Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  
Newsletter di psicologia


archivio news

Non risulti loggato.


Gentile visitatore,
Benvenuto sul Forum di Psicologia di Nienteansia.it. Se questa è la tua prima visita, ti chiediamo di leggere la sezione Aiuto. Questa guida ti spiegherà il funzionamento del forum. Prima di poter utilizzare tutte le funzioni di questo software dovrai registrarti. Usa il form di registrazione per registrarti adesso, oppure visualizza maggiori informazioni sul processo di registrazione. Se sei già un utente registrato, allora dovrai solamente procedere con il login da qui.

kimberly

Amico Inseparabile

  • "kimberly" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

1

mercoledì, 15 settembre 2010, 07:56

doc e psicofarmaci

Gentile dottore,
cosa si deve fare quando i farmaci non funzionano alla persona che ha il doc?
Io soffro di doc e ho preso diversi farmaci,ad alcuni ero allergica,altri invece non mi facevano ne mi fanno nulla,motivo per cui continuano a cambiarmeli.
La cosa che mi fa arrabbiare è che i farmaci non mi facciano effetto. Cos'altro bisogna fare se si è farmaco resistenti?
Ora sto prendendo il Cymbalta.Ho letto che serve per la depressione maggiore ,ansia generalizzata ( se non sbaglio ) e antisuicidio e irritabilita'.Sara' ma non mi fido tanto di questo farmaco,non si sembra molto indicato per il doc,lei cosa dice?
Cosa ci azzecca con il doc? Uffffff.Gli sri che ho preso poi mi davano effetti collaterali ( il maveral ) non mi faceva nulla,la paroxetina mi faceva addormentare dappertutto,la sertralina mi faceva venire la nausea.
L'altro antidepressivo che prendevo mi faceva ingrassare ,5 kg in poco tempo ( remeron ).

Dr. Vassilis Martiadis

Utente Avanzato

Posts: 656

Activity points: 1.968

Data di registrazione: martedì, 29 giugno 2010

Lavoro: Specialista in Psichiatria - Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Invia messaggio privato

2

mercoledì, 15 settembre 2010, 18:04

Purtroppo il doc è uno dei disturbi psichiatrici che ha una percentuale abbastanza alta di pazienti che non rispondono alle terapie farmacologiche. Le strategie terapeutiche comunque prevedono step ben definiti nella impostazione della terapia, nella scelta dei farmaci, nei dosaggi, nei tempi di attesa della risposta, nelle associazioni e potenziamenti, farmacologici e non. Non sottovaluti poi l'importanza dell'associazione con un percorso psicoterapico di tipo cognitivo-comportamentale. Non conoscendo approfonditamente il suo casoc e la sua storia clinica e farmacologica non posso esprimere giudizi in merito.
Il cymbalta (duloxetina) non è indicato per il DOC, ma viene usato a volte, quando altre classi farmacologiche non hanno dato risultati soddisfacenti.

Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis

Specialista in Psichiatria


www.psichiatranapoli.it

kimberly

Amico Inseparabile

  • "kimberly" ha iniziato questa discussione

Posts: 1.385

Activity points: 4.386

Data di registrazione: mercoledì, 03 marzo 2010

  • Invia messaggio privato

3

mercoledì, 15 settembre 2010, 20:25

Gentile dottore,
la ringrazio della sua cortese risposta.
Avevo immaginato che questo Cymbalta non fosse indicato per il doc ma non capivo come mai mi fosse stato prescritto.
La psicoterapia comportamentale-cognitiva la sto gia' seguendo da due da pochi mesi ma non si vedono risultati anche se chiaramente continuero' a seguirla,senza demordere.Quali altre tecniche ci sono che si possano seguire.Il mio medico parlava di magneti e che c'erano altre tecniche ma quali sarebbero?
A volte mi domando se potro' mai guarire perchè questa premessa di resistenza farmacologica non mi prospetta un panorama roseo.

Dr. Vassilis Martiadis

Utente Avanzato

Posts: 656

Activity points: 1.968

Data di registrazione: martedì, 29 giugno 2010

Lavoro: Specialista in Psichiatria - Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale

  • Invia messaggio privato

4

giovedì, 16 settembre 2010, 00:36

La stimolazione magnetica transcranica ha dimostrato una certa efficacia in un certo numero di pazienti doc farmaco-resistenti. E' tuttavia una terapia che attende ancora validazioni in termini di efficacia ed è praticata solo in pochi centri in Italia.

Cordiali saluti
Dott. Vassilis Martiadis

Specialista in Psichiatria


www.psichiatranapoli.it