Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

pw81

Colonna del Forum

  • "pw81" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.728

Activity points: 6.514

Data di registrazione: mercoledì, 18 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 17 marzo 2010, 10:38

"Gonfiare" il cv

Sto cercando lavoro come impiegato o simile. Purtroppo ho avuto solo due esperienze in quella posizione ed in totale per meno di un anno. L'ultima esperienza lavorativa è stata quella di postino. Ora, a coloro a cui invio il cv salterà certamente all'occhio che l'ultima posizione ricoperta è stata quella di portalettere e magari la cosa salterà di più all'occhio per coloro che devono esaminare tanti curriculum.
Comincio a pensare che la cosa incida notevolmente. Io sono intenzionato a trovarmi un lavoro come impiegato subito perchè ho già 29 anni e non mi rimane molto tempo ancora per ambire a quella posizione.
Cosa faccio? Mi invento di aver lavorato in un call center o robe del genere?

In più ai colloqui, come quello che ho sostenuto ieri per esempio, mi ritrovo a dover giustificare il fatto di non aver concluso l'università oppure di non aver deciso di lavorare stabilmente fin da subito. Cosa dico? "Per problemi di ansia e depressione..." ?(
''il depresso è un narcisista fallito''

Questo post è stato modificato 1 volta(e), ultima modifica di "pw81" (17/03/2010, 10:50)


2

mercoledì, 17 marzo 2010, 14:34

Non so quanto convenga, da un lato, inventarsi competenza in un lavoro che non si è mai fatto (mentre, se non c'è proprio la certezza matematica che possano/abbiano voglia di controllate, magari 6 mesi possono diventare otto...), e dall'altro, inventare di aver lavorato in un call center.Cioè, serve di sicuro solo per posizioni analoghe, che se ho ben capito non sono quello che cerchi.

Quanto al "giustificare", magari puoi iparlare di una generica "situazione problematica in famiglia", specificando che ora è conclusa...

Aiden il venerabile

Colonna del Forum

Posts: 2.306

Activity points: 7.338

Data di registrazione: venerdì, 25 dicembre 2009

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 17 marzo 2010, 17:31

inventare di sana pianta è sconsigliabile. Anche perchè in un curriculum di norma andrebbero messi i contatti dell'azienda che ti ha dato il lavoro. Certo se hai qualche amico o parente che ha delle aziende allora puoi inventare qualcosa, tanto anche se chiamano sei in parte parato

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

4

mercoledì, 17 marzo 2010, 18:05

Più che altro il call center e il lavoro impiegatizio ci azzeccano veramente poco l'uno con altro.
[...]

yoshi

Utente Avanzato

  • "yoshi" è una donna

Posts: 487

Activity points: 1.790

Data di registrazione: sabato, 19 dicembre 2009

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

5

domenica, 21 marzo 2010, 16:57

inventare di sana pianta è sconsigliabile. Anche perchè in un curriculum di norma andrebbero messi i contatti dell'azienda che ti ha dato il lavoro. Certo se hai qualche amico o parente che ha delle aziende allora puoi inventare qualcosa, tanto anche se chiamano sei in parte parato


questa è una buona idea in effetti...
se no metti anche gli stage magari fatti alle superiori... sempre esperienza sono o almeno sembrano (magari poi ti hanno fatto solo fare fotocopie ma vabbè...)

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

6

domenica, 21 marzo 2010, 17:05

Perché, gli stage si fanno abitualmente alle superiori? :huh:
[...]

7

domenica, 21 marzo 2010, 17:46

L'ultima esperienza lavorativa è stata quella di postino. Ora, a coloro a cui invio il cv salterà certamente all'occhio che l'ultima posizione ricoperta è stata quella di portalettere e magari la cosa salterà di più all'occhio per coloro che devono esaminare tanti curriculum
Sulla mia scrivania arrivano quasi ogni giorno delle richieste di lavoro e di conseguenza dei curricula... Pensi "seriamente" che "gonfiare" un curriculum sia una mossa astuta ?
Dovendo esaminare curricula e persone, una volta accertata la serietà come "mancante"... scarterei a priori il candidato che dovessi scoprire menzognero, la serietà e correttezza, unite alla "voglia di fare" sono prioritari per una collaborazione con me !
Il mestiere si impara anche grazie alla pratica... l'onestà intellettuale fa invece parte di un bagaglio personale !
Meglio un collaboratore che ha accettato esperienze lavorative non adeguate alle sue aspirazioni... ma onesto, piuttosto di un pluri laureato che aggiunge la laurea ad honorem in bugiardaggine...

Poi, sicuro che ci sia questa discriminazione verso chi ha conosciuto la depressione ? In ogni caso nessuno ti obbliga a dire di quali patologie hai sofferto !

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

8

domenica, 21 marzo 2010, 18:09

Citato

Poi, sicuro che ci sia questa discriminazione verso chi ha conosciuto la depressione ?

Beh io direi anche di sì, dai... ragioniamo in media, tralasciando le eccezioni "sensibili" (perché sono eccezioni, su). Meglio addurre dei problemi familiari senza specificare.
[...]

9

domenica, 21 marzo 2010, 19:58

Beh io direi anche di sì, dai... ragioniamo in media, tralasciando le eccezioni "sensibili" (perché sono eccezioni, su). Meglio addurre dei problemi familiari senza specificare.
Non è necessario parlare della propria salute... l'ho detto io stessa.
Comunque mi auguro che nessuno MAI mi presenti un CV "gonfiato". Una volta scoperto che non corrisponde a realtà, taglierei ogni possibilità d'ulteriore analisi e quindi, è un'operazione veramente rischiosa per chi ambisce al posto e alla fiducia del datore di lavoro. Si rischiano solo delle gran brutte figure !

LunaX

Pilastro del Forum

  • "LunaX" è una donna

Posts: 3.356

Activity points: 10.313

Data di registrazione: domenica, 20 luglio 2008

Località: Altrove

Lavoro: Allevo tarli

  • Invia messaggio privato

10

domenica, 21 marzo 2010, 22:56

Sono d'accordo. Anche se è vero che spesso chiedono esperienza anche solo per uno stage, ma se nessuno è disposto a dare credibilità alla persona, consentendogli di fare esperienza... come fa? E' un circolo vizioso. Tu che lavori nell'ambito (se non ho capito male), ad esempio, cosa consigli di fare quando il selezionatore chiede a pw81 perché non ha concluso l'uni o non ha iniziato a lavorare prima?
[...]

11

domenica, 21 marzo 2010, 23:43

Sono d'accordo. Anche se è vero che spesso chiedono esperienza anche solo per uno stage, ma se nessuno è disposto a dare credibilità alla persona, consentendogli di fare esperienza... come fa? E' un circolo vizioso. Tu che lavori nell'ambito (se non ho capito male), ad esempio, cosa consigli di fare quando il selezionatore chiede a pw81 perché non ha concluso l'uni o non ha iniziato a lavorare prima?
Anzitutto ricordiamoci lo scopo di un'Azienda... inserire personale di fiducia che dimostri capacità proporzionate all'incarico da svolgere e, NATURALMENTE, ogni Azienda SA che nessuna scuola o percorso scolastico prepara in modo PERFETTO all'incarico stesso... quindi andrà a sondare quali caratteristiche la persona dimostrerà in sede di colloquio. Vaglierà "le motivazioni" che spingono il candidato verso quell'incarico, valuteranno come si "vende" la persona e darà importanza alla disponibilità all'adeguamento nel contesto di un gruppo di lavoro. In sostanza, che piaccia o non piaccia, ci si vende SEMPRE, si vende se stessi e l'immagine che si ha di se stessi, i propri interessi, le proprie aspirazioni, la visione dei rapporti interpersonali...

Il fatto di aver concluso anzitempo gli studi può NON essere determinante in base all'incarico da svolgere. Chi desidera fare l'impiegato non è che debba possedere necessariamente una laurea ! Oltretutto i motivi di salute che ne hanno bloccato l'avanzamento scolastico rappresentano un'ottima motivazione (senza dover dire QUALE era la patologia).
Le Aziende conoscono quanto sia difficile trovare lavoro e, a parer mio, apprezzano molto CHI pur di lavorare si è adeguato ed ha preferito svolgere incarichi differenti dal ramo di studio, o dalle aspirazioni personali, pur di lavorare.
Il lavoro, indipendentemente dall'incarico, fornisce comunque esperienze utili SEMPRE.

Non svolgo l'attività di esaminatore di curricula :) Realizzo impianti e, se devo assumere personale, oltre le conoscenze specifiche di base, dovrebbero dimostrare di sapersi adeguare ad apprendere risvolti tecnici particolari di un lavoro tecnico si, ma ATIPICO. Perciò più che l'esperienza nel settore vaglio altri fattori non meno importanti.

wavesequence

Amico Inseparabile

  • "wavesequence" è un uomo

Posts: 1.524

Activity points: 4.845

Data di registrazione: mercoledì, 29 ottobre 2008

Località: Mestre

Lavoro: architetto, non so ancora per quanto...

  • Invia messaggio privato

12

martedì, 23 marzo 2010, 09:58

A me invece per ben due corsi FSE è capitato esattamente il contrario... Il mio curriculum - vero - era esageratamente sporoporzionato rispetto agli altri, pur di età anagrafica simile.

La risposta dei selezionatori, che mi ha fatto andare letteralmente in bestia, è stata: "Ci dispiace ma sei troppo qualificato per accedere al corso..."

Purtroppo la realtà è che se fossi andato a frequentare quei corsi potevo tranquillamente "fare le scarpe" a più di un docente... Ed avere uno che ti rompe le scatole e ti fa pelo e contropelo non piace a nessuno. Meglio infatti avere una classe tranquilla, docile e che non crea problemi.

Oltre a tutto sappiamo benissimo tutti qual è il giro di interessi che gravita al di sotto dei corsi FSE...
Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum.
"Senza la musica, la vita sarebbe un errore"
-- F. Nietzsche


capecanem

Giovane Amico

  • "capecanem" è un uomo

Posts: 287

Activity points: 868

Data di registrazione: giovedì, 18 giugno 2009

Località: ROMA

Lavoro: ODIO IL LAVORO E CHI LAVORA, NONCHE' CHI ABBIA MAI LAVORATO

  • Invia messaggio privato

13

martedì, 23 marzo 2010, 11:17

...

mai inventarsi nulla...semmai dichiara che saresti molto portato ad effettuare quelle prestazioni...... 8)

OcchiAperti

Amico Inseparabile

  • "OcchiAperti" è una donna
  • "OcchiAperti" è stato interdetto da questo forum

Posts: 1.290

Activity points: 4.682

Data di registrazione: giovedì, 12 giugno 2008

  • Invia messaggio privato

14

martedì, 23 marzo 2010, 14:53

Posso darti un consiglio? Evita di scrivere che hai fatto l'università se non risulti laureato.
A me ha creato un sacco di problemi e mi metteva poi nella posizione di dovermi giustificare sul perchè non l'avessi portata avanti.

Così, l'ho tolta dal curriculum cercando di gonfiare un pò gli spazi vuoti, per esempio se avevo lavorato una settimana in un posto scrivevo "un mese".

Nei casi in cui mi è stato chiesto esplicitamente se avessi fatto l'università ho risposto di sì, ma che poi ero stata costretta a mollarla perchè non avevo i soldi per pagarmi le rate ( e in parte è vero, solo che oltre a questo c'era anche la mancanza di motivazione e lo scoraggiamento...ma mai nominare queste cose a un colloquio!)

Devi trovare una persona amica\conoscente\parente che si dichiari disposto a farti le referenze, inventando però.
Io avevo lavorato per poco tempo per un'amica di mia madre e lei è stata disponibile a farmi comunque le referenze.
Devi riuscire a puntare tutto sul fare una buona impressione, prima ancora di dire che hai fatto questo quest'altro e quell'altro.

Se adesso lavoro lo devo alla "buona impressione" che ho fatto, perchè mi sono accorta che la mia datrice di lavoro ha guardato a malapena il mio cv e neanche si ricorda il mio ultimo impiego. Però mi dice continuamente che le ho fatto una buona impressione e mi ha assunta per questo motivo.

cambi24

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile. (San Francesco)

  • "cambi24" è una donna

Posts: 4.341

Activity points: 14.969

Data di registrazione: venerdì, 05 dicembre 2008

Località: Modena

Lavoro: impiegata

  • Invia messaggio privato

15

martedì, 23 marzo 2010, 21:29

Assolutamente non si può gonfiare il cv. :S :)
Questo perchè non sai come comportarti se ti fanno domande trabochetto.
Resta te stesso e magari elimina la tua esperienza di postino, se dici che ti sottovalutano per quello.

Insomma: elimina, se proprio vuoi, ma non gonfiare. :rules: ;)