Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

Non risulti loggato.


Elettra7

Super Moderatore

  • "Elettra7" è una donna
  • "Elettra7" ha iniziato questa discussione

Posts: 2.676

Activity points: 8.441

Data di registrazione: venerdì, 14 ottobre 2016

  • Invia messaggio privato

1

sabato, 07 aprile 2018, 12:15

Arte e musei

Visto che non è stato pubblicato ancora alcun thread in questa sez. inizio io, partendo dall'arte, una delle mie più grandi passioni.
Di seguito un po di notizie/informazioni di interesse generale e alcune riflessioni.

E' stato confermato anche per il 2018 l'iniziativa del Mibac (Ministero per i beni e le attività culturali) "Domenica al Museo". Per tutto l'anno, la prima domenica di ogni mese, tutti i musei, le aree archeologiche e i parchi statali saranno ad ingresso gratuito.
Qui le informazioni:
http://www.beniculturali.it/mibac/export…1002839395.html

L’iniziativa del Mibac è ormai attiva dal 2014 e
ha visto la partecipazione in tutte le sue edizioni di oltre 10 milioni di visitatori.

“Il museo è un’isola dove ci si ritrova, dove si riflette sul passato e si immagina il futuro, ma è anche un’isola dove ci si perde, dove l’artista e l'osservatore intrecciano, tra loro, una relazione incontrandosi “
André Malraux ha definito il “museo" come il “luogo in cui l’immaginario trova la sua massima manifestazione, uno spazio eclettico e pluridisciplinare in cui si può contemplare l’arte anche
dalla prospettiva dell’esperienza vissuta.

Oggi il visitatore di un museo, di una mostra o di qualsiasi evento artistico, viene chiamato a diventare protagonista di un’esperienza unica: "quando ci entusiasmiamo o ci commuoviamo di fronte a quello che osserviamo, sentiamo e annusiamo, il nostro benessere psicologico aumenta. Ed è solo così che l'opera o l’oggetto diventano veicoli di emozioni e significati potenti che non dimenticheremo più».


repcar

Amico Inseparabile

  • "repcar" è un uomo

Posts: 1.037

Activity points: 3.153

Data di registrazione: sabato, 10 dicembre 2016

Località: reggio calabria

Lavoro: forze di polizia

  • Invia messaggio privato

2

domenica, 08 aprile 2018, 18:45

ciao.....in Italia l'arte (espressa in tutte le sue forme) rappresenta u patrimonio mondiale invidiabile. Questa invidia è vista solo all'esterno ma poco meno in Italia. Non voglio creare alcuna polemica al riguardo ma credo che l'italia (i in minuscolo appositamente) molte persone credono che il patrimonio artistico sia l'isola dei famosi, grande fratello etc. Meno male che questo non riguarda la maggior parte delle persone......
Personalmente nel mio girovagare in Italia la prima cosa visito sono proprio i musei. Mi piace conoscere la storia, l'evoluzione, le persone, insomma tutto quello che è gravitato attorno all'opera/oggetto. La cosa che mi fa imbestialire è vedere molti siti archeologici ridotti ad un campo di macerie, erba e basta. Ma vi immaginate se questi siti fossero in un altro paese????. Qualche cosa sembra stia cambiando in questi ultimi tempo, ma ritengo che possa e si debba fare tanto altro.

Una curiosità........conosciamo tutti la sindrome di stendhal..............ma se tale persona fosse vissuta nella nostra epoca, ci sarebbe stata la sindrome stendhal del grande fratello????.....hahahahhah

doctor Faust

Azzeccagarbugli

  • "doctor Faust" è un uomo

Posts: 8.799

Activity points: 27.055

Data di registrazione: sabato, 28 marzo 2009

Località: Italia

Lavoro: Ex dirigente infermieristico, laureato in filosofia, counselor sociosanitario.

  • Invia messaggio privato

3

venerdì, 13 aprile 2018, 11:06

Per la maggior parte delle persone è meglio una telenovela o uno spettacolo cretino di fratelli, isole e amici che non un quadro di Caravaggio. Ogni tempo ha il suoi monumenti.
Per leggere questa storia clicca sul titolo.

:hmm: Il lungo viaggio di Anomimus alla ricerca dell'amore perduto... :thumbsup:

VittorioT

Utente Attivo

  • "VittorioT" è stato interdetto da questo forum

Posts: 63

Activity points: 231

Data di registrazione: domenica, 16 settembre 2018

  • Invia messaggio privato

4

martedì, 18 settembre 2018, 14:18

Se ci fossero più musei, librerie e biblioteche e meno bar, pub, sale scommesse e discoteche, credo che trascorrerei molto più tempo fuori casa.

Sienne

Vintage lady

  • "Sienne" è una donna

Posts: 650

Activity points: 2.216

Data di registrazione: lunedì, 21 agosto 2017

Località: Lazio

  • Invia messaggio privato

5

venerdì, 21 settembre 2018, 12:21



Amedeo Modigliani - Lunja Czechowska (la mano sinistra sulla guancia).

Modigliani è uno dei miei pittori preferiti, trovo i suoi ritratti estremamente eleganti, soprattutto i ritratti di Lunja.
L’amico polacco di Modigliani, Leopold Zborowski, era entrato nella vita del pittore perché credeva nel suo talento, ma anche con l’intima speranza di ricavarne qualche guadagno. La vita del pittore era però troppo complicata e in numerose occasioni dovette correre in suo soccorso, gli organizzò perfino una stanza del proprio appartamento dove, di giorno, Modigliani poteva andare a dipingere. La sera tornava a dormire nel sottotetto poco distante, affittato sempre a spese dell’amico. In casa dei coniugi Zborowski, Leopold ed Hanka, viveva Lunja Czechowska, una loro amica polacca, vera signora, gentile e premurosa, alta e slanciata, un bellissimo modello per i gusti del pittore. Si può dire quindi che egli, durante il giorno, viveva in casa con loro e solo la sera tornava nel sottotetto poco distante. Il padrone di casa e la moglie Hanka con Lunja si intrattenevano volentieri con lui, spesso pranzavano assieme e apprezzavano la spontaneità di Modigliani che raccontava le sue disavventure e le sue trasgressioni sempre nel tentativo di ravvivare la conversazione. In quell’ambiente rigorosamente serio, quasi austero, aveva aperto una finestra ed era entrata una improvvisa ventata di simpatica vivacità fra quelle persone dai modi garbati, estremamente discrete ed equilibrate. Si trovava benissimo con loro e trascorse uno dei periodi tranquilli della sua vita. A guardare oggi i numerosi ritratti dei tre si comprende facilmente che si prestavano volentieri, molte volte anche, a posare per lui. Le due signore avevano l’aspetto e il fisico adatto e costituivano i modelli ideali per la sua pittura. Anche per questo motivo stavano spesso insieme nello studio del pittore dove parlavano di tutto mentre egli riportava sulla tela quelle stupende immagini che possiamo ammirare oggi. Lentamente fra di loro nacque un grande affetto, ma il sentimento di Modigliani per Lunja fu completamente diverso da quello che nutriva per Hanka. Non fu solo amicizia pura e semplice, si trattò invece di un sentimento completamente diverso, era amore vero, ma un amore impossibile che non poteva essere manifestato; doveva restare nei cuori e nelle menti altrimenti avrebbe rovinato il rapporto di amicizia al quale tenevano entrambi. Per Modigliani Lunja era la donna perfetta, ma in cuor suo le attribuiva il "grande difetto" di essere fedele al marito. Sapeva per certo che, pur manifestando grande disponibilità e partecipazione, non avrebbe mai tradito il proprio coniuge attualmente militare richiamato in guerra. Chiederle qualcosa di più avrebbe distrutto quell’amicizia alla quale oramai teneva molto, e avrebbe inoltre tradito la fiducia dei padroni di casa. Restava comunque innamorato di quella signora dai modi gentili, saggia e ferma nella sua decisione di non andare oltre quel tipo di relazione. Modigliani doveva rispettare quella determinazione e per farlo non avrebbe mai dovuto manifestarle i suoi veri sentimenti. Fu amore quindi, un amore proibito. Per la prima volta fu costretto a frenare le sue famose smanie; abituato alle conquiste facili, dette prova di grande maturità collocando quel rapporto in ambito esclusivamente spirituale. Fu comunque un periodo molto bello della sua vita, lontano dalle passioni travolgenti che avevano caratterizzato i periodi precedenti; conversava piacevolmente e si confidava con lei; mostrava di sé un aspetto diverso, estremamente contenuto, con un inaspettato equilibrio interiore che riportava esattamente nei ritratti di lei dai quali traspare chiaro ed evidente il suo stato d’animo. I ritratti di Lunja mostrano un volto di donna sempre delicatamente malinconico. Forse il pittore non intendeva riportare sulla tela solo l’immagine della donna ma anche e soprattutto il suo modo di vivere quel rapporto: apparentemente sereno e tranquillo ma intimamente estremamente travagliato. Quando stava con lei si preoccupava di non bere, stava lontano dalle sostanze dannose e, per quanto gli era possibile, cercava di curare persino il suo aspetto fisico. Si comportava da autentico gentiluomo. Passeggiavano assieme, discutevano, conversavano, parlavano di arte e di letteratura e, strano a dirsi, riusciva persino a sorridere. Fu un rapporto molto platonico, costretto nella sfera spirituale.
Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora. Proverbio cinese

Questo post è stato modificato 2 volta(e), ultima modifica di "Sienne" (22/09/2018, 13:19)


Sienne

Vintage lady

  • "Sienne" è una donna

Posts: 650

Activity points: 2.216

Data di registrazione: lunedì, 21 agosto 2017

Località: Lazio

  • Invia messaggio privato

6

sabato, 22 settembre 2018, 12:41



Frida Kahlo - L'amoroso abbraccio dell'universo, la terra (Messico), io, Diego e il signor Xolot (1949)

In quest'opera fortemente simbolica Frida vuole esprimere la complessità del rapporto amoroso in cui la donna svolge anche il ruolo della madre nei confronti del suo compagno. La donna dona e alimenta la vita, mentre l'uomo, nella sua fronte, porta il terzo occhio della saggezza, come in questo caso lo si vede nel dipinto, sulla fronte di Diego.
L'occhio permette l'unione e la continuità del rapporto fra i due. Dietro ai due sposi si staglia la dea Madre della Terra azteca, Cihuacoatl, scolpita nella pietra. Dietro alla statua e ai due protagonisti Frida ha dipinto la Madre Universale, che a sua volta li abbraccia e li contiene.
La balia è la copia più piccola della madre terra; ma mentre a questa cola dal petto una goccia di latte che rinvigorisce, da lei sgorga una fontana di sangue.
In posa da Madonna, Frida-balia tiene tra le braccia Diego, mentre la figura di lui ricorda quella di un budda. Ha tre occhi, il terzo è quello della saggezza; inoltre qui regge in mano la fiamma purificatrice, segno di rinnovamento e di rinascita.
Nel dipinto viene rappresentata in modo particolare l'antica mitologia messicana. Come in nessun altro quadro, qui la pittrice ha espresso il principio dualistico che trova paralleli nella filosofia cinese Yin e Yang. Il giorno e la notte si compenetrano. La spiritualità luminosa e la materia oscura, il sole e la luna, costituiscono il nucleo dell’universo, che tiene tra le sue gigantesche braccia la Terra scura. La dea della Terra Cihuacoatl, madre che dà la vita, dal cui grembo, secondo la mitologia, sarebbero spuntate tutte le piante, tiene la pittrice sul suo grembo fertile, in modo simile a una balia india.
Il tema principale dell'opera riguarda la maternità che viene presentata in un contesto, come detto, pieno di riferimenti alla mitologia azteca e del Messico.
Frida, a causa dell'incidente che la coinvolse quand'era ancora un'adolescente, non poté mai avere figli. Nel dipinto il suo ruolo di madre viene espresso tenendo in braccio Diego Rivera, pittore fra i più importanti del '900 messicano, e compagno di Frida Kahlo per tutta la vita.
Un abbraccio che racchiude un abbraccio che racchiude un abbraccio. Tutto è madre e contenimento. Tutto è doppio. L'uno lo specchio dell'altro. L'uno l'opposto dell'altro. Bianco e nero. Notte e giorno. Una Frida figlia e madre. Tutto è preso e portato via. Sospeso in un universo infinito che mette radici.
In primo piano, sulla sinistra, è ritratto il cane di Frida, Itzcuintli Senor Xolotl, che rappresenta Xolotl, il guardiano del mondo dei morti, che ha preso la forma del cane per poter osservare il mondo terrestre. Sul suo dorso i morti vengono trasportati di notte nel mondo degli inferi.
Nel dipinto Xolotl ha anche il compito di vegliare sul rapporto amoroso di Frida e Diego.
Frida creò un linguaggio figurativo talvolta semplicemente realistico, altre volte arricchito da elementi simbolici, surreali e fantastici, senza tuttavia staccarsi mai completamente dalla realtà, per questo motivo, anche se alcuni sostengono il contrario, le sue opere non possono propriamente essere definite surrealiste. A tal proposito affermò: "pensavano che anche io fossi una surrealista, ma non lo sono mai stata. Ho sempre dipinto la mia realtà, non i miei sogni".
Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora. Proverbio cinese

Sienne

Vintage lady

  • "Sienne" è una donna

Posts: 650

Activity points: 2.216

Data di registrazione: lunedì, 21 agosto 2017

Località: Lazio

  • Invia messaggio privato

7

sabato, 22 settembre 2018, 13:16

Ho postato un dipinto di Amedeo Modigliani e un dipinto di Frida Kahlo perché sono i due pittori di cui sono andata a vedere una mostra.
Nel 2006 sono stata al Complesso del Vittoriano a vedere la mostra di Modigliani, nel 2014 ho visitato la mostra di Frida alle Scuderie del Quirinale e quest'anno sono andata al Mudec di Milano a vedere ancora una volta la mostra di Frida.
Sempre al Mudec in questo periodo è in mostra Modigliani ma non credo andrò.
Se avessi la possibilità di spostarmi andrei sicuramente in giro per mostre e musei archeologici.
Sono andata a visitare gli scavi di Pompei e mi piacerebbe anche moltissimo visitare le Terme di Caracalla la sera, c'è stata proprio quest'iniziativa quest'estate dal titolo "Sogno di una notte di fine estate" ma, non abitando a Roma, la sera per il ritorno era un problema, che rimpianto però.
Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora. Proverbio cinese

Euridice

giovane amico

Posts: 298

Activity points: 985

Data di registrazione: venerdì, 26 ottobre 2018

  • Invia messaggio privato

8

lunedì, 29 ottobre 2018, 20:31

Che meraviglia! Io vivo d'arte ed amo molto gli artisti che hai citato. La prima volta che sono andata al Prado mi sono sentita in paradiso..Amo moltissimo anche Schiele, Giacometti, Klee,Bacon, Chagall e Goya. Ma quando si presenta l'occasione di andare ad una mostra anche di altri artisti, mi precipito!
“To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all.”
― Oscar Wilde

Euridice

giovane amico

Posts: 298

Activity points: 985

Data di registrazione: venerdì, 26 ottobre 2018

  • Invia messaggio privato

9

mercoledì, 31 ottobre 2018, 04:12

Paul Klee, avventura di una giovane signora.

Questo bellissimo acquarello su carta risale al 1922.

La quintessenza della sua vena artistica si può comprendere con
una delle sue frasi piu famose: "Il genio non è diligenza, come vorrebbe far credere un proverbio... Il genio è, appunto, genio, è dono naturale che non ha principio né fine. È procreazione. La genialità non la si può insegnare, in quanto non è regola bensì eccezione. (È imprevisto). Con l'imprevisto è difficile far di conto".
Euridice ha allegato il seguente file:
“To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all.”
― Oscar Wilde

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" è una donna
  • "Elettra" ha iniziato questa discussione

Posts: 2.676

Activity points: 8.441

Data di registrazione: venerdì, 14 ottobre 2016

  • Invia messaggio privato

10

mercoledì, 31 ottobre 2018, 18:31

Grazie Euridice per il tuo contributo
Hai citato uno dei miei artisti preferiti.

Euridice

giovane amico

Posts: 298

Activity points: 985

Data di registrazione: venerdì, 26 ottobre 2018

  • Invia messaggio privato

11

mercoledì, 31 ottobre 2018, 19:39

Carissima Elettra, mi fa molto piacere. Dopo le feste andrò ad una mostra di Chagall che dura fino a Febbraio. Amo l'arte in tutte le sue sfumature, adoro circondarmi di quadri, sculture, libri. Questa è la mia dimensione e non potrei mai farne a meno. Elettra, ti posso chiedere quali altri artisti ami?^^
“To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all.”
― Oscar Wilde

Sienne

Vintage lady

  • "Sienne" è una donna

Posts: 650

Activity points: 2.216

Data di registrazione: lunedì, 21 agosto 2017

Località: Lazio

  • Invia messaggio privato

12

giovedì, 01 novembre 2018, 17:57

Al Mudec di Milano da ieri c'è la mostra di Paul Klee.
Il momento migliore per piantare un albero era 20 anni fa. Il secondo miglior momento è ora. Proverbio cinese

Euridice

giovane amico

Posts: 298

Activity points: 985

Data di registrazione: venerdì, 26 ottobre 2018

  • Invia messaggio privato

13

giovedì, 01 novembre 2018, 21:04

Si si, lo so, cara Sienne! Tu andrai? ^^
“To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all.”
― Oscar Wilde

Euridice

giovane amico

Posts: 298

Activity points: 985

Data di registrazione: venerdì, 26 ottobre 2018

  • Invia messaggio privato

14

giovedì, 01 novembre 2018, 21:14

L'uomo che cammina

Vi piacciono le sculture filiformi di Giacometti? Questa bellissima scultura rappresenta la fragilità della condizione umana
e trasmette una grande emotività drammatica propria di questo geniale artista che esprime in questo modo le sue tante
problematiche esistenzialiste.
Euridice ha allegato il seguente file:
“To live is the rarest thing in the world. Most people exist, that is all.”
― Oscar Wilde

Elettra

Super Moderatore

  • "Elettra" è una donna
  • "Elettra" ha iniziato questa discussione

Posts: 2.676

Activity points: 8.441

Data di registrazione: venerdì, 14 ottobre 2016

  • Invia messaggio privato

15

domenica, 18 novembre 2018, 12:32

Carissima Elettra, mi fa molto piacere. Dopo le feste andrò ad una mostra di Chagall che dura fino a Febbraio. Amo l'arte in tutte le sue sfumature, adoro circondarmi di quadri, sculture, libri. Questa è la mia dimensione e non potrei mai farne a meno. Elettra, ti posso chiedere quali altri artisti ami?^^


Ciao Euridice
ero convinta di aver risposto, probabilmente il sistema non ha inviato il post.
Va be pazienza, ti chiedo scusa!!! :blush:
Ora non ricordo con precisione cosa ti avevo scritto, in sintesi tra i vari artisti che amo in assoluto i miei preferiti sono due:
Caravaggio e Jack Vettriano.
Due figure apparentemente agli antipodi, cercherò di scrivere qualcosa in più se ti interessa.
Un abbraccio Euridice
:friends: