai discorsi dei miei coetanei......Insomma tutti condividiamo le stesse paure ma loro sono anche in grado di parlare d'amore , di intraprendere più attività , di essere piu spensierati ed allegri;io invece non ho mai provato amore verso nessuno , la spensieratezza poi non fa parte proprio piu di me già da molto tempo......Come se non bastasse devo fare uno sforzo immane ad intraprendere una qualsiasi attività (anche quelle che mi appassionano). Dubito in continuazione di me stessa e mi irrito molto facilmente, mi sento rinchiusa in una gabbia dalla quale non riesco ad uscire pure se mi dimeno..Purtroppo non è una cosa passeggera perche è già due anni che ho questa sensazione..Ho un grande conflitto dentro di me: continuare a studiare o aiutare i miei? è cio che mi tormenta. Come posso affrontare questo periodo?

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "hiromi" (11/04/2016, 11:20)


Emanuele

Utente Passivo

  • "Emanuele" è un uomo

Posts: 870

Activity points: 2.638

Data di registrazione: giovedì, 11 novembre 2010

Località: Frittole

Lavoro: Artista senza giacca e senza cappello (ho tante di quelle giacche e cappelli, però sono un artista e non ne uso)

  • Invia messaggio privato

2

lunedì, 11 aprile 2016, 15:25

Nessuno ti ha dato il benvenuto... che maleducati... :rolleyes:
È triste che il messaggio di presentazione di una persona che parla dell'arte in un certo modo passi inosservato... mentre ci sono discussioni basate sull'aria fritta che hanno centinaia di risposte... va be', questa è l'umanità... :rolleyes:

Credo che paradossalmente all'università si avverta una difficoltà maggiore proprio perché, rispetto al liceo, si è più liberi, e quindi l'organizzazione del tempo - basata sull'attribuzione di determinate priorità - è completamente sulle spalle dello studente.
Nell'ambito di qualsiasi attività, infatti, è quasi più difficile organizzare il lavoro che lo svolgimento del lavoro in se stesso.
Quando si è sotto stress, poi, è quasi impossibile concentrarsi su qualcosa, già la sola idea di dover fare qualcosa costa fatica, lo so per esperienza.

A parte tutto, io credo che lo studio non vada sempre affrontato nella maniera canonica, a maggior ragione se si tratta di una materia per la quale si ha una vera e propria passione e non qualcosa che si è obbligati a fare per soldi o altri motivi materialistici.
Prenditi i tuoi tempi, e non limitarti ai testi universitari. Fai delle ricerche, guarda documentari, vai alle mostre, viaggia, in parole povere fa' in modo che lo studio diventi una conseguenza naturale della tua curiosità e del tuo desiderio di conoscenza, non un semplice obbligo da affrontare in vista dell'esame. E se salti un esame, pazienza, recupererai la volta successiva.

Frequentare l'università e dedicarti alla tua famiglia non sono due cose inconciliabili, ma prima devi ritrovare la serenità. :)

hiromi

Nuovo Utente

  • "hiromi" ha iniziato questa discussione

Posts: 2

Activity points: 13

Data di registrazione: lunedì, 11 aprile 2016

  • Invia messaggio privato

3

martedì, 12 aprile 2016, 09:52

Ti ringrazio per il benvenuto :). Purtroppo la mia facoltà mi richiede di stare li tutto il giorno quindi non ho proprio idea di come aiutare i miei . Comunque ti ringrazio per il consiglio ;)

diana33

Forumista Incallito

  • "diana33" è stato interdetto da questo forum

Posts: 4.427

Activity points: 14.307

Data di registrazione: mercoledì, 13 maggio 2015

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 12 aprile 2016, 10:15

hiromi stai studiando quello che avrei voluto studiare io. anche io sono passata dal liceo (artistico) all'università(scelsi all'ultimo lingue) disorienta senza un metodo di studio. e son crollata e scapata al primo esame. inoltre in 5 liceo ho avuto un crollo emotivo che mi ha precluso tante cose in 5 anni. il mio consiglio è quello di rivolgerti a uno specialista ora, senza perdere tempo, e cercare un metodo si studio adatto a te.
credimi io ancora oggi vivo con il dubbio se fossi andata all'università cosa sarebbe successo? aspetta ad abbandonare e come dice emanuele prenditi i tuoi tempi.

sai cosa emanuele, è vero la passione è bella, va si vorrebbe trasformarla in lavoro...cosa estremamente difficile.

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.829

Activity points: 26.920

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

5

martedì, 12 aprile 2016, 10:29

Comperati una bussola o un navigatore.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup: