Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

You are not logged in.


Dear visitor, welcome to Forum di Psicologia di Nienteansia.it. If this is your first visit here, please read the Help. It explains in detail how this page works. To use all features of this page, you should consider registering. Please use the registration form, to register here or read more information about the registration process. If you are already registered, please login here.

Bomby

Utente Attivo

  • "Bomby" started this thread

Posts: 11

Activitypoints: 47

Date of registration: Aug 29th 2011

  • Send private message

1

Sunday, November 20th 2011, 9:10pm

Ansia,sottovalutazione ed insicurezza

Buonasera a tutti,mi rivolgo a voi perchè ho proprio bisogno di un consiglio.
ho iniziato a soffrire d'ansia all'età di 11 anni e da li ho abbandonato anche la scuola che poi ho ripreso...lasciato...ripreso ecc..
mi sono diplomata a 26 e quest anno ho voluto provare con i test universitari,certo sapevo che sarebbe andata male perchè non ho mai studiato,non ero prepara ed erano tutte materie nuove per me,l'ho fatto anche per muovermi un pò dalla mia città,visto che ho difficoltà anche a spostarmi ma veniamo al dunque,mi sono isritta ad un centro studi della mia città dove per ora ho un professore che segue solo me per impostare le basi di studio ecc..con lui faccio biologia e chimica.
la prima settimana l'ho vissuta malissimo,ero sempre nervosa,mangiavo poco...poi mi sono rassicurata un pochino e ho preso abbastanza bene la cosa,ma mi sottovaluto e non ho fiducia in me,il prof un paio di settimane fa mi ha detto che sono brava,vede l'impegno da parte mia,ed io invece di essere contenta mi sono buttata giù.L'altro giorno mi ha fatto una specie di "interrogazione",io non saputo rispondere in quanto leggo,leggo,leggo ma poi non ricordo tutto e così mi ha consigliato di leggere e ripetere...non ci riesco,mi sono bloccata,sono nel panico totale,poi sarà una settimanella che spesso e volentieri ho l'ansia (anche in questo momento),ne ho parlato al telefono con la psicologa,con qualche amico fidato,con la mia famiglia ma niente,mi sottovaluto troppo e non ho fiducia in me oltre a farmi 1000 paranoie...consigli?
grazie di cuore!

Morpheus88

Utente Fedele

  • "Morpheus88" is male

Posts: 401

Activitypoints: 1,259

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

  • Send private message

2

Monday, November 21st 2011, 5:46pm

Ciao Bomby, non ho consigli da darti ma posso chiederti una cosa? Perchè tutta questa insistenza nello studio? Vuoi dimostrare qualcosa a qualcuno? Non sto giudicando ne chi sei ne quanto tu sia brava nel fare qualcosa, ma voglio chiederti nella tua vita non c'è nient altro oltre lo studio in cui potresti dedicarti? Te lo chiedo perchè questo tuo approccio nei confronti dello studio mi sembra ossessivo.

Bomby

Utente Attivo

  • "Bomby" started this thread

Posts: 11

Activitypoints: 47

Date of registration: Aug 29th 2011

  • Send private message

3

Monday, November 21st 2011, 11:23pm

Ciao Morpheus,no...è stata una mia decisione,non devo dimostrare niente a nessuno e nessuno mi ha obbligato ad andarci...l'approccio è brutto perchè sono insicura,oltre al non aver mai fatto nulla. per il resto no...non c'è null'altro che mi ispira...

Morpheus88

Utente Fedele

  • "Morpheus88" is male

Posts: 401

Activitypoints: 1,259

Date of registration: Aug 9th 2011

Location: Abruzzo

  • Send private message

4

Wednesday, November 23rd 2011, 11:41pm

personalmente io intendo la vita come un'insieme di passioni, altrimenti per forza di cose, se ci rimane un'unica scelta, questa non è una scelta, e automaticamente diventa un ossessione. Quindi forse un consiglio per te ce l'ho, forse è ora di allargare i propri orizzonti, e avere diverse opzioni nella vita, anche per variare.

5

Thursday, November 24th 2011, 12:52pm

La tua storia in parte è simile alla mia.
Anche io ho avuto problemi d'ansia in quell'età cruciale, ed è stato un tira e molla con scuola. Mi sono diplomata a 20anni ma la mia istruzione ne ha comunque risentito moltissimo, in linea di massima so di avere conoscenze ampie (grazie alla mia curiosità che mi ha fatto leggere con entusiasmo libri, o ricerche sulla rete) ma comunque frammentarie.

Con molta umiltà ho accettato il fatto che non potessi fare medicina veterinaria, o un altro indirizzo tosto. Ed ho 20anni!Qualcuno mi dirà che ho fatto male, che il tempo per prepararsi c'era. Ci ho provato ma l'ho vista impossibile, dovevo dedicarmi notte giorno e tempo libero per tenere testa agli altri candidati.

Voglio dire, forse a 26anni non dovresti contare tutto sullo studio, forse la tua ansia viene da lì, perché la tua insicurezza effettivamente è fondata. Sono d'accordo con Morpheus, ok studiare ma proponiti delle alternative valide.

E poi per curiosità, che facoltà vorresti scegliere?
"un'azione trascina un'altra azione, elimina l'immobilismo che, anche se confortevole, alla lunga si risolve in un pantano"



Lavagna

Nuovo Utente

Posts: 5

Activitypoints: 22

Date of registration: Aug 24th 2011

  • Send private message

6

Thursday, November 24th 2011, 12:52pm

Su questo forum si conosce la mia situazione, ho 27 anni e odio ciò che studio e la professione spero di non dover mai fare. Però una cosa sulla tua situazione la posso dire...

Quando sono uscito dalle superiori, avendo fatto un professionale, non ero in grado di risolvere neanche banalissime equazioni, avevo problemi enormi e lacune stratosferiche. Mi deprimevo perchè non capivo ciò che veniva detto a lezione, e non ero in grado di ricordare ciò che dovevo studiare. Un giorno, preso dallo sconforto, volli mettere alla prova la mia intelligenza (dato che mi sentivo stupido) e feci un test IQ: il risultato fu 60. Praticamente secondo il test ero un ritardato.

A quel punto mi incazzai parecchio, e in qualche anno riuscii a laurearmi. Ora, con almeno un diploma di laurea in ing. aerospaziale, posso a buon diritto affermare con una certa confidenza di non essere ritardato.

Non sentirti mai stupida, datti il tempo e se è passione, coltivala. Sii il parametro di te stessa, dato che dalle tue parole intuisco in qualche modo che dai molto peso a ciò che gli altri dicono. Non devi essere testarda, devi solo essere il tuo parametro di confronto.

L'orizzonte dello studio è ampissimo quando lo si fa con passione, quindi non capisco l'affermazione di Morpheus secondo la quale continuare o iniziare a studiare sarebbe una restrizione di vedute. Studiare rende più intelligenti e alla fin fine persone migliori. L'importante è studiare ciò che piace, questo è un punto essenziale.

Circondati di persone in grado di incoraggianti. In italia è difficile, qui tutti tendono a dirti che non troverai lavoro, che perdi tempo, che sei vecchia, che non ce la farai mai etc. Mandali allegramente a quel paese ben cosciente che se ti trovassi in un luogo civilizzato molto probabilmente verresti lodata per la tua decisione di rimetterti sui libri.

Ma visto che in italia si è invidiosi degli spazzini perchè hanno un lavoro sicuro da 1200 euro al mese non potrai mai aspettarti niente di meglio. Se gli altri vivono nello squallore dell'assenza totale di sogni e aspettative, non devi in alcun modo lasciarti trascinare in questa spirale come è successo e sta succedendo a me. Ma non mi avranno mai. E spero che non avranno mai neanche te.

Manumella

Nuovo Utente

Posts: 4

Activitypoints: 19

Date of registration: May 3rd 2010

  • Send private message

7

Tuesday, February 7th 2012, 6:33pm

Ciao! leggo solo ora il tuo post e ho scritto perchè ho anche io questa mancanza di autostima e anche io come te mi faccio mille paranoie. Io ho 21 anni e sto al terzo anno di università anche se sono rimasta indietro con gli esami perchè ho avuto i miei primi attacchi d'ansia a maggio del 2010 e mi sono bloccata con gli esami anche se poi sto recuperando. Sono a metà strada quindi sicuramente dovrò fare un altro anno, ma il problema è che mi sento sempre "inferiore" rispetto agli altri che stanno per concludere brillantemente gli studi mentre io sono ancora a questo punto, quindi in un certo senso posso capirti. :)

FallitoCronico

Utente Attivo

  • "FallitoCronico" is male

Posts: 15

Activitypoints: 59

Date of registration: Mar 12th 2011

  • Send private message

8

Saturday, February 18th 2012, 4:23pm

non fare paragoni con gli altri,non progettare troppo a lungo termine (perchè l'Italia non è un posto che ti garantisce la riuscita di progetti a lungo termine) e soprattutto ricordati che tu non sei i tuoi errori (o non solo quelli). Quando non riesci a fare nulla,esci,svagati,fa qualcosa basta che tu non stia ferma