Homepage di Nienteansia.it
Switch to english language  Passa alla lingua italiana  

You are not logged in.


finally

Nuovo Utente

Posts: 1

Activitypoints: 3

Date of registration: May 6th 2019

  • Send private message

301

Sunday, January 13th 2019, 1:37pm

L'imbarbarimento della società, non solo italiana, è un fenomeno del tutto trasversale e non nuovo. È da decenni che sociologi, filosofi e psicologi di tutto il mondo ne parlano. È veramente difficile non vedere l'incapacità di relazionarsi, l'assenza di umanità ed empatia, di solidarietà. L'intelligenza tecnica coltivata, quella emotiva ed umana quasi per nulla. Ci muoviamo come isole singole, ognuno chiuso nel proprio universo, non casualmente zeppi di disturbi psicologici. Incapaci di affrontare le difficoltà se non tamponando il sintomo, senza mai approfondire, avvicinarsi, analizzare, riempiendoci di cose inutili che non hanno valore e senso. Usando un termine forte: il nichilismo.


Bellissimo e condivisibilissimo post, non a caso i social "vetrina" hanno in questo momento un enorme proselitismo, a scapito di forum simili a questo, dove l'importanza è il contenuto che spinge a una riflessione e più spesso ad una introflessione.
Ma , come diceva Jung, "si fa di tutto pur di sfuggire alla propria Anima".

302

Sunday, January 13th 2019, 2:05pm

L'imbarbarimento della società, non solo italiana, è un fenomeno del tutto trasversale e non nuovo. È da decenni che sociologi, filosofi e psicologi di tutto il mondo ne parlano. È veramente difficile non vedere l'incapacità di relazionarsi, l'assenza di umanità ed empatia, di solidarietà. L'intelligenza tecnica coltivata, quella emotiva ed umana quasi per nulla. Ci muoviamo come isole singole, ognuno chiuso nel proprio universo, non casualmente zeppi di disturbi psicologici. Incapaci di affrontare le difficoltà se non tamponando il sintomo, senza mai approfondire, avvicinarsi, analizzare, riempiendoci di cose inutili che non hanno valore e senso. Usando un termine forte: il nichilismo.

Secondo me alcuni di voi confondono l'imbarbarimento con la superficialità, l'egoismo e la violenza, fenomeni che esistono da quando l'uomo ha messo piede sulla Terra. Trovo un grosso errore analizzare le cose sempre dall'attualità perché di fatto l'uomo nei secoli non è mai cambiato, si è solo evoluto ma in determinate situazioni mostra sempre il peggio di se anche nel 2019 così come faceva all'età della pietra o speravate davvero che il 68' e i figli dei fiori avrebbero cambiato il mondo per cui ora siede delusi dai frutti del Capitalismo?

Nb: non capisco il nesso col Nichilismo.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,115

Activitypoints: 18,673

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

303

Sunday, January 13th 2019, 5:26pm

Sai Michele io sono nato nel 68...quindi. Io semplicemente prendo la metro a Roma da 20 anni circa due volte al giorno e, secondo me, è una buona proxy del comune sentire. Mi sembra, ma sicuramente mi sbaglio, che il livello di aggressività, di fastidio dell'altro da sé, è, banalmente di mancanza di gentilezza, sia costantemente cresciuto. La cosa curiosa è che i più arrabbiati e aggressivi non sono gli ultimi. Ad esempio il clochard o la signora che prende la metro alle 6 per andare a fare le pulizie o il ragazzo stagista, ma il mio coetaneo che in quel giorno di targhe alterne ha dovuto lasciare in garage il SUV.
Sento espressioni di violenza, intolleranza e ...posso?, di ignoranza che fino a qualche anno fa erano abbastanza inusuali.
Voglio fare con te l'amore vero quello che non abbiamo fatto mai
quello dove alla fine si piange e si leccano le lacrime

304

Monday, January 14th 2019, 4:15pm

L'imbarbarimento della società, non solo italiana, è un fenomeno del tutto trasversale e non nuovo. È da decenni che sociologi, filosofi e psicologi di tutto il mondo ne parlano. È veramente difficile non vedere l'incapacità di relazionarsi, l'assenza di umanità ed empatia, di solidarietà. L'intelligenza tecnica coltivata, quella emotiva ed umana quasi per nulla. Ci muoviamo come isole singole, ognuno chiuso nel proprio universo, non casualmente zeppi di disturbi psicologici. Incapaci di affrontare le difficoltà se non tamponando il sintomo, senza mai approfondire, avvicinarsi, analizzare, riempiendoci di cose inutili che non hanno valore e senso. Usando un termine forte: il nichilismo.

Secondo me alcuni di voi confondono l'imbarbarimento con la superficialità, l'egoismo e la violenza, fenomeni che esistono da quando l'uomo ha messo piede sulla Terra. Trovo un grosso errore analizzare le cose sempre dall'attualità perché di fatto l'uomo nei secoli non è mai cambiato, si è solo evoluto ma in determinate situazioni mostra sempre il peggio di se anche nel 2019 così come faceva all'età della pietra o speravate davvero che il 68' e i figli dei fiori avrebbero cambiato il mondo per cui ora siede delusi dai frutti del Capitalismo?

Nb: non capisco il nesso col Nichilismo.


il '68 non è il mio tempo e non c'entra nulla, per cui sorvolo.

non mi piace dover argomentare "pro" imbarbarimento o nichilismo....mi spiego: da molti anni (e pertanto da molto prima dell'avvento di questo governo o dei gilet gialli) sociologi, filosofi e pure psicologi si sono occupati dell'argomento, hanno osservato, analizzato e usato anche questi termini. trovi tantissimi articoli e libri ed ovviamente non si occupano solo dell'Italia. di recente ho letto un articolo (spaventoso) che riguarda la Germania. se tu non hai questa percezione, non sarò certo io a volerti convincere...no, di certo. casomai prova a inserire nichilismo e giovani su youtube, ti usciranno una serie infinita di interviste, presentazioni, convegni etc. etc.

ma stare a confrontarsi su percezioni diverse, soprattutto la tua, così ottimista e serena, anche no.
namasté

305

Monday, January 14th 2019, 4:39pm

Sento espressioni di violenza, intolleranza e ...posso?, di ignoranza che fino a qualche anno fa erano abbastanza inusuali.

C'è solo più stress in giro, la gente è più insicura, stressata e arrabbiata per cui a volte appare molto peggiore di come realmente è, ergo l'apparenza spesso inganna.

306

Monday, January 14th 2019, 4:47pm


non mi piace dover argomentare "pro" imbarbarimento o nichilismo....mi spiego: da molti anni (e pertanto da molto prima dell'avvento di questo governo o dei gilet gialli) sociologi, filosofi e pure psicologi si sono occupati dell'argomento, hanno osservato, analizzato e usato anche questi termini. trovi tantissimi articoli e libri ed ovviamente non si occupano solo dell'Italia. di recente ho letto un articolo (spaventoso) che riguarda la Germania. se tu non hai questa percezione, non sarò certo io a volerti convincere...no, di certo. casomai prova a inserire nichilismo e giovani su youtube, ti usciranno una serie infinita di interviste, presentazioni, convegni etc. etc.

ma stare a confrontarsi su percezioni diverse, soprattutto la tua, così ottimista e serena, anche no.

Cara Huesera, vorrei precisarti una cosa onde evitare fraintendimenti. Premesso che rispetto anche se non condivido molti tuoi punti di vista, ciò che vorrei evidenziare sia a te che agli occhi di altri che sembrano quasi terrorizzati da questo ultimo Governo, è che almeno io non sono "pro niente" ne tantomeno sono così ottimista e sereno come potrebbe apparire. Sto solo sostenendo (e ne sono più che convinto), che il 4 marzo è cambiata un'era (quella della vecchia politica e della assoluta sottomissione all'Unione Europea) e credo che tutti quei sociologi, filosofi etc. (aggiungiamoci anche i politologi ma soprattutto, sottolineo soprattutto, quei partiti che non hanno saputo cambiare anche loro per adeguarsi ai cambiamenti e ai problemi della gente).

Concludo aggiungendo che a mio parere è troppo presto per tirare le somme, per farsi un'idea, per fare previsioni (vale per quelle troppo catastrofiste come per quelle troppo ottimiste). L'umanità da quando esiste è sempre stata caratterizzata da cambiamenti, a volte drastici, altre volte indolori e via dicendo, questo è solo uno dei tanti, fisiologici cambiamenti della società in cui viviamo.

307

Monday, January 14th 2019, 6:42pm

ma questo discorso trascende il governo attuale
diciamo che salvini & co stanno al nichilismo come il mio coniglio alla catena alimentare osservabile nella savana
namasté

308

Tuesday, January 15th 2019, 2:29pm

Io però mi concentrerei maggiormente sul futuro dell'Europa, o meglio della Unione Europea poiché a mio modesto parere è dalle prossime elezioni europee che si decideranno i destini....probabilmente anche dell'euro e ciò potrebbe finanche portare a rivedere per alcuni paesi le proprie alleanze...magari qualcuno potrebbe anche pensare di uscire dalla Nato e passare con Putin!! :D

In altre parole la attuale situazione per come la vedo io è solo un piccolo antipasto ma le portate più importanti arriveranno nella prossima estate!!!

Nb: volevo precisare una cosa, io sono populista per scommessa nel senso che non seguivo i populisti molto prima delle nostre scorse elezioni nazionali ma li ho votati perché mi sembravano l'unica alternativa non ancora sperimentata e per me la politica è un po come la cucina...a volte dall'unione di ingredienti teoricamente in contrasto nascono invece grandissimi piatti.

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,115

Activitypoints: 18,673

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

309

Tuesday, January 15th 2019, 4:43pm

la prossima volta Potere al popolo e Casapund insieme?
Voglio fare con te l'amore vero quello che non abbiamo fatto mai
quello dove alla fine si piange e si leccano le lacrime

fran235

Esperto del Forum

  • "fran235" is male

Posts: 8,115

Activitypoints: 18,673

Date of registration: Oct 5th 2016

Location: Roma e l'universo

Occupation: something

  • Send private message

310

Tuesday, January 15th 2019, 6:27pm

Comunque, siamo lontani dal voto e non sono un fan dei sondaggi, ma non sembra esserci una apparente aria di rivoluzione....semmai di ulteriore frammentazione.
Gli ultimi sondaggi che sono disponibili e non riesco a linkare danno un calo dei popolari e dei socialisti ma più che favore dei "sovranisti" a beneficio di verdi e liberali. Il gruppo de popolari dovrebbe comunque rimanere il più numeroso....poi è tutto da vedere.
Voglio fare con te l'amore vero quello che non abbiamo fatto mai
quello dove alla fine si piange e si leccano le lacrime

311

Tuesday, January 15th 2019, 6:49pm

se pensiamo che l'unione di oggi è il prodotto di oltre sessant'anni di lavoro, è difficile ipotizzare che una semplice ventata di nuovi parlamentari possa stravolgere la situazione. per non parlare delle procedure necessarie per la modifica dei trattati.
cmq, a prescindere da tutto e parlando in maniera molto "easy" e superficiale, l'alternanza politica è positiva. al voto manca ancora un bel po' di tempo e si vedrà...è ipotizzabile tutto dalla fine dell'unione ad ancora più unione. vedremo

intanto mi compro i pop corn per gustarmi le cavolate dei nostri politici in campagna elettorale...i love promesse di mare & monti!
namasté

312

Wednesday, January 16th 2019, 2:17pm

se pensiamo che l'unione di oggi è il prodotto di oltre sessant'anni di lavoro, è difficile ipotizzare che una semplice ventata di nuovi parlamentari possa stravolgere la situazione

E' proprio questo il punto: molta gente non ha apprezzato tanti anni di politiche di austerità e di moneta unica!! Quanto poi all'eventuale stravolgimento della Ue in seguito alle prossime elezioni europee ti rispondo con una domanda: tu avresti mai pensato ad un governo Lega-5 Stelle?

Ora tu giustamente parli di difficoltà a modificare i trattati, ma hai mai considerato che se crollasse il governo Macron e salisse Marine Le Pen (che ha molte probabilità di vincere le prossime elezioni francesi), la Francia potrebbe lasciare in tronco la Ue e magari a seguire anche altri in un vero e proprio effetto domino?? Considera infatti che il presidente Francese su alcune cose ha poteri esecutivi. Ce la vedete una Ue senza la Francia dopo l'Inghilterra? non avrebbe più senso ad esistere.

Per cui la mia conclusione è molto semplice: mai dire mai, del resto ce lo insegna la storia.

This post has been edited 1 times, last edit by "Michele®" (Jan 16th 2019, 2:23pm)


313

Wednesday, January 16th 2019, 3:26pm

Considera infatti che il presidente Francese su alcune cose ha poteri esecutivi.

ti risulta che Macron possa decidere da solo di far uscire la Francia dall'Unione Europea?

per il resto: nulla è impossibile. la storia insegna.

ma...di cosa stiamo parlando?
vuoi dirci che tutto è possibile?

ma certo che si, tutto è possibile.
namasté

314

Wednesday, January 16th 2019, 7:34pm

Non sto dicendo che tutto è possibile ma che spesso la realtà supera l'immaginazione e che, come spesso avvenuto nella storia, ci sono stati eventi del tutto imprevisti. In verità se ci si riflette bene, nel nostro caso specifico di ingredienti capaci di provocare o contribuire alla fine dell'Unione Europea ce ne sono molti.

Quanto ai poteri del presidente francese non so se possa da solo promulgare una uscita del proprio paese dalla Ue o dalla moneta unica ma credo che sicuramente avrebbe facoltà nel promuovere un referendum allo scopo.

Di fatto però questa è fantapolitica e nessuno di noi potrà prevedere come andranno le cose. Io sostengo soltanto la teoria che la misura è abbastanza colma e che sia la Brexit che le elezioni italiane hanno aumentato moltissimo il vento del populismo sulla Ue. Credo che ora la prossima vera sfida sarà appunto quella delle elezioni europee, solo allora avremo le idee più chiare.